Panca da giardino: comodità all’aria aperta

Ultimo aggiornamento: 13.05.21

 

Se state cercando una soluzione che vi permetta di trascorrere momenti di relax nel vostro spazio verde, in questo articolo troverete alcuni suggerimenti per scegliere la panca da giardino che soddisfi le vostre esigenze.  

 

Con l’arrivo della bella stagione le occasioni per trascorrere del tempo all’aria aperta si moltiplicano e infatti parchi, spiagge e boschi si affollano di appassionati della natura o di chi vuole semplicemente trascorrere qualche momento di relax. C’è però chi, per rilassarsi, non ha bisogno di fare molta strada. Parliamo di chi dispone di un giardino o di uno spazio verde privato, che può essere sfruttato in qualunque momento per prendere il sole, leggere un libro o, perché no, schiacciare un bel pisolino. Naturalmente per poter godere al meglio del vostro giardino avrete bisogno di attrezzarlo con alcuni elementi imprescindibili, come un tavolo con le sedie, un ombrellone, un paio di sdraio e magari anche una bella panca da giardino. 

Proprio su quest’ultima vogliamo focalizzare la nostra attenzione, visto che parliamo di un oggetto che si fa apprezzare per la sua versatilità, perché si rivela comodo sia per trascorrere piacevoli momenti di relax, sia per ospitare qualche amico in occasioni conviviali come pranzi, grigliate o aperitivi. La scelta del modello più adatto a soddisfare le vostre esigenze non è così banale, perché gli elementi di cui tenere conto sono diversi, vista anche la grande varietà di panche da giardino disponibili sul mercato. Cerchiamo dunque di saperne un po’ di più.

 

I dettagli di cui tenere conto 

Il primo aspetto da prendere in considerazione è lo stile della panca da giardino, perché da questo punto di vista c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Se avete già acquistato alcuni elementi per arredare il vostro spazio all’aperto, la scelta sarà già indirizzata, perché la panca che sceglierete dovrà accordarsi con lo stile già presente. Se invece si tratta del primo elemento che volete comprare, allora potrete seguire totalmente i vostri gusti, sia in termini di design, sia di materiali, sia ancora di ampiezza. 

Sul mercato è possibile trovare panche dallo stile sobrio ed essenziale, alcune più elaborate e ricche di dettagli, altre che strizzano l’occhio al comfort di divani e poltrone da salotto e altre ancora pensate più come elementi di arredo piuttosto che come sedute per il relax. Va da sé che la scelta sarà orientata non solo dai gusti personali ma anche dalla disponibilità di spazio, perché mediamente si possono trovare panchine con lunghezze estremamente variabili. Tanto per dare qualche numero, si viaggia da un minimo di un’ottantina di centimetri a un paio di metri di lunghezza. Tenete conto di questo dettaglio.

 

Ampia scelta di materiali

L’elemento che più di ogni altro definisce e caratterizza una panca da giardino è indubbiamente il materiale utilizzato per la sua realizzazione. Optare per un modello in legno, per esempio, dimostra la predilezione per un certo stile, sceglierne uno in acciaio o ferro battuto per tutt’altro. Qui di seguito entriamo nel merito dei vari materiali, e di conseguenza modelli, disponibili sul mercato.

♦ Panca in legno: Probabilmente si tratta della soluzione più tradizionale dal punto di vista estetico e si può definire un grande classico che non passa mai di moda. L’idea che sia un po’ retro è ampiamente compensata dalla creatività dei designer, inoltre le varie tipologie di legno utilizzate sono state trattate per resistere all’azione degli agenti atmosferici, come pioggia, umidità o raggi solari. Sono poi disponibili anche modelli in legno composito, una sorta di combinazione tra fibre di legno e plastica, che si dimostrano soluzioni interessanti, soprattutto per quello che riescono a garantire in termini di resistenza e leggerezza.

♦ Panca in PVC: Si tratta dei modelli più economici ma, obiettivamente, anche di quelli con un minore impatto estetico. Tipicamente sono la scelta orientata alla comodità e al risparmio, con un occhio alla robustezza, visto che le panche in PVC o altro materiale plastico sono le più resistenti all’azione di sole e pioggia e che difficilmente si rompono in caso di urti. 

♦ Panca in alluminio: Questo materiale permette ai designer di dare uno sfoggio maggiore della loro creatività. L’alluminio poi abbina robustezza e resistenza alle intemperie a una certa leggerezza. Il contro è rappresentato dalla tendenza a scaldarsi se lasciato a lungo sotto il sole. 

♦ Panca in ghisa: Realizzate in ghisa e acciaio, queste panche sono quelle che garantiscono il più alto livello di stabilità e robustezza. Si rivelano dunque ideali per zone spesso soggette all’azione del vento. I prodotti di questo tipo risultano piuttosto pesanti da spostare e tendono a surriscaldarsi se lasciati sotto l’azione dei raggi solari.

♦ Panca in ferro battuto: Si tratta della tipologia più ricercata, perché i modelli realizzati in ferro battuto tendono a conferire uno stile ben preciso al giardino, strizzando l’occhio al retro e al vintage. La panca di questo tipo è robusta e necessita di una certa manutenzione perché l’azione dell’umidità e della pioggia potrebbero fare comparire la ruggine, perciò di tanto in tanto è opportuno utilizzare prodotti ad hoc. 

♦ Panca in rattan: Sono realizzate con un materiale sintetico, noto anche come polyrattan, che esteticamente ricorda il vimini ma che garantisce tutte le caratteristiche di leggerezza, resistenza ed economicità tipiche della plastica. La particolare struttura della superficie invoglia a utilizzare le panche in abbinamento ai cuscini. 

♦ Panca in pietra/cemento: Un modello di questo tipo è pensato per dare al giardino una connotazione ben precisa. Inoltre bisogna essere certi di dove posizionarla perché, considerato il peso non irrilevante, è piuttosto difficile da spostare. Gli innegabili vantaggi sono la straordinaria robustezza e la totale assenza di manutenzione. 

Uno spazio aggiuntivo

Una panca da giardino, dopo aver scelto stile e materiali, si rivela anche un’occasione per avere un elemento in più, da sfruttare non solo per sedersi e rilassarsi. Sul mercato, infatti, ci sono diverse tipologie di panche studiate per ospitare vari oggetti. Ci riferiamo ai modelli con contenitore, sorta di variazione sul tema della cassapanca e quindi dotati di un vano in cui stipare tutti quegli elementi che possono essere utili quando si trascorre del tempo all’aperto: cuscini, coperte, tovaglie, libri o riviste. Nel caso il vostro giardino o la vostra casa non siano molto grandi potrebbe rivelarsi una soluzione intelligente.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments