Le 7 Migliori Vasche da Bagno del 2024

Ultimo aggiornamento: 14.07.24

 

Vasche da Bagno – Guida all’acquisto e confronti 

 

Quando si torna a casa dopo una lunga giornata di lavoro, o si è particolarmente stanchi e stressati, un bel bagno caldo aiuta a rilassare il corpo e sciogliere le tensioni accumulate. Dove? Ma nella migliore vasca da bagno! Il mercato offre una vasta selezione di vasche da bagno, ma se state cercando un prodotto a basso costo che si dimostri all’altezza delle vostre aspettative, date un’occhiata alla nostra guida per scoprire le offerte più interessanti di quest’anno.

Quella di Schwanlein è mobile ed è pensata per soddisfare le esigenze di quanti non dispongono di spazio sufficiente in bagno; mentre la Dunja, colpisce per il suo design angolare e per l’ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

 

 

Tabella comparativa

 

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 7 Migliori Vasche da Bagno – Classifica 2024

 

Quella che segue è una classifica delle migliori vasche da bagno del 2024, scelte dal nostro team confrontando prezzi e caratteristiche delle migliori offerte sul mercato. Date un’occhiata alla recensione che accompagna ciascun prodotto e utilizzate i nostri suggerimenti per sapere dove acquistare il modello di vostro interesse a prezzi bassi.

Se cercate anche la migliore parete per vasca da bagno del 2024, nel nostro articolo che trovate al link potrete leggere varie recensioni di modelli per tutte le tasche.

 

 

Vasca da bagno piccola

 

1. Schwanlein Vasca da Bagno Mobile

 

Tra i prodotti venduti online che potrebbero meritare il titolo di migliore vasca da bagno del 2024, il modello mobile proposto da Schwanlein offre il giusto compromesso tra qualità e prezzo.

Oltre a essere tra i prodotti più economici della nostra lista, vanta una struttura pensata per essere spostata e posizionata in base alle esigenze. Il suo peso è infatti di soli 7 chilogrammi, ha una maniglia che ne agevola il trasporto e un tubo di scarico con una lunghezza di 1 metro. Questi sono i parametri di cui tenere conto per deciderne la collocazione.

Nonostante si tratti di una vasca da bagno piccola, presenta una capacità di 180 litri ed è compatibile con la maggior parte dei raccordi standard in circolazione. Questo significa che, in fase di montaggio, si potranno utilizzare gli attacchi esistenti senza effettuare interventi strutturali particolarmente costosi.

Lunga e stretta, consente di restare sia seduti sia sdraiati. I materiali utilizzati sono plastici, semplici da pulire con un panno umido ma magari non esattamente il massimo dell’eleganza.

 

Pro

Mobile: Grazie alla maniglia e al peso di soli 7 chilogrammi non è un affatto un problema spostarla e posizionarla in un bagno non di ampie dimensioni.

Standard: La vasca è compatibile con la maggior parte dei raccordi presenti nei bagni tradizionali.

Prezzo conveniente: Se state cercando un prodotto a basso costo ma di qualità, questa potrebbe essere la soluzione adatta alle vostre esigenze.

 

Contro

Plastica: Il materiali utilizzato è semplice da pulire ma non esattamente pensato per durare in eterno, inoltre non è proprio l’ideale per chi cerca un complemento dal grande impatto estetico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vasca da bagno angolare

 

2. Dunja Vasca da Bagno Angolare

 

Nelle case moderne, dove gli spazi abitativi si riducono sempre più, avere un bagno con vasca è diventato un lusso riservato a pochi fortunati. L’azienda roduttrice di questa Dunja lo sa bene ed è per questo che oggi ci propone una vasca da bagno angolare di dimensioni compatte (140×140 cm, con profondità di 47 cm) così da poter essere installata anche in stanze non enormi.

A nostro avviso, però, il suo maggior pregio potrebbe essere visto da alcuni come un vero e proprio difetto, poiché il suo design “salva-spazio” non la rende adatta per le persone particolarmente alte. In effetti, questo è l’unico svantaggio legato all’acquisto del prodotto, visto che per il resto i pareri degli utenti sono tutti molto positivi, soprattutto in merito alla qualità costruttiva e all’estetica.

Fabbricata in acrilico di qualità premium, dispone infatti di un telaio di rinforzo alla base che evita di avere fastidiose flessioni durante l’utilizzo, trasmettendo un’immediata sensazione di stabilità e robustezza.

Inoltre, vanta un design moderno e ben curato nelle finiture capace di adattarsi a qualsiasi tipo di contesto, in modo da soddisfare le esigenze di chi, pur non disponendo di molto spazio, vuole comunque conferire stile e ricercatezza al proprio bagno. 

 

Pro

Estetica: Il colore bianco, tipico dell’acrilico, in combinazione con un design elegante e raffinato, aggiunge un tocco di luce alla zona bagno, restituendo un forte impatto visivo.

Qualità: La superficie è antibatterica ed è pensata per essere resistente e facile da pulire. Inoltre ha una piastra di rinforzo nella parte inferiore che ne incrementa la stabilità.

Compatta: Grazie alle sue dimensioni e alla profondità di soli 47 cm, risulta ideale per gli ambienti di dimensioni ridotte.

 

Contro

Piccola: Le sue misure, per quanto ne permettano l’installazione anche in bagni non troppo ampi, la rendono troppo risicata per le persone più alte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vasca da bagno idromassaggio

 

3. Grafica Ma.Ro srl Vasca da Bagno Idromassaggio Montecarlo

 

Dalla comparazione dei modelli più venduti e apprezzati del momento emerge con forza anche questa vasca idromassaggio per due persone, che permette di trasformare il proprio bagno in un piccolo centro benessere.

Oltre alle dimensioni generose, la caratteristica più interessante del prodotto sono i numerosi optional in dotazione, che concorrono a rendere speciali i propri momenti di relax. Tanto per cominciare, la rubinetteria è inclusa, quindi non dovrete acquistarla a parte. I getti massaggianti, in totale, sono sedici, e grazie all’impianto stereo e alle luci a led chi lo desidera può godersi una rilassante cromoterapia mentre ascolta la propria musica preferita.

È chiaro, dunque, che il comfort di questa vasca da bagno idromassaggio a due posti è di alto livello, così come la qualità dei materiali. La struttura è, infatti, costruita in alluminio satinato, che non teme l’umidità né gli sbalzi di temperatura, mentre i pannelli in vetro fumé temperato, oltre a garantire una maggiore privacy, si rivelano estremamente facili da pulire e non risentono dell’azione corrosiva dei detergenti per la pulizia.

 

Pro

Accessoriata: La vasca idromassaggio Montecarlo è super accessoriata: oltre alla rubinetteria, dispone di due comode sedute, luci a led per la cromoterapia, sedici getti massaggianti e persino una radio per rilassarsi ascoltando della buona musica.

Spaziosa: Può accogliere fino a due persone senza problemi, poiché caratterizzata da una struttura particolarmente ampia e spaziosa, che la rende uno dei modelli più comodi e confortevoli sul mercato.

Pulizia: La qualità dei materiali di costruzione è davvero eccellente, per cui non teme l’azione corrosiva dell’umidità e della ruggine, restituendo una notevole praticità di pulizia.

 

Contro

Costosa: Purtroppo, per portarsi a casa un prodotto performante e all’avanguardia come questo bisognerà mettere mano al portafoglio ed essere disposti a spendere una cifra non indifferente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vasca da bagno freestanding

 

4. Vorich Vasca da Bagno Beauty

 

Chi è alla ricerca di una vasca da bagno freestanding, magari da posizionare al centro della stanza, troverà interessante il modello Beauty. Il prodotto vanta un design davvero prestigioso, con bordi arrotondati e linee pulite che sapranno arricchire lo stile di qualsiasi ambiente.

Ma la cosa più interessante è che è realizzata in acrilico, un materiale di ottima qualità, che risulta robusta e anti graffio. Inoltre la vasca Beauty è venduta completa di rubinetteria in acciaio inox, che contribuisce a innalzare l’impatto estetico del prodotto.

Gli utenti confermano la buona qualità dei materiali, che non lasciano spazio a delusioni nemmeno dopo diversi anni di utilizzo: la realizzazione in acrilico e il telaio metallico di rinforzo posizionato alla base assicurano una tenuta migliore rispetto ai prodotti concorrenti, mentre il rivestimento antigraffio e antimacchia permette di pulire la vasca con un notevole risparmio di tempo e fatica. 

Le misure sono di 170×80 cm con un’altezza di 60 cm. Il prezzo è importante, dunque valutate con attenzione, sapendo che cliccando sul link che vi proponiamo potrete sfruttare una bella offerta per risparmiare un bel po’.

 

Pro

Materiali: Una vasca da bagno freestanding che fa della qualità il suo miglior pregio: la struttura è realizzata in acrilico premium ed è stata sottoposta a uno speciale trattamento antigraffio per preservarne la bellezza il più a lungo possibile.

Installazione: Il modello è molto elegante e può essere posizionato in qualsiasi zona del bagno senza problemi, anche al centro della stanza.

Rubinettera: In acciaio Inox, esteticamente di alto livello, è compresa nel prezzo di vendita.

 

Contro

Prezzo: Nonostante sia proposta con un interessante sconto, il prezzo resta comunque non alla portata di tutte le tasche.

 

 

 

 

Vasca da bagno con piedini

 

5. Bagno Italia Vasca da Bagno Freestanding Stile Retrò

 

Il nuovo modello di Bagno Italia è una vasca con piedini che presenta una capienza di 170 litri e dimensioni pari a 160 x 72 x 75 cm. A colpirci in modo particolare è il suo design ben rifinito e curato nei particolari, cosa che ne rende possibile l’installazione sia in un bagno secondario sia in quello principale senza il rischio di sfigurare.

Il materiale di costruzione è l’acrilico sanitario bianco, molto robusto e resistente, mentre i quattro piedi in metallo alla base, oltre ad arricchire l’estetica del complemento, gli concedono una maggiore stabilità.

Il montaggio si prospetta di facile esecuzione anche per chi non ha molta esperienza nel campo e, dal momento che nella confezione è presente tutto il necessario per l’installazione, si potrà portare a termine il lavoro in tempi ragionevoli e senza dover passare prima dal ferramenta. Nel prezzo, infatti, sono inclusi una colonna di scarico da 50 mm con troppo-pieno, una piletta click-clack e un sifone antiodore.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Pur non rientrando tra i prodotti più economici del mercato, l’offerta appare comunque vantaggiosa in rapporto alla buona qualità costruttiva e alla particolare attenzione riservata al design.

Design: L’estetica, infatti, è uno dei principali pregi del prodotto, che saprà di certo arricchire lo stile di qualsiasi bagno.

Montaggio: L’installazione della vasca risulta abbastanza semplice e non porta via troppo tempo, anche perché nella confezione è incluso tutto il necessario concludere l’operazione senza intoppi.

 

Contro

Dimensioni: Il modello, purtroppo, è disponibile in un’unica versione, da 160 x 72 x 75 cm, per cui bisognerà prendere bene le misure per poterla posizionare nel proprio bagno senza causare problemi di ingombro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vasca da bagno moderna

 

6. Bagno Italia Vasca da Bagno Moderna 

 

La particolarità di questo modello è che si tratta di una vasca da bagno moderna, ideale per gli ambienti caratterizzati da uno stile contemporaneo in linea con i trend del momento. Presenta un’armoniosa simmetria data dalle sue linee sobrie ed eleganti, che si fanno portatrici di una particolare reinterpretazione del gusto classico applicato al concetto di vasca a libera installazione.

Il design essenziale e le misure di 170 x 80 x 58 cm ne permettono l’installazione non solo al centro della stanza ma anche a parete, per cui può essere abbinata alla tradizionale rubinetteria da incasso o a pavimento.

La superficie in acrilico è stata, inoltre, sottoposta a uno speciale trattamento antimacchia e antigraffio per assicurare una maggiore resistenza all’usura e all’azione corrosiva dei detergenti per la pulizia.

Alcuni utenti, però, dichiarano di aver avuto qualche difficoltà durante il montaggio e consigliano, pertanto, di farsi aiutare da una persona competente, in modo da ottenere risultati soddisfacenti.

 

Pro

Freestanding: Quella di Bagno Italia è una vasca freestanding, e questo significa che la si potrà installare sia in appoggio a parete sia al centro della stanza, qualora ovviamente il proprio bagno presenti dimensioni tali da consentire questa opzione.

Antimacchia: Interamente realizzata in acrilico, si prospetta di facile pulizia grazie ai trattamenti antimacchia e antigraffio a cui è stato sottoposto il rivestimento.

Moderna: Il design del modello ben si sposa con gli arredamenti di impronta contemporanea, aggiungendo un tocco di stile alla zona bagno.

 

Contro

Installazione: Per consentire un montaggio efficiente e senza rischio di fastidiose perdite d’acqua, è consigliabile affidare l’installazione a un tecnico esperto, che sicuramente avrà le competenze necessarie per eseguire un lavoro a regola d’arte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vasca da bagno gonfiabile

 

7. Bath Tub Vasca da Bagno Gonfiabile

 

La nostra panoramica si conclude con quella che riteniamo essere la migliore vasca da bagno gonfiabile, pensata per quanti non dispongono di abbastanza spazio in casa per installarne una vera e propria.

Il principale vantaggio del modello di Bath Tub lo si ritrova nella sua spiccata versatilità di utilizzo, dal momento che può essere sfruttato anche d’estate, sul terrazzo o in giardino, per trascorrere piacevoli momenti di relax all’aperto.

Le sue dimensioni sono di 160 x 120 x 60 cm, quindi adatte per ospitare senza problemi due persone adulte contemporaneamente, mentre i due poggiatesta in dotazione ne aumentano il comfort d’uso.

Sul fondo è presente una valvola per il drenaggio dell’acqua che permette di svuotare la vasca in men che non si dica e di provvedere alla sua corretta pulizia. Nella confezione è inclusa anche una pompa elettrica per il gonfiaggio, che però è stata giudicata poco efficiente da molti utenti, che si sono visti costretti a rimpiazzarla con un’altra di migliore qualità.

 

Pro

Versatile: Perfetta per chi non dispone di uno spazio sufficiente all’interno del proprio bagno, questa vasca gonfiabile può essere posizionata anche all’esterno per concedersi un bel bagno rilassante in estate.

Poggiatesta: Per rendere più confortevole la permanenza all’interno della vasca, nel prezzo sono inclusi due comodi poggiatesta che ne migliorano il comfort d’uso.

Semplicità: Per facilitare le operazioni, l’azienda ha dotato il prodotto di una valvola per il drenaggio dell’acqua, così da svuotare il complemento in un batter d’occhio.

 

Contro

Pompa: Il prodotto dispone di una pompa elettrica per il gonfiaggio, peccato però che non si sia dimostrata molto efficiente nello svolgere il suo compito.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Parete per vasca da bagno

 

Hnn Trading Pannello Singolo per Vasca da Bagno

 

Questa parete per vasca da bagno, proposta da Hnn Trading, è un modello reversibile che può essere installato a destra oppure a sinistra a seconda delle esigenze. La struttura appare solida e robusta grazie alla realizzazione in vetro temperato dallo spessore di 6 mm, che la rende nello stesso tempo leggera e stabile.

Inoltre, si piega completamente su se stessa per permettere all’utente di decidere se lasciarla in bella vista oppure appoggiarla contro la parete quando non utilizzata. Il montaggio è abbastanza semplice e avviene tramite due tasselli da fissare alla parete. Il pezzo non è tra i più economici in circolazione, ma comunque giustificato dalla buona resa costruttiva del prodotto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una vasca da bagno

 

Nella scelta di una vasca da bagno l’attenzione deve necessariamente ricadere sulla forma, le dimensioni e i materiali, oltre che sul tipo di installazione. La vasta gamma di modelli disponibili in commercio riflette, peraltro, la sempre maggiore importanza del complemento, che non viene più considerato solo un semplice sanitario, ma un vero e proprio complemento d’arredo in grado di coniugare funzionalità, comfort e design.

I modelli idromassaggio, per esempio, sono provvisti di numerosi accessori che assicurano un’esperienza sensoriale coinvolgente e rilassante, mentre nel caso in cui si disponga di uno spazio limitato, si possono valutare le pratiche versioni freestanding o angolari, che permettono una seduta comoda pur mantenendo dimensioni estremamente compatte.

Grazie alla nostra guida all’acquisto potrete affinare la vostra ricerca e capire come scegliere una buona vasca da bagno tra le tante opzioni disponibili sul mercato.

Vasca o non vasca, questo è il dilemma!

La progettazione della zona bagno richiede un impegno non indifferente, soprattutto se la si vuole rendere il più confortevole e funzionale possibile. Proprio per questo motivo, è preferibile affidarsi a un professionista del settore che sappia consigliare la soluzione migliore sia dal punto di vista estetico sia in termini di funzionalità.

Tuttavia, al di là del design e dei gusti personali, tutto ciò che riguarda l’arredo bagno dovrebbe essere influenzato da un unico fattore, ossia le proprie esigenze e abitudini. Se si è abituati a fare la doccia e la si preferisce per i minori consumi idrici e la maggiore praticità di pulizia, allora è meglio optare per un box, magari in versione wellness per garantirsi il massimo del comfort senza scendere a compromessi in fatto di stile e praticità.

Il secondo elemento che potrebbe influenzare la scelta è lo spazio a disposizione. Ovviamente, se si possiede un bagno dalle metrature ridotte la soluzione migliore è la cabina doccia, ma non è l’unica praticabile. Oggi, infatti, esistono vasche con doccia incorporata che, oltre a presentare dimensioni abbastanza compatte, risultano perfette per anziani e persone con difficoltà motorie.

 

Quale forma scegliere?

Per stabilire quale vasca da bagno comprare, bisogna considerare lo spazio a propria disposizione e prestare attenzione alla conformazione della stanza designata. La forma e le dimensioni del sanitario, quindi, andranno valutate non solo in base ai propri gusti personali, ma anche alle caratteristiche del bagno in cui verrà installato.

Il formato più comune è sicuramente quello rettangolare, la cui lunghezza va da un minimo di 100 cm, per i modelli più piccoli, fino a un massimo di 180 cm ma ci sono anche aziende che offrono soluzioni su misura in base alle richieste del cliente. 

Questi modelli si prestano a tutti i tipi di installazione, a incasso, in posa tradizionale o in appoggio, anche se, in genere, si preferisce posizionarle vicino alla parete al fine di ottimizzare lo spazio disponibile. Visto, poi, che la forma rettangolare consente di montare più facilmente un sopravasca o un pannello paraschizzi, è piuttosto frequente che questi prodotti siano provvisti anche di una doccia integrata, così da non dover rinunciare a una delle due funzioni.

Le vasche ovali, invece, risultano perfette per i bagni di medie e grandi dimensioni, e si adattano perfettamente a qualsiasi stile di arredamento. Le linee morbide e sinuose, infatti, sono capaci di conferire originalità e ricercatezza all’ambiente, offrendo un perfetto connubio tra estetica e funzionalità.

Per contro, però, possono essere posizionate solo al centro stanza o comunque lontano dalle pareti, per cui sarà necessario disporre di un locale abbastanza grande e spazioso da permettere questo tipo di installazione. 

Se, invece, si ha la sfortuna di avere un bagno di pochi metri quadrati, anziché rinunciare al comfort della vasca, si può optare per un modello angolare, in modo da sfruttare un qualsiasi angolo utile della stanza il cui spazio, altrimenti, andrebbe perso.

Meno comuni rispetto alle precedenti sono le vasche da bagno rotonde, che richiamano quelle in genere presenti nelle spa, ma anche in questo caso si dovrà tenere conto del loro ingombro notevole.

I materiali 

Un altro elemento fondamentale a cui prestare attenzione sono i materiali di costruzione: la scelta, in questo caso, dovrà basarsi non solo sulla funzionalità del prodotto ma anche sullo stile che si vuole ricreare.

La ghisa, per esempio, si fa apprezzare per la notevole robustezza e le proprietà isolanti, ma dal momento che si tratta di un materiale particolarmente difficile da lavorare, non offre un ampio margine di personalizzazione in termini di design. L’acrilico, invece, è il più utilizzato nella costruzione delle vasche da bagno moderne perché economico, resistente e capace di mantenere a lungo la temperatura dell’acqua.

I modelli realizzati con questo materiale, però, necessitano di maggiori accortezze durante la pulizia per evitare che si rovinino, a meno che non si opti per un modello la cui superficie sia stata sottoposta a speciali trattamenti antimacchia e antigraffio.

In alternativa, ci sono anche prodotti realizzati in acciaio smaltato, legno, marmo oppure vetro, ma qualunque sia la scelta è bene informarsi sulle caratteristiche di ciascun materiale per capire se potrà rispondere alle proprie aspettative.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come pulire la vasca da bagno?

Per mantenere la vasca in buono stato a lungo è fondamentale sciacquarla dopo ogni utilizzo con acqua tiepida e asciugare la superficie con un panno morbido. Per quanto riguarda la pulizia vera e propria, per rimuovere lo sporco e i residui di calcare si può ricorrere a un detergente specifico oppure preparare in casa una soluzione composta da 500 ml d’acqua, 100 ml di aceto bianco e qualche goccia di detersivo per piatti.

 

Quanto costa sostituire una vasca da bagno?

Gli interventi di sostituzione possono essere più o meno complessi a seconda della tipologia di vasca da installare e delle modifiche necessarie. Mediamente il range di prezzo può oscillare tra i 1.000 e i 5.000 euro in base alla complessità del lavoro. Se, poi, le tubature risultano danneggiate, si dovrà aggiungere al preventivo anche la spesa necessaria per rinnovare l’impianto.

 

Come sbiancare la vasca da bagno?

A differenza delle macchie di calcare, che possono essere rimosse facilmente con un detergente della migliore marca, l’ingiallimento è un problema difficile da risolvere con prodotti generici. A tal proposito, si può realizzare una soluzione a base di olio di trementina, sale e bicarbonato, da stendere su tutta la superficie e lasciar agire per una decina di minuti. Trascorso questo tempo, basterà strofinare le pareti con una spugna non abrasiva o una spazzola a setole morbide, e risciacquare il tutto con abbondante acqua calda.

 

Come lucidare una vasca da bagno opaca?

Per lucidare una vasca da bagno opaca bisogna, innanzitutto, rimuovere lo strato di calcare che si è formato in superficie. Se non si vogliono utilizzare prodotti chimici, il miglior alleato è l’aceto di mele: basterà, infatti, spruzzarlo sulla zona di interesse e lasciarlo in posa per una decina di minuti. A questo punto, non dovete far altro che versare qualche goccia di acido borico su un panno di microfibra e strofinare energicamente le pareti della vasca per farle tornare del loro colore originale.

 

Come sturare la vasca da bagno?

Spesso e volentieri lo scarico della vasca si ostruisce a causa di accumuli di calcare, residui di sapone e grovigli di capelli. Prima di chiamare un idraulico e spendere soldi per l’intervento, si può provare a risolvere il problema in autonomia. 

Le soluzioni in questo caso sono due: utilizzare una sonda idraulica per rimuovere la sporcizia che impedisce all’acqua di defluire, oppure versare direttamente nello scarico un disgorgante a base di acido solforico e idrossido di potassio. Se usato in modo corretto, il prodotto dovrebbe sciogliere la maggior parte degli ingorghi, ma è importante leggere attentamente l’etichetta per accertarsi che non contenga sostanze chimiche che potrebbero danneggiare le tubature.

 

 

 

Come utilizzare una vasca da bagno

 

Con tutte le opzioni attualmente disponibili sul mercato, spesso risulta complicato scegliere la vasca adatta alle proprie esigenze, allo spazio disponibile e alle caratteristiche del proprio bagno. Con questa guida ci siamo posti l’obiettivo di semplificarvi il compito, evidenziando gli aspetti fondamentali da considerare prima dell’acquisto.

Da appoggio o da incasso?

In base al tipo di installazione, le vasche da bagno si dividono in due grandi categorie: da incasso e freestanding. Le prime vanno inserite direttamente nella pavimentazione e possono essere posizionate contro il muro oppure in un angolo della stanza.

Il principale vantaggio di questi modelli riguarda soprattutto la manutenzione, che risulta particolarmente semplice e non richiede interventi particolari. Queste tipologie, però, nascono per essere rivestite con dei pannelli appositi oppure con il medesimo rivestimento utilizzato per le pareti del bagno. Se in fase di installazione non si vuole rompere il pavimento esistente, si può anche decidere di appoggiare la vasca su una piattaforma rialzata.

I modelli da appoggio, o freestanding, sono invece dotati di una struttura autoportante, per cui non necessitano di particolari lavori di muratura. Rispetto ai precedenti, presentano un design più ricercato e ben curato nelle finiture, con l’ulteriore vantaggio di poter decidere se posizionarli al centro della stanza, in un angolo oppure vicino a una parete.

 

Vasca con doccia incorporata

Se non volete rinunciare alla praticità della doccia né al comfort della vasca da bagno, sappiate che esiste una soluzione intermedia che permette di sfruttare le funzionalità dei due sistemi: la vasca con doccia incorporata.

Anche in questo caso, le opzioni sono tante, per cui sarà possibile scegliere la tipologia più adatta alle proprie esigenze e allo spazio disponibile. I modelli basic, che sono anche i più economici, prevedono una vasca semplice, in genere di forma rettangolare, e un pannello da fissare alla parete o al bordo della vasca stessa; mentre quelli più costosi sono dotati di una vera e propria cabina per restituire il massimo del comfort e della funzionalità.

Se, poi, il prodotto è destinato ad anziani o persone con ridotta mobilità, sul mercato sono disponibili anche versioni con sportello che si propongono di facilitare l’ingresso in vasca senza dover chiedere necessariamente l’aiuto di una seconda persona.

Occhio alla manutenzione

Dopo una sfiancante giornata di lavoro, immergersi nella propria vasca da bagno in un mare di schiuma e bollicine, magari ascoltando della buona musica, permette di rilassarsi e allentare la tensione accumulata. Ma, la magia del momento viene spesso rovinata da qualche piccolo inconveniente provocato dall’usura e dagli usi frequequenti. Può capitare, infatti, di dover fare i conti con macchie e incrostazioni di calcare, che sono spesso frutto di una cattiva manutenzione.

Per mantenere la vasca perfettamente pulita e igienizzata è, dunque, necessario provvedere alla sua regolare pulizia, soprattutto quando l’acqua che esce dai rubinetti di casa appare particolarmente dura.

Se non volete ricorrere ai detergenti chimici disponibili in commercio, potete anche preparare una soluzione a base di acqua e aceto, da spruzzare direttamente sulle superfici e strofinare con un panno umido o una spugna non abrasiva.

Si tratta di un rimedio naturale e poco invasivo, per cui si avrà sempre la sicurezza che di qualsiasi materiale sia fatta la propria vasca da bagno, il rivestimento non si rovinerà. A ogni modo, per facilitare le operazioni di pulizia, è sempre consigliabile sciacquare le pareti con acqua calda e pulita dopo ogni utilizzo, e asciugarle con uno straccio morbido per impedire la formazione del calcare.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI