I 7 Migliori Rubinetti per Bagno del 2022

Ultimo aggiornamento: 01.12.22

 

Rubinetto per Bagno – Guida all’acquisto e Confronti

 

Che si tratti della vasca, del lavabo o del bidet, la scelta della rubinetteria spesso si rivela un vero e proprio dilemma. In questa guida all’acquisto vi aiuteremo a sciogliere ogni dubbio con informazioni mirate e consigli pronti all’uso. Nel frattempo, ecco una piccola anticipazione delle nostre preferenze: l’Homelody N2125D vanta un design minimalista ed elegante, con bocca d’erogazione girevole a 360° per direzionare il getto a seconda delle esigenze. Per la vasca consigliamo, invece, il Grifema Porto G13003, un miscelatore monocomando completo di flessibile in acciaio inossidabile da 150 cm e doccetta a cinque getti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 7 Migliori Rubinetti per Bagno – Classifica 2022

 

La seguente lista dei migliori rubinetti per bagno del 2022 è stata realizzata partendo dai commenti dei consumatori in merito a ognuno di essi. Ci è stato così possibile stilare pro e contro dei singoli prodotti per facilitarvi il compito e capire quale rubinetto comprare senza perdere troppo tempo.

 

 

Rubinetto lavandino bagno

 

1. Homelody Rubinetto Bagno Lavabo Alto Bocca Girevole 360 °

 

Al primo posto della nostra classifica troviamo quello che gli utenti considerano come il miglior rubinetto per bagno tra i prodotti venduti online. Homelody, azienda specializzata nel campo, propone questo rubinetto per bagno alto dal design minimalista ed elegante, con una bocca girevole a 360° per direzionare il getto a seconda delle vostre esigenze. 

La manopola superiore funge da miscelatore per acqua calda e fredda, con un aeratore in ABS che lascia fuoriuscire l’acqua evitando schizzi e restituendo un risparmio sui consumi del 30% circa, secondo gli studi effettuati dalla compagnia. Il corpo è invece realizzato in ottone H59A, per offrire resistenza a lungo termine mantenendo sempre un aspetto impeccabile. 

Il montaggio, sebbene semplice rispetto a quello di altri rubinetti, dovrebbe essere eseguito da un esperto del settore, a meno che non abbiate esperienza in merito, dal momento che un numero esiguo di utenti ha riportato perdite nei pressi dell’attaccatura del rubinetto, risultato di una installazione fai da te poco accorta.

 

Pro

Design: L’occhio vuole la sua parte e il rubinetto Homelody riesce a restituire una gradevole esperienza visiva trattandosi di un oggetto di design.

Bocca girevole: La parte terminale del rubinetto, dove fuoriesce l’acqua, può essere ruotata a 360° per direzionare il getto come meglio preferite.

Consumi: Il miscelatore è dotato di un aeratore in ABS che rende l’acqua più morbida evitando schizzi e riducendo in tal modo gli sprechi di circa il 30%.

 

Contro

Installazione: Sebbene non sia complicato da montare, sarebbe preferibile lasciar fare a un esperto del settore per evitare problemi di perdite che, secondo i consumatori, potrebbero insorgere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Rubinetto per vasca da bagno

 

2. Grifema Porto G13003 Miscelatore Monocomando Esterno per Vasca

 

Il rubinetto per vasca da bagno Grifema Porto G13003 rientra tra i modelli più venduti e apprezzati del momento perché proposto a un prezzo estremamente interessante nonostante la realizzazione con materiali di elevata qualità.

Si compone di un miscelatore monocomando che permette una regolazione della temperatura dell’acqua molto precisa, e doccetta laterale in acciaio cromato con cinque modalità di getto per trasformare una semplice doccia in un’esperienza multisensoriale tutta da godere.

Anche la praticità rientra tra le principali carte vincenti del modello, che può contare su un rivestimento cromato resistente alle macchie e un sistema di ugelli flessibili in silicone che facilita la rimozione dello sporco e dei depositi di calcare, rendendo più pratiche e veloci le operazioni di pulizia.

Viene fornito con tutto il necessario per l’installazione, che si è rivelata abbastanza semplice e intuitiva anche per gli utenti meno esperti, sebbene in molti consiglino di sostituire le guarnizioni a corredo con altre di migliore qualità per evitare perdite e gocciolamenti dovuti all’usura e al calcare.

 

Pro

Adattabilità: Il design del rubinetto Porto G13003 è ben curato nei dettagli e presenta dimensioni nella media per adattarsi anche a piccole vasche da bagno, mettendo a disposizione un kit completo per il montaggio che ne rende l’installazione più semplice e veloce.

Materiali di qualità: Nel progettare questo miscelatore, Grifema ha concentrato tutta l’attenzione sulla qualità costruttiva, realizzando un oggetto solido e resistente che durerà a lungo nel tempo.

Funzionale: L’ampio angolo di escursione della leva di miscelazione assicura un controllo perfetto della temperatura e della portata dell’acqua, mentre la doccetta in dotazione permette di alternare cinque i tipi di getti per offrire un’esperienza sensoriale straordinaria.

 

Contro

Guarnizioni: Stando ai pareri di molti acquirenti, a quanto pare le guarnizioni incluse nella dotazione sono gli elementi meno riusciti di questo modello, visto che tendono a usurarsi facilmente a causa del calcare e delle temperature molto elevate.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Rubinetto bagno di design

 

3. Auralum Rubinetto Lavabo Monoforo XM 607SR Design Moderno

 

Dopo aver messo in comparazione le migliori offerte disponibili sul mercato, abbiamo deciso di inserire tra i nostri consigli d’acquisto anche il rubinetto bagno di design XM 607SR proposto da Auralum, una multinazionale tedesca leader nel settore dei sanitari e della rubinetteria, che vanta oltre sessant’anni di attività.

Le linee moderne e la cura maniacale per i dettagli ne fanno un affascinante complemento d’arredo che saprà donare un tocco di stile ed eleganza a qualsiasi bagno, abbinandosi alla perfezione agli altri componenti presenti nell’ambiente.

Realizzato con materiali di alta qualità, adotta l’innovativa tecnologia di pressurizzazione dell’aria per aumentare la pressione dell’acqua e mantenerla sempre costante e uniforme anche nel caso in cui venissero aperti contemporaneamente altri rubinetti in casa.

Il design slim e compatto permette di installarlo anche all’interno di lavabi dalle dimensioni contenute, operazione che si è rivelata abbastanza semplice e veloce grazie alla presenza nella confezione di un manuale di istruzioni dettagliato e di tutto il necessario per il montaggio, tra tubi, guarnizioni, bulloneria e attacchi.

 

Pro

Estetica: La prima caratteristica che salta all’occhio osservando rubinetto per lavabo Auralum è sicuramente il design moderno e accattivante che gli permette di integrarsi alla perfezione in ambienti arredati con cura e attenzione per i dettagli.

Regolazione: Il miscelatore a maniglia singola permette di regolare il flusso e la temperatura dell’acqua con una sola mano, rendendolo facile e sicuro da usare.

Facile da installare: Nella confezione è incluso tutto il necessario per il montaggio, come raccordi e punti di fissaggio, così da portare a termine l’installazione senza intoppi.

 

Contro

Costo: Non è il prodotto più economico in circolazione, ma la cifra da spendere è più che giustificata viste le buone caratteristiche offerte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Rubinetto per bagno moderno

 

4. Gavaer Rubinetto Bagno Cascata, Miscelatore lavabo Bagno

 

Se per voi l’estetica è tutto sicuramente apprezzerete il design ricercato e stiloso del rubinetto per bagno moderno Gavaer, un miscelatore monocomando per lavello a bocca bassa e caratterizzato da linee armoniose dall’accento contemporaneo che lo rendono adatto a qualsiasi stile di arredamento.

La finitura cromata mantiene inalterata nel tempo la brillantezza della superficie, riducendo il rischio che il calcare e le sostanze corrosive dei detergenti per la pulizia possano intaccare il metallo stesso, compromettendone la bellezza.

Dalla fessura di erogazione squadrata l’acqua sgorga con un suggestivo effetto a cascata che regala attimi rilassanti e allo stesso tempo rinvigorenti, integrando un’efficiente valvola in ceramica che rende il flusso più fluido e regolare, garantendo al contempo che non ci siano perdite o fastidiosi gocciolamenti.

Rientra tra i migliori rubinetti per bagno del 2022 anche perché combina le ottime prestazioni a un rapporto qualità/prezzo imbattibile, ponendosi quindi come scelta ideale per chi è alla ricerca di un prodotto solido, duraturo e funzionale senza alleggerire troppo il portafoglio.

 

Pro

Moderno: Il rubinetto Gavaer rientra a pieno titolo nell’olimpo dei complementi d’arredo, combinando funzionalità, estetica e design per offrire un grande impatto visivo.

Effetto a cascata: Altro punto di forza del modello è sicuramente il getto a cascata che regala un’esperienza sensoriale di puro benessere e relax.

Materiali: La struttura in ottone e acciaio inossidabile assicura un’elevata resistenza alla corrosione e all’usura per servire al suo scopo a lungo nel tempo.

 

Contro

Pulizia: La bocca di erogazione a fessura rende più difficile rimuovere lo sporco e le ostruzioni di calcare, portando a una diminuzione del flusso d’acqua che tenderà a scorrere più lentamente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Rubinetto per bagno classico

 

5. Solepearl Rubinetto Bagno Lavabo Vintage

 

Se, invece, siete alla ricerca di un rubinetto per bagno classico dal design più retrò ed elegante, vi consigliamo di dare un’occhiata a questo splendido modello in stile vintage proposto da Solepearl, realizzato in acciaio cromato con placcatura nera impreziosita da un raffinato motivo floreale blu che ne esalta ulteriormente la bellezza.

Il miscelatore, essendo posizionato nella parte superiore del complemento, si rivela poco ingombrante e di facile accesso, permettendo una più precisa regolazione del flusso d’acqua.

Spostando la leva dal basso verso l’alto si agisce sulla portata, mentre da sinistra a destra sulla temperatura, così da ottenere un getto mirato e ottimizzare al contempo i consumi idrici.

Inoltre, grazie ai connettori G3/8 compatibili con la maggior parte degli standard europei, si rivela estremamente facile da assemblare e installare anche per un principiante, presentando dimensioni abbastanza contenute (sui 19 x 16,5 x 6,4 cm)‎ che permettono di posizionarlo anche su un piccolo lavandino, senza occupare uno spazio eccessivo.

 

Pro

Vintage: Il design classico e le componenti in ceramica arricchite da un esclusivo motivo floreale blu rendono questo rubinetto un incantevole complemento d’arredo, capace di portare stile ed eleganza in qualsiasi bagno.

Pratico: Tramite la leva si potrà regolare la portata e la temperatura dell’acqua in maniera pratica e precisa, potendo contare anche sull’innovativa tecnologia Ceramic Disk Valve che riduce il rischio di gocciolamenti e perdite.

Pulizia: Un modello solido e ben progettato che promette anche una facile manutenzione grazie alla finitura nera opaca che garantisce un’elevata resistenza alla corrosione, ai graffi e alle incrostazioni di calcare.

 

Contro

Rompigetto: Essendo realizzato in plastica, non si è rivelato resistente e duraturo come le altre componenti del rubinetto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Rubinetto per bagno a muro

 

6. Ambrosiana SEI14020000 Rubinetto Miscelatore Vasca

 

A chi si sta chiedendo dove acquistare un rubinetto per bagno a muro di buona qualità a prezzi bassi, consigliamo l’Ambrosiana SEI14020000 che, nonostante il prezzo economico, si è messo in luce per l’elevata resistenza dei materiali di costruzione e la praticità di utilizzo.

Il miscelatore principale dispone di una cartuccia dal diametro di 40 mm con dischi ceramici integrati che erogano un flusso d’acqua morbido e piacevole, senza schizzi né fastidiosi gocciolamenti, mentre la doccetta in ABS cromato permette di alternare tre tipi di getti a seconda dell’effetto che si vuole ottenere.

Quest’ultima è dotata di ugelli flessibili in silicone che consentono di rimuovere lo sporco e i depositi di calcare con una semplice pressione delle dita o con l’aiuto di un panno, così da garantire una fuoriuscita ottimale del getto e rendere, al contempo, più pratiche e veloci le operazioni di pulizia.

L’unico difetto riscontrato per questo modello riguarda il design, che appare piuttosto antiquato e poco accattivante, rendendolo poco indicato per l’installazione all’interno di un bagno moderno e arredato con grande attenzione per i particolari.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Ambrosiana propone un rubinetto bagno con doccetta che, a fronte di una spesa decisamente contenuta, si è rivelato molto solido e robusto per sopportare al meglio l’azione dell’usura e del tempo.

Pulizia: L’innovativa tecnologia anticalcare in silicone semplifica la pulizia del doccino e riduce al minimo l’utilizzo di prodotti chimici e detergenti poiché è sufficiente sfregare gli ugelli con le dita per rimuovere lo sporco e le incrostazioni di calcare.

Risparmio idrico: L’aeratore rompigetto, oltre a filtrare le impurità, riduce notevolmente il consumo di acqua così da rendere i propri momenti di relax più sostenibili sia per l’ambiente sia per il portafoglio.

 

Contro

Estetica: Il design semplice e anonimo lo rende più adatto per l’installazione in un bagno di servizio piuttosto che in quello padronale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Rubinetto per il bagno del camper

 

7. Moritz Rubinetto da Campeggio per Camper 12V

 

Il seguente prodotto rientra in una categoria di nicchia ma potrebbe essere comunque un’opzione di cui tener conto, parliamo infatti di un rubinetto per il bagno del camper. Prima di analizzarne forma, dimensioni e installazione bisogna considerare i materiali di costruzione, in questo caso completamente in plastica. 

Sebbene alcuni utenti potrebbero non essere convinti da tale decisione, è bene sottolineare che tale scelta comporta una riduzione di peso e soprattutto un prezzo più basso e conveniente. Gli acquirenti che hanno avuto modo di provarlo riferiscono che può essere installato senza problemi anche su una barca, rivelandosi molto semplice da montare anche senza l’intervento di uno specialista del settore. 

Il controllo del flusso d’acqua è impeccabile, con un blocco completo non appena si gira la manopola, perciò non dovrete dunque preoccuparvi di eventuali perdite. Se proprio dobbiamo trovare un difetto è nel design, antiquato e poco accattivante.

 

Pro

Costo: Il prezzo è sufficientemente contenuto da permettere l’acquisto del rubinetto anche da parte di chi non vuole spendere cifre superiori alle poche decine di euro.

Installazione: Nella confezione non è incluso un manuale di istruzioni ma ciò non rappresenta un difetto poiché il rubinetto è estremamente semplice da montare, anche senza aiuto da parte di un esperto.

Funzionalità: La manopola riesce a bloccare il flusso d’acqua senza problemi e potrete quindi dormire sonni tranquilli senza temere perdite d’acqua.

 

Contro

Design: L’aspetto non è il punto forte del rubinetto Moritz e la plastica non aiuta a svecchiare il prodotto che sembra appena uscito dagli anni ’80.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Prolunga rubinetto per bagno

 

EISL Doccetta a Mano per Lavandino DX25

 

Per concludere la nostra classifica di prodotti, vediamo un accessorio estremamente utile: la prolunga del rubinetto per bagno.

Le applicazioni di tale prodotto sono numerose, dalla possibilità di pulire in modo accurato il lavabo sia all’interno sia all’esterno, al lavaggio dei capelli in modo agevole senza dover fare anche una doccia o piegare in modo innaturale la testa per raggiungere il getto d’acqua sotto il rubinetto. 

Chi ha un lavabo profondo, inoltre, potrebbe sfruttarla per lavare il proprio amico a quattro zampe senza recarsi da un costoso toelettatore. Nella confezione troverete tutto il necessario per effettuare l’aggancio in completa autonomia.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un rubinetto per bagno

 

Il rubinetto è un prodotto che presto o tardi dovrà essere sostituito poiché il continuo passaggio d’acqua provoca erosione e anche quello meglio costruito subirà questa sorte. Se anche per voi è arrivato il momento ma non sapete come scegliere un buon rubinetto per bagno vi invitiamo a leggere attentamente la nostra guida che fugherà ogni vostro dubbio.

Innanzitutto, prima ancora di poter scegliere il rubinetto, dovrete stabilirne la tipologia. Esistono infatti i classici prodotti da posizionare sul lavandino e quelli invece a muro, che richiedono una configurazione apposita. Solo dopo aver capito quale di questi due necessitate potrete orientarvi tra i vari modelli sul mercato. 

Non esistono pro e contro specifici per la scelta di un rubinetto a parete o meno, solitamente sono acquistati da utenti che hanno poco spazio in bagno e vogliono arredare l’ambiente in modo minimalista, sfruttando magari dei lavandini molto ampi sui cui bordi potrete appoggiare saponi, bagnoschiuma e altri prodotti da bagno. 

Prima di procedere all’acquisto dovrete però verificare che le tubature siano predisposte per tale aggancio, altrimenti sarete costretti a spendere molto più del preventivato per i necessari lavori in muratura.

 

 

Lavandino e bidet

La maggior parte dei consumatori preferisce optare per rubinetti che siano disponibili non solo per il lavandino ma, in grandezza ridotta, anche per il bidet, in modo da creare uno stile unico per tutto il bagno ed evitare risultati antiestetici. 

Tuttavia, non sempre ciò è possibile e pertanto, se anche voi avete a cuore il look del vostro bagno, prima di procedere all’acquisto dovrete sempre verificare la disponibilità di un rubinetto per bidet con lo stesso design di quello prescelto. Tra le aziende che realizzano coppie dai design simili abbiamo per esempio il brand tedesco Grohe, vero e proprio leader del settore.

 

Tecnologie

Sebbene non stiamo parlando di dispositivi elettronici, anche i rubinetti moderni sono realizzati sfruttando le più moderne tecnologie, in modo da prevenire sprechi d’acqua o per far sì che la cromatura resti sempre lucente e non possa essere graffiata o rovinata da aloni causati da detergenti aggressivi. 

Non dimenticate dunque di valutare sempre anche questi fattori, che trovate in tutte le schede tecniche o nelle nostre recensioni poiché potrebbero fare la differenza tra un rubinetto di qualità, resistente nel tempo, e uno di fascia bassa. Naturalmente questi vantaggi hanno un costo e potrebbero incidere in modo più o meno importante sul prezzo.

 

 

Design

Infine, l’aspetto estetico è ciò che riesce a convincere facilmente i consumatori all’acquisto ma è inserito nella nostra guida come ultimo fattore poiché non dovreste lasciarvi guidare solo dal design. Non è infatti detto che i rubinetti più particolari siano anche quelli più efficienti e dalla lunga durata. 

È comprensibile che anche l’occhio voglia la sua parte ma non dimenticate che un rubinetto è un oggetto esposto a un’usura costante poiché utilizzato molte volte durante la giornata e deve dunque essere resistente prima che bello. Qualora troviate un prodotto di vostro gradimento nella nostra classifica vi invitiamo a leggere attentamente la nostra recensione per capire se possa o meno fare al caso vostro.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come smontare un rubinetto per bagno?

Se per un cambio, o semplicemente per rimuovere completamente un rubinetto del bagno, avete deciso di effettuare lo smontaggio da voi, dovrete prepararvi all’operazione. Chi non l’ha mai eseguita deve avere ben chiaro che qualora il rubinetto fosse molto vecchio potrebbero esservi tracce di incrostazioni o addirittura ruggine, che potrebbero rendere l’operazione più difficoltosa del previsto. Armatevi dunque di pazienza e tutti gli attrezzi necessari tra cui l’immancabile chiave inglese e almeno un paio di cacciavite dal diametro differente. Ricordate inoltre, per non allagare il bagno, di chiudere la chiave d’arresto dell’acqua.

Se avete a che fare con un rubinetto a muro, il primo passaggio è quello di rimuovere entrambe le manopole, svitando innanzitutto la copertura con un cacciavite e poi svitando entrambe le manopole. Così facendo dovrete solo svitare con la chiave inglese il rubinetto e sarete pronti a montare il vostro nuovo acquisto effettuando il procedimento inverso.

In caso abbiate a che fare con un rubinetto del lavandino, invece, dovrete prima svitare il dado che collega il rubinetto al tubo inferiore. Se iniziate a vedere dell’acqua fuoriuscire non temete, si tratta dell’acqua residua dell’ultimo utilizzo, di cui potrete disporre con qualche asciugamano posizionato preventivamente sul pavimento. Dopo aver svitato tutti i dadi che tengono fermo il rubinetto potrete rimuoverlo con estrema semplicità e fare lo stesso con le manopole qualora queste siano scollegate dal corpo principale.

 

Come cambiare la guarnizione del rubinetto per bagno?

Se il rubinetto è chiuso ma continua a gocciolare, vuol dire che c’è un problema alla guarnizione che non riesce più a bloccare l’acqua in modo efficiente. Per fortuna esiste un modo per sostituire la guarnizione senza dover cambiare il rubinetto, ma avrete bisogno di un po’ di tempo a disposizione e un po’ di manualità. 

Prima di procedere alla sostituzione dovrete acquistare guarnizioni nuove e un tubetto di silicone, oltre che assicurarvi di avere a disposizione cacciavite, chiave inglese e rettificatore per sedi di rubinetti.

Con tutto il materiale a disposizione, non resta che chiudere la chiave d’arresto dell’acqua e svitare le manopole per esporre il vitone a guarnizione. Estraendolo potrete rimuovere la guarnizione piatta posizionata alla base e sostituirla con una di quelle precedentemente acquistate.

Prima di rimontare le manopole dovrete pulire la sede del vitone e in questo vi verrà in aiuto il rettificatore. Inserite il riduttore del diametro dell’alloggiamento del vitone e posizionate il rettificatore all’interno, spingendo la manopola superiore per far scendere la fresa. Dopo due o tre giri di manopola potrete rimuovere il rettificatore e rimontare il rubinetto. Un’operazione per nulla difficile e che eviterà nuovi gocciolamenti d’acqua.

 

 

 

Come usare un rubinetto per bagno

 

Dopo aver acquistato il vostro nuovo rubinetto dovrete passare all’installazione. La maggior parte dei consumatori preferisce affidarsi a un esperto del settore, soprattutto per evitare danni che potrebbero insorgere a causa dell’inesperienza. Se vi sentite però particolarmente convinti della vostra manualità e volete scoprire come montare un rubinetto per bagno senza l’ausilio di terzi, allora potrete seguire la nostra guida che vi aiuterà passo passo nell’installazione.

 

 

Oltre al rubinetto avrete bisogno di alcuni strumenti essenziali, non lasciatevi prendere dal panico però, si tratta perlopiù di strumenti che tutti hanno in casa, ovvero cacciavite, chiave inglese, guanti da lavoro e una chiave tubolare. Qualora non abbiate tali strumenti sappiate che sono tutti disponibili nelle più comuni cassette di attrezzi in vendita sul mercato, persino le più economiche.

Aprendo la scatola del rubinetto troverete solitamente istruzioni, un piccolo sacchetto, i flessibili e il rubinetto stesso. In aggiunta, avrete anche le manopole se non si tratta di un modello miscelatore.

Il primo passo è quello di aprire il sacchetto ed esporre tutti i componenti, tra cui l’O-ring, un anello in gomma che va posizionato nell’apposita sede nella parte inferiore del rubinetto. In seguito, dovrete avvitare il tirante filettato nell’incavo che trovate sempre al di sotto del prodotto, aiutandovi magari con un cacciavite dalla punta piatta.

Lo step successivo prevede l’inserimento dei flessibili, che vanno avvitati esclusivamente a mano. Non utilizzate altri strumenti per l’operazione poiché potreste rovinare la filettatura sia dei flessibili sia del rubinetto, con conseguenti perdite d’acqua. Ora non resta che posizionare il rubinetto sul piano, avendo cura di far passare i flessibili nel foro del lavandino e senza far fuoriuscire dalla sua sede l’O-ring precedentemente inserito.

 

 

Ora dovrete passare al di sotto del rubinetto, portando con voi i restanti pezzi del rubinetto. Inserite la guarnizione sagomata in modo che blocchi sia il tirante sia i flessibili e, in seguito, copritela con la flangia in acciaio delle stesse dimensioni. Per bloccare il tutto dovrete avvitare il dado nel tirante filettato sfruttando la chiave tubolare. 

Le estremità dei flessibili, che ora dovrebbero essere penzolanti sotto il lavandino, devono essere fissate agli ingressi della giunzione dell’acqua utilizzando la chiave inglese. Terminata la procedura dovrete riaprire la chiave d’arresto dell’acqua e controllare che il lavandino funzioni. Lasciatelo in funzione per almeno una ventina di secondi, avendo cura di recuperare l’acqua in una bacinella per utilizzarla successivamente e ridurre gli sprechi, in questo modo potrete controllare se vi sono perdite e fuoriuscite d’acqua.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI