I 10 Migliori Piatti Doccia Del 2021

Ultimo aggiornamento: 18.06.21

 

Piatti Doccia – Guida all’acquisto e confronti 

 

L’ampia gamma di modelli, forme e materiali rende spesso difficile scegliere il miglior piatto doccia per il proprio bagno. Per prima cosa, bisogna valutare lo spazio disponibile nella stanza designata, compreso quello antistante la struttura. In merito al design, si può preferire un modello quadrato, rettangolare, ad angolo o semicircolare. Per non parlare, poi, dei materiali: dalla classica ceramica alla robusta resina, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Se più che un “imbarazzo” per voi diventa una vera e propria impresa, non disperate: potete sempre considerare una delle nostre proposte in classifica, scelte in base al gradimento degli utenti. Se preferite un modello capace di esaltare l’estetica del vostro bagno, allora il piatto doccia a filo pavimento di Kiamami Valentina potrebbe fare al caso vostro; se invece cercate il risparmio, oltre che la qualità, non esitate a rivolgervi all’azienda italiana Lanieri, che con il suo piatto doccia in vetroresina SMC ha conquistato il maggior numero di feedback positivi sullo store online.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 10 Migliori Piatti Doccia – Classifica 2021

 

Indecisi su quale piatto doccia comprare? Tranquilli, grazie alla nostra classifica, che confronta prezzi e caratteristiche dei migliori modelli disponibili sul mercato, prendere la giusta decisione sarà facile come bere un bicchier d’acqua.

 

Piatto doccia filo pavimento

 

1. Kiamami Valentina Piatto Doccia a Filo Pavimento

 

Iniziamo la nostra panoramica dei migliori piatti doccia del 2021 con un modello dalle linee classiche e sobrie che saprà donare un tocco di stile all’arredamento del bagno. Con il suo design raffinato, arricchito da un’accattivante finitura lucida, il piatto doccia filo pavimento di Kiamami Valentina farà sicuramente una gran bella figura in qualsiasi contesto si decida di installarlo, assicurando al contempo ottime prestazioni e una piacevole esperienza d’uso.

La realizzazione in marmo e resina ultra flat gli concede un’elevata resistenza agli sbalzi di temperatura e all’azione corrosiva degli agenti chimici contenuti nei detergenti per la pulizia, e questo impedisce che, col tempo, si formino in superficie macchie e sgradevoli patine giallastre che sanno decisamente di vecchio.

Inoltre, il suo spessore di appena 3 centimetri ne permette l’installazione in posa tradizionale oppure a filo, in modo da abolire quell’antiestetico dislivello che si viene a creare tra il piatto doccia e il pavimento.

 

Pro

Design: Un piatto doccia realizzato in marmo e resina ultra flat che si distingue per il suo design essenziale e ricercato, che ne permette l’inserimento in qualsiasi contesto senza sfigurare.

Installazione: Chi è attento all’estetica e non sa, pertanto, quale piatto doccia comprare, troverà interessante il modello di Kiamami Valentina, che può essere installato sia a filo pavimento sia con il sistema tradizionale, adattandosi a ogni esigenza di spazio e di stile.

Resistente: Estremamente compatto e robusto, è dotato di rinforzi alla base che riducono al minimo le flessioni al calpestio.

 

Contro

Scivoloso: Per rendere la superficie del piatto meno sdrucciolevole è consigliabile utilizzare dei tappetini antiscivolo, così da non correre il rischio di cadere durante la doccia.

Acquista su Amazon.it (€218.99)

 

 

 

Piatto doccia in resina

 

2. Laneri Piatto Doccia in Vetroresina SMC

 

Il miglior piatto doccia per le proprie esigenze deve rispondere a specifici requisiti estetici e funzionali, entrambi riconducibili ai materiali impiegati per la sua realizzazione. Tra i più venduti c’è sicuramente la vetroresina, un polimero robusto, durevole e che permette un’ampia personalizzazione per adattarsi allo stile di qualsiasi arredo bagno. 

Tutte queste caratteristiche le ritroviamo nel piatto doccia in resina di Laneri, disponibile in ben diciotto misure e quattro diverse colorazioni (antracite, bianco, grigio e tortora) per venire incontro a ogni esigenza estetica e di spazio.

La struttura a nido d’ape e la superficie effetto pietra donano al complemento un aspetto molto gradevole, oltre a conferirgli una naturale qualità antimacchia e antiscivolo, che ne rende l’utilizzo più sicuro e confortevole.

Inoltre, a differenza dei tradizionali modelli in ceramica, evita quella fastidiosa sensazione di freddo all’ingresso in doccia, poiché capace di mantenere il tepore senza raffreddarsi, restituendo una piacevole sensazione al tatto.

Unico neo è il costo che, in comparazione ad altri articoli venduti online, è decisamente più elevato; una differenza plausibile, in effetti, vista la qualità costruttiva e la fattura pregevole del prodotto.

 

Pro

Materiali: Interamente costruito in vetroresina di alta qualità, il piatto doccia di Laneri risulta resistente agli sbalzi termici e all’usura, garantendo un utilizzo duraturo.

Antiscivolo: L’effetto pietra della superficie, oltre a offrire un buon impatto estetico, si fa apprezzare per la sua natura antiscivolo che rende ancora più sicuro l’uso della doccia.

Ampia scelta: L’azienda mette a disposizione diversi colori e misure tra cui scegliere, così da soddisfare le esigenze di un’ampia fetta di utenti.

 

Contro

Ristagni: La pendenza del piatto lascia un po’ a desiderare, per cui si potrebbero formare dei fastidiosi ristagni d’acqua difficili da rimuovere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Piatto doccia 70×90

 

3. Idralite Piatto Doccia Slim 70×90 Mod. Flower

 

Il Flower di Idralite è un piatto doccia 70×90 che si fa apprezzare per due caratteristiche in particolare: il costo concorrenziale, che lo rende accessibile per tutte le tasche, e il design moderno e lineare che ne consente la collocazione sia in un bagno secondario sia in quello principale, senza timore che stoni con il resto dell’arredamento.

Pur essendo il prodotto più economico della nostra lista, l’azienda non ha lesinato sulla qualità costruttiva, e i pareri espressi online dagli utenti lo confermano. Per la sua realizzazione sono stati scelti l’acrilico e l’ABS rinforzato per garantire solidità e durevolezza nel tempo, mentre lo spessore di soli 4 centimetri offre la possibilità di installarlo a filo pavimento o con il sistema tradizionale.

Se si esclude la superficie liscia, che impone l’uso di adeguati accessori antiscivolo per non rischiare di farsi male, l’unico difetto del prodotto è che nel prezzo non è inclusa la piletta di scarico, per cui sarà necessario acquistarla a parte prima di procedere con l’installazione.

 

Pro

Dimensioni: Il Flower di Idralite presenta dimensioni contenute, pari a 70×90 cm, che lo rendono ideale per quanti non dispongono di un bagno particolarmente ampio; chi, invece, non ha problemi di spazio potrà optare per una delle tante altre misure disponibili.

Rapporto qualità/prezzo: Vanta una qualità costruttiva di ottimo livello, grazie alla realizzazione in acrilico e ABS rinforzato, ma nonostante questo può essere acquistato a prezzi bassi.

Estetica: Se cercate un piatto doccia che, oltre a essere economico e resistente, sia anche bello esteticamente, il prodotto di Idralite potrebbe rivelarsi una scelta vincente.

 

Contro

Scivoloso: La superficie completamente liscia costringe a prestare maggiore attenzione per non rischiare di scivolare durante la doccia.

Piletta di scarico: Non è inclusa nella confezione, per cui andrà acquistata separatamente.

Acquista su Amazon.it (€80)

 

 

 

Piatto doccia 70×100

 

4. Ducha.Es Piatto Doccia in Marmoresina Effetto Ardesia

 

Chi ama i dettagli ed è alla ricerca di un piatto doccia 70×100 che strizzi l’occhio al design contemporaneo, sicuramente apprezzerà il modello di Ducha.Es. Costruito in marmoresina e rivestito in “GelCoat” sanitario antibatterico e antigraffio, risulta durevole e resistente anche a seguito di ripetuti utilizzi, perfetto quindi per chi punta alla qualità senza scendere a compromessi.

Proprio per questa ragione, il prezzo a cui viene venduto appare più alto rispetto alla media, ma se la cosa non vi spaventa possiamo garantirvi che sarà un acquisto di cui difficilmente vi pentirete.

Come già anticipato, le dimensioni del prodotto sono notevoli, caratteristica che lo rende adatto a chi possiede un bagno abbastanza spazioso, mentre la disponibilità di sette colori differenti gli permette di adattarsi a qualsiasi canone estetico.

Nella confezione è inclusa la piletta di scarico, per cui si potrà procedere con l’installazione – classica, a filo pavimento o a incasso – in modo spedito e senza dover passare prima dal ferramenta.

 

Pro

Design: Se vi state chiedendo dove acquistare un piatto doccia di design, potete affidarvi senza remore al prodotto di Ducha.Es, caratterizzato da un affascinante effetto pietra capace rendere unica l’atmosfera di qualsiasi bagno.

Durevole: Sarà anche un prodotto costoso, ma la spesa sostenuta verrà ripagata nel tempo con una maggiore resistenza ai graffi e all’usura.

Installazione: Il piatto misura 70 x 100 cm e ha uno spessore di soli 3 cm, per cui può essere installato a incasso, a filo pavimento oppure con il metodo classico.

 

Contro

Occhio alle misure: Si tratta di un prodotto di dimensioni generose e potrebbe, pertanto, non andare incontro alle esigenze di chi dispone di un bagno di pochi metri quadrati.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Piatto doccia 70×120

 

5. Giorgy Piatto Doccia Ribassato in Abs

 

La nostra quinta recensione si propone di mettere in evidenza pregi e difetti del piatto doccia 70×120 di Giorgy, pensato per chi non ha molte pretese in termini estetici e cerca un prodotto che sia quanto più pratico e funzionale possibile.

Come dicevamo, il design non è sicuramente il punto forte del modello, cosa che lo rende adatto per l’installazione in un bagno secondario, ma offre comunque il vantaggio di poter scegliere la forma (quadrata, rettangolare o semicircolare) e la misura corrispondenti alle proprie necessità.

È realizzato in solido ABS ottenuto su stampo in acrilico e rinforzato con barre verticali e orizzontali per impedire che ci siano delle fastidiose flessioni al calpestio. La superficie liscia presenta una finitura lucida che la rende molto simile alla ceramica smaltata, ma attenzione: se non volete incorrere in pericolosi incidenti domestici e bene posizionare un tappetino in silicone, o altro materiale antiscivolo, sul fondo per non rischiare di cadere mentre si utilizza la doccia.

 

Pro

Forme e misure: Sebbene non sia il massimo sotto il profilo estetico, il piatto doccia 70×120 di Giorgy è disponibile in diverse forme e dimensioni per adattarsi alle esigenze di tutti.

Economico: Nonostante la buona resa costruttiva, viene proposto a un prezzo molto vantaggioso che sicuramente farà la gioia di chi vuole risparmiare ma senza rinunciare alla qualità.

Rinforzi: Costruito in solido ABS e fibre di vetro, dispone di quattro barre di rinforzo alla base che ne aumentano la stabilità e la sicurezza.

Accessori: Nel prezzo, oltre a un dettagliato manuale di istruzioni, è inclusa anche una piletta di scarico dal diametro di 90 mm che assicura uno scarico continuo e regolare, evitando la formazione di fastidiosi ristagni.

 

Contro

Superficie: È bene disporre dei tappetini antiscivolo sulla superficie liscia del piatto, così da impedire ogni possibile incidente.

Acquista su Amazon.it (€86)

 

 

 

Piatto doccia 80×120

 

6. Pdm Piatto Doccia in Marmoresina Effetto Pietra

 

Tra le offerte più valide in circolazione si colloca anche quella di Pdm, che propone un piatto doccia 80×120 disponibile in sei diverse colorazioni e interamente realizzato in marmoresina.

Rispetto alla ceramica, questo materiale offre una maggiore resistenza agli sbalzi termici e agli agenti macchianti, mentre la superficie antiscivolo di classe C3 si propone di ridurre al minimo gli incidenti.

Nonostante le apparenze, dispone di una buona pendenza che garantisce un flusso di scarico continuo e abbondante, impedendo la formazione di fastidiosi ristagni d’acqua. Il prodotto offre, inoltre, un gradevole impatto estetico grazie all’affascinante effetto pietra della superficie, mentre l’installazione può essere realizzata in posa classica, a filo pavimento oppure a incasso in base alle esigenze. 

Ovviamente, per portarsi a casa un prodotto bello e di qualità come questo, bisognerà mettere mano al portafoglio, ma almeno c’è di buono che nella dotazione sono inclusi la piletta di scarico, una griglia in acciaio inox e tutti gli accessori necessari per l’installazione.

 

Pro

Materiali: Il costo alto a cui viene venduto il piatto doccia di Pdm deriva dall’impiego di materiali di prima scelta per la sua costruzione, cosa che lo rende durevole e resistente nel tempo.

Dettagli: Si può scegliere se installarlo a incasso, in posa classica oppure a filo pavimento, e grazie all’accattivante finitura “effetto pietra” saprà donare fascino e armonia all’arredo bagno.

Sicurezza: Certificato in classe C3, vanta una superficie antiscivolo e un rivestimento in “Gelcoat” sanitario antibatterico e antigraffio che offrono buone garanzie di sicurezza e funzionalità.

 

Contro

Prezzo: L’unico appunto che possiamo muovere al prodotto è il costo, che non lo rende accessibile per chiunque.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Piatto doccia 80×100

 

7. Marinelli Group Piatto Doccia Euclide Ultra Slim

 

Il piatto doccia 80×100 di Marinelli Group presenta molte caratteristiche interessanti che ne hanno decretato il grande successo nelle vendite, a cominciare dal suo design ben rifinito e curato nei dettagli fino alla praticità di utilizzo.

In realtà, i vantaggi legati al suo acquisto non si esauriscono qui, dal momento che il suo miglior pregio, secondo i pareri degli utenti che lo hanno acquistato, è l’ottimo rapporto qualità/prezzo; difficilmente, infatti, troverete sul mercato un prodotto simile a un costo così competitivo.

L’effetto pietra Euclide, disponibile in tre tonalità diverse, è realizzato in glasstone, un materiale di ultima generazione, derivante dall’unione di resine in poliestere e fibre di vetro, tra i più leggeri e resistenti attualmente in circolazione. La sua qualità più interessante è la predisposizione al taglio, per cui sarà possibile tagliare il piatto doccia su misura in base alle esigenze e al tipo di installazione.

La sua natura reversibile, inoltre, ne permette il posizionamento in qualsiasi area del bagno: adiacente alle pareti, al centro della stanza oppure a filo pavimento, in modo da rendere la zona doccia accessibile anche alle persone anziane o con problemi di deambulazione.

 

Pro

Bellezza: Solo a guardarlo salta subito all’occhio il design curato e accattivante del prodotto, che sicuramente farà una gran bella figura sia in un bagno moderno sia in un ambiente di impronta più classica.

Versatile: Una delle caratteristiche più apprezzate del modello è la sua natura reversibile, che ne permette l’installazione anche al centro della stanza qualora lo spazio disponibile consenta tale opzione.

Prezzo: Oltre all’estetica e alla funzionalità, il prodotto vanta un rapporto qualità/prezzo molto equilibrato, ponendosi come scelta ideale per chi vuole risparmiare ma senza scendere a compromessi sulla bontà della fattura.

 

Contro

Montaggio: Sebbene il prodotto offra un ampio margine di scelta in merito all’installazione, è proprio il montaggio il suo principale punto debole, poiché risulta abbastanza complesso e difficile da eseguire.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Piatto doccia in ceramica

 

8. Kiamami Valentina Piatto Doccia in Ceramica Mod. Topazio

 

Un must per chi vuole mantenersi sul classico, puntando più sulla resistenza e sulla praticità che sull’estetica, è il piatto doccia in ceramica di Kiamami Valentina, dotato di certificazione UNI EN ISO 9001 che attesta il rispetto degli standard qualitativi e funzionali previsti per questa tipologia di prodotti.

Purtroppo, il modello è disponibile nella sola misura 70 x 90 centimetri, per cui è fondamentale disporre di uno spazio adeguato dove poterlo sistemare, mentre lo spessore di 11 centimetri consente un’unica modalità di installazione, quella in posa tradizionale.

Nonostante il costo economico, l’azienda ha posto grande attenzione sui particolari, a cominciare dai rilievi antiscivolo sulla superficie fino ai rinforzi inferiori in fibre di vetro e poliestere, che rendono la struttura stabile e indeformabile.

Se pensate sia proprio questo il prodotto che potrebbe fare al caso vostro, prima di procedere con l’acquisto, date un’occhiata alla nostra tabella riassuntiva qui di seguito per essere sicuri di prendere la giusta decisione.

 

Pro

Dettagli: I rilievi antiscivolo mettono al riparo da ogni possibile rischio, permettendo un utilizzo sicuro della doccia anche ad anziani e bambini.

Pulizia: La ceramica con cui è realizzato il modello Topazio di Kiamami Valentina, oltre a essere particolarmente solida e durevole, rende molto pratiche le operazioni di pulizia, senza timore che l’uso di detergenti aggressivi comporti un progressivo ingiallimento della superficie.

Economico: Tra le caratteristiche più interessanti del prodotto rientra anche il costo economico, che sicuramente farà gola a quanti puntano principalmente al risparmio ma senza rinunciare alla qualità.

 

Contro

Opzioni: È disponibile in un solo colore, il bianco, e in un’unica misura (70 x 30 cm).

Estetica: Il suo design semplice ed essenziale non lo rende adatto per chi cerca un piatto doccia moderno che sappia donare un tocco di stile alla zona bagno.

Acquista su Amazon.it (€89)

 

 

 

Piatto doccia angolare

 

9. Aica Italy Piatto Doccia Extra Rinforzato con Quadrante Semicircolare

 

Prodotto in acrilico e ABS rinforzato, questo piatto doccia angolare, commercializzato dalla ditta italiana Aica Italy, si fa apprezzare per il suo design minimalista e ben rifinito. Questo permette di inserirlo in un ambiente contemporaneo in linea con le tendenze moderne, ma si presta anche per l’installazione in un bagno di impronta classica.

È disponibile in diverse misure e ha uno spessore di soli 4 centimetri per soddisfare qualsiasi esigenza di spazio e stile, sebbene nel prezzo non sia inclusa la pipetta di scarico, che andrà pertanto acquistata a parte.

A differenza di altri prodotti appartenenti alla stessa fascia qualitativa e di prezzo, è stato sottoposto a uno speciale trattamento antigraffio e antingiallente che assicura una maggiore praticità di pulizia, oltre a rallentare l’azione deleteria dell’usura.

La portata massima del prodotto è di 500 kg, e questo significa che può essere utilizzato tranquillamente anche da chi è in sovrappeso, senza timore che il piatto balli o ceda per il troppo peso.

 

Pro

Forma: I piatti doccia hanno, in genere, forme abbastanza standardizzate ma non è il caso del prodotto di Aica Italy, visto che è disponibile sia con quadrante semicircolare sia nelle tradizionali versioni quadrate o rettangolari.

Praticità: Grazie allo speciale trattamento antigraffio e antingiallente, non sarete più costretti a passare delle ore a pulire la zona doccia, sicuri che anche a distanza di anni la superficie rimarrà brillante e del suo colore originale.

Portata: Riesce a sopportare un carico massimo di 500 chilogrammi, per cui risulta stabile e sicuro anche nel caso in cui venga utilizzato da persone in sovrappeso.

 

Contro

Dotazione: Bisognerà acquistare a parte tutti gli accessori per il montaggio – piletta di scarico compresa – poiché non li troverete inclusi nel prezzo.

Acquista su Amazon.it (€115.99)

 

 

 

Piatto doccia Novellini

 

10. Novellini Piatto Doccia Rettangolare Olympic Plus

 

I nostri consigli d’acquisto si concludono con la recensione del piatto doccia Novellini Olympic Plus, una garanzia in termini di qualità e praticità. Tanto per cominciare, si tratta di un prodotto interamente costruito in Italia nel pieno rispetto degli standard di eccellenza del Made in Italy, quindi sotto il profilo estetico difficilmente deluderà le vostre aspettative. In secondo luogo, è realizzato in solido acrilico e dispone di un robusto rinforzo in acciaio inossidabile che concede una buona stabilità alla struttura, completata da un’accattivante finitura lucida che ne esalta le linee pulite ed eleganti.

Presenta una forma rettangolare ed è disponibile in una vasta gamma di misure per permetterne il posizionamento sia in ambienti di dimensioni contenute sia in un bagno imponente.

Nella confezione, inoltre, è compresa anche una piletta di scarico da 90 mm di diametro, per cui non sarà necessario acquistarla a parte. L’unico vero difetto riscontrato dagli utenti è la formazione di fastidiosi ristagni d’acqua, dovuti all’assenza di un’adeguata pendenza.

 

Pro

Stabile: A differenza di altri prodotti simili, l’Olympic Plus di Novellini è dotato di solidi rinforzi in acciaio inox alla base che lo rendono stabile e sicuro.

Misure: È disponibile in un’unica versione, quella rettangolare, ma in diverse misure per consentirne il posizionamento in qualsiasi tipo di ambiente, piccolo o spazioso che sia.

Made in Italy: L’eccellenza della manifattura italiana non passa di certo inosservata, grazie a un design ben curato nei particolari e all’affascinante finitura lucida che sapranno donare un tocco di stile alla zona bagno.

 

Contro

Pendenza: L’inclinazione del piatto non è delle migliori e potrebbero verificarsi fastidiosi ristagni dovuti a un cattivo drenaggio dell’acqua.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un piatto doccia

 

Difficile immaginare una casa senza doccia: pratica, veloce e comoda, non occupa molto spazio, a differenza della tradizionale vasca da bagno, e riesce a preservare la qualità estetica e funzionale della zona bagno.

Che sia in ceramica o in resina, bianco o colorato, la scelta del piatto doccia non va assolutamente presa alla leggera, ma bisogna tenere conto di alcune caratteristiche tecniche che possono rendere l’acquisto valido sotto ogni punto di vista, a cominciare dalle dimensioni, che devono adattarsi allo spazio disponibile, fino ai materiali e alla praticità di pulizia.

Per risolvere i vostri dubbi su come scegliere un buon piatto doccia, abbiamo raccolto un po’ di informazioni che vi aiuteranno a prendere la giusta decisione.

L’importanza dei materiali

Scegliere la migliore marca sul mercato non è sempre garanzia di qualità e convenienza, ma nel caso dei piatti doccia decisamente si! I brand più noti e affidabili, come Pozzi Ginori, Idralite e Novellini – tanto per citarne alcuni – pongono grande attenzione nella scelta dei materiali per offrire ai propri clienti prodotti efficienti e durevoli nel tempo.

Da qui è chiaro che la prima linea guida da seguire per scegliere il piatto doccia adatto alle proprie esigenze riguarda proprio i materiali di costruzione: dall’acrilico alla vetroresina, dalla ceramica all’ardesia, ognuno presenta caratteristiche, pregi e difetti ben precisi.

La ceramica, per esempio, è la regina indiscussa dell’arredo bagno, poiché caratterizzata da una buona resistenza nel tempo pur mantenendo bassi i costi. Tuttavia, tende a macchiarsi e a ingiallire facilmente se non si presta la dovuta attenzione in fase di pulizia, oltre a essere maggiormente soggetta a crepe e scheggiature.

Proprio per questa ragione, negli ultimi anni sono stati introdotti sul mercato materiali sempre più innovativi e funzionali, come la resina e l’acrilico: la prima, oltre a risultare particolarmente durevole ed esteticamente gradevole, consente un ampio margine di personalizzazione, poiché può essere tagliata anche in corso d’opera per adattarsi a qualsiasi esigenza di spazio.

I piatti doccia in acrilico, invece, sono più economici ma ugualmente robusti e resistenti. Presentano, in genere, uno spessore ridotto che ne consente l’installazione in posa classica o a filo pavimento per creare un affascinante impatto visivo. Entrambe le tipologie risultano pratiche da pulire e manutenere, poiché sottoposte a speciali trattamenti antigraffio e antingiallente grazie ai quali non temono l’azione corrosiva dei detergenti chimici e dell’usura.

In alternativa, si può optare per il gres porcellanato, l’acciaio o la pietra naturale, ma bisognerà prestare maggiore accortezza in fase di manutenzione per mantenerne inalterate le caratteristiche qualitative ed estetiche.

 

Quadrato, rettangolare o semicircolare?

A seconda dello spazio disponibile nel proprio bagno, bisogna anche tenere conto della conformazione del piatto doccia. La scelta, in questo caso, si prospetta alquanto semplice, dal momento che la maggior parte dei modelli reperibili in commercio presenta forme abbastanza standardizzate.

Le più gettonate sono sicuramente quella rettangolare e quella quadrata che, oltre a essere più economiche, sono facilmente personalizzabili. Se, invece, lo spazio riservato alla zona doccia risulta limitato, è preferibile virare verso un modello angolare o semicircolare, in modo da guadagnare qualche metro e dare al proprio bagno un aspetto più accogliente e ordinato.

Tenete presente, però, che la differenza di costo non è data solo dalla forma e dai materiali di costruzione del complemento, ma anche dalla sua grandezza. Tale considerazione ci porta all’ultimo aspetto da valutare in fase d’acquisto: le dimensioni.

Le dimensioni

Ed eccoci, infine, all’elemento più importante da considerare quando ci si appresta ad acquistare un nuovo piatto doccia, ossia le dimensioni. Partendo dal presupposto che non tutti hanno la fortuna di possedere un bagno abbastanza ampio e spazioso da ospitare un box doccia da centro benessere, è fondamentale che il prodotto si adatti alla perfezione all’interior design della stanza prescelta, in modo da rendere l’ambiente più fruibile e funzionale.

Ovviamente, bisognerà considerare anche l’area che circonda la struttura, avendo premura di lasciare qualche metro tra il perimetro del piatto e il resto del mobilio per non provocare problemi al passaggio.

Fortunatamente, in commercio esistono decine di soluzioni pensate per rispondere alle esigenze più disparate: chi ha un bagno spazioso e molto utilizzato, può optare per un piatto doccia da 80 × 100 centimetri, o anche più grande se la conformazione della stanza lo consente; se, invece, siete alla ricerca di un modello da installare in un’area circoscritta, è meglio optare per una base più piccola e compatta, sui 70 × 90 centimetri magari.

Infine, se per motivi strutturali o per una qualche necessità personale si abbia bisogno di un prodotto fuori misura, ci sono numerose aziende che offrono soluzioni personalizzate in base alle richieste e alle aspettative del cliente.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come pulire il piatto doccia?

La pulizia della casa è molto importante, soprattutto nella zona bagno, che è il luogo più soggetto a sporco, cattivi odori e contaminazioni batteriche. La prima accortezza da seguire per mantenere il piatto doccia splendente e igienizzato è quella di pulirlo regolarmente.

Sul mercato esistono moltissimi detergenti pensati proprio per questo scopo, ma prima di buttarvi a capofitto su questi, perché non provate qualche rimedio fai da te più economico e meno invasivo? 

Per esempio, potete realizzare una miscela a base di bicarbonato, aceto e limone da stendere direttamente sulla superficie del piatto, soprattutto nelle aree dove calcare e acqua hanno lasciato segni evidenti, e lasciar agire per una decina di minuti. Prima di risciacquare, strofinate lo sporco persistente con una spugna abrasiva oppure una spazzola non troppo rigida.

 

Come montare un piatto doccia senza rompere il pavimento?

Se non volete rompere il pavimento durante l’installazione del piatto doccia è fondamentale che il nuovo modello sia delle stesse dimensioni del precedente, così da non dover effettuare nessuna opera muraria. Una volta rimossa la vecchia base e pulito con cura eventuali residui di sporco e calcare, si potrà procedere con il montaggio senza provocare danni alle piastrelle.

 

Cosa fare se il piatto doccia è rovinato?

La soluzione migliore per far tornare come nuovo un piatto doccia particolarmente rovinato consiste nell’applicare sulla superficie, o solo sulla zona di interesse, un composto a base di sale e olio di trementina. Anche in questo caso bisogna lasciar agire la soluzione per circa dieci minuti e poi rimuoverla con acqua e un panno umido.

Se con i rimedi “fai da te” non si riesce a risolvere il problema, allora sarà necessario ricorrere a un detergente specifico, che dovrà essere indicato per il materiale di cui è composto il proprio piatto doccia.

 

Come montare la piletta del piatto doccia?

Montare o sostituire la piletta del piatto doccia è un’operazione semplice e alla portata di tutti; sono molto facili da installare e l’unica accortezza necessaria è far combaciare bene le guarnizioni per non avere fastidiose perdite d’acqua. Ecco come procedere: dopo aver assemblato la piletta, inseritela nell’apposito alloggiamento e ultimate il lavoro realizzando i collegamenti idraulici necessari.

 

Come togliere il calcare dal piatto doccia?

Nel piatto doccia il calcare tende ad accumularsi soprattutto in corrispondenza degli angoli e delle insenature del foro di scarico. Per prevenirne la formazione si possono adottare due strategie: asciugare con cura la superficie dopo ogni utilizzo e installare un addolcitore d’acqua che ne riduca la durezza. A ogni modo, per togliere efficacemente le macchie di calcare dal piatto senza utilizzare detergenti aggressivi si può ricorrere all’aceto, che andrà lasciato agire per almeno cinque ore e sciacquato con abbondante acqua demineralizzata.

 

 

 

Come utilizzare un piatto doccia

 

Nelle case moderne, dove gli spazi abitativi si riducono sempre più, le stanze da bagno sono spesso molto piccole e risicate, pertanto diventa complicato inserire tutti gli elementi necessari per rendere l’ambiente funzionale. Per facilitarne l’allestimento, la prima cosa da fare è rinunciare alla vasca in favore del box doccia, che è sicuramente più pratico sia in termini di spazio sia in merito alla pulizia.

In più, bisogna considerare che l’installazione della doccia è anche più economica e il suo utilizzo comporta un minor consumo idrico. A questo punto, la domanda da porsi è: quale piatto doccia comprare? Il mercato offre un’ampia gamma di modelli tra cui scegliere, ma la decisione va ponderata con attenzione sulla scorta delle proprie esigenze e possibilità di spesa. Ecco, quindi, alcuni utili consigli per individuare il prodotto giusto e utilizzarlo in modo corretto.

Le tipologie

 

Una volta stabilito che la doccia è meglio della vasca da bagno, soprattutto quando si devono fare i conti con metrature ridotte, è importante capire quale tipologia possa fare al proprio caso, così da non commettere errori.

I modelli angolari sono certamente i più diffusi, poiché consentono di installare la doccia in un qualsiasi angolo utile della stanza e di ridurre al minimo gli ingombri. Lo stesso discorso vale per le versioni quadrate da 70 × 90 centimetri, perfette per i bagni di piccole dimensioni in cui si renda necessario preservare il più possibile lo spazio a disposizione.

Se si acquista il piatto separatamente dal box doccia, è preferibile optare per una forma standard, come quella rettangolare, in modo da non incontrare problemi in fase di montaggio. A ogni modo, dopo aver individuato la tipologia adatta, è importante prendere bene le misure del prodotto, che devono adattarsi a quelle del proprio bagno.

 

Installazione

A prescindere dalla forma e dalle dimensioni, il piatto doccia può essere installato in tre modi differenti:

in appoggio: è il metodo più diffuso e pratico in assoluto. I piatti doccia appartenenti a questa categoria vengono, in pratica, appoggiati sulla pavimentazione esistente e creano un piccolo gradino di alcuni centimetri che agevola la collocazione dello scarico e del tubo di deflusso dell’acqua;

a filo pavimento: è invece la soluzione ideale per chi è attento all’estetica, poiché crea una continuità tra il pavimento e la zona doccia che fa sembrare l’ambiente più ampio e armonioso, oltre a ridurre le barriere architettoniche in caso di disabili e persone anziane. Per contro, però, questo tipo di installazione non è sempre attuabile, soprattutto quando lo spessore del massetto non consente il corretto posizionamento dello scarico e del sifone;

a incasso: è una via di mezzo tra le tipologie precedenti, poiché prevede il posizionamento del piatto doccia nella pavimentazione creando, però, un piccolo dislivello, che risulta comunque inferiore rispetto a quello delle versioni ad appoggio.

Come prendersi cura del piatto doccia?

Il bagno è il luogo della casa dove igiene e protezione sono assolutamente indispensabili, per cui è importante prendersi cura di ogni sua componente, compreso il piatto doccia. Effettuare una regolare pulizia è il primo passo per preservare la qualità estetica e funzionale del prodotto: la prima cosa da fare, dunque, è asciugare accuratamente la superficie dopo ogni utilizzo per impedire che l’acqua formi degli antiestetici aloni e residui di calcare.

In fase di pulizia, invece, potete procedere con un detergente specifico, ovviamente indicato per il tipo di materiale con cui è realizzato il piatto doccia, oppure con una miscela a base di acqua e aceto.

La candeggina, invece, andrebbe sempre evitata, e non solo perché si tratta di una sostanza tossica e inquinante, ma anche perché potrebbe comportare un progressivo ingiallimento della superficie.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI