I 13 Migliori Scaldabagni a Gas del 2019

Ultimo aggiornamento: 08.12.19

 

Scaldabagno a Gas – Guida all’acquisto e Confronti

 

Gli scaldabagni a gas consentono un notevole risparmio di energia elettrica, soprattutto ai nuclei familiari numerosi che consumano grandi quantità di acqua calda sanitaria. Le tipologie disponibili sul mercato, però, sono numerose e si differenziano non solo in base alle caratteristiche possedute e al prezzo, ma anche a seconda della destinazione d’uso per la quale sono progettati. Nella nostra guida abbiamo messo a confronto una serie di scaldabagni a gas prodotti da diverse ditte, con diverse caratteristiche e capacità, che sono i modelli attualmente più apprezzati dagli acquirenti. Se non avete tempo di leggerla tutta, potete subito dare un’occhiata allo Scaldabagno a Gas Ferroli Sky 11F dalle dimensioni e peso contenuti, ideale per appartamenti con spazi ristretti. In alternativa potete per il Vaillant Atmomag Mini 11-0/1 particolarmente indicato per l’installazione in un bagno di un piccolo ufficio.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 13 Migliori Scaldabagni a Gas – Classifica 2019

 

 

Scaldabagno a gas camera stagna

 

1. Ferroli Sky 11F Scaldabagno A Gas 

 

Stando ai pareri degli acquirenti, il Ferroli Sky 11F è uno dei migliori scaldabagni a gas del 2019 e, dando un’occhiata ravvicinata alle sue caratteristiche, si può facilmente capire il perché. Innanzitutto si tratta di uno scaldabagno a gas camera stagna, quindi può essere tranquillamente installato sia all’interno dell’abitazione sia all’esterno, in luoghi parzialmente protetti o comunque soggetti a escursioni termiche non inferiori ai -5 gradi Celsius, oppure ai -15 gradi se si acquista anche il kit opzionale con le resistenze antigelo. I suoi punti di forza sono il controllo elettronico della combustione, che permette di ottimizzare le prestazioni offerte al variare del carico termico e delle caratteristiche dello scarico fumi, e la predisposizione a funzionare in abbinamento con impianti solari termici.

Un ulteriore vantaggio è quello di poter essere alimentato sia a metano sia ad aria propanata, il che lo rende adatto anche a coloro che abitano in zone rurali o nei piccoli centri ancora privi della rete di distribuzione del metano.

Lo scaldabagno a gas camera stagna Sky 11F, inoltre, è già completo del kit per lo scarico dei fumi, quindi non sarete costretti a una ulteriore spesa visto che si tratta di un componente necessario per l’installazione.

Acquista su Amazon.it (€439)

 

 

 

2. Ariston 3632161 Scaldabagno Elettrico Next Evo Metano

 

Tra i modelli più venduti figura anche lo scaldabagno a gas camera stagna Next Evo EU, prodotto dalla nota ditta italiana Ariston, caratterizzato innanzitutto dalle dimensioni ultra compatte, con solo 17,5 centimetri di profondità, che ne facilitano notevolmente la collocazione.

È dotato sia del pressostato fumi sia del flussostato acqua; il termostato, inoltre, è completo della sonda NTC che permette il controllo modulante della temperatura, in modo da offrire migliori prestazioni e maggior risparmio energetico. Per quanto riguarda il fronte dei consumi, invece, il Next Evo EU sfrutta un sistema di accensione elettronica a ionizzazione di fiamma che permette un ulteriore risparmio di gas, fino al 25% in meno rispetto ai modelli di vecchia generazione. Un altro vantaggio offerto dal Next Evo EU, inoltre, è quello di poter funzionare anche in condizioni di scarsa pressione e portata del flusso d’acqua.

Il rovescio della medaglia, invece, consiste nell’assoluta mancanza di accessori. Il kit per lo scarico dei fumi quindi, necessario per l’installazione dello scaldabagno, dovrà essere acquistato a parte, e dal momento che il prezzo del Next Evo EU è più alto rispetto allo scaldabagno a gas camera stagna Ferroli esaminato in precedenza, la spesa complessiva diventa abbastanza onerosa da sostenere.

Acquista su Amazon.it (€417,44)

 

 

 

Scaldabagno a gas Vaillant

 

3. Vaillant Scaldabagno Atmomag Mini 11-0/1 Xi Erp

 

La ditta tedesca Vaillant è uno dei punti di riferimento in Europa nel settore di produzione della termotecnica, e i suoi prodotti sono apprezzati da un grandissimo numero di consumatori. Il vantaggio principale dello scaldabagno a gas Vaillant Mini 11-0/1 appartenente alla serie Atmomag, come avete potuto vedere già nella nostra tabella di comparazione, è quello di essere la soluzione ideale per coloro che non hanno grosse esigenze, quindi è adatto per nuclei familiari fino a tre persone oppure per dotare di acqua calda piccoli bagni di servizio situati in uffici o locali pubblici.

L’Atmomag Mini 11-0/1 è un modello a camera aperta, quindi va installato obbligatoriamente all’esterno, e a tiraggio naturale. È disponibile sia nella versione alimentata a metano che in quella alimentata a GPL, è compatto e dotato di nuovo gruppo idraulico e sistema per la modulazione della fiamma.

Secondo gli acquirenti, si tratta di un ottimo scaldabagno a gas Vaillant, affidabile ed efficiente se installato in appartamenti di piccole dimensioni dotati di cucina e singolo bagno. Inoltre è molto semplice da installare e il prezzo è decisamente abbordabile, soprattutto considerando che nella sua dotazione di accessori è incluso anche il kit per lo scarico dei fumi.

Acquista su Amazon.it (€219)

 

 

 

4. Vaillant Caldabagno Turbomag 14-2/0-5 H Erp

 

Un altro scaldabagno a gas Vaillant particolarmente apprezzato dai consumatori è il Turbomag Plus 14-2/0-5, un modello a camera stagna con tiraggio forzato dei fumi, quindi installabile sia internamente sia esternamente.

Le sue caratteristiche distintive sono l’accensione elettronica e il sistema di combustione a tre stadi, che uniti all’ampio campo di modulazione permettono di mantenere la perfetta stabilità della temperatura in erogazione. Nel caso in cui si scelga di montarlo all’esterno, il livello di impermeabilità IPX5D e la disponibilità di un accessorio antigelo, da acquistare però separatamente, gli garantiscono il massimo dell’efficienza anche in caso di pioggia o quando la temperatura scende sotto lo zero, fino a un limite massimo di -15 gradi.

Ha una portata di 14 litri al minuto ed è molto facile da gestire, grazie al display digitale Touch Screen, può essere alimentato sia a metano sia a GPL ed è predisposto anche per l’allacciamento a un impianto solare termico.

Purtroppo, però, questo particolare modello di scaldabagno a gas Vaillant, ha la pecca di essere venduto privo del kit di per lo scarico dei fumi, che rappresenta quindi un’ulteriore spesa da sommare a quella dello scaldabagno, il cui costo è già abbastanza elevato in sé.

Acquista su Amazon.it (€472,28)

 

 

 

Scaldabagno a gas da esterno

 

5. Bosch Scaldabagno a Gas Metano Camera Aperta

 

Se vi state chiedendo dove acquistare uno scaldabagno a gas da esterno, allora è proprio il caso di dare un’occhiata a questo interessante modello prodotto dalla ditta tedesca Bosch.

Il Therm T2200, nella variante 11 23, è un modello a camera aperta, disponibile sia nella versione a metano sia a GPL, compatto e facile da installare. A prima vista può sembrare spartano e obsoleto, dal momento che è controllato tramite le tradizionali manopole analogiche ed è privo di display o di qualsiasi altra tecnologia digitale, ma in realtà è uno scaldabagno affidabile e offre un ottimo livello di prestazioni, come nella migliore tradizione degli standard Bosch.

Anche il rapporto qualità-prezzo è decisamente apprezzabile, visto che rientra nella categoria dei prodotti disponibili a prezzi bassi. Per quanto riguarda la resa, invece, gli acquirenti riferiscono che lo scaldabagno a gas da esterno Thermo T2200 è molto semplice da regolare proprio grazie alla sua essenzialità, che lo rende alla portata di tutti. Inoltre è veloce nello scaldare l’acqua ed è ideale per chi non ha un elevato livello di consumi.

È idoneo soprattutto per impianti a doppio rubinetto, ai quali garantisce l’ottimizzazione dei consumi, ed è predisposto per l’abbinamento agli impianti solari termici.

Acquista su Amazon.it (€178,41)

 

 

 

6. Ferroli Scaldacqua Elettronico a Ionizzazione a Tiraggio Naturale

 

Se invece desiderate uno scaldabagno a gas da esterno altrettanto economico ma un po’ più aggiornato per quanto riguarda la tecnologia impiegata e le caratteristiche possedute, allora lo Zefiro C11 prodotto dalla ditta italiana Ferroli è la soluzione ideale.

Questo particolare modello, infatti, è simile allo scaldabagno Bosch esaminato in precedenza, ma soltanto per quanto riguarda l’aspetto esteriore. I controlli sono gestiti tramite manopole analogiche infatti, ma a differenza dello scaldabagno Bosch, che ne è privo, il Ferroli Zefiro è dotato anche della valvola per la modulazione del gas, dell’accensione elettronica con rilevazione di fiamma a ionizzazione, del dispositivo SOFT START, che permette all’accensione di essere silenziosa e progressiva, e di quello di controllo per l’evacuazione dei fumi.

È uno scaldabagno a gas da esterno certificato sia per il funzionamento a metano sia ad aria propanata, inoltre integra uno speciale dispositivo di sicurezza che gli permette di interrompere automaticamente il funzionamento in caso di mancanza d’acqua. Gli acquirenti lo hanno apprezzato soprattutto per il fatto che, nonostante la presenza delle componenti elettroniche, non ha alcun bisogno di essere allacciato alla rete elettrica ma necessita soltanto di due normali batterie LR20 da 1,5 Volt.

Acquista su Amazon.it (€179,98)

 

 

 

Scaldabagno a gas Junkers

 

7. Junkers WR 11-2 B Verticale senza Serbatoio

 

Sebbene gli scaldabagno a gas siano più costosi della loro controparte elettrica, bisogna sempre ricordare che il prezzo può essere ammortizzato nel tempo con una bolletta elettrica estremamente ridotta. Il prodotto di Junkers, lo scaldabagno a gas verticale WR 11-2 B, rientra inoltre nella classe energetica A e non necessita di alcuna canna fumaria a tetto, per rendere l’installazione casalinga quanto più semplice possibile. 

Gli utenti che hanno avuto modo di provarlo affermano che c’è comunque bisogno di un sopralluogo da parte dell’installatore di fiducia per riuscire a evidenziare il luogo migliore per fissare lo scaldabagno. Per chi deve invece sostituire un prodotto vecchio può contare su una discreta compatibilità degli attacchi con gli scaldabagno Bosch. 

Il gas utilizzato per il riscaldamento è il metano, assicuratevi dunque di avere tale fornitura prima di effettuare l’acquisto. Unica pecca che si potrebbe evidenziare è l’aspetto estetico, non bisogna infatti aspettarsi uno scaldabagno particolarmente moderno o accattivante. 

Chi fosse alla ricerca di un dispositivo di design dovrebbe preventivare una spesa maggiore, orientandosi su prodotti confezionati ad hoc. In alcuni casi, i consumatori, hanno riferito di problemi al tubo di rame in corrispondenza delle saldature. Si tratta di usura che effettivamente potrebbe insorgere dopo anni di utilizzo intensivo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Junkers Scaldabagno Junkers LT 11 GPL ACC. ELETTR.

 

Un altro interessante scaldabagno a gas Junkers è il modello WR 11-2 B, nella versione alimentata a GPL, che offre una potenza termica nominale di 19,2 kW e una portata di 11 litri al minuto.

Le sue dimensioni compatte gli permettono di essere facilmente installato anche nei posti angusti, sempre a patto che sia all’esterno però, dal momento che si tratta di un modello a camera aperta a tiraggio naturale. È dotato anche di sistema di modulazione continua di fiamma e accensione elettronica a ionizzazione alimentata tramite batterie, quindi non bisogna collegarlo alla rete elettrica. Inoltre, come ogni altro scaldabagno a gas Junkers, anche il WR 11-2 B è predisposto per andare a integrare un impianto solare termico a circolazione naturale grazie al Solar Kit, che però va acquistato a parte.

L’installazione è oltremodo semplice e, grazie alle sue dimensioni compatte, soltanto 58 x 31 x 22 centimetri, può essere posizionato anche in spazi angusti.

L’unica pecca, secondo alcuni acquirenti, è che nonostante i controlli siano di tipo analogico con manopole meccaniche, risulta molto difficile regolare la temperatura in modo che l’acqua non esca troppo bollente oppure appena tiepida, anche facendo ricorso all’intervento di un tecnico autorizzato Junkers.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scaldabagno a gas Ariston

 

9. Ariston Fast Evo GPL Scaldabagno Elettronico

 

La nota ditta italiana Ariston riesce sempre a distinguersi per l’elevata qualità dei suoi prodotti, che si distinguono per le prestazioni e per la tecnologia all’avanguardia.

Anche questo modello non fa eccezione, infatti è dotato di sistema per la modulazione continua della fiamma tramite sonda NTC, quest’ultima posta all’uscita dello scambiatore di calore in modo da offrire la massima stabilità della temperatura in erogazione, e di sensori per il rilevamento elettronico della presenza di fiamma.

Integra anche il flussostato che controlla la portata del flusso d’acqua, dal momento che è in grado di funzionare anche con una pressione di appena 0,1 bar e con una portata ridotta a soli due litri al minuto. Il sistema di accensione è elettronico a ionizzazione, e può essere alimentato sia da due batterie LR20 da 1,5V sia tramite allaccio con cavo alla rete elettrica, inoltre è dotato di controlli digitali con display LCD quindi è estremamente facile da regolare.

Questa versione dello scaldabagno a gas Ariston Fast Evo è alimentata a GPL e ha una portata di 14 litri al minuto, quindi è ideale per le famiglie numerose. Gli acquirenti lo hanno apprezzato soprattutto per la sua affidabilità e per le eccellenti prestazioni.

Acquista su Amazon.it (€400)

 

 

 

Scaldabagno a gas per esterno senza canna fumaria

 

10. Vaillant Scaldabagno a Gas GPL Istantaneo 14 LT

 

Anche il Vaillant Outmag 14-5/0-5 è un modello disponibile sia nella versione alimentata a metano sia a GPL, quindi adatto anche per coloro le cui abitazioni non sono ancora provviste di un allaccio alla rete di distribuzione del metano. A differenza dell’Ariston esaminato in precedenza, però, è a camera stagna e possiede un sistema di ventilazione per il tiraggio forzato.

Questa caratteristica lo rende uno scaldabagno a gas per esterno senza canna fumaria; possiede, cioè, uno scarico in facciata già integrato nel pannello frontale, con omologazione di Tipo A, e quindi può essere tranquillamente collegato a uno scarico a parete invece che a tetto. Per il resto si tratta della versione migliorata degli scaldabagni della serie Outmag, quindi offre notevoli miglioramenti nelle prestazioni, a cominciare dalla stabilità della temperatura in erogazione.

Dal momento che è destinato all’installazione esterna, inoltre, Vaillant ha aumentato la protezione dalle condizioni climatiche estreme, portando la resistenza alle basse temperature fino ai -25 gradi, contro i -15 della maggior parte degli scaldabagni a gas da esterno prodotti dalle altre ditte, cosa che lo rende adatto anche a coloro che vivono in zone dove la temperatura, in inverno, è soggetta a calare drasticamente.

Acquista su Amazon.it (€1000)

 

 

 

Scaldabagno a gas Rinnai

 

11. Rinnai Infinity 14E Scaldabagno a Gas

 

Rinnai Corporation è una società giapponese con quasi un secolo di esperienza nella progettazione e costruzione di apparecchiature a gas, tra cui impianti per la produzione di acqua calda sanitaria istantanea ad alta efficienza, scaldabagni e caldaie.

Lo scaldabagno a gas Rinnai Infinity 14E è un dispositivo per la produzione istantanea di acqua calda sanitaria progettato per essere installato esternamente, realizzato secondo gli elevati standard tecnologici, l’alta qualità dei materiali e dei processi produttivi, tipici dell’industria giapponese, che lo rendono estremamente prestante e affidabile. La scocca esterna è in acciaio zincato smaltato infatti, in modo da offrire un’elevata resistenza alla corrosione e agli agenti atmosferici, ed è già completo di kit antigelo di serie, grazie al quale può lavorare senza problemi anche se la temperatura esterna scende a -20 gradi.

È dotato di gestione elettronica della temperatura tramite comando remoto, ed è predisposto per l’abbinamento a sistemi di accumulo e di ricircolo, oppure a impianti solari termici. Gli acquirenti ne hanno confermato le caratteristiche e le prestazioni, ritenendole eccellenti, e hanno particolarmente apprezzato l’offerta del produttore Rinnai, che estende gratuitamente la garanzia a 4 anni se il prodotto è destinato a uso domestico e viene registrato sul sito dell’azienda.

Acquista su Amazon.it (€730)

 

 

 

Scaldabagno a gas da interno

 

12. Hermann-Saunier Duval Opalia C 11 E A/1 Scaldabagno a Gas

 

L’Opalia C 11 E, prodotto dalla ditta Hermann-Saunier Duval, rappresenta la soluzione ideale per tutti coloro che, a causa di particolari condizioni architettoniche, sono impossibilitati all’installazione esterna.

Lo scaldabagno a gas prodotto dal noto brand sussidiario Vaillant, infatti, è compatto e occupa il minimo spazio, solo 57,5 x 31 x 22 centimetri, e ovviamente è disponibile sia nella versione a camera stagna sia a camera aperta, per chi è libero di poterlo installare esternamente. Il modello a camera stagna, però, ha il pregio di essere dotato di controllo elettronico, il che gli permette di adattare il funzionamento dell’apparecchio a seconda delle condizioni di utilizzo e alla temperatura dell’acqua calda, assicurando il massimo comfort sanitario e l’ottimizzazione del consumo di gas, inoltre, è dotato anche di display LCD e accensione elettronica, ma non richiede l’allacciamento alla rete elettrica dal momento che è alimentato a batterie.

Lo scaldabagno a gas da interno Opalia è anche sicuro, grazie al termostato che interviene quando l’acqua calda sanitaria va in sovratemperatura. La modulazione di fiamma a ionizzazione, inoltre, blocca subito l’erogazione del gas in caso di mancanza della fiamma al bruciatore; il modello a camera aperta, invece, possiede un dispositivo di sicurezza anti-riflusso dei fumi.

Acquista su Amazon.it (€178,4)

 

 

 

Scaldabagno a gas GPL

 

13. OldFe Scaldabagno a Gas Liquefatto Scaldabagno a Gas 18L

 

L’OldFe 8L è il più economico tra tutti gli scaldabagni a gas esaminati nella nostra guida, ed è progettato esclusivamente per la fornitura istantanea di acqua calda sanitaria.

Essendo uno scaldabagno a gas GPL non è assolutamente adatto per l’utilizzo col metano, ed è bene precisarlo, dal momento che il prezzo ridotto potrebbe rappresentare una tentazione talmente ghiotta al punto di indurre all’acquisto nella speranza di poterlo successivamente modificare, cosa del tutto sconsigliabile oltre che potenzialmente pericolosa.

I controlli sono analogici, con manopole per la regolazione del flusso di gas in entrata e della portata d’acqua in uscita, la cui soglia massima però è di 8 litri al minuto; inoltre è dotato della doppia modalità di funzionamento che, durante il periodo estivo, permette di chiudere un quarto dei bruciatori ottenendo una riduzione del consumo di gas fino al 40% circa.

È compatto, leggero e completamente privo di componenti elettroniche, fatta eccezione per l’accensione elettrica che però è alimentata tramite batterie, e questo lo rende decisamente affidabile visto che i modelli elettronici di fascia economica sono più soggetti a malfunzionamenti, infatti gli acquirenti lo ritengono il miglior scaldabagno a gas tra quelli disponibili nella fascia dei prodotti a basso costo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare uno scaldabagno a gas

 

I vantaggi degli scaldabagni a gas

Una delle soluzioni più economiche, per quanto concerne la produzione di acqua calda sanitaria, è data dall’utilizzo di uno scaldabagno a gas.

I tradizionali modelli elettrici, infatti, per quanto efficienti sono condizionati dalla dinamica di funzionamento. Per riscaldare l’acqua attraverso la resistenza, infatti, necessitano di un serbatoio dove contenerla, e questo li rende innanzitutto difficili da posizionare a causa dell’ingombro; maggiori sono le dimensioni del serbatoio, inoltre, e più tempo occorrerà alla resistenza per scaldare l’acqua, senza contare che per mantenere la scorta d’acqua alla temperatura richiesta la resistenza va in funzione molte volte nell’arco di una giornata, anche quando non è necessario, incidendo pesantemente sul consumo di elettricità.

I vantaggi dello scaldabagno a gas, invece, sono le dimensioni compatte e il ridotto consumo di energia. Dal momento che sono in grado di produrre acqua calda in maniera istantanea infatti, non hanno la necessità di integrare serbatoi voluminosi. Il fatto di poterla produrre istantaneamente, inoltre, quindi soltanto nei momenti in cui essa viene effettivamente utilizzata, non soltanto comporta una drastica riduzione dei consumi energetici, ma anche un netto miglioramento in termini di comfort d’uso, dal momento che non si è subordinati alla quantità d’acqua contenuta nel serbatoio e non si rischia di rimanere senza non appena questa si esaurisce.

Ma quale scaldabagno a gas comprare? Il mercato infatti offre una vasta gamma di modelli, che si differenziano non soltanto per la fascia economica di appartenenza ma anche per il tipo di combustibile usato, metano, aria propanata o GPL, per la portata d’acqua e per ulteriori caratteristiche aggiuntive.

 

 

Caratteristiche tecniche e portata

Per capire come scegliere un buono scaldabagno a gas, quindi, bisogna innanzitutto concentrarsi su alcuni aspetti dettati dalle esigenze personali, i più importanti dei quali sono relativi al tipo di installazione, al numero dei componenti del nucleo familiare, alla possibilità o meno di poter usufruire della rete di distribuzione del metano e alle condizioni inerenti lo scarico dei fumi di combustione.

Cominciamo subito col dire che le tipologie di questi apparecchi sono sostanzialmente due: i modelli a camera aperta e quelli a camera stagna. Quelli a camera aperta sono destinati all’installazione esterna, quindi su balconi o altri luoghi parzialmente protetti, mentre quelli a camera stagna possono essere tranquillamente installati anche all’interno dell’abitazione.

La capacità di coprire il fabbisogno di acqua calda in base alle dimensioni del nucleo familiare, invece, è data dalla portata, ovvero la quantità d’acqua che è possibile riscaldare

e che viene espressa in litri al minuto. Gli scaldabagni a gas in commercio, quindi, possono variare dagli 8 litri al minuto fino ai 16 e oltre, a seconda del modello.

La portata di 8-11 litri al minuto è consigliata soprattutto alle esigenze di una coppia di persone, o per fornire acqua calda a un piccolo bagno di servizio in un locale commerciale; per le famiglie numerose, invece, è consigliabile orientarsi verso un modello con una portata a partire dai 14 litri al minuto.

 

 

Alimentazione e scarico dei fumi

Il tipo di alimentazione è importante soprattutto per coloro che risiedono in abitazioni che non sono raggiunte dalla rete di distribuzione del metano.

Mentre alcune aziende, infatti, producono scaldabagni a gas che è possibile alimentare a metano, ad aria propanata o gas GPL senza dover ricorrere all’uso di particolari kit di conversione, altre hanno scelto di differenziare la produzione dei loro modelli predisponendoli per uno specifico tipo di combustibile.

Il tipo di camera inoltre, aperta o stagna, influisce sul sistema di tiraggio dei fumi di scarico. I modelli a camera aperta, nella stragrande maggioranza dei casi, vanno obbligatoriamente collegati a un sistema di scarico a tetto, mentre quelli a camera stagna offrono la possibilità di poterli collegare a uno scarico a parete, grazie alla presenza del sistema di tiraggio forzato. La questione dello scarico dei fumi, tra l’altro, merita particolare attenzione visto che la normativa vigente in materia è altamente restrittiva ed è quindi un fattore determinante nella scelta dell’apparecchio.

Ulteriori elementi che possono fare la differenza e, quindi determinare o meno se il modello scelto può rivelarsi il miglior scaldabagno a gas per le vostre necessità, sono l’eventuale presenza di componenti elettroniche per il controllo delle funzioni, di un sistema di modulazione della fiamma, il quale aiuta notevolmente a ridurre il consumo di gas, e la predisposizione o meno a essere abbinati a ulteriori sistemi per la produzione di acqua calda sanitaria, come per esempio gli impianti solari termici.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanto costa uno scaldabagno a gas?

Il costo degli scaldabagni a gas può variare in base a una serie di fattori, ma i prezzi oscillano dai 60-80 euro dei modelli disponibili nella fascia dei prodotti a prezzi bassi, che però hanno una portata minima, fino ai 1.500 euro e oltre degli scaldabagni della fascia più elevata.

 

Scaldabagno a gas, quanti litri al minuto?

La portata di uno scaldabagno a gas è indicata in litri al minuto e ovviamente influisce sulla resa e sulla capacità di soddisfare il fabbisogno di acqua calda sanitaria in base al numero di persone che compongono il nucleo familiare e alle loro abitudini di consumo.

I modelli sui 6-8 litri al minuto, per esempio, bastano per un uso limitato e occasionale, come avviene nei bagni di servizio dei locali pubblici per esempio. Per una famiglia di due o tre persone al massimo, può bastare anche un modello da 11 litri al minuto, mentre se in casa abitano quattro persone o più, allora conviene orientarsi su quelli dai 14 litri in su.

 

Come montare uno scaldabagno a gas?

Il montaggio di uno scaldabagno a gas risulta estremamente semplice, dal momento che anche i modelli dalla portata maggiore hanno il pregio di essere decisamente compatti e leggeri, e quindi bastano pochi strumenti per fissarli saldamente alla parete.

Anche il numero di collegamenti è minimo, solitamente infatti sono solo tre i tubi da allacciare: quello per l’alimentazione del gas e i due deputati all’ingresso e all’uscita dell’acqua. Un discorso a parte, invece, è rappresentato da quei modelli che devono essere abbinati a un impianto solare termico; in ogni caso è consigliabile che sia un tecnico specializzato a occuparsi del montaggio e anche dell’installazione del sistema di scarico.

 

Quanto dura uno scaldabagno a gas?

La durata di uno scaldabagno a gas, come per qualsiasi altra apparecchiatura di questo tipo, dipende innanzitutto dal suo corretto utilizzo. La garanzia del produttore, a seconda dei casi, copre un periodo che va dai due ai quattro anni, ma la durata può raggiungere anche i dieci anni e oltre se si fa attenzione a seguire la giusta procedura ogni volta che lo si accende, e si attua una periodica pulizia delle parti sensibili.

Anche in questo caso è consigliabile lasciare che sia un tecnico a occuparsene, in modo da non perdere la garanzia sul prodotto e non rischiare di causare malfunzionamenti dovuti all’inesperienza.

 

Come regolare lo scaldabagno a gas?

La regolazione può avvenire tramite manopole o comandi digitali, a seconda del modello, tenendo presente che alcuni modelli offrono una modalità di funzionamento estiva che ne riduce ulteriormente i consumi. La temperatura massima però, di solito, non può essere mai impostata oltre i 75 gradi.

 

Come pulire la serpentina di uno scaldabagno a gas?

La pulizia della serpentina va fatta esclusivamente quando si cominciano ad avere perdite di pressione nel flusso d’acqua, che sono appunto un sintomo di probabili incrostazioni al suo interno. Ovviamente spetta al tecnico eseguirla, dal momento che richiede l’uso di prodotti chimici specifici e anche molto aggressivi.

 

Come pulire lo scaldabagno a gas?

La pulizia generica e complessiva dello scaldabagno a gas può avvenire in due modi: in loco oppure tramite lavaggio chimico.

Nella pulizia in loco, più comoda per l’utente, il tecnico viene a domicilio, smonta lo scaldabagno e verifica lo stato di ogni singolo componente, attuando le misure necessarie alla rimozione di eventuali depositi di calcare, sporcizia negli ugelli del bruciatore e altro.

Il lavaggio chimico, invece, è richiesto soprattutto quando si ha necessità di pulire i componenti anche internamente, soprattutto la serpentina che col tempo tende a incrostarsi e a generare perdite di pressione nel flusso d’acqua. Entrambi gli interventi devono essere ovviamente eseguiti dal tecnico a cui avete assegnato la manutenzione dello scaldabagno.

 

Come pulire uno scaldabagno a gas Vaillant?

Lo stesso discorso fatto in precedenza vale per gli scaldabagni a gas prodotti dalla ditta Vaillant con la differenza che, in questo caso specifico, dovrete seguire le istruzioni del rivenditore presso il quale avete acquistato lo scaldabagno, oppure rivolgendovi a un centro autorizzato di assistenza Vaillant, che provvederà a inviarvi un tecnico specializzato e certificato, in modo da non perdere la garanzia e non pregiudicare la resa dell’apparecchio.

 

Come installare uno scaldabagno a gas?

L’installazione dello scaldabagno a gas richiede il rispetto della normativa sullo scarico dei fumi, quindi bisogna rivolgersi direttamente al rivenditore il quale invierà un tecnico specializzato per eseguirla entro i parametri previsti dalla legge.

 

 

 

Come funziona uno scaldabagno a gas – Installazione scaldabagno a gas – Normativa

 

Si sente parlare spesso dei vantaggi economici e ambientali che derivano dal suo uso, ma come è fatto lo scaldabagno a gas e cosa lo rende tanto conveniente rispetto ai modelli elettrici. E soprattutto come funziona uno scaldabagno a gas?

 

 

A differenza dei modelli elettrici, quelli a gas sono in grado di produrre acqua calda in modo istantaneo, semplicemente riscaldando una serpentina di rame all’interno della quale scorre l’acqua. Alcuni modelli sono dotati anche della caratteristica di poter modulare la fiamma, cosa che permette di ridurre ulteriormente il consumo di gas, fino al 40% circa a seconda del modello.

La serpentina, quindi, è riscaldata da una fiamma prodotta dalla combustione del gas appunto, per cui l’apparecchio genera dei fumi che vanno smaltiti nel rispetto delle normative di legge. Ecco perché è importante assicurarsi di poter adempiere ai requisiti richiesti da dette norme; queste, come prima cosa, suddividono gli scaldabagni a gas in due tipologie: il tipo B e il tipo C.

Gli scaldabagni a gas di tipo B sono quelli dotati di camera aperta e tiraggio naturale, che è il sistema più vecchio per l’evacuazione dei fumi di combustione. Il limite di questo tipo di tiraggio è quello di essere soggetto alle condizioni atmosferiche, in particolare alla presenza e all’intensità del vento, che potrebbe ostacolare la normale risalita dei fumi.

 

 

Per i tipo B, quindi, la legge prevede delle restrizioni molto severe in quanto sono potenzialmente più pericolosi. Hanno quindi l’obbligo di essere installati esternamente, o in luoghi semiaperti, e devono per forza essere collegati a uno scarico a tetto.

Nei tipo C, invece, la combustione avviene in una camera a tenuta stagna e i fumi sono aspirati da un sistema di ventilazione elettrico integrato nell’apparecchio, che viene quindi definito a “tiraggio forzato”, per poi essere convogliati verso l’esterno. Le norme, quindi, sono più permissive nei riguardi degli apparecchi di tipo C e ne consentono l’installazione anche all’interno delle abitazioni, inoltre non hanno l’obbligo di dover essere collegati a uno scarico a tetto, ma possono tranquillamente usufruire di uno scarico a parete.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...