Gli 8 migliori scaldini elettrici del 2023

Ultimo aggiornamento: 06.02.23

 

Scaldini elettrici – Guida all’acquisto e Confronti

 

Per far fronte al freddo tipico dell’inverno, quando una coperta non basta e non c’è un impianto di riscaldamento, ancora nulla è perduto, perché ci sono soluzioni individuali (per così dire) da attuare: un tempo era la borsa dell’acqua calda che, per carità, ancora oggi può essere una valida opzione, ma noi vogliamo parlarvi di quella che può essere considerata come la sua evoluzione: lo scaldino elettrico.

Qui ne abbiamo scelti alcuni e vi anticipiamo due modelli: Imetec BW03 Boule Elettrica Cordless tecnologia ceramica si scalda in cinque minuti e ha anche un bel design. C’è anche Panergy Scaldamani Portatile che, oltre a riscaldare, funzione anche come powerbank per la ricarica dello smartphone.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori scaldini elettrici – Classifica 2023

 

Scegliere lo scaldino adatto a voi è più semplice grazie alla nostra classifica ma soprattutto grazie a ciascuna recensione con la quale portiamo alla vostra attenzione i punti di forza e quelli svantaggiosi di ciascun articolo, senza dimenticare le principali caratteristiche. Chi vuol sapere dove acquistare a prezzi bassi gli scaldini da noi scelti può fare riferimento al link sottostante ma è sempre bene confrontare i prezzi, magari si trova qualcosa di più economico ma ugualmente valido.

 

 

Scaldino elettrico Imetec

 

1. Imetec BW03 Boule Elettrica Cordless tecnologia ceramica

 

Imetec propone una Boule elettrica che richiede pochi minuti di attesa prima di essere usata: bastano infatti solo 5 minuti e trattiene il calore a lungo grazie alla tecnologia di ricarica e nelle giuste condizioni lo scaldino tiene al caldo anche per due ore. 

Per un maggior comfort d’uso, la Boule può essere messa all’interno di una morbida fodera lavabile anche in lavatrice e che trovate nella confezione. È un dispositivo sicuro, raggiunta la temperatura si spegne automaticamente mentre quando è in ricarica è segnalato da una spia luminosa. Bello il design. Unico difetto da segnalare è che si tratta di un oggetto un po’ pesante e che dunque va spostato con una certa attenzione.

 

Pro

Veloce: Bastano pochi minuti di attesa prima di potersi riscaldare con la Boule Imetec, è pronto dopo soli cinque minuti.

Trattiene il calore: Grazie alla ceramica questo scaldino riesce a trattenere il calore anche per due ore nelle giuste condizioni. Per un impiego più comodo nella confezione c’è una morbida fodera.

Design: Se anche il vostro occhio vuole la sua parte, Imtec vi accontenta con un bel design concepito per la Boule.

 

Contro

Pasante: Come scaldino non è leggerissimo, anche a causa dei materiali impiegati. È capitato che a qualche persona anziana cadesse più volte, fino a rompersi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scaldino elettrico portatile

 

2. Panergy Scaldamani Portatile USB Powerbank

 

Per la serie, meglio avere un prodotto che è in grado di assolvere a più funzioni piuttosto che a una sola… ecco lo scaldamani portatile firmato Panergy che è dotato di una batteria da 10.000 mAh e può dunque essere sfruttato anche come powerbank.

Grazie alle dimensioni compatte, alla forma arrotondata e al peso di soli 250, lo scaldino è facilmente trasportabile, si tiene in mano per scaldarsi senza che dia fastidio e, grazie alla sua texture opaca, aderisce perfettamente senza il rischio che scivoli.

Si riscalda su entrambi i lati e raggiunge rapidamente la temperatura desiderata, che può essere impostata su tre livelli differenti: 40, 50 e 60 gradi, a seconda del bisogno di calore. La batteria integrata da 10.000 mAh assicura oltre 5 ore di riscaldamento ed, eventualmente, può anche essere sfruttata per ricaricare smartphone e tablet, come un vero e proprio powerbank.

La qualità complessiva è soddisfacente, peccato che manchi un piccolo display che avrebbe aiutato a capire meglio quale temperatura impostare e che la diffusione del calore tenda a essere poco uniforme.

 

Pro

Scalda velocemente: Per raggiungere la temperatura massima lo scaldino ci mette poco e poi la mantiene per diverse ore.

Temperatura: Si può impostare su tre livelli differenti: 40, 50 e 60 gradi.

Powerbank: Integra una batteria da 10.000 mAh che può essere sfruttata anche per ricaricare lo smartphone o il tablet

 

Contro

Non uniforme: Riscalda da entrambi i lati, però lo fa in modo non uniforme, con alcune zone più calde e altre più fredde.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scaldino elettrico per piedi

 

3. Sinnlein – Scaldapiedi Elettrico

 

Lo scaldino elettrico per piedi di Sinnlein è studiato, sia nelle funzionalità sia nella forma, per garantire il massimo del tepore dopo una lunga giornata passata al freddo. Si inseriscono i piedi in quella che sembra una sorta di calza gigante e, grazie al telecomando e alla potenza di 100W, si seleziona la temperatura desiderata tra le sei disponibilii.

I tempi necessari affinché lo scaldino sia pronto all’uso sono di 10 minuti, inoltre è dotato di un sistema di spegnimento automatico (dopo 90 minuti di utilizzo) e di una protezione dal rischio di surriscaldamento, il che lo rende particolarmente sicuro da utilizzare.

I materiali – peluce e micropile – sono estremamente morbidi a contatto con la pelle, inoltre la fodera interna può facilmente essere rimossa e lavata in lavatrice a 30 gradi. Manca una parte protettiva in corrispondenza della base (quella che poggia sul pavimento), che così è più facilmente soggetta a sporcarsi.

 

Pro

Sei livelli: A seconda di quanto siete freddolosi e di quanto vi si “congelano” i piedi potete scegliere tra sei diverse temperature.

Piacevole: Lo scaldino genera una ottima quantità di calore in tempi tutto sommato brevi, visto che si parla di una decina di minuti.

Materiali: Molto comodi e morbidi a contatto con la pelle, dunque regalano un’esperienza gradevole.

 

Contro

Protezione: Manca un qualunque tipo di protezione in corrispondenza della parte inferiore, ovvero quella che è a contatto con il pavimento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scaldino elettrico Sole Mio

 

4. Ardes AR071A Sole Mio scaldino elettrico

 

Veloce ed efficace è lo scaldino Sole Mio prodotto da Ardes. I  tempi di riscaldamento sono minimi, si va dai 3 ai 5 minuti massimo e il calore è trattenuto per un periodo accettabile, intorno alle tre ore quindi quanto dichiarato dal produttore in merito è stato riscontrato dagli utenti. 

Il design è abbastanza anonimo ma si tratta di un dettaglio trascurabile anche perché alla fine lo scaldino va messo in un sacchetto morbido che trovate all’interno della confezione. La superficie riscaldante è piccola, forse sarebbe stato meglio prevedere qualche centimetro in più. 

Deludono non poco i materiali, in particolare le plastiche dell’attacco del cavo: a più persone è capitato che si danneggiasse a causa del calore, cosa inammissibile per un dispositivo pensato per riscaldare.

 

Pro

Veloce: Lo scaldino richiede pochi minuti per raggiungere la temperatura massima, si va da un minimo di tre a un massimo di cinque.

Calore: Produce un tepore piacevole e duraturo, per almeno tre ore non c’è bisogno di ricaricarlo e se tenuto sotto le coperte dura anche di più.

 

Contro

Materiali: Dobbiamo manifestare il nostro disappunto per i materiali, in particolare per l’attacco del cavo elettrico che, sotto l’azione del calore, incredibilmente, si deteriora.

Dimensioni: Probabilmente è fin troppo piccolo, se la superficie fosse stata un po’ più grande sarebbe stato molto meglio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scaldino elettrico morbido

 

5. Innoliving INN 765 scaldino elettrico

 

Un altro scaldino interessante è quello di Innoliving dal design grazioso che ricorda un piccolo cuscino. Il morbido rivestimento è piacevole al tatto, molto utile il manicotto scaldamani e chi soffre di mani fredde sa di cosa stiamo parlando. 

I tempi di riscaldamento non sono brevissimi ma neanche eterni, servono circa 15 minuti: da questo punto di vista c’è sicuramente di meglio. Soddisfacente, invece, la durata del calore prodotto che è di qualche ora ma scordatevi le sei che vengono dichiarate dal produttore a meno che non si verifichino condizioni particolarmente favorevoli. 

Il tessuto non è anallergico quindi se avete problemi di allergia al poliestere pensateci bene prima di comprarlo. Niente male il prezzo, sicuramente uno stimolo in più all’acquisto.

 

Pro

Manicotto: Chi ha spesso le mano fredde non mancherà di apprezzare la presenza del manicotto scaldamani.

Riscalda: Lo scaldino funziona efficacemente, garantisce una buona durata del calore accumulato durante la ricarica.

Design: L’aspetto non è affatto male, anzi è un grazioso scaldino a forma di cuscino per giunta morbido e piacevole al tatto.

 

Contro

Lento a scaldarsi: I tempi per raggiungere la temperatura massima non sono tra i più brevi, in questo caso serve un quarto d’ora.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scaldino elettrico a basso consumo

 

6. Mengtech – Stufetta Elettrica Basso Consumo

 

Se la vostra necessità è quella di riscaldare una piccola porzione di una stanza, per esempio quella dove si trova la scrivania sulla quale lavorate, potete prendere in considerazione questa piccola stufetta elettrica firmata Mengtech.

Vanta una doppia potenza tra cui scegliere – 800w o 1.200W – così da soddisfare le esigenze di calore, inoltre funziona in modo estremamente silenzioso così da non arrecare fastidio mentre si lavora o si riposa. Va da sé che sia pensata per riscaldare ambienti molto piccoli, diciamo di massimo 7-8 metri quadrati.

Parlando di materiali e prestazioni, la Mengtech sfrutta la tecnologia di riscaldamento in ceramica, il che le permette di produrre istantaneamente il calore e contenere in modo significativo i consumi.

Per quel che concerna la sicurezza il dispositivo si spegne automaticamente in caso di surriscaldamento o qualora venga accidentalmente urtato. Piccolo e leggero, questo scaldino si può posizionare agevolmente dove serve

 

Pro

Veloce: Per i tipi frettolosi (ma anche freddolosi dopotutto) questa mini stufetta è l’ideale in quanto produce calore praticamente subito dopo l’accensione.

Silenziosa: Anche impostata alla potenza massima, funziona con un’emissione sonora minima.

Consumi: Grazie alla sua tecnologia, la Mengtech assolve al suo compito senza incidere in modo significativo sui consumi energetici.

 

Contro

Ambienti piccoli: Si tratta di un dispositivo in grado di riscaldare una stanza molto piccola.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scaldino elettrico mani

 

7. Awroutdoor Scaldamani Ricaricabile e power bank

 

L’idea alla base di questo dispositivo è interessante: se da un lato abbiamo uno scaldino elettrico mani, dall’altro abbiamo una power bank per la ricarica del cellulare da 5.200 mAh. Il design compatto fa sì che possa essere trasportato in tasca quindi potenzialmente potete avere le mani calde ovunque andiate, anche in autobus mentre andate a lavoro o a scuola.

Da un punto di vista estetico l’oggetto è caro,ben si presta ad essere un regalo. Buona la durata che come riferisce il produttore varia dalle 4 alle 8 ore ma attenzione perché i tempi di ricarica sono molto lunghi. Potete impostare tre livelli di calore anche se quella media pare essere la prediletta dagli utenti in quanto la prima scalda poco e la terza troppo.

 

Pro

Originale: Ci è piaciuta l’originalità di questo articolo che ha una duplice funzione: riscalda le mani ma è anche una utilissima power bank.

Tascabile: È comodissima da trasportare, sta in tasca quindi potete portarla in viaggio anche sui mezzi pubblici magari mentre andate a lavorare.

Durata: Lo scaldino ha una considerevole durata, in base ai tre livelli di calore scelti si va dalle 4 alle 8 ore.

 

Contro

Tempi di ricarica: Peccato per i tempi di ricarica che sono un po’ lunghi, infatti servono circa quattro ore per completare il ciclo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scaldino elettrico Sinotech

 

8. Sinotech GD264 scaldino elettrico accumulo di calore

 

Lo scaldino Sinotech emana calore per un tempo ritenuto soddisfacente dagli utenti mentre i tempi di ricarica non sono così brevi, in media servono quindici minuti e ci sembra giusto avvertire i lettori che esistono modelli ben più veloci nel completare la fase di riscaldamento. 

Il termostato fa sì che la ricarica si interrompe al momento in cui la temperatura dello scaldino raggiunge i 75° quindi parliamo di un dispositivo bello caldo. Molti utenti lamentano di avvertire un cattivo odore che persiste a lungo, manca, poi, un rivestimento morbido che certamente avrebbe fatto comodo. 

La posizione della presa per inserire il cavo elettrico è giudicata scomoda dai consumatori. Quanto al prezzo, a nostro avviso rispecchia il valore del prodotto. In conclusione crediamo che il GD264 sia un buono scaldino che fa quello che promette ma che, con dei piccoli accorgimenti, potrebbe migliorare sicuramente.

 

Pro

Caldo: Il GD246 riscalda molto, arriva a 75° e il calore viene ritenuto per un tempo soddisfacente come hanno sottolineato più consumatori.

Prezzo: Per acquistare lo scaldino è richiesta una somma di denaro che secondo noi è congrua al valore del prodotto se non addirittura più bassa di quanto potrebbe essere.

 

Contro

Puzza: Gran parte dei clienti si è lamentata per aver avvertito un cattivo e persistente odore, per tale ragione c’è chi sconsiglia con forza lo scaldino.

Rivestmento: Avrebbe fatto comodo un rivestimento in tessuto invece manca, c’è da aggiungere che lo scaldino è un po’ scivoloso, vi conviene avvolgerlo in un panno o qualcosa di simile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare uno scaldino

 

Interessati a scoprire quali e quante offerte ci sono sul mercato per i mgliori scaldini del 2023? Allora siete capitati nel posto giusto in quanto abbiamo fatto una comparazione tra i modelli della migliore marca più venduti online. Servendoci anche dei pareri dei consumatori, abbiamo selezionato tanti nuovi prodotti che potrebbero fare al caso vostro. 

Non solo, abbiamo messo a vostra disposizione informazioni e consigli che possano aiutarvi a decidere quale scaldino comprare ma per saperne di più, dovrete continuare con la lettura dei prossimi paragrafi, vi assicuriamo che non sarà tempo sprecato.

 

Borsa calda o scaldino

L’oggetto della nostra guida è come scegliere un buono scaldino, ma questa non sarebbe completa se non chiarissimo fin da subito che ci sono possibili alternative. In fondo cosa fa lo scaldino? Si sostituisce alla cara e vecchia borsa di acqua calda. In questo caso non avete bisogno di elettricità per riscaldarla ma del gas per accendere il fuoco quindi c’è pur sempre un consumo energetico seppur di diversa natura. 

D’altro canto la borsa d’acqua calda è più economica e semplice senza dimenticare che ha una buona resa in quanto trattiene bene il calore. Il migliore scaldino elettrico, a suo vantaggio ha sicuramente una migliore praticità, non va riempito d’acqua ed è pronto in pochi minuti. Potete portarlo in viaggio e ricaricarlo ovunque ci sia una presa della corrente.

 

Materiali

Per uno scaldino i materiali sono molto importanti poiché determinano la capacità di trattenere il calore nel tempo. È chiaro che tutti desiderano uno scaldino capace di restare caldo a lungo. In questo senso quelli in ceramica sono una buona soluzione anche se magari non è la scelta più economica. 

Ci sono poi le cosiddette borse di acqua calda elettrica, morbide e piacevoli al tatto che al loro interno hanno un gel. Questo tipo di scaldini, pur non rompendosi facilmente, non assicura la stessa resistenza degli scaldini in ceramica.

La sicurezza

È importante che lo scaldino sia sicuro quindi disporre di tutti i dispositivi necessari di sicurezza come la protezione da sovraccarichi di corrente, lo spegnimento automatico al raggiungimento della temperatura e così via. 

Queste misure sono sicuramente presenti in prodotti che rispettano le direttive europee e la loro validità è certificata dal marchio CE ma attenzione a non confonderlo con quello China Export che non necessariamente significa un prodotto pericoloso ma non possiamo dire che siano stati verificati gli standard di conformità previsti dall’Unione Europea per la vendita dei prodotti e con gli acquisti online questo può accadere.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona lo scaldino elettrico?

Lo scaldino elettrico ha al suo interno una resistenza quindi è necessario collegarlo alla corrente di modo che questa produca calore. Il calore prodotto si trasferisce a un liquido presente sempre nello scaldino, una volta raggiunta la temperatura “X”, lo scaldino interrompe la ricarica.

 

Dove comprare lo scaldino elettrico?

Lo scaldino elettrico può essere comprato presso i negozi specializzati in elettronica di consumo ma anche online dove la scelta è molto ampia. Bisogna comunque prestare attenzione, quando si compra sugli store online, che il dispositivo rispetti tutti gli standard UE in materia di sicurezza.

 

Posso scottarmi con lo scaldino?

In effetti c’è chi si è procurato leggere ustioni ma nella maggior parte dei casi ciò è dovuto a un uso improprio dello scaldino. Innanzitutto se non rivestito adeguatamente, è sempre bene avvolgere con un panno lo scaldino, ciò magari attenua un po’ il calore ma sempre meglio che scottarsi, poi va evitato di tenere lo scaldino sullo stesso punto per troppo tempo, insomma, non addormentatevi con lo scaldino lasciato, per esempio, sulla pancia a diretto contatto con la pelle.

 

Che succede se lascio lo scaldino collegato alla presa della corrente?

Fondamentalmente non accade nulla nel senso che questi dispositivi consumano energia fino al raggiungimento della temperatura massima poi, grazie alla presenza del termostato, il flusso di corrente viene interrotto. Ciò detto è sempre preferibile staccare il cavo d alimentazione una volta che la temperatura massima è stata raggiunta dallo scaldino.

 

Quanto tempo occorre allo scaldino per riscaldarsi?

Il tempo varia non solo da modello a modello ma anche in base alla temperatura dell’ambiente. Possiamo comunque individuare tre fasce temporali valide per la parte degli scaldini: 5, 10 o 15 minuti.

 

Per quanto tempo lo scaldino mantiene il calore?

La durata varia a seconda del modello e chiaramente la temperatura dell’ambiente è determinante. Ad ogni modo, stando alle dichiarazioni dei vari produttori, gli scaldini emanano calore dalla 3 alle 6 ore, poi è chiaro che va via via scemando di intensità.

 

 

 

Come utilizzare lo scaldino elettrico

 

Quando non si dispone del riscaldamento e la casa è fredda, potete provare a darvi sollievo dal gelo con uno scaldino. Certo, la sua azione non è paragonabile a quella di una stufa e ancor meno a quella di un termosifone ma comunque aiuta. Vediamo come sfruttare al meglio questo dispositivo.

La ricarica

Magari il termine sarà inappropriato ma lo scaldino va ricaricato. Ovviamente non parliamo di un dispositivo a batterie, semplicemente bisogna dargli il tempo di raggiungere una determinata temperatura. 

Come fare? Lo scaldino è venduto con un cavo di alimentazione questo va inserito nella presa della corrente. Si accende una spia rossa (o di altro colore), è il segnale che la resistenza all’interno dello scaldino sta ricevendo la corrente. Nel momento in cui la spia si spegne, significa che lo scaldino ha raggiunto la temperatura massima ed è pronto all’uso.

 

A letto

Uno dei modi migliori per sfruttare lo scaldino è sotto le coperte. Con l’aiuto di un buon piumone vi evita di tenere acceso il riscaldamento quindi risparmiate anche sui consumi. Non è necessario tenere lo scaldino abbracciato, basta metterlo sotto le coperte e il calore non verrà disperso in fretta garantendovi diverse ore di benessere, anche fino al mattino seguente.

Attenti a non scottarvi

Gli scaldini non vanno usati impropriamente  bisogna stare attenti a non procurarsi scottature. Innanzitutto non vanno tenuti per molto tempo nello stesso punto e a contatto diretto con la pelle. Molti modelli hanno un rivestimento altri invece sono corredati da un sacchetto in tessuto all’interno del quale va messo lo scaldino, non usatelo senza perché serve a proteggervi.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI