Le 8 migliori piastrelle adesive per bagno del 2021

Ultimo aggiornamento: 25.09.21

 

Piastrelle adesive per bagno – Guida all’acquisto e confronti

 

Le piastrelle adesive per bagno sono la nuova moda in fatto di arredamento d’interni. Si tratta di una soluzione economica ma efficace per risolvere problemi estetici o funzionali che altrimenti richiederebbero una grossa spesa e tanti lavori in casa. Sono perfette per ricoprire vecchie mattonelle ormai esteticamente poco convincenti o rovinate dal tempo. Con un investimento irrisorio e minime competenze di fai da te, si possono ottenere risultati stupefacenti in pochissimo tempo. In questo articolo vi presentiamo le soluzioni più interessanti proposte in vendita col miglior rapporto tra qualità e prezzo. In particolare vi suggeriamo di prendere in considerazione queste proposte che guidano la nostra classifica. Extsud Adesivi per piastrelle in PVC Impermeabile è ben aderente e si stende con facilità senza fare bolle. Irich Adesivi per piastrelle PVC autoadesivo impermeabile sono tra i preferiti di sempre tra gli acquirenti che decidono di dare una rinfrescata allo stile della casa.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori piastrelle adesive per bagno – Classifica 2021

 

Segue adesso una ricca e dettagliata rassegna dei prodotti più interessanti del momento. Ci auguriamo che tra questi si trovi proprio quello che state cercando da tempo.

 

 

1. Extsud Adesivi per piastrelle in PVC Impermeabile 

 

Non è poi così facile stabilire come scegliere una buona piastrella adesiva per bagno senza vederla coi propri occhi o senza avere una dimostrazione pratica della sua applicazione. Infatti non sempre il PVC si dimostra all’altezza delle aspettative e antiestetiche bolle d’aria compromettono il risultato finale.

Non è il caso della proposta che vediamo qui. Si tratta di una tra le offerte più interessanti perché in grado di simulare bene l’effetto della ceramica. Inoltre, lo spessore notevole del foglio adesivo consente di coprire eventuali imprecisioni della parete. È bene ricordare, però, che lo stesso produttore suggerisce di applicare l’adesivo solo su superfici lisce e perfettamente pulite.

L’adesivo è resistente all’umidità e all’esposizione diretta all’acqua. Per questo si presta a essere usato in bagno e in generale in ambienti umidi. Per esempio, c’è chi ha scelto di usarlo per decorare gli esterni. Regge bene anche l’esposizione al calore e per questo si può applicare anche in zone più esposte, come la parete sopra i fornelli della cucina.

 

Pro

Aderenza perfetta: Il PVC usato è perfetto per assicurare omogeneità alla superficie, l’effetto finale è proprio quello della vera piastrella di ceramica.

Autoadesive: Non serve usare colla perché i fogli di PVC sono già predisposti per essere incollati alla superficie scelta.

Con pellicola di protezione: Oltre a quella che serve per coprire la colla sul retro, la faccia superiore dell’adesivo è coperta con un foglio trasparente che evita graffi prima di applicare gli sticker.

 

Contro

Lucide: La finitura di questi adesivi non è opaca ma lucida, questo dettaglio va preso in considerazione per immaginare l’effetto finale una volta applicati.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Irich Adesivi per piastrelle PVC autoadesivo impermeabile 

 

Chi punta sul classico, che va tanto di moda di questi tempi, sa già quale piastrella adesiva per bagno comprare. I motivi che richiamano le decorazioni degli azulejos portoghesi o del nostro Mediterraneo stanno conoscendo un periodo particolarmente fortunato. In questo set che comprende venti pezzi quadrati da 15 o 20 cm di lato, le decorazioni sono fatte per colpire nel segno. 

In comparazione con altri motivi simili, questi risultano ben definiti e con una buona qualità complessiva sia per quanto riguarda la risoluzione della stampa che per la delicatezza del disegno. Non tutti gli sticker venduti online riescono a imitare così bene l’effetto ceramica. 

Questi in particolare sono realizzati con uno spessore minimo, di 0,3 millimetri, che assicura la perfetta aderenza anche sulle piastrelle leggermente ricurve ai lati o sui bordi. Sono testate per resistere all’esposizione continua a umidità anche se non sono l’ideale da usare sopra i fornelli o all’aperto perché non sono perfettamente resistenti al calore.

 

Pro

Disegno molto efficace: La qualità della stampa e anche il tipo di decorazione realizzata incontrano i gusti di tutti perché curati nel dettaglio.

PVC da 0,3 millimetri: Il materiale usato è perfettamente compatibile con l’uso domestico, è realizzato per non emanare odori sgradevoli ed essere usato in ambienti di ridotte dimensioni.

Facili da applicare: Lo spessore minimo è l’ideale sulle piastrelle leggermente ricurve che si possono già trovare in bagno, infatti aderiscono bene seguendo la sagoma sottostante purché ben liscia.

 

Contro

Superficie senza difetti: Per essere certi della perfetta aderenza degli adesivi al muro, devono essere applicati su piastrelle perfettamente lisce, meglio se smaltate e senza imperfezioni.

  Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Topmail Wall stickers da mattonelle parete in PVC 

 

Tra le migliori piastrelle adesive per bagno del 2021 anche questo set merita una menzione speciale. Infatti piace molto per via dell’ottimo rapporto tra qualità e prezzo. Risulta tra i più venduti perché la confezione comprende ben ventiquattro pezzi quadrati dal lato di 15 cm oppure 20 cm a un ottimo prezzo.

La qualità non è messa in discussione e la resa una volta applicati alla parete è ineccepibile. La fantasia a esagoni ricorda quella delle piastrelle con motivo a mosaico che hanno un prezzo decisamente alto. Chi non sa dove acquistare a prezzi outlet questo genere di mattonelle, può puntare con sicurezza all’alternativa in PVC qui proposta.

La risoluzione di stampa è molto alta e definita in ogni dettaglio. L’effetto pietra è molto realistico e raggiunge di certo il proprio scopo. Anche qui la qualità del materiale è molto alta e lo spessore è particolarmente importante: 0,5 millimetri che assicurano una copertura perfetta anche in presenza di imperfezioni, è in grado di nascondere lo stacco tra una mattonella e l’altra dove sono presenti le fughe.

 

Pro

Confezione risparmio: Il formato del set di adesivi è da ventiquattro pezzi sia per il formato da 20 cm che da 15 cm, perfetto per coprire una superficie molto estesa.

Spessore notevole: Ben 0,5 millimetri per questo PVC che si attesta tra i più robusti e resistenti in circolazione.

Facile da applicare: Ci si può aiutare anche col calore del phon per riscaldare la colla e farla aderire perfettamente alla superficie in pochissimo tempo.

 

Contro

Rigide: Quello che per certi versi rappresenta il punto di forza perché assicura una copertura omogenea, d’altra parte rende poco adatti questi sticker per le superfici curve.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Kina Adesivi in PVC per piastrelle per bagno e cucina 

 

Questa per molti risulta la miglior piastrella adesiva per bagno per via del suo disegno aggraziato e le dimensioni contenute. Infatti il quadrato ha un lato di appena 10 cm, perfetto per essere adattata nei bagni più piccoli senza esagerare, ma riuscendo a dare un tocco di grande classe.

L’adesività del PVC è particolarmente elevata, un dettaglio che fa di questi adesivi un accessorio su cui contare a lungo nel tempo. Non subiscono l’effetto dell’umidità e non si scollano facilmente. I prezzi bassi sono un altro aspetto interessante di questo articolo, in particolare considerato che si rapportano a una qualità particolarmente alta. 

La cura per i dettagli è un altro fattore che prova la serietà della ditta produttrice. Il bordo della stampa è di circa un millimetro in meno rispetto alla dimensione effettiva dell’adesivo. Questo minimo, ma decisivo accorgimento, permette di posizionare le piastrelle adesive in perfetta corrispondenza con le fughe per ottenere l’effetto sperato, cioè di imitare una vera piastrella in ceramica.

 

Pro

Resistenti al calore: Se si desidera, questo articolo può essere messo in cucina in corrispondenza con il piano cottura.

Superficie antigraffio: Pur essendo estremamente sottile, il PVC non è affatto delicato anzi sopporta il lavaggio con detersivi neutri senza scolorirsi o graffiarsi.

Precisione millimetrica: Le dimensioni ridotte e la precisione della stampa a un millimetro dal bordo effettivo dell’adesivo le rendono perfette per aderire alla superficie imitando in tutto e per tutto una vera piastrella di ceramica.

 

Contro

Non aderiscono alle superfici porose: Questo tipo di sticker non è il più adatto a essere applicato direttamente a muro, ma necessita di una superficie ben liscia e pulita.

  Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Wall art Adesivi per piastrelle MOD Tulum PS00172

 

Anche se non il più economico, di certo un modello caratterizzato da un buon rapporto tra qualità e prezzo. La bellezza di questa soluzione è tutta nella particolare decorazione che imita il gres e che riproduce decorazioni astratte dalla bellezza peculiare.

Come ci si aspetta da un buon prodotto, anche queste piastrelle adesive resistono bene al calore e all’abrasione senza perdere la loro bellezza speciale. Quindi si possono applicare in bagno come in cucina rimodernando l’ambiente con semplici gesti.

Inoltre, sono veloci da applicare. L’adesivo è ben distribuito su tutta la superficie e non richiede particolare destrezza per completare l’operazione. Non si formano bolle d’aria e l’adesione avviene in modo che sia facile spostare le piastrelle se si preferisce cambiare loro posto.

Sono stampate con precisione millimetrica, cioè il disegno finisce a circa un millimetro dal bordo per dare modo di applicare l’adesivo in corrispondenza della piastrella evidenziando lo stacco con la fuga.  

 

Pro

Formato risparmio: Ogni confezione ha ventiquattro pezzi di grandi dimensioni, 20×20 cm che possono ricoprire una generosa porzione di muro.

Come fossero gres: Il disegno imita le decorazioni tipiche delle mattonelle in gres di alta qualità, perfette per far sembrare più sofisticato l’arredamento di un vecchio bagno un po’ démodé.

Facili da applicare: Le piastrelle adesive sono pensate per aderire alle superfici lisce con facilità ma possono anche essere rimosse con gesti semplici se necessario.

 

Contro

Non adatte alla doccia: Gli adesivi non sopportano il contatto continuo con l’acqua infatti potrebbero lasciarne entrare dai bordi e perdere aderenza.

  Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Foliesen Adesivi per piastrelle MOD 2292020

 

Gli amanti delle cose semplici e poco chiassose possono di certo essere soddisfatti di questa proposta. Il nuovo arredamento di una vecchia stanza è proprio a portata di click. Il bello di questa proposta è proprio di puntare dritto alla semplicità e alla sobrietà del tema riprodotto in alta risoluzione di stampa.

Oltre all’alta qualità del disegno riprodotto, colpiscono anche per la buona resistenza al contatto diretto con l’acqua. Queste piastrelle adesive sono pensate per essere usate soprattutto in bagno, anche in prossimità del piatto doccia dove non subiscono l’effetto dell’esposizione continua all’umidità.

Hanno anche una buona resistenza al calore diretto. Il produttore certifica fino a 80° C, quindi non sono ignifughe ma comunque adatte a essere applicate sopra il piano cottura.

Sono tra le poche a essere proposte a un ottimo prezzo e in confezione maxi, da due, tre o persino 500 pezzi. Un vero affare a cui è difficile resistere.

 

Pro

Qualità di stampa: La risoluzione è così alta da far pensare subito a vere mattonelle in stile contemporaneo, l’ideale per un restyling economico di un vecchio bagno.

Confezione risparmio: Si possono acquistare a un ottimo prezzo un gran numero di piastrelle adesive, da cinquanta fino a cinquecento.

Facili da applicare: L’aderenza è molto buona e per questo si possono mettere con facilità anche se non si è dei veri esperti di fai da te.

 

Contro

Non da pavimento: Anche se il disegno di alcune di queste piastrelle potrebbe far pensare il contrario, non sopportano il calpestio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Hode Adesivi per piastrelle per bagno e cucina impermeabile 

 

Questa soluzione è adatta quando si devono rivestire superfici estese e non si vuol perdere tempo fissando una mattonella per volta. Il rullo aderisce con facilità sulle superfici perché è realizzato con un PVC molto elastico e per questo in grado di aderire alla superficie senza fare bolle al di sotto. 

Per fissarlo bene è sufficiente ritagliare prima il foglio delle dimensioni desiderate e iniziare a incollare a partire da una striscia sottile, di 5 cm circa. Poi basta aiutarsi con un elemento rigido, come un tergivetro, per ottenere il risultato perfetto. 

I pareri degli utenti sono concordi nel definire questo rullo una buona soluzione, pratica e veloce per completare l’arredamento di una parete. Anche se magari questo rullo non brilla per la particolare raffinatezza del tema stampato. Aderisce senza particolare difficoltà a tutte le superfici lisce, quindi va bene anche per rifoderare vecchi mobili sbeccati che necessitano di un nuovo look.

 

Pro

Rullo: Non si tratta di singole mattonelle ma di un unico rotolo di PVC che imita il disegno dei mosaici di vetro. Così è più veloce foderare la superficie desiderata.

Veloce da applicare: La posa è molto semplice anche se si deve lavorare con un foglio molto lungo, infatti aderisce alla superficie con facilità e senza creare bolle d’aria al di sotto.

Facile da togliere al bisogno: Se si decide di fare a meno di questo rivestimento su una qualsiasi superficie, è facile rimuoverlo.

 

Contro

Teme le alte temperature: Non è adatto a rivestire i piani di lavoro in cucina o la parte sopra i fornelli perché potrebbe bruciarsi.

  Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Fam Sticktiles 3D Adesivi per piastrelle autoadesivo 

 

Tra le proposte imperdibili fa bella figura questa che crea un pregevole effetto mosaico in marmo. Si fa apprezzare per la verosimiglianza con le reali mattonelle di questo tipo, ma è proposto a un costo più basso e sono inoltre più facili da posizionare a muro.

Crea l’illusione ottica di elementi tridimensionali che escono dal piano, un risultato che fa scena e che rimette a nuovo in pochi passaggi una stanza un po’ spenta. Infatti ha un bordo in gel che crea l’effetto sporgente e tridimensionale. Un po’ appiccicoso all’inizio, potrebbe risultare impegnativo da tenere in ordine e pulire con regolarità.

I pezzi si combinano con facilità tra loro perché l’incastro è ben disegnato. Quindi si possono creare composizioni speciali affiancando le diverse mattonelle o ritagliandole della dimensione desiderata.

Si possono mettere in bagno e va bene anche usarle per decorare la zona in prossimità del piatto doccia. L’unica accortezza da seguire è che la superficie su cui applicare le piastrelle sia ben pulita e asciutta, così l’adesione sarà perfetta. Quindi non temono l’esposizione all’umidità o direttamente all’acqua della doccia.

 

Pro

Effetto 3D: Per ottenere lo speciale effetto tridimensionale, le piastrelle sono disegnate con bordi in gel che creano un’efficace suggestione, grazie anche alla speciale lucidità.

Incastro perfetto: Le piastrelle formano un disegno caratteristico la cui bellezza sta tutto nel pattern che imita il mosaico di listelli di marmo, molto realistico.

Sopportano l’umidità: Per aderire bene, la superficie deve essere ben pulita e asciutta. Poi non sarà un problema esporre le piastrelle al getto d’acqua della doccia.

 

Contro

Poche: Ogni confezione contiene solo cinque piastrelle delle dimensioni di un quadrato di circa 25×25 cm.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una piastrella adesiva per bagno

 

Rimodernare una vecchia casa non è mai una passeggiata. Si deve venire a patti con le proprie capacità economiche, la possibilità di sopportare il disagio di lavori molto invadenti, e la qualità dei materiali già presenti. Spesso capita che le piastrelle già presenti in bagno siano di buona fattura e destinate a durare negli anni senza scalfirsi. 

Peccato che questi elementi siano tra i primi a subire l’effetto del passare del tempo. Diventano spesso sgradevoli alla vista e anonimi. Specie quelle usate nelle abitazioni del boom edilizio tra gli anni ‘60 e ‘70 sono caratterizzate da un aspetto dozzinale e spesso cupo.

Oggi la tecnologia mette a disposizioni grandi avanzamenti, sia sul piano dei materiali disponibili anche per il grande pubblico, che per la qualità di stampa e la risoluzione perfetta delle immagini. Per questo, più che in passato, rimodernare un vecchio bagno è più facile di quanto si pensi. Si tratta solo di trovare la giusta piastrella adesiva da abbinare al contesto e a tutta la casa in generale.

 

Cosa sono le piastrelle adesive

In definitiva sono adesivi un po’ più performanti che in passato e in grado di aderire bene alla superficie liscia senza lasciare spazio all’aria che possa formare bolle o senza danneggiarsi in maniera significativa come succede ai supporti più economici.

Lontani, ma non tantissimo, dal classico rullo che si usa per foderare i cassetti dei mobili, questi sticker hanno il vantaggio di poter essere applicati sulle mattonelle e qui confondersi perfettamente con il resto dell’ambiente. I modelli più belli sono quelli in grado di simulare alla perfezione le mattonelle vere, quelle in ceramica.

Si tratta invece di un semplice foglio sottile in PVC capace di aderire perfettamente alle superfici lisce.

 

Cos’è il PVC

Il policloruro di vinile, meglio noto con la sua sigla PVC è un materiale noto da tempo. È derivato da materie prime naturali ed è particolarmente apprezzato per la sua grande versatilità che lo rende un elemento prezioso tanto per le applicazioni industriali che per l’uso da parte dei diretti consumatori.

È estremamente versatile e si adatta a essere usato per infiniti scopi, dalla realizzazione di oggetti duri, fino a quelli più flessibili. Come il film per esempio, che si caratterizza per la particolare resistenza e longevità e che qui vediamo declinato nella sua forma di pellicola adesiva.

Piastrelle per pareti o pavimento

Non basta che siano realizzate in PVC, la resistenza del materiale usato per fare le piastrelle adesive cambia in base al tipo di contesto in cui si desidera usarle. Infatti, il suo pregio è quello di poter essere più o meno robusto e indistruttibile al variare di pochi fattori.

Se si ha intenzione di rifare il pavimento a una vecchia stanza un po’ smorta, bisognerà assicurarsi di scegliere piastrelle autoadesive in grado di sopportare il calpestio continuo. Anche la leggera rugosità rappresenta un elemento tipico degli sticker da applicare in terra. Infatti così si limita il rischio di scivolare per via di un gesto maldestro.

Per le pareti il discorso si semplifica e basta andare a caccia della decorazione più adatta al proprio gusto personale e ai colori predominanti nella stanza. Quello a cui fare attenzione quando si sceglie una piastrella adesiva adatta al bagno è la sua resistenza all’umidità. 

Non tutte le colle usate sono in grado di assicurare la giusta aderenza anche quando sono costantemente esposte al vapore di questa stanza. Di contro, alcuni modelli sono persino in grado di reggere bene l’azione continua dell’acqua e quindi possono essere fissati nella parete di fronte il lavello o persino nel vano della doccia.

 

 

 

Domande frequenti

 

Dove comprare le piastrelle adesive per bagno?

Ci sono numerosi negozi d’arredo che propongono queste semplici ma decisive soluzioni per migliorare la qualità del proprio bagno. Per essere certi di scegliere bene bisogna sempre cercare di verificare origini e qualità dei materiali adoperati per realizzare le diverse composizioni.

 

Come si levano le piastrelle adesive?

Se sono ben fatte, la rimozione è semplice. Basta sollevare un angolo della piastrella per rimuoverla dal suo alloggiamento. Quelle di buona qualità non lasciano particelle di colla sulla superficie. Si può usare il phon per sciogliere e ammorbidire leggermente la colla prima di levare la piastrella. In questo modo risulta ancora più semplice staccare il film di PVC senza rischiare che possa rompersi. 

Del resto, la possibilità di rimuovere e applicare altrove le piastrelle è indice di buona qualità dei materiali usati. Quelli troppo leggeri, e quindi facili all’usura, si rompono con facilità e quindi non è possibile riutilizzarli, lavarli e soprattutto sono più soggetti a usura già con deboli urti.

 

Come attaccare le piastrelle adesive in bagno?

La prima regola da seguire per realizzare delle belle composizioni è fare in modo che la superficie sia ben liscia e pulita. Usare un supporto preesistente come delle vecchie piastrelle di ceramica può essere un’ottima soluzione, infatti qui la superficie è spesso smaltata e quindi priva di porosità o irregolarità. L’assenza di polvere o altra sporcizia, anche di un piccolo granello o un capello, è essenziale per assicurarsi che non si formino bolle d’aria al di sotto della piastrella che col tempo ne minerebbero la perfetta aderenza.

 

Cosa usare per il legno?

Il legno è una superficie tendenzialmente porosa e per questo tende a trattenere l’aria sulla sua superficie anche quando viene ricoperta interamente con un adesivo. Qui è più difficile far aderire bene questo tipo di decorazioni. Si possono fare alcune prove per ottenere dei buoni risultati e rinnovare vecchi mobili ormai fuori moda. Se il legno è un truciolato laminato non è necessario fare altro se non pulire con cura la superficie. Se invece, il legno è al naturale si potrà smaltare per levigarlo al meglio, oppure usare delle colle più potenti come quelle per incollare la carta da parati.

 

Cosa sono gli azulejos?

Si tratta di piastrelle tipiche dei paesi del Mediterraneo, in particolare del Portogallo e della Spagna, hanno una decorazione tipica che è presente anche nelle nostre vecchie case e in parte si ispirano alla tradizione decorativa islamica trasformandola radicalmente. Sono così belle che oggi sono di gran moda.

 

 

 

Come utilizzare le piastrelle adesive per bagno

 

L’utilizzo delle piastrelle adesive è prettamente decorativo. Serve a dare una rinfrescata all’aspetto un po’ spento di vecchi elementi già presenti. Oppure può essere utile fissarle al muro per evitare che mattonelle un po’ scollate cadano, magari in seguito a una scossa di terremoto o perché la gravità le attira al suolo. 

Se lo scollamento dal muro non è eccessivo e non si ha ragione di rimuovere tutte le mattonelle vecchie ancora ben aderenti, un film in PVC rappresenta anche un elemento di sicurezza non trascurabile per la casa.

Come si posano le piastrelle adesive

Un tempo questo lavoro richiedeva una particolare destrezza e capacità di lavorare prestando attenzione ai minimi dettagli. Oggi la faccenda è semplificata, per quanto aiuti l’uso di precauzioni e di strumenti per misurare il corretto angolo di applicazione. Quando, poi, gli elementi da fissare a muro sono di dimensioni ridotte, ben al di sotto del metro di lato, allora la faccenda diventa ancora più semplice.

Bisogna dotarsi di alcuni attrezzi per migliorare l’aderenza alla superficie d’appoggio, ma si tratta di cose che spesso si hanno già in casa. Un comune tergivetri con il bordo di gomma sarà perfetto per assicurare la migliore aderenza dell’adesivo alla superficie disperdendo l’aria durante la posa, che così non rimane intrappolata in antiestetiche bolle.

Anche il phon è di grande aiuto in questo caso, spesso è in grado di sciogliere la colla che si trova sulla faccia posteriore dello sticker quindi l’applicazione diventa più semplice e veloce.

 

Come si levano le piastrelle adesive

Delle buone piastrelle adesive sono facili da mettere e facili da togliere. In assenza di porosità e di colle che creano un impasto rigido, è semplice far aderire bene l’adesivo così come è facile scollarlo e rincollarlo dove serve senza perdere aderenza.

Il trucco del phon funziona anche al contrario, ma bisogna ricordare che il PVC potrebbe essere sensibile al calore e per questo potrebbe deformarsi se non certificato come ignifugo o resistente fino a una certa temperatura.

Quali piastrelle per l’interno doccia

L’interno doccia non è più quel luogo triste destinato a diventare opaco per colpa del deposito di calcare sulle pareti. Qui si possono applicare elementi decorativi così come in ogni altra parte della casa. Esistono soluzioni su misura, come le carte da parati pensate appositamente per reggere al meglio all’esposizione continua all’acqua.

Oppure si può virare verso una più economica soluzione in PVC purché certificata per andar bene per questo scopo. Lo spessore e la tipologia di PVC cambiano in base al tipo di uso cui il prodotto è destinato. Meglio non rischiare e verificare con attenzione le caratteristiche del modello scelto.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI