Gli 8 migliori camini elettrici del 2022

Ultimo aggiornamento: 01.12.22

 

Camini elettrici – Guida all’acquisto e Confronti

 

Non tutti possono permettersi un camino in casa, che necessiterebbe di lavori impegnativi e costosi, per questo chi non vuole assolutamente rinunciarvi, può optare per i moderni camini elettrici. In basso potete trovare la nostra selezione ma se non avete tempo da perdere vi invitiamo a considerare Tagu PowerFlame 23, che vanta un effetto del fuoco davvero ben fatto e realistico, oppure Klarstein Lausanne, dal design impeccabile, con la possibilità di accendere la fiamma in modo indipendente dal riscaldamento.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori camini elettrici – Classifica 2022

 

La seguente classifica dei migliori camini elettrici del 2021 è stata realizzata prendendo in considerazione i prodotti più venduti e apprezzati dai consumatori. Troverete opzioni a basso costo e camini di design, tuttavia se non sapete come scegliere un buon camino elettrico vi invitiamo a leggere prima la nostra guida all’acquisto.

 

Camino elettrico da incasso

 

1. Tagu PowerFlame 23” programmabile e incassabile in pareti 1500 W

 

Secondo i pareri espressi dai consumatori, si tratta del miglior camino elettrico se consideriamo il rapporto qualità/prezzo. PowerFlame può essere installato a incasso in una parete o anche all’interno di un camino classico che non potete utilizzare per mancanza di canna fumaria, sfruttando al meglio l’arredo casalingo. La potenza di 1500 watt potrebbe essere un problema, poiché non è regolabile e quindi si è limitati nella scelta della temperatura, tuttavia è un dettaglio minore dal momento che non sarebbe comunque possibile destinare l’intero riscaldamento casalingo al solo camino elettrico. Chi lo desidera, inoltre, può attivare anche solo l’effetto visivo delle fiamme che bruciano, in grado di creare sempre un’atmosfera molto suggestiva, anche durante il periodo estivo.

Tramite il telecomando incluso nella confezione potrete programmare l’accensione per una settimana, con un piano diverso per ogni giorno, adattandolo così ai vostri orari lavorativi. L’uso prolungato può portare all’emissione di qualche ronzio.

 

Pro

Prezzi bassi: Ottimo il costo, che rientra tra i camini elettrici meno economicamente impegnativi, fattore importante per chi non vuole spendere troppo.

A incasso: L’installazione vi permetterà di posizionare il camino elettrico all’interno di una nicchia o di un camino classico che risulta inutilizzabile a causa della mancanza di una canna fumaria.

Programmabile: Tramite il telecomando si può impostare l’accensione automatica a orari diversi per l’intera settimana.

 

Contro

Rumore: Alcuni utenti hanno riscontrato l’emissione di un ronzio durante le accensioni prolungate, un fattore che potrebbe infastidire chi ama la quiete e il silenzio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Camino elettrico da parete

 

2. Klarstein Lausanne caminetto elettrico a parete effetto fiamma 1000/2000 W

 

Klarstein è un brand tedesco specializzato nella produzione di elettrodomestici estremamente popolare, non sorprende quindi che uno dei camini elettrici più venduti online sia realizzato proprio da questa compagnia. Parliamo di Lausanne, un caminetto con installazione a parete economico ed elegante. Ha un design moderno, con una cornice di colore bianco o nero, a seconda delle vostre preferenze, e un vetro tramite il quale potrete vedere due effetti diversi, la classica fiamma o la pietra decorativa, scegliendo uno tra sette colori per illuminare parzialmente la parete grazie ai LED posteriori. Tutte le regolazioni sono selezionabili tramite telecomando, con il quale potrete accendere o spegnere il camino, impostare la potenza su 1000 o 2000 watt, cambiare la luce posteriore e l’effetto, quest’ultimo indipendente dall’accensione del riscaldamento e quindi utile per creare un’atmosfera rilassante.

Secondo quanto riferiscono i consumatori, la potenza riscaldante non è delle migliori e dovrebbe essere posizionato in ambienti non eccessivamente ampi.

 

Pro

Prezzo: Il costo del camino Lausanne è convincente, si rivela infatti economico sia nella sua variante bianca sia in quella nera.

LED: Questi sono installati nella parte posteriore del camino, quindi illuminano leggermente la parete e possono essere impostati su sette colori diversi.

Indipendente: Potrete anche utilizzare solo l’effetto fiamma, senza accendere il riscaldamento, per creare un’atmosfera intima e rilassante.

 

Contro

Riscaldamento: Sebbene possa essere impostato su 1000 o 2000 watt, la potenza effettiva non è delle migliori e dà il meglio di sé solo in ambienti piccoli, inferiori a 20 metri quadri.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Camino elettrico finto

 

3. Klarstein Kaprun camino elettrico con effetto fiamma 1800 W

 

Non tutti i consumatori vogliono effettuare lavori in muratura per montare un camino elettrico in salotto, chi vuole qualcosa di più semplice da posizionare, come una facile installazione a parete per esempio, può valutare questa opzione proposta da Klarstein. Kaprun si presenta come un caminetto classico, con una cornice in finta muratura che ben si adatta a un ambiente rustico. La potenza riscaldante può essere impostata su due diversi livelli, fino a un massimo di 1800 watt, ideale quindi per ambienti fino a 30 metri quadri.

Rispetto ad altre opzioni che abbiamo preso in considerazione non permette una gran personalizzazione dell’effetto fiamma, può rivelarsi dunque una scelta adatta solo per gli utenti che lo ritengono un elemento secondario.

Per capire dove acquistare il modello Kaprun di Klarstein, potete cliccare sul link che trovate in basso, verrete così riportati alla pagina del venditore dove potrete completare la transazione in completa sicurezza.

 

Pro

Compatto: Chi non ha molto spazio in casa ma non vuole rinunciare all’effetto intimo che un camino è in grado di restituire, può puntare sul modello Kaprun grande 60 x 22 x 66 cm.

Economico: Il prezzo non è il più basso sul mercato ma rientra comunque in fascia economica, non dovrete quindi investire troppo per l’acquisto del prodotto Klarstein.

Potenza: Pur nella sua compattezza, il camino si rivela sufficientemente potente, con due impostazioni di riscaldamento fino a un massimo di 1800 watt.

 

Contro

Resistenza: Il materiale di cui è costituita la finta muratura che funge da cornice per il camino elettrico, non è dei più resistenti ed è molto facile scheggiarlo o romperlo in fase di montaggio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Camino elettrico moderno

 

6. Richen Naran caminetto elettrico con illuminazione LED e telecomando

 

Naran di Richen è una delle offerte più impegnative, dal punto di vista economico, della nostra classifica. Ciononostante vale la pena prendere in considerazione il prodotto per la sua qualità costruttiva e resa visiva, superiore alla media. Innanzitutto è costituito da una cornice bianca che può fungere anche come base d’appoggio per i propri soprammobili, mentre al centro presenta il pannello in vetro del camino, dal quale emerge un effetto fiamma tridimensionale regolabile su quattro livelli di intensità. I colori disponibili sono 13, potrete selezionarne uno fisso oppure impostare una rotazione automatica ogni 10 secondi circa.

Gli utenti lo trovano molto scenografico e adatto anche agli ambienti moderni grazie alla cornice minimal priva di fronzoli di colore bianco, tuttavia il manuale di istruzioni andrebbe rivisto perché include solo la lingua tedesca, rendendo l’operazione di installazione un po’ difficoltosa per la maggior parte degli acquirenti italiani.

 

Pro

Silenzioso: Rispetto alla maggior parte dei camini elettrici, quello di Richen non emette ronzii o rumori quando è in funzione, per un’esperienza rilassante e silenziosa.

Resistente: Il prodotto è ben costruito e non si graffia facilmente anche durante le operazioni di pulizia, un punto a favore per il camino Richen.

Cornice: Di colore bianco, minimalista e senza fronzoli, si rivela adatta per appoggiare anche i propri soprammobili, proprio come fareste sulla cornice di un vero camino.

 

Contro

Montaggio: L’installazione è relativamente semplice e non richiede una gran competenza in materia, tuttavia il manuale di istruzioni è solo in tedesco, un piccolo neo di cui tener conto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Camino elettrico verticale

 

5. Glow Fire Uranus camino elettrico a parete con luci LED 1500 W

 

A una prima comparazione, Uranus di Glow Fire è un camino elettrico differente dagli altri presi in considerazione, essenzialmente per la sua configurazione verticale che lo rende un po’ più difficile da installare in tutti gli ambienti. Avendo lo spazio a disposizione, però, si rivela molto elegante con tre diverse tipologie di effetti visivi: legno che brucia, ciottoli bianchi e cristalli, tutti regolabili su cinque livelli di luminosità differenti.

Tramite il telecomando incluso nella confezione si possono gestire tutti questi effetti, naturalmente regolare la potenza di riscaldamento, da un minimo di 750W a 1500W, e anche impostare il timer per l’accensione programmata.

Il montaggio non è complesso, si tratta infatti di un elettrodomestico da fissare a parete, potrete quindi farvi aiutare da qualche amico senza richiedere l’intervento di un tecnico specializzato, risparmiando notevolmente sull’eventuale parcella. Per scoprire dove acquistare il camino Uranus, non vi resta altro da fare che cliccare sul link in basso.

 

Pro

Design: Esteticamente il camino si presenta molto moderno, con pannello di vetro e illuminazione ambientale colorata gestibile tramite il telecomando incluso.

Riscaldamento: Può essere regolato tra 750 e 1500 watt, in modo da coprire un ambiente piccolo o di medie dimensioni, a seconda delle proprie esigenze.

Effetti e colori: Uno dei vantaggi è rappresentato dalla presenza di tre diversi effetti visivi, che potrete regolare a piacimento con colori alternativi e luminosità differente.

 

Contro

Dimensioni: Essendo più alto che largo, il camino necessita di una parete adatta per essere installato, rivelandosi un po’ differente da quanto propone la concorrenza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Camino elettrico Homcom

 

6. Homcom camino elettrico da terra con effetto fiamma 1000/2000 W

 

Quello proposto da Homcom è il camino elettrico più economico della nostra classifica. Non si tratta di un dispositivo da incasso o a parete ma è facilmente posizionabile nella stanza che preferite, restituendo un effetto vintage all’ambiente grazie al suo design, che ricorda una vecchia stufa a carbone in ferro. Sottolineiamo però che si tratta di un semplice effetto ottico poiché il dispositivo, oltre a una sottile lamina in materiale ferroso è composto da materiali plastici, e solo la parte frontale è in vetro, che lascia intravedere il finto legno illuminato da luci LED. Buona attenzione ai dettagli e persino l’interruttore è nascosto per evitare di rovinare l’illusione.

Potrete facilmente regolare l’intensità della luce e la potenza di riscaldamento, impostandola su 1000 o 2000 watt.

L’efficacia non è elevata, riesce a creare indubbiamente un’atmosfera particolare ma il camino elettrico Homcom dovrebbe essere utilizzato solo in ambienti che non superano i 20 metri quadri.

 

Pro

Trasportabile: Trattandosi di un camino elettrico indipendente, può essere spostato nella stanza che preferite, per scaldare ambienti specifici come la stanza da letto o la cucina.

Design: Chi ama l’estetica vintage, apprezzerà sicuramente l’effetto ottico che ricorda una stufa a carbone o legno, proprio come quelle popolari durante l’inizio del secolo scorso.

Potenza: Potrete regolare il riscaldamento stabilendo l’assorbimento energetico, impostabile su 1000 o 2000 watt, a seconda della grandezza della stanza.

 

Contro

Montaggio: Bisogna fissare i piedini con le viti fornite prima di poterla utilizzare, queste però sono un po’ troppo corte e potrebbero dare qualche problema se non avvitate correttamente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Camino elettrico con cornice

 

7. Bakaji camino elettrico Chicago con cornice in legno 1800 W

 

Uno dei dispositivi più interessanti tra quelli venduti online, soprattutto per l’aspetto estetico che ricorda i camini che è possibile trovare nelle case statunitensi. Non a caso, il nome del prodotto è proprio Chicago, per dare un’aria internazionale al proprio appartamento. La stufa elettrica può essere incassata nella cornice bianca in legno MDF, inclusa nella confezione, ma qualora lo desideriate potrete installarla anche a parete. L’illuminazione a LED fornisce un piacevole effetto ottico, restituendo l’illusione di veri ciocchi di legno accesi senza però incidere negativamente sul consumo energetico. L’assorbimento di 1800 watt, distribuiti su due elementi da 900W l’uno, garantisce un buon riscaldamento di stanze grandi 20/30 metri quadri, tuttavia presenta qualche piccolo inconveniente, come l’assenza del telecomando per il controllo da remoto e anche la cornice in legno che risulta molto delicata. Durante le operazioni di pulizia e manutenzione bisogna evitare graffi e colpi che potrebbero rovinarla facilmente.

 

Pro

Capacità di riscaldamento: Grazie a 1800W di potenza, la stufa riesce a scaldare velocemente e in modo efficiente ambienti fino a 30 metri quadri.

Installazione: L’utente può scegliere due tipologie di montaggio, quella nella cornice, molto semplice e veloce, oppure incassando direttamente il camino elettrico nella parete.

Spazio d’appoggio: La parte superiore della cornice diventa una comoda superficie d’appoggio, dove potrete posizionare i vostri soprammobili preferiti, proprio come fareste su un vero camino.

 

Contro

Cornice: Per quanto sia esteticamente gradevole, si rivela anche molto fragile. Durante le operazioni di pulizia bisogna fare attenzione per evitare eventuali graffi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Camino elettrico con telecomando

 

8. M.C.Haus camino elettrico touch screen pannello in vetro 900/1800 W

 

Il camino elettrico proposto da M.C.Haus ha un nuovo stile, molto moderno grazie al pannello in vetro e touch screen poco invasivo posizionato nella zona in basso a destra. Per attivare tutte le funzioni, però, non sarà necessario raggiungere ogni volta i pulsanti touch ma potrete fare affidamento sul comodo telecomando minimalista incluso nella confezione, con sei pulsanti per gestire l’accensione, il colore delle fiamme, la temperatura e impostare anche un timer.

Il dispositivo possiede tutti i sistemi di sicurezza necessari, come la protezione contro il surriscaldamento, con spegnimento automatico quando la temperatura è troppo alta.

Esteticamente è molto raffinato ed elegante, tuttavia bisogna seguire alcuni consigli in fase di montaggio, evitando per esempio di posizionarlo al di sotto di un TV a parete, per evitare di limitare la funzione di riscaldamento. Dato l’assorbimento di potenza, che può oscillare tra 900 e 1800 W in base alle impostazioni scelte, è un camino elettrico adatto a scaldare piccoli ambienti.

 

Pro

Design: Esteticamente è uno dei prodotti più validi tra quelli venduti online. Può essere utilizzato persino come semplice elemento d’arredo, senza sfruttare la funzione riscaldamento.

Colori: La fiamma può essere modificata a piacimento, selezionando una tra nove colori differenti, dal verde al viola scuro fino alla tonalità rosso/arancio.

Timer: Con questa funzione si può impostare accensione e spegnimento automatico, per trovare il camino acceso quando si rientra dal lavoro.

 

Contro

Rumore: Quando è in funzione, si può avvertire un rumore di sottofondo che non tutti i consumatori hanno apprezzato. Un dettaglio che, considerato il costo, andrebbe decisamente rivisto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un camino elettrico

 

Avere un camino in casa è il sogno di molte persone, fin dall’alba dei tempi l’uomo è attirato dal fuoco e si stringe attorno a esso alla fine della giornata, per scaldarsi e per cuocere il cibo. Questo desiderio atavico è sopravvissuto anche ai giorni nostri, quando ormai abbiamo molte comodità a portata di mano che potrebbero renderlo superfluo, tuttavia per poter avere un camino in casa bisogna rispettare una serie di norme che comportano modifiche sostanziali del proprio appartamento, come la creazione di una canna fumaria. Se non è possibile effettuare tali lavori, come si può fare per realizzare comunque il proprio sogno? La soluzione migliore è la scelta di un camino elettrico. Nel seguente paragrafo vedremo insieme quali sono gli elementi fondamentali da prendere in considerazione per capire quale camino elettrico comprare senza sperperare inutilmente il proprio denaro.

Cos’è il camino elettrico

Il termine potrebbe creare un po’ di confusione, meglio chiarire dunque che questo prodotto non prevede l’accensione di ciocchi di legno e non crea fiamme libere, quindi non necessita di alcuna canna fumaria. Bisogna collegarlo alla corrente elettrica e si comporta come una stufa che produce aria calda che poi diffonde in casa, la differenza sta nel pannello di vetro anteriore che riproduce ciocchi ardenti, fiamme, ciottoli e tante altre tipologie di fuoco. La tecnologia oggigiorno permette questi “trucchi”, restituendo dunque la sensazione calda e familiare di un fuoco che brucia senza però necessitare della classica manutenzione.

 

Tipologie

Sul mercato è possibile trovare diversi modelli di camini elettrici, uno per ogni esigenza. Tra quelli più economici abbiamo i camini elettrici indipendenti, possono essere posizionati in qualsiasi punto della casa e più che un vero e proprio camino ricordano delle vecchie stufe di inizio ‘900, perfette per chi vuole ricreare un ambiente vintage o dare un tocco di originalità ad alcuni ambienti della casa.

Abbiamo poi quelli che prevedono l’installazione a parete, molto semplici da montare e che spesso includono anche una sorta di cornice che crea l’illusione di avere a che fare con un vero camino. Dando un’occhiata ai prodotti da noi recensiti potrete trovare quindi camini elettrici con cornici minimal, in tinta unita e perfetti per gli ambienti moderni ma anche prodotti un po’ più rustici, con una struttura in finta muratura e così via.

Infine ci sono i camini elettrici a incasso, che dovrebbero però essere presi in considerazione solo da chi sta effettuando lavori in casa e vuole ristrutturare un angolo inserendoci anche un camino. Quest’ultima tipologia può rivelarsi una buona idea anche per chi ha effettivamente un camino inutilizzato in casa che non può sfruttare poiché manca la canna fumaria o la predisposizione per l’accensione.

 

Riscaldamento

Dopo aver scelto la tipologia, dovrete anche capire la potenza necessaria per poter riscaldare adeguatamente l’ambiente. Il camino elettrico non è in grado di diffondere una gran quantità di calore, quindi generalmente sarete limitati al riscaldamento di una o al massimo due stanze molto piccole e vicine. Prima di selezionare l’elettrodomestico che fa per voi, quindi tenete sempre d’occhio i watt: i camini elettrici vanno da un minimo di 800 watt fino a oltre 2000, talvolta con la possibilità di passare da una modalità all’altra. Al di sotto dei 1000 watt l’area di riscaldamento prevista è di 15 metri quadri, mentre intorno ai 2000 watt si può arrivare a coprire circa 30/35 metri quadri.

Effetti ottici e luci

Il camino elettrico, a differenza del vero camino, permette una serie di personalizzazioni in base al modello scelto. Alcuni presentano una riproduzione standard di ciocchi di legno che bruciano, senza alcuna modifica possibile, tuttavia altri modelli dispongo di dimming, effetti diversi e luci LED che possono illuminare la parete. La scelta in questo caso dipende dai vostri gusti personali, se pensate che le classiche fiamme possano stancarvi velocemente e volete magari cambiar loro colore, riproducendone di verdi, blu e viola, allora potreste prendere in considerazione modelli un po’ più complessi e dal costo leggermente superiore.

 

 

 

Come usare un camino elettrico

 

L’utilizzo del camino elettrico cambia in base al modello scelto, tuttavia tutti prevedono l’inserimento della spina nella presa di corrente, il primo passo necessario per alimentare l’elettrodomestico. Quelli che dispongono di telecomando per il controllo da remoto hanno generalmente un numero variabile di pulsanti, da un minimo di quattro fino a oltre la decina, a seconda naturalmente delle impostazioni disponibili.

Il tasto ON/OFF, immancabile, è per l’accensione, successivamente se il camino ha due impostazioni di riscaldamento avrete il tasto per modificare la potenza, aumentando o diminuendo l’assorbimento per scaldare in base alle esigenze.

Questi due pulsanti coprono il funzionamento base, per usare al meglio il vostro camino elettrico non avrete bisogno di altro, tuttavia potrebbero essere presenti anche tasti aggiuntivi, come quello del “dimming”, che regola invece la luminosità dell’effetto visivo. I modelli tecnologici potrebbero avere quindi cinque o più livelli diversi, dal più fioco a quello più vivido. A seguire troviamo il pulsante del colore ed eventuale cambio effetti, premendoli potrete personalizzare in base ai vostri gusti le fiamme e la loro composizione, dal legno ai ciottoli.

L’ultimo pulsante, non meno importante, è naturalmente quello legato alla programmazione. Non tutti i camini elettrici possiedono questa funzione e dovrete verificare quindi che sia presente tramite il manuale di istruzioni. Seguendo le indicazioni riuscirete a impostare l’accensione automatizzata a orari specifici, in modo da trovare acceso il camino quando tornate da lavoro, per esempio, o quando vi svegliate al mattino durante il freddo periodo invernale.

Consumo energetico

Questi camini hanno lo svantaggio di assorbire una certa quantità di energia elettrica, quindi accenderli per più di qualche ora al giorno potrebbe rivelarsi una cattiva idea, soprattutto se siete sempre molto accorti e non tollerate gli sprechi energetici. Prima di avviare una routine di accensione fissa, consigliamo di effettuare delle prove di utilizzo in base alle vostre esigenze per vedere quanto il camino influisca sulla bolletta della luce.

 

Come funziona un camino elettrico ad acqua

Il camino elettrico ad acqua può essere installato generalmente a pavimento a parete e per il suo funzionamento necessita di semplice acqua, persino quella del rubinetto può fungere da carburante, restituendo fiamme fredde di diversi colori a seconda delle impostazioni scelte dall’utente, molto sceniche e d’effetto. Generalmente si installano in luoghi in cui le fiamme libere potrebbero essere pericolose ma non si vuole rinunciare all’effetto visivo che un normale camino sarebbe in grado di offrire. L’acqua riscaldandosi evapora e genera un effetto simile a quello dato da una fiamma ardente, con la differenza che queste possono essere anche toccate e attraversate. Non producono umidità o condensa, quindi non dovrete preoccuparvi di rovinare gli oggetti presenti in casa.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanto consuma un camino elettrico?

I consumi dei camini elettrici non sono tutti uguali, pertanto prima di sceglierne uno dovrete verificare la potenza assorbita espressa in watt. Generalmente parliamo di valori che vanno da un minimo di 900 a oltre 2000 watt, pertanto non è possibile stabilire un onere economico ben preciso. Secondo alcuni calcoli, utilizzando un camino elettrico con potenza intermedia, accendendolo tutti i giorni del periodo invernale per non più di qualche ora, il consumo energetico aumenta di circa 80 euro al mese.

Naturalmente è un importo generico che non rispecchia correttamente i consumi degli utenti poiché questi potrebbero evitare di accendere il camino tutti i giorni, oppure attivarlo per meno tempo. L’unico modo di verificare l’effettivo l’impatto sulla propria bolletta è quello di utilizzarlo secondo le proprie esigenze e poi, dopo la prima bolletta, ridurre o aumentare il consumo a piacimento.

Quanto scalda un camino elettrico?

Anche per rispondere a questa domanda bisogna necessariamente prendere in considerazione la potenza stessa del camino acquistato. Naturalmente un prodotto da 900 watt non sarà in grado di scaldare quanto uno da 2000. In linea di massima, questi dispositivi possono riscaldare ambienti che vanno da 10/15 mq fino a 40 circa, non sono elettrodomestici adatti a scaldare l’intero appartamento ma solo le stanze in cui sono installati, a meno che non optiate per camini elettrici ad alto assorbimento, con un costo però molto più impegnativo rispetto a quelli che abbiamo selezionato nella nostra classifica.

 

C’è bisogno di installare la canna fumaria?

Il caminetto elettrico ha un enorme vantaggio, ovvero non necessita di tutti quegli accorgimenti che un normale camino dovrebbe avere. La risposta alla domanda è quindi no, non necessita dell’installazione di una canna fumaria e può essere installato praticamente in qualsiasi ambiente a patto che vi sia un collegamento alla corrente elettrica.

 

Il caminetto elettrico è pericoloso?

Il camino elettrico non è un elettrodomestico pericoloso, soprattutto perché la maggior parte dei dispositivi moderni dispone di sistemi di controllo che prevengono il surriscaldamento, spegnendo il camino prima che possa andare in sovraccarico. Detto ciò, però, è importante posizionarlo in luoghi appositi, evitando naturalmente quelli dove potrebbero presentarsi rischi di incendio.

 

Si può accendere solo la fiamma senza il riscaldamento?

Le fiamme danzanti sono ipnotiche, rilassanti e molto belle a vedersi, per questo molti utenti si pongono questa domanda, per utilizzare magari quell’effetto anche in periodi più caldi senza però dover riscaldare necessariamente l’ambiente. È importante sottolineare che non tutti i modelli dispongono di questa funzionalità e, prima di scegliere un camino elettrico, vi invitiamo a leggere attentamente le nostre recensioni, dove evidenziamo la possibilità di accensioni indipendenti.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI