Le 8 migliori telecamere da esterno del 2021

Ultimo aggiornamento: 27.07.21

 

Telecamera da esterno – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Non riuscite a decidere ancora quale telecamera da esterno sia più adatta alle vostre esigenze? Niente paura, grazie alla nostra guida all’acquisto potrete trovare tutte le informazioni utili sui diversi modelli attualmente in commercio. Se invece avete poco tempo per approfondire l’argomento, allora potete scegliere direttamente una delle otto telecamere a batteria recensite nella classifica, visto che sono le più richieste dagli acquirenti. Quelle che hanno riscosso il maggior successo di mercato sono la SriHome SH029, alimentata mediante cavo ma dal costo decisamente concorrenziale, e la Victure PC730, un modello Wi-Fi dalle caratteristiche standard ma altrettanto vantaggioso dal punto di vista economico.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori telecamere da esterno – Classifica 2021

 

Le telecamere da esterno IP sono sempre più diffuse ormai; e grazie alle prestazioni pressoché standardizzate, come potrete vedere dalla nostra classifica, i modelli più venduti sono proprio quelli più economici.

 

 

Telecamera da esterno con fili

 

1. SriHome SH029 telecamera di sorveglianza WiFi con fili

 

La SH029 è ritenuta una delle migliori telecamere a da esterno con fili del 2021 tra tutte quelle disponibili nella fascia dei prodotti a prezzi bassi; la sua caratteristica distintiva, infatti, è quella di essere il modello più economico nella nostra classifica.

La SriHome ha un sensore CMOS da 3 megapixel e registra video in formato Full HD, inoltre è dotata di sensore per la rilevazione del movimento, infrarossi per la visione notturna e audio bidirezionale che permette di comunicare con l’esterno. È alimentata mediante cavo USB e ha un grado di protezione IP66, quindi offre una buona resistenza alle intemperie e in un arco di temperature comprese tra i -10° e +50° si mantiene perfettamente operativa.

Le pecche, invece, sono la mancanza di un allarme sonoro attivo, l’incompatibilità con il protocollo ONVIF e, nonostante sia un modello Wi-Fi, il mancato supporto delle reti a 5 GHz.

 

Pro

Prezzo: Il costo di questa telecamera è a dir poco irrisorio, e questo ha contribuito non poco al suo successo di mercato; è quindi ideale per coloro che non vogliono spendere grosse cifre.

Installazione: La telecamera SriHome offre la possibilità di scegliere il tipo di installazione: wireless oppure mediante collegamento con fili, in modo da venire incontro a qualsiasi tipo di esigenza.

IP66: Il grado di resistenza è di un punto superiore a quello adoperato di solito dalle telecamere esterne, quindi offre una migliore resistenza alla pioggia e alle temperature estreme.

 

Contro

Allarme: Purtroppo è priva dell’allarme sonoro, utile come deterrente per i potenziali intrusi, ma dato il prezzo economico non ci si può lamentare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Telecamera da esterno Wi-Fi

 

2. Victure PC730 FHD telecamera da esterno Wi-Fi IP66

 

Al secondo posto tra i modelli più venduti online, si colloca la telecamera da esterno Wi-Fi PC730, prodotta dal noto brand Victure. In comparazione al modello esaminato in precedenza, le prestazioni offerte non sono dissimili; la Victure, infatti, ha una risoluzione video Full HD, una grado di protezione IP66, possiede l’audio bidirezionale, il sensore di movimento e la visione notturna. 

Però è caratterizzata da una maggiore stabilità nella connessione wireless quindi si può fare a meno di installare il cavo USB, che avendo un diametro maggiore richiede dei fori più grandi.

L’unica pecca della Victure è che la visione notturna negli ambienti interni, o comunque non supportati dall’illuminazione di lampioni o altre fonti di luce, risulta molto limitata; la gestione del Cloud, inoltre, è a pagamento e i costi, oltre ad aumentare in base al numero di telecamere, possono essere soggetti a variazioni senza alcun preavviso.

 

Pro

Economica: Anche in questo caso ci troviamo davanti a una telecamera da esterno di fascia economica, particolarmente adatta per chi non ha grosse esigenze e preferisce puntare sul risparmio.

IP66: La Victure offre ottime prestazioni anche sul versante della resistenza alle intemperie, infatti ha un grado di protezione IP66 ed è in grado di resistere anche a forti acquazzoni.

Obiettivo: Quello grandangolare della Victure copre un campo di 110° e offre un’ampia visuale, inoltre il sensore ha una risoluzione Full HD e assicura una buona qualità delle immagini.

 

Contro

Infrarossi: La visione notturna in esterni, in assenza di fonti di luce come lampioni o faretti, ha un raggio limitato a pochi metri.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Telecamera da esterno a batteria

 

3. Topcony 1080p telecamera da esterno a batteria Wi-Fi

 

Se vi state chiedendo dove acquistare una telecamera che si possa installare in maniera semplice e senza fili, allora vi suggeriamo di dare un’occhiata alla Topcony 1080p; questa infatti, secondo i pareri degli acquirenti, è la migliore telecamera da esterno a batteria del suo genere, tra tutte quelle attualmente disponibili sul mercato.

La durata della batteria varia in base all’utilizzo e al numero di volte che il sensore di movimento si attiva durante una giornata; tenendo conto di una media di quindici attivazioni e dieci minuti di registrazione al giorno, per esempio, l’autonomia può oscillare dai sessanta ai novanta giorni. 

La ricarica, invece, richiede dalle quattro alle otto ore, ma al primo utilizzo la batteria va tenuta sotto carica per almeno quindici ore. Per il resto è analoga a una normale telecamera da esterno, offre un ampio angolo di visione, possiede la visione notturna e l’audio bidirezionale.

 

Pro

Facile da installare: Uno dei vantaggi delle telecamere a batteria è che non richiedono l’installazione dei cavi di alimentazione, quindi sono molto più facili da posizionare e possono essere anche spostate all’occorrenza.

Predisposta per il pannello solare: L’ulteriore pregio della Topcony è quello di poter essere collegata a un piccolo pannello solare; in questo modo non ci sarà nemmeno più bisogno di ricaricarla periodicamente.

Funzionale: Offre le stesse funzionalità di una normale telecamera da esterno, quindi possiede la visione notturna, il sensore di movimento, la risoluzione Full HD e l’audio bidirezionale.

 

Contro

Prezzo: Una singola telecamera costa quasi cento euro, di conseguenza se ne occorrono diverse la spesa complessiva potrebbe diventare decisamente alta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mini telecamera da esterno

 

4. CNDST 2000TVL CCTV mini telecamera da esterno AHD

 

La 2000TVL è una mini telecamera da esterno dotata di un sensore CCTV da 2 megapixel con risoluzione Full HD prodotto da Sony, quindi ha il pregio di offrire una buona qualità delle immagini.

A parte le dimensioni ridotte, che la rendono ideale per il posizionamento discreto in zone dove può essere difficilmente notata, l’ulteriore caratteristica di questa telecamera è quella di poter essere collegata esclusivamente a unità DVR di tipo AHD; quindi è consigliata soprattutto per i sistemi di sorveglianza centralizzati usati di solito nelle attività commerciali e nei negozi. 

Ovviamente va bene anche per uso domestico, nel caso si disponga di una rete di sorveglianza con DVR AHD per gestire numerose telecamere. Non è protetta contro le intemperie però, quindi bisogna installarla in un punto riparato dalla pioggia; date le dimensioni ridotte, inoltre, è priva del sensore di rilevazione del movimento e degli infrarossi per la visione notturna.

 

Pro

Sensore Sony: Questa mini telecamera è caratterizzata da un sensore CCTV prodotto dalla casa giapponese, quindi assicura una qualità delle immagini decisamente buona e nettamente superiore rispetto ai modelli analoghi prodotti da altre ditte.

Dimensioni: Sono ridotte e la rendono ideale per chi ha bisogno di una telecamera discreta, oppure per chi vuole installarla in un angolo particolarmente angusto.

AHD: Dal momento che è predisposta esclusivamente per il collegamento a un DVR AHD, è ideale per la videosorveglianza discreta delle aree esterne o interne di attività commerciali e negozi.

 

Contro

Sensori: Date le dimensioni ridotte questa telecamera è del tutto priva di sensori, sia quelli di movimento sia gli infrarossi per la visione notturna.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Kit telecamere da esterno

 

5. Reigy H.265 Kit di videosorveglianza Wi-Fi con quattro telecamere

 

Se volete acquistare un nuovo kit telecamere da esterno Wi-Fi con unità centrale NVR, il Reigy è la risposta ideale alle vostre esigenza. Si tratta infatti di un kit che include l’unità centrale più quattro telecamere da esterno con grado di protezione IP66, dotate di sensore per la rilevazione del movimento e LED infrarossi per la visione notturna. 

Il videoregistratore NVR integra un hard disk da 1 terabyte e supporta lo standard di codifica H.265, quindi garantisce un’ottima qualità delle immagini, inoltre ha otto canali video quindi può gestire altre quattro telecamere aggiuntive.

L’unità NVR può essere collegata sia a un monitor dedicato sia al computer oppure al televisore; l’installazione delle telecamere è altrettanto semplice, dal momento che possono essere collegate allo NVR in modalità wireless. Le pecche, invece, sono la configurazione del sistema, abbastanza complessa da eseguire, e il costo piuttosto elevato, che incrementa ulteriormente se servono telecamere aggiuntive.

 

Pro

NVR wireless: A differenza di altri sistemi analoghi, che richiedono il collegamento cablato alle telecamere, quelle del sistema Reigy sono wireless e quindi si possono installare con estrema facilità ovunque si desideri.

H.265: Un ulteriore vantaggio del sistema Reigy è che supporta lo standard di codifica H.265 che, a differenza del precedente H.264, assicura una migliore qualità delle immagini e una maggiore compressione dei dati.

Kit: A parte l’unità NVR da otto canali, il kit include anche quattro telecamere wireless dotate di sensori di movimento, visione notturna e grado di protezione IP66.

 

Contro

Prezzo: Il costo del kit è abbastanza alto, e incrementa ulteriormente se bisogna acquistare ulteriori telecamere per coprire altre zone della proprietà.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Micro telecamera da esterno

 

6. NIYPS Full HD mini telecamera da esterno e interno

 

Quella prodotta per il brand NIYPS, invece, è una mini telecamera da esterno progettata apposta per la videosorveglianza discreta; grazie alle sue dimensioni ridotte infatti, solo 22 x 22 x 17 millimetri circa, può essere facilmente occultata.

Ovviamente è adatta anche per l’uso interno, oppure per essere collocata in una borsetta, ma in ogni caso è meglio adoperarla saggiamente al fine di evitare violazioni della privacy e problemi di natura legale. La NIYPS è dotata anche di sensore per il rilevamento dei movimenti, LED infrarosso per la visione notturna e slot per schede microSD da 4 a 32 gigabyte.

Le limitazioni di questo tipo di telecamera, però, sono rappresentate dalla tendenza a surriscaldarsi se usate in modalità di registrazione continua, e la scarsa durata della batteria, limitata a circa 6-7 ore; anche impostando la registrazione solo dopo l’attivazione del sensore di movimento, l’autonomia della operativa non supera le 24 ore.

 

Pro

Discreta: La NIYPS è una telecamera estremamente facile da nascondere, infatti può essere occultata in un vaso con i fiori o perfino nella cassetta delle lettere. Inoltre è adatta sia per uso esterno sia interno.

Completa: Possiede sia il sensore per la rilevazione del movimento sia il LED infrarosso per la visione notturna; ma date le dimensioni ridotte, ovviamente, non ha il modulo Wi-Fi quindi non salva su Cloud e non invia notifiche.

Scheda SD: In compenso possiede uno slot per schede di memoria microSD e supporta tutte quelle di capacità compresa tra i 4 e i 32 gigabyte.

 

Contro

Autonomia: Come di solito capita con questo tipo di telecamere, l’autonomia della batteria è limitata, inoltre tende a surriscaldarsi se funziona in modalità di registrazione continua.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Telecamera da esterno nascosta

 

7. Netatmo Presence NOC01-IT telecamera WiFi da esterno nascosta

 

Se vi state chiedendo dove acquistare una telecamera da esterno nascosta, che possa essere facilmente dissimulata anche se collocata in piena vista, allora dovete assolutamente dare un’occhiata alla Presence NOC01-IT.

Questa telecamera prodotta dalla nota ditta francese Netatmo, infatti, ha l’aspetto di un comune faretto da esterni, come quelli usati per illuminare l’ingresso principale o l’area antistante al garage. Il faretto LED da 12 watt a intensità variabile, infatti, può essere tranquillamente usato come un normale punto luce oppure può essere configurato, mediante l’app, in modo da attivarsi tramite i segnali inviati dal rilevatore di movimento integrato nella telecamera.

La Netatmo Presence possiede tutte le caratteristiche di una normale telecamera di sorveglianza esterna, incluso l’invio di notifiche push in tempo reale, ma col vantaggio di non richiedere alcun abbonamento o costi aggiuntivi; inoltre è disponibile anche nella versione con sirena di allarme integrata. L’unica pecca è rappresentata dal costo elevato.

 

Pro

Tutto incluso: La Netatmo Presence è una delle poche telecamere di sorveglianza a fornire tutte le funzionalità incluse nel prezzo, senza richiedere quindi l’attivazione di costosi abbonamenti.

Nascosta: Alla vista appare come un normale punto luce da esterno, un semplice faretto con luce LED da 12 watt a intensità variabile, ma alla sua base nasconde la telecamera Full HD, il sensore di movimento e gli infrarossi per la visione notturna.

App: Permette di regolare l’intensità e configurare il faretto da 12 watt, impostare zone di allarme, inviare notifiche push quando il sensore rileva movimenti; inoltre è compatibile con Alexa, Apple HomeKit e Hey Google.

 

Contro

Prezzo: Il costo è a dir poco stratosferico se comparato con quello di altre telecamere da esterno, ma è perfettamente proporzionato alla qualità e alle prestazioni offerte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Telecamera da esterno motorizzata

 

8. EZVIZ C8C telecamera da esterno motorizzata WiFi

Non pensate neanche per un attimo di trovarvi davanti alla solita telecamera da esterno motorizzata di tipo dome; la EZVIZ C8C, infatti, è di gran lunga più compatta e facile da posizionare, inoltre è una delle poche a integrare la visione notturna a colori e un sensore di rilevamento con intelligenza artificiale.

La C8C, infatti, è in grado di distinguere il movimento di cose e animali da quello delle persone, e quindi reagire soltanto in quest’ultimo caso; niente più notifiche continue ogni volta che un insetto, un gatto o una macchina attraversano il campo visivo del sensore; in caso di allarme inoltre, anche durante la notte, il video viene registrato automaticamente a colori e con il massimo della risoluzione video, che è Full HD. La C8C è dotata anche di motore e può orientarsi liberamente a 352° in orizzontale e 95° in verticale, coprendo a 360° l’intero ambiente circostante.

 

Pro

Algoritmo IA: Il sensore di movimento è dotato di un algoritmo IA in grado di distinguere il movimento delle persone da quello degli animali e degli oggetti inanimati, riducendo notevolmente il numero dei falsi allarmi.

Motorizzata: Grazie al movimento brandeggiabile è possibile coprire a 360° l’intera area dell’ambiente in cui viene collocata, effettuando riprese panoramiche di quello che la circonda.

Resistente: Ha un grado di impermeabilità IP65 e resiste a vento, pioggia, neve, umidità fino al 95% e a temperature comprese tra -30° e +60° C; inoltre è dotata di visione notturna a colori con raggio di 30 metri.

 

Contro

WiFi e App: Il WiFi è da potenziare, inoltre l’App risulta limitata in alcune funzioni e il firmware andrebbe aggiornato con una maggiore frequenza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una telecamera da esterno

 

Al giorno d’oggi la videosorveglianza domestica è diventata molto più facile grazie alle telecamere IP, ciò non toglie che bisogna valutare con attenzione quale telecamera da esterno comprare.

Le caratteristiche standard

Le caratteristiche e le prestazioni di questi dispositivi hanno raggiunto uno standard comune, quindi per capire come scegliere una buona telecamera da esterno bisogna conoscere le loro caratteristiche e quanto corrispondono alla realtà in termini di prestazioni effettive.

Il sensore di movimento PIR, i LED infrarossi per la visione notturna, lo slot per la scheda di memoria SD o Micro SD, il sensore CMOS con risoluzione Full HD, l’audio bidirezionale e il modulo Wi-Fi, infatti, fatte le debite eccezioni del caso sono delle dotazioni comuni a tutti i modelli in commercio. La loro resa effettiva, però, dipende da svariati fattori, in buona parte connessi al tipo di utilizzo e di installazione.

Per quanto concerne il fattore economico, invece, i prezzi possono variare da un minimo di 40 euro per una singola telecamera fino ai 300 euro e oltre per i kit comprensivi di più telecamere. Ovviamente il prezzo varia anche in base al produttore e alle caratteristiche specifiche; le telecamere a batteria, per esempio, sono più costose rispetto a quelle alimentate mediante il cavo con l’adattatore.

 

Le prestazioni effettive

Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente, i requisiti delle telecamere da esterno sono pressoché standard, ma le prestazioni effettive possono variare a seconda dei casi. La qualità delle immagini HD per esempio, tanto per citare uno dei tratti più comuni, risente molto della stabilità e della potenza del segnale Wi-Fi. 

Se la connessione è stabile e veloce, infatti, allora le immagini saranno nitide e fluide; diversamente invece, potrebbe capitare che una telecamera con sensore 4K restituisca delle immagini di pessima qualità e a scatti, perché collocata in un punto dove si trova al limite del raggio delle antenne, o con più di una parete a fare da ostacolo tra queste e il modem.

Lo stesso discorso vale per la visione notturna visto che il raggio dei sensori dichiarato dai produttori, fatte le debite eccezioni, è di 30 piedi, che equivalgono a circa 20 metri. Nella realtà dei fatti però, spesso e volentieri questo limite dipende dall’illuminazione esterna.

Se le aree sottoposte a sorveglianza ricevono luce anche durante la notte, da lampioni stradali o da faretti, allora il raggio di visione notturna rispetta i parametri dichiarati e offre una visuale chiara fino a 20 metri di distanza; se non ci sono fonti di luce, invece, l’efficacia dei LED infrarossi cala drasticamente e la visuale si riduce a pochi metri.

Le diverse tipologie di dispositivo

Un altro importante fattore di cui tenere conto, nella scelta di una telecamera da esterno, è quello logistico. A fronte delle possibili limitazioni nelle prestazioni che scaturiscono dalle problematiche illustrate in precedenza, infatti, il punto dove collocare la telecamera va scelto con oculatezza. Questo significa che l’acquisto di una telecamera alimentata a batteria, per quanto quest’ultima sia più costosa, potrebbe rivelarsi decisamente più vantaggioso dal punto di vista dell’installazione e delle prestazioni.

È bene ricordare, inoltre, che i kit con unità centrale e più telecamere sono consigliati soltanto a chi ha particolari esigenze per quanto riguarda l’archiviazione delle registrazioni e il numero di telecamere da installare. L’unità centrale infatti, soprattutto se è un NVR, permette di fare a meno del servizio Cloud a pagamento, ma il kit risulta decisamente più caro rispetto all’acquisto di due o tre telecamere singole controllate direttamente dallo smartphone usando una singola app.

Prima di acquistare la vostra telecamera da esterno, quindi, valutate con attenzione tutti questi aspetti e sarete in grado di individuare il modello più adatto alle vostre esigenze.

 

 

 

Come funziona la telecamera Wi-Fi da esterno

 

Le diverse denominazioni

Innanzitutto bisogna fare chiarezza sulla denominazione, visto che esistono diversi modi per indicare questi dispositivi. Quando si sente parlare di telecamere IP, network camera o IP camera quindi, sappiate che si tratta sempre della stessa cosa, e cioè di una telecamera che trasmette le immagini attraverso una rete LAN invece che in un circuito televisivo chiuso, come le vecchie telecamere analogiche CCTV.

Vengono comunemente chiamate telecamere Wi-Fi, quindi, perché sono in grado di trasmettere sia mediante il collegamento cablato, usando lo specifico cavo ethernet, sia in modalità wireless sfruttando appunto una connessione Wi-Fi.

La configurazione della telecamera

A questo punto appare chiaro che le telecamere Wi-Fi, dal momento che si appoggiano a una rete LAN, per funzionare correttamente hanno bisogno di essere configurate; a differenza delle telecamere analogiche CCTV infatti, a parte la componente ottica, quelle Wi-Fi possiedono anche una componente elettronica con CPU e relativo software.

La configurazione può essere diversa a seconda dei casi; sia le telecamere singole sia i kit di videosorveglianza con unità centrale, infatti, possono essere collegati tanto al computer quanto a un dispositivo mobile. Nel caso si opti per il collegamento al computer, bisognerà scaricare l’apposito software di gestione e procedere alla configurazione del network, dove le telecamere saranno viste né più né meno come periferiche del computer stesso.

Se invece si desidera gestire le telecamere direttamente dallo smartphone, in modo da ricevere le notifiche in tempo reale in caso di allarme, allora bisognerà scaricare l’app specifica della telecamera sul proprio telefono e procedere a configurarla secondo le istruzioni della procedura guidata. 

La configurazione è relativa soprattutto alla creazione di un account utente, all’impostazione delle modalità di funzionamento, all’assegnazione di nomi specifici per ogni telecamera, nel caso se ne debba installare più di una, e alla sottoscrizione di un abbonamento al servizio Cloud nel caso si desideri salvare le registrazioni video in rete invece che sulla scheda di memoria SD.

 

I vantaggi delle telecamere Wi-Fi

Fatta eccezione per i casi in cui è richiesto un elevato livello di sicurezza per quanto concerne la protezione e l’accessibilità ai dati registrati, le telecamere Wi-Fi hanno ormai soppiantato quasi del tutto i vecchi sistemi di sorveglianza con telecamere analogiche a circuito chiuso.

Le ragioni sono ovvie: l’installazione di un sistema a circuito chiuso non si limita al montaggio delle telecamere, ma comprende la posa in opera dei cavi e dei sensori di rilevazione del movimento, quindi occorre acquistare più materiale e richiedere l’intervento di un tecnico specializzato. Le telecamere Wi-Fi, invece, sono già dotate di sensori, microfoni, altoparlanti e illuminatori a infrarossi per la visione notturna, e dal momento che possono collegarsi all’unità centrale o allo smartphone in modalità wireless, sono estremamente facili da installare.

L’ulteriore vantaggio è quello economico. Anche se si hanno esigenze tali da richiedere l’acquisto di un kit costoso, infatti, l’installazione non richiede il tecnico specializzato; la spesa cala ulteriormente, poi, se bisogna acquistare solo una o due telecamere al massimo.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come installare una telecamera da esterno?

L’installazione di una telecamera da esterno è oltremodo semplice, visto che bisogna soltanto fissarla alla parete oppure sotto una copertura, ma bisogna comunque tenere conto di alcuni importanti fattori.

Innanzitutto mai dirigere la telecamera verso zone ad accesso pubblico, come la strada oppure le proprietà dei vicini, dal momento che questo potrebbe rappresentare una violazione della privacy; se la telecamera è alimentata mediante cavo, inoltre, meglio prediligere un posto non troppo lontano da una presa elettrica, in modo da non essere costretti ad acquistare cavi troppo lunghi.

Le telecamere a batteria sono privilegiate sotto questo aspetto ma ricordate che, a differenza di quelle alimentate via cavo, devono essere periodicamente rimosse per eseguire la ricarica, quindi è meglio posizionarle in un punto che non sia troppo difficile da raggiungere. In alcuni casi, inoltre, potrebbe essere meglio posizionare la telecamera in modo che sia difficile da notare, per evitare che qualche malintenzionato possa rimuoverla o danneggiarla.

Dove comprare le telecamere da esterno?

Se avete bisogno di installare un sistema di videosorveglianza per un’attività commerciale che richieda la gestione simultanea di più telecamere, è consigliabile rivolgersi a un centro specializzato in modo da farsi consigliare sulla tipologia di kit da acquistare, e magari richiedere l’installazione da parte del loro personale.

In ambito prettamente domestico, invece, è possibile fare a meno e quindi per l’acquisto ci si può rivolgere a una piattaforma online di e-commerce, come Amazon, oppure direttamente sul sito di un produttore specifico di sistemi di sorveglianza, nel caso abbiate delle preferenze particolari.

L’acquisto online offre diversi vantaggi infatti, primo tra tutti la convenienza economica; i prezzi, com’è risaputo, sono molto più vantaggiosi rispetto a quelli dei negozi. Fanno eccezione solo le grandi catene di distribuzione, queste offrono una convenienza analoga a quella dei siti e-commerce ma, nella maggior parte dei casi, hanno una minore gamma di scelta per quanto riguarda il numero e le tipologie di prodotti.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

4 COMMENTI

daniela

February 24, 2021 at 8:44 am

quali micro telecamere sono collegabili ad un telefono android?

Risposta
Ricardo

February 25, 2021 at 7:10 pm

Salve Daniela,

ecco alcuni dei modelli che hanno le migliori caratteristiche e recensioni positive: Rirgi, Walmeck, Peecla e Secava. Ovviamente in commercio ce ne sono molte altre con caratteristiche più o meno analoghe, tutte ampiamente compatibili con i dispositivi Android.

Saluti

Team USP

Risposta
nicolas

December 7, 2020 at 1:26 pm

buongiorno , avrei bisogno di un informazione su questo genere di prodotto. (camera via wi-fi)
Visto che, la maggior parte delle camere, ha un sensore di movimento, viene registrata l’immagine. Ma se ho un abitazione che da su una strada e/o su un cospicuo passaggio di persone, la camera continuerà a registrare l immagine. Esite , per caso, una sorta di camera che, dalle 08:00 alle 20:00 registra su app/disco senza avvisarti via messaggio, e dalle 20:00 alle 08:00, manda messaggio ogni qualvolta registra un passaggio?
grazie saluti nicolas

Risposta
Ricardo

December 10, 2020 at 8:01 am

Salve Nicolas,

in realtà non dovresti assolutamente orientare la telecamera sulla strada o comunque in zone ad accesso pubblico dove passano persone e automobili, in quanto la legge non lo permette e saresti esposto a denunce per la violazione delle leggi sulla privacy. Le telecamere vanno installate in modo da riprendere esclusivamente le zone interne alla proprietà, se tu abiti in un condominio puoi mettere le telecamere sul balcone, per esempio, ma orientate sempre in modo da non riprendere la strada o i dirimpettai; puoi installarle anche all’esterno della porta d’entrata, ma sempre rivolte in modo da riprendere quest’ultima e mai le scale o altre zone ad accesso comune. Nel tuo caso, quindi, la telecamera deve essere orientata in modo da poter riprendere il portone d’accesso di casa tua, ma non il marciapiede e le zone antistanti.

Saluti

Team USP

Risposta