Gli 8 migliori filtri acqua per rubinetto del 2021

Ultimo aggiornamento: 25.09.21

 

Filtri acqua per rubinetto – Guida all’acquisto e Confronti

 

Se volete dire addio alla plastica e vivere in modo più sostenibile, è arrivato il momento di acquistare un dispositivo in grado di filtrare l’acqua del rubinetto di casa. Non solo è un sistema economico, che vi permetterà di risparmiare sull’acquisto di acqua in bottiglia, ma vi permetterà di fare qualcosa per preservare l’ambiente. Tra i prodotti che ci hanno maggiormente convinto troviamo Brita sistema filtrante On Tap, uno dei più apprezzati dai consumatori grazie al display LCD che indica la quantità d’acqua filtrata ancora a disposizione e Aquasan Aquacompact semplice da installare e con filtro multistadio che permette l’uso sia con acqua fredda sia con quella calda.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori filtri acqua per rubinetto – Classifica 2021

 

Siete indecisi su quale filtro acqua per rubinetto comprare? Non abbiate timore, grazie ai nostri consigli riuscirete a scegliere quello più adatto alle vostre esigenze. In basso potete trovare le nostre recensioni dettagliate dei migliori filtri acqua per rubinetto del 2021.

 

1. Brita sistema filtrante On Tap – 1 filtro HF incluso

 

Il filtro acqua rubinetto Brita risulta uno dei più venduti online, si tratta infatti di un sistema che si aggancia al rubinetto e dispone di un filtro HF sostituibile, in grado di ridurre del 99,9% i batteri presenti nell’acqua, rimuovere il cloro, pesticidi, erbicidi, metalli pesanti e microplastiche. Tutti questi elementi sono estremamente dannosi per l’essere umano e avere un dispositivo che possa garantire un’acqua pulita e bevibile senza doverla continuamente acquistare è un vantaggio da non sottovalutare.

L’apparecchio dispone di un display LCD che mostra in tempo reale i litri d’acqua filtrati a disposizione, fino a un massimo di 600 litri, saprete quindi in ogni momento quando è tempo di sostituire il filtro. Nella confezione sono inclusi cinque adattatori per rubinetti con aeratore rimuovibile, l’installazione è estremamente semplice e può essere eseguita da chiunque senza alcun tipo di attrezzo. Ciononostante alcuni utenti hanno riportato difficoltà nel trovare un adattatore per rubinetti Ikea, per esempio.

 

Pro

Elementi nocivi: L’acqua di rubinetto può indubbiamente essere bevuta ma in alcuni casi è ricca di impurità, si va dai semplici batteri a microplastiche. Il filtro Brita è in grado di eliminare tutti questi elementi.

Display: Grazie al comodo schermo LCD che riporta i litri filtrabili, saprete sempre quando è venuto il momento di sostituire il filtro HF interno.

Installazione: Semplice e veloce, non richiede attrezzi e vi basterà seguire le indicazioni presenti nella confezione per montare il filtro sul rubinetto di casa.

 

Contro

Adattatori: Se da un lato è vero che nella confezione sono inclusi ben cinque adattatori differenti, dall’altro alcuni utenti hanno comunque riscontrato difficoltà nel fissare il filtro, soprattutto su rubinetti Ikea.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Aquasan Aquacompact filtro rubinetto depuratore contro batteri e odori

 

A seguire abbiamo il filtro acqua rubinetto Aquasan, più economico del precedente ma comunque efficiente grazie al sistema antibatterico brevettato. Tutte le cartucce Multifilter Aquasan hanno un anello argentato all’interno, questo a contatto con i carboni attivi e un disco argentato esterno, elimina la maggior parte dei batteri che possono proliferare in acqua. Riesce a filtrare anche altri elementi dannosi come il cloro, la ruggine, calcare, alghe e sedimenti metallici, rimuovendo sia odori sia sapori poco gradevoli.

Nella confezione è presente un adattatore per rubinetto standard (22×1 e 24×1), tuttavia sottolineiamo che il dispositivo non è compatibile con rubinetti che hanno la doccetta spray o quelli che funzionano tramite sensore di movimento.

Secondo gli utenti, il prodotto ha un solo difetto principale, rappresentato dalla solidità della vita che stringe il filtro al rubinetto, quella fornita è infatti di plastica e dopo circa un anno di utilizzo inizia a cedere, lasciando fuoriuscire acqua: segno che è il momento di sostituire il dispositivo.

 

Pro

Prezzo: Il costo non è elevato, soprattutto se lo compariamo a quello di altri brand qui analizzati. Si rivela dunque un’ottima scelta per chi non ha un budget elevato.

Filtrazione: Nulla da eccepire in merito, il sistema di filtraggio è ottimo e rimuove batteri, metalli pesanti e qualsiasi altro residuo in acqua che potrebbe rivelarsi dannoso per la salute.

Acqua calda: A differenza di altri filtri, quello Aquasan funziona sia con acqua fredda sia con quella calda.

 

Contro

Durata: Uno dei componenti, ovvero la chiavetta deviatrice, tende a spaccarsi nel giro di un anno circa poiché è realizzata in plastica e subisce continuamente sollecitazioni da parte del getto dell’acqua.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Geyser Euro – filtro per acqua di rubinetto con Aragon

 

Il brand Geyser mette a disposizione un filtro depuratore acqua rubinetto per gli utenti che hanno bisogno di un dispositivo compatto e non troppo costoso. Il filtro si adatta a rubinetti con filettatura esterna pari a 22 mm oppure interna di 24 mm. In caso il diametro sia differente, è possibile comunque rivolgersi all’azienda in fase di acquisto per richiedere un adattatore specifico.

La durata complessiva del filtro, prima della sostituzione della cartuccia, è pari a 3.000 litri, per un uso continuativo pari a circa 4 mesi. Non dovrete comunque ricordare da soli il periodo di installazione o effettuare calcoli di consumo complessi, è infatti presente un comodo indicatore automatico che vi segnalerà la necessità di sostituire la cartuccia.

Il meccanismo di funzionamento prevede il passaggio dell’acqua nella cartuccia che contiene Aragon, che purifica il liquido trattenendo le particelle di cloro, metalli pesanti, ferro, composti organici e pesticidi nonché microplastiche. Questa filtrazione restituisce acqua meno torbida, priva di odori e sapori sgradevoli.

 

Pro

Cartuccia: Ha una lunga durata, pari a circa 4 mesi. L’indicatore automatico vi dirà quando è arrivato il momento di cambiarla, ovvero dopo la filtrazione di almeno 3.000 litri d’acqua.

Addolcimento: La modifica dei sali di calcio in aragonite permette di assumere calcio senza andare incontro al problema dato dal calcare, che rende l’acqua più dura.

Compatto: Gli utenti lamentano sempre le dimensioni dei filtri per il rubinetto, il prodotto di Geyser si rivela invece poco ingombrante.

 

Contro

Erogazione: Il getto d’acqua esce in modo particolarmente forte, rischiando di bagnare ovunque se non si presta un po’ di attenzione. Evitate dunque di aprire troppo il rubinetto quando utilizzate questo filtro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Grohe Blue Pure Mono rubinetto con filtro acqua incluso

 

Se effettuiamo una rapida comparazione tra le offerte qui analizzate, possiamo subito notare che quella di Grohe è l’unica che propone un rubinetto con annesso filtro per l’acqua. Tale opzione è estremamente interessante perché elimina completamente la necessità di verificare l’eventuale compatibilità del filtro con il proprio rubinetto.

Grohe Blue Pure è un sistema che trasforma l’acqua di casa, eliminando tutte le sostanze nocive o che possono alterarne il gusto. Il filtro in dotazione può purificare fino a 600 litri d’acqua e, terminato il suo ciclo vitale, può essere sostituito senza troppi problemi. Nella confezione troverete anche un timer che può essere impostato su 90, 180, 270 o 360 giorni, che vi ricorderà quando è il momento di sostituire il filtro a carboni attivi. Gli utenti avrebbero preferito un contalitri, che permettesse di avere un indicatore realistico dell’efficacia del filtro, il timer deve essere infatti tarato personalmente in base al personale consumo d’acqua annuale.

 

Pro

Rubinetto: Il prodotto Grohe non include solo un filtro a carboni attivi per migliorare la qualità dell’acqua di casa, ma anche un rubinetto compatibile da installare in cucina.

Impurità: Grazie ai carboni attivi il filtro elimina tutte le impurità e le sostanze nocive, secondo i pareri espressi dagli utenti che l’hanno provato, la differenza nel gusto si sente immediatamente.

 

Contro

Contalitri: Gli utenti avrebbero preferito che al posto del timer fosse inserito un contalitri, molto più efficace nella gestione del filtro e che restituisce la vera durata residua del filtro.

Prezzo: Dal momento che nella confezione è incluso un rubinetto di qualità, il costo potrebbe essere più alto rispetto ad altre offerte qui recensite.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Tapp Water Tapp 1 – filtro acqua per cucina

 

Il nuovo sistema di filtrazione che sfrutta il carbone attivo granulare è ormai utilizzato da una moltitudine di produttori, tra cui anche Tapp Water. Il filtro Tapp 1 si aggancia al rubinetto della cucina (attenzione però alla compatibilità poiché non può essere usato sui prodotti con sensore, bocchetta ovale, doccetta o alcuni modelli venduti dal colosso Ikea) e devia il flusso dell’acqua per farlo passare nel circuito di filtrazione prima di farla uscire depurata e priva di cloro, cattivi odori, sedimenti, nitrati, pesticidi e altre sostanze dalla grandezza superiore a 10 micron.

Non è il miglior filtro acqua per rubinetto se consideriamo scelte di design poiché può rivelarsi un po’ ingombrante, tuttavia gli utenti ne sono comunque soddisfatti e può rivelarsi una buona scelta se volete eliminare principalmente i cattivi odori nell’acqua di casa. La qualità costruttiva globale lascia un po’ a desiderare, troppi elementi sono in plastica che, data la pressione dell’acqua, rischiano di rompersi facilmente dopo pochi mesi.

 

Pro

Dotazione: Nella confezione troverete il filtro con filettatura F22, una cartuccia della durata di tre mesi e due adattatori aggiuntivi per filettature M20 e M24, al fine di renderlo compatibile con quanti più rubinetti possibile.

Acqua pura: Il sistema di filtraggio contiene carbone attivo derivato da noci di cocco organiche, che rimuovono le impurità e particelle grandi più di 10 micron, senza però eliminare i minerali essenziali dall’acqua.

Installazione: Non richiede attrezzi aggiuntivi e potrete montare il filtro anche da soli, senza l’aiuto di un tecnico specializzato.

 

Contro

Costruzione: Il prodotto è realizzato con plastiche non particolarmente eccelse e alcuni acquirenti hanno riportato problemi in seguito a utilizzi intensivi della durata di qualche mese, con rottura del sistema che indirizza l’acqua nel filtro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Spardar Purificatore acqua per rubinetto da cucina

 

Il filtro purificatore proposto da Spardar sfrutta una tecnologia in cinque fasi in fibra di carbonio attiva o ACF. La sua efficacia è riscontrabile soprattutto contro i residui di cloro, contaminanti di varia natura e nell’inibizione della crescita batterica. L’installazione è molto semplice e può essere eseguita anche da soli senza particolari conoscenze in ambito idraulico, tutto ciò che dovrete fare è seguire i pochi passaggi illustrati per iniziare subito a utilizzare il vostro nuovo filtro.

Come sempre, è importante verificare la compatibilità con il proprio rubinetto prima di acquistare il prodotto, assicuratevi quindi che non abbia dimensioni al di fuori dello standard e che non si tratti di rubinetti estraibili o con doccetta.

Secondo i pareri espressi dai consumatori, il prodotto ha una buona resa ma soffre di problemi comuni ai filtri purificatori a basso costo, ovvero la qualità delle plastiche utilizzate per la costruzione, che tendono a cedere nel giro di un anno lasciando fuoriuscire acqua lateralmente.

 

Pro

Prezzi bassi: Se non avete esigenze particolari e cambiate spesso filtro purificatore per il rubinetto di casa, allora il costo contenuto del prodotto Spardard potrebbe rivelarsi interessante.

Velocità: Il filtraggio a cinque fasi è in realtà molto veloce, cosa che permette a questo dispositivo di distinguersi dalla concorrenza, velocizzando il processo di riempimento di bottiglie, pentole o il semplice lavaggio di ortaggi e frutta.

Pulizia: Il filtro può essere pulito con della semplice carta vetrata quando inizia a sporcarsi, tuttavia dovrete comunque ricordarvi di sostituirlo dopo circa 3 mesi di utilizzo.

 

Contro

Materiali: Non sono tra i più pregiati e questo comporta, spesso, una rottura del sistema nel giro di un anno. Il vantaggio però, rispetto ad altri prodotti, è nel prezzo contenuto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Fry-Cs Sistema filtro acqua certificato SGS, RohS, NSF

 

Il filtro di Fry-Cs prevede un sistema di filtraggio certificato, dotato di membrana Mitsubishi UF per la rimozione di batteri, cloro, particelle di metalli o altri sedimenti. Installando il prodotto direttamente sotto il rubinetto, l’acqua attraversa la membrana e viene depurata per poter essere bevuta senza odori o sapori sgradevoli. Bisogna ricordare, però, che come molti altri dispositivi non è compatibile con alcune tipologie di rubinetti, come quelli con foro rettangolare o ellittico, quelli con sensore o quelli con l’erogatore a doccetta.

Una delle caratteristiche che lo distinguono dalla concorrenza è la possibilità di utilizzare diverse modalità di flusso: Pure restituisce acqua ideale da bere e per cucinare, Save fa fuoriuscire l’acqua con flusso a doccetta, per lavare per esempio le stoviglie senza consumarne troppa, infine la modalità Tap fa uscire l’acqua non filtrata. Per scoprire dove acquistare il depuratore Fry-Cs non dovete far altro che cliccare sul link che trovate in basso.

 

Pro

Erogazione: Il filtro consente l’uso di tre diverse tipologie di flusso, la modalità Pure, quella Save e infine Tap, che blocca il sistema di filtrazione e fa uscire l’acqua così com’è dal rubinetto.

Contalitri: Sul display digitale vengono visualizzati i litri a disposizione prima di dover sostituire la cartuccia.

Adattatori: Nella confezione sono inclusi quelli per agganciare il filtro a diversi rubinetti, tuttavia ne esistono alcuni con cui è incompatibile, per esempio quelli a sensore.

 

Contro

Batteria: Bisogna assicurarsi che vi sia la batteria in grado di far funzionare il contalitri, potreste doverla sostituire o aggiungere voi stessi qualora il display non funzioni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Kanuo sistema di filtrazione dell’acqua di rubinetto domestica

 

Il sistema di filtrazione di Kanuo si rivela il più economico tra quelli venduti online, un’opportunità perfetta per tutti gli utenti che vogliono provare a bere l’acqua del rubinetto ma, considerati i costi dei filtri per l’acqua, non hanno mai preso in considerazione l’acquisto di un dispositivo. La cartuccia dell’apparecchio è in ceramica diatomacea che rimuove il cloro, metalli pesanti e altre particelle che potrebbero essere dannose per l’organismo umano lasciando però intatte quelle che invece sono positive come per esempio potassio, sodio e altri minerali essenziali.

La cartuccia inclusa nella confezione ha una durata variabile che va da un minimo di tre a un massimo di sei mesi, dopodiché deve essere sostituita. Qualora vi siano troppe impurità il filtro può essere temporaneamente pulito con della carta vetrata. Può essere installato su rubinetti con filettatura esterna da 22 mm, quelli con filettatura interna da 24 mm o tra 13 e 23 mm senza filettatura.

 

Pro

Economico: Il prezzo è uno degli elementi più importanti per alcuni consumatori, ecco perché un prodotto a basso costo come quello di Kanuo può rivelarsi una piacevola sorpresa per chi ha un budget limitato.

Adattatori: Come spesso accade, nella confezione trovate gli strumenti per rendere compatibile il filtro con una vasta gamma di rubinetti.

 

Contro

Erogazione: L’uscita dell’acqua è molto lenta e alcuni utenti lamentano tempi troppo lunghi per riempire anche un semplice bicchiere.

Sapore: Il sapore dell’acqua non è chiaramente percepibile come diverso, facendo nascere dei dubbi sull’effettiva capacità filtrante del prodotto che potrebbe non essere all’altezza di dispositivi più costosi e affidabili.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un filtro acqua per rubinetto

 

Tutti beviamo acqua per poter sopravvivere, è una caratteristica degli esseri viventi e nessuno può farne a meno. Nonostante abbiamo spesso fonti d’acqua ottime da bere, che arrivano direttamente a casa nostra e fuoriescono dal rubinetto della cucina, continuiamo ad acquistare acqua in bottiglie di plastica che contribuiscono ad aumentare il problema dell’inquinamento, ma perché lo facciamo? Perché non beviamo direttamente l’acqua dal rubinetto? 

Ci sono vari motivi per cui il consumo di acqua casalinga è spesso sconsigliato, innanzitutto per la massiccia presenza di calcare. I sali di calcio, ovvero il calcare, possono in alcuni casi essere positivi, tuttavia una presenza eccessiva rende l’acqua molto “dura” e le conferisce un sapore tutt’altro che piacevole, ma non sono gli unici colpevoli a rendere l’acqua di rubinetto poco bevibile, nelle tubature potrebbero infatti trovarsi anche microplastiche, metalli pesanti, microparticelle che necessitano di una filtrazione per evitare che vengano ingerite dall’organismo.

In Italia esistono luoghi in cui l’acqua di rubinetto può essere bevuta e altri in cui anche con un adeguato sistema di filtrazione è assolutamente vietato consumarla, prima di capire come scegliere un buon filtro acqua per rubinetto assicuratevi dunque che l’acqua della vostra zona sia innanzitutto bevibile, solo successivamente prendete in considerazione l’acquisto del depuratore.

Tipologie

Sul mercato esistono diversi apparecchi filtranti, ognuno con delle caratteristiche più o meno differenti. Quelli più famosi sono senz’altro i filtri a carboni attivi, presenti nella cartuccia in granuli o in polvere. L’acqua passa attraverso questi ultimi e il carbone assorbe le particelle che conferiscono all’acqua odori sgradevoli, fuoriuscendo depurata e pronta da bere. Sono quelli più economici e facili da trovare, ma ve ne sono anche di ulteriori come quelli basati su resine a scambio ionico, che riducono la presenza di calcare, oppure i filtri aeratori. Il nostro consiglio, qualora vogliate risparmiare, è di puntare su quelli a carboni attivi, che svolgono un ottimo lavoro e non vi costeranno centinaia di euro.

 

Compatibilità e adattatori

Scegliere il filtro non è solo questione di filtrazione, ma necessita anche di un’attenta riflessione sulla possibilità di installazione sui rubinetti che possedete in casa. La maggior parte di quelli venduti online presentano un kit che include adattatori di diverso tipo per far fronte a filettature più o meno grandi, tuttavia i prodotti condividono un grande limite: l’incompatibilità con alcuni rubinetti specifici, come per esempio quelli con erogatore a doccetta, quelli a sensore e alcuni prodotti del brand Ikea. Per avere maggiori informazioni sul livello di compatibilità vi invitiamo a leggere attentamente le nostre recensioni dove troverete dettagli in merito.

Erogazione

Non tutti i filtri erogano acqua allo stesso modo né con la stessa velocità. Se utilizzate il depuratore per bere un bicchiere d’acqua ogni tanto dal rubinetto ma non avete altre esigenze che richiedano litri d’acqua, allora potreste scegliere anche un prodotto non eccessivamente veloce ma che svolga bene il proprio compito. Chi invece deve cucinare, lavare verdure, frutta o riempire secchi d’acqua, potrebbe preferire qualcosa che consenta la scelta del flusso. Nella nostra lista dei prodotti consigliati troverete varie opzioni, filtri che non consentono scelta se non tra acqua filtrata e non filtrata oppure depuratori che garantiscono vari getti d’acqua, da quelli più leggeri a quelli più forti e veloci.

 

 

 

Come installare un filtro acqua per rubinetto

 

L’operazione può essere eseguita da qualsiasi utente, senza il bisogno di tecnici specializzati. Spesso nella confezione troverete le istruzioni che vi guideranno passo passo, tuttavia se queste non dovessero essere presenti, potete seguire la nostra guida generica che vi aiuterà nel procedimento.

Se sono presenti degli adesivi protettivi o che impediscono il funzionamento del filtro, questi vanno rimossi prima di effettuare qualsiasi installazione. A questo punto prendete il filtro e assicuratevi che la cartuccia, sia essa ai carboni attivi o di diversa tipologia, sia ben inserita all’interno dell’alloggiamento del filtro.

Misurate quindi il diametro dell’erogatore del rubinetto, se è senza filettatura prendete l’adattatore per quella tipologia dalla confezione e fissatene un’estremità al depuratore e poi l’altra al rubinetto, avvitando bene finché il dispositivo è ben fisso. Se il rubinetto presenta invece una filettatura, potrete nella maggior parte dei casi avvitare il filtro direttamente a esso, senza la necessità di alcun tipo di adattatore.

Quando avrete portato a termine l’operazione, tutto ciò che vi resta da fare è verificare che l’acqua venga effettivamente filtrata. Aprite dunque il rubinetto e identificate sul filtro il pulsante o la leva che attiva il ridirezionamento dell’acqua all’interno della cartuccia filtrante. L’acqua che uscirà sarà più gradevole da bere e priva di cattivi odori.

Sostituzione della cartuccia

Non pensate che una volta installato il prodotto sarete a posto per il resto dei vostri giorni, in realtà la durata di una cartuccia filtrante va da un minimo di tre mesi a un anno, ma molto dipende anche dal volume d’acqua che effettivamente filtrerete in questo periodo. Alcuni modelli presentano un comodo display LCD che vi indicherà i litri d’acqua restanti prima di procedere a una sostituzione della cartuccia o dell’intero filtro, altri invece non vi comunicheranno tali informazioni e sarete voi a dover ricordare la necessità di cambiare la cartuccia.

Continuare a utilizzare un filtro che non funziona più non provoca danni di alcun tipo all’organismo, tuttavia dall’acqua che berrete non verranno rimossi efficacemente metalli pesanti, micro particelle di plastica e così via. La sostituzione non presenta una metodologia universale poiché molto dipende dal modello acquistato, potreste dover sostituire completamente l’intero filtro o solo la cartuccia interna, pertanto consigliamo di prendere in considerazione anche questo dettaglio prima di procedere all’acquisto. Trovate maggiori informazioni in merito nelle nostre recensioni più in alto.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come depurare l’acqua del rubinetto in casa?

Esistono vari metodi per purificare l’acqua di casa affinché questa sia bevibile, il primo è naturalmente acquistare un filtro da agganciare direttamente al rubinetto, come uno di quelli proposti e recensiti nel nostro articolo. Si tratta del metodo più veloce e che a fronte di una piccola spesa può farvi risparmiare tempo prezioso. Se non volete investire nemmeno quelle poche decine d’euro al mese richieste, allora dovreste bollire la quantità d’acqua che avete intenzione di utilizzare, attenzione però poiché questo metodo ucciderà tutti i microrganismi ma non eliminerà metalli pesanti o microplastiche eventualmente presenti nell’acqua.

Quanto dura un filtro per l’acqua?

Si tratta di una una delle domande più comuni. Il filtro non ha una durata infinita e necessita dunque di manutenzione, bisognerà quindi sostituirlo a cadenza regolare. Non c’è una durata valida per tutti i depuratori presenti sul mercato, bisogna quindi analizzare di volta in volta la capacità filtrante del dispositivo acquistato. Ce ne sono alcuni in grado di durare per 600 litri, altri per migliaia mentre alcuni per poche decine. Ciò che conta è quindi controllare sempre la scheda del prodotto o leggere attentamente le nostre recensioni per scoprire la durata del filtro. In linea di massima, però, un filtro che garantisce un migliaio di litri d’acqua, deve essere sostituito ogni 12 mesi.

 

Si può filtrare l’acqua calda?

Attenzione perché non tutti i filtri acqua per rubinetto sono effettivamente in grado di filtrare l’acqua calda. Alcuni riportano tra le caratteristiche proprio questa capacità, pertanto se avete intenzione di utilizzare anche l’acqua calda del rubinetto, opportunamente filtrata, dovrete scegliere un prodotto che vi permetta di farlo.

 

Le caraffe filtranti funzionano?

Chi non vuole installare un filtro apposito, solitamente utilizza le caraffe filtranti, contenitori nei quali bisogna inserire l’acqua di rubinetto e che, grazie a un apposito filtro purificano l’acqua per renderla bevibile senza rischi. Ma sono davvero efficaci? In realtà questi prodotti sono sì utili ma solo ed esclusivamente se ci si ricorda di cambiare la cartuccia filtrante ogni volta che se ne presenta la necessità. Gli utenti spesso dimenticano questo particolare, rendendo il prodotto inutile, se optate dunque per una caraffa assicuratevi di avere in casa una quantità di cartucce adeguata per eventuali sostituzioni.

 

Il calcare è nocivo?

Ciò che molte persone non sanno è che il calcare si forma solo quando l’acqua viene riscaldata, il carbonato di calcio presente nel liquido, esposto al calore, precipita e si formano così i sali di calcio. Il problema dunque bisogna porselo se si utilizza l’acqua per la lavastoviglie, la lavatrice o per cucinare, ma è irrilevante quando la si beve così com’è, se si esclude il forte sapore che potrebbe dare fastidio ad alcuni. Addolcire l’acqua significa anche privarla di importanti elementi come calcio e magnesio, non bisogna quindi esagerare con la filtrazione.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI