Gli 8 migliori antifurti per casa senza fili del 2020

Ultimo aggiornamento: 23.10.20

 

Antifurto per casa – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Se non avete la minima idea di quale antifurto senza fili acquistare per il vostro appartamento, potete leggere la nostra guida all’acquisto con le recensioni dei modelli più interessanti in vendita sul mercato ma anche solo dare un’occhiata a prodotti come Tiiwee X3-XL, molto economico e ricco di sensori aggiuntivi da poter acquistare separatamente. Se avete un budget particolarmente risicato potreste valutare Mengshen M641, economico e facile da installare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori antifurti per casa senza fili – Classifica 2020

 

Se siete indecisi su quale antifurto per casa senza fili comprare, non abbiate timore e continuate a leggere il nostro articolo. Abbiamo infatti selezionato i prodotti più interessanti tra quelli venduti online e, sfruttando i pareri espressi dai consumatori che hanno avuto modo di provarli, abbiamo realizzato una classifica dei migliori antifurti per casa senza fili del 2020.

 

 

1. Tiiwee X3-XL sistema di allarme casa senza fili

 

L’antifurto Tiiwee, uno dei più venduti sul mercato, è pensato per piccoli appartamenti e abitazioni che non necessitano di grandi controlli. Nel kit X3-XL troverete il modulo principale X3 con sirena da 120 decibel e quattro sensori per porte e finestre. Il primo vi basterà installarlo all’interno dell’appartamento mentre gli altri quattro elementi devono essere posizionati attentamente in modo da poter segnalare l’apertura di un eventuale accesso all’ambiente casalingo.

Ciò che gli utenti apprezzano particolarmente del prodotto Tiiwee è la sua capacità di essere espanso a piacimento con sensori e accessori compatibili che permettono di controllare in modo capillare tutto ciò che accade in casa.

L’unità principale è dotata di tre batterie AA dalla durata di 10 mesi circa, per chi preferisse invece un’alimentazione costante è possibile inserire anche un caricabatterie fisso tramite slot micro USB, che troverete sul lato destro della centralina. L’unico elemento poco convincente è legato all’impossibilità di collegare l’apparecchio a uno smartphone, pertanto risulta utile solo per spaventare un eventuale malintenzionato o avvertire il vicinato.

 

Pro

Prezzi bassi: Poiché parliamo di un apparecchio che non prevede alcuna connessione a internet o smartphone, il costo è molto basso, rivelandosi una scelta ideale per chi ha intenzione di spendere poco.

Installazione: Tutti gli elementi sono molto semplici da posizionare e non avrete bisogno dell’intervento di un tecnico specializzato.

Espandibile: Potrete aggiungere anche altri accessori del brand, come sensori di movimento e telecomandi per gestirli in modo separato.

 

Contro

Connessione: Il sistema di allarme non può essere collegato a internet o al proprio smartphone, impossibile quindi da controllare a distanza.

Acquista su Amazon.it (€60.9)

 

 

 

2. Mengshen Wireless allarme antifurto con telecomando M641

 

Effettuando una comparazione tra i prezzi degli antifurti wireless sul mercato, si può immediatamente notare come quello proposto da Mengshen sia il più economico. Come mai c’è però una differenza di prezzo così ampia? Innanzitutto diamo un’occhiata alla dotazione: nel kit proposto dalla compagnia abbiamo un telecomando per attivare l’allarme da lontano e un sensore magnetico che segnala l’apertura di porte e finestre, un set che potremmo definire davvero basilare.

Il sensore magnetico funziona con due batterie AAA e si arma direttamente con il telecomando, per chi volesse dotare tutte le porte e finestre di casa con il sensore è possibile acquistarne di ulteriori che gestirete con lo stesso telecomando fino a un massimo di dieci unità.

Le caratteristiche che non hanno convinto pienamente sono la sirena, che emette un suono inferiore ai 100 db dichiarati dall’azienda, e la qualità delle plastiche che lascia un po’ a desiderare. Bisogna comunque ricordare che il costo del dispositivo è davvero esiguo.

 

Pro

Semplice: L’utilizzo è immediato e intuitivo, dopo aver inserito le pile nel sensore vi basterà posizionarlo su porte o finestre ed effettuare l’accoppiamento al telecomando per armarlo immediatamente con il pulsante apposito.

Espandibile: Potrete acquistare ulteriori sensori da controllare con lo stesso telecomando fino a un massimo di 10. Inoltre, ogni sensore può essere controllato da un massimo di otto telecomandi.

Prezzo: Il costo è davvero ridotto all’osso e vi sarà molto difficile riuscire a trovare qualcosa di più economico del prodotto Mengshen.

 

Contro

Sirena: Il rumore dell’allarme non è molto forte e sebbene siano stati dichiarati 105 db, il valore è verosimilmente inferiore ai 90.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Italian Alarm antifurto casa wireless Kit Connection Android/iOS

 

La proposta di Italian Alarm vede un kit completo sotto ogni punto di vista, all’interno troviamo infatti una centralina capace di collegarsi alla rete Wi-Fi casalinga o anche tramite scheda SIM GSM; tre sensori di movimento da posizionare all’interno e all’esterno; cinque sensori per porte e finestre; una sirena e quattro telecomandi per il controllo da remoto, uno per ogni membro della famiglia.

Tra le caratteristiche che ci hanno maggiormente convinto abbiamo la capacità di collegamento con smartphone iOS e Android tramite applicazione scaricabile gratuitamente dai rispettivi negozi virtuali, inoltre il dispositivo arriva già configurato e dovrete semplicemente seguire un videotutorial reperibile su YouTube per la sua messa in opera.

Secondo i pareri degli utenti è possibile anche contare sull’ottima assistenza telefonica dove operatori italiani vi aiuteranno in caso di eventuali problematiche. Se consideriamo ciò che è presente nel kit, il costo è ampiamente giustificato e si rivela comunque inferiore rispetto ad altre proposte sul mercato.

 

Pro

Super accessoriato: Nel set troverete tutto ciò di cui avete bisogno per allarmare il vostro appartamento, da una sirena ai sensori di movimento.

Funzionalità: La centralina si aggancia alla rete Wi-Fi casalinga, tuttavia dotandola di una scheda SIM GSM può anche effettuare chiamate e inviare SMS in caso di necessità.

Espandibile: Oltre a quanto incluso nella confezione, potrete acquistare ulteriori accessori da collegare alla centralina fino a un massimo di 100 sensori wireless.

 

Contro

Allarmi: Alcuni consumatori hanno riportato la presenza di falsi allarmi, dovuti all’eccessiva sensibilità di alcuni sensori. È importante quindi assicurarsi che l’installazione di questi ultimi sia eseguita in modo consono.

Acquista su Amazon.it (€215)

 

 

 

4. AGSHome Home Alarm System Wireless con sirena e telecomando

 

Uno dei pregi immediatamente visibili del sistema Home Alarm è il design all’avanguardia, con sensori bianchi, privi di fronzoli, e una stazione base che ricorda semplicemente un altoparlante in grado di emettere un suono da circa 120 decibel, che potrete quindi installare in qualsiasi luogo della casa senza che dia eccessivamente nell’occhio.

Nella confezione sono presenti: la stazione con il suo alimentatore, cinque sensori per porte e due telecomandi, una dotazione quindi che potremmo definire standard a un prezzo non particolarmente elevato. Per l’installazione sono presenti perni, viti e strisce adesive, potrete quindi scegliere la modalità che preferite in base alle vostre esigenze.

Gli utenti che volessero aggiungere altri sensori, possono farlo acquistandoli separatamente, ampliando così il controllo ad altre porte e finestre per far sì che tutta la casa sia protetta da intrusioni da parte di terzi. Il tutto è inoltre controllabile da smartphone, scaricando l’applicazione gratuita che vi permetterà di armare anche da remoto i sensori.

 

Pro

Aspetto: Il design è un fattore da non sottovalutare, soprattutto se volete evitare di installare apparecchi dalla dubbia estetica nel vostro appartamento. Il set AGSHome si presenta moderno e dalle linee essenziali.

Costo: Il prezzo è contenuto e non dovrete quindi preoccuparvi di spendere troppo. Potrete anche acquistare sensori magnetici per porte e finestre separatamente qualora ne abbiate bisogno.

Smartphone: All’interno della confezione avrete due telecomandi per controllare i sensori, tuttavia se ormai siete fuori casa e avete dimenticato di armarli, potrete contare sull’applicazione scaricabile sul telefono.

 

Contro

Sirena: L’allarme, nonostante sia indicato come potente e in grado di raggiungere 120 decibel, secondo i test effettuati dagli utenti sembra essere in realtà più basso.

Acquista su Amazon.it (€79.99)

 

 

 

5. Ezviz BS-113A A1 Kit Internet Alarm rilevatore infrarossi

 

Quella di Ezviz è una delle offerte che potrebbe rivelarsi interessante per gli utenti che non necessitano solo di un controllo degli accessi ma anche di un sistema in grado di tenere sotto controllo la presenza di fumo per prevenire incendi.

Nella confezione troverete dunque la centralina, in grado di interfacciarsi con 32 rilevatori, un sensore di movimento a infrarossi, un sensore magnetico per porte e finestre e un rilevatore di fumo. Il sistema può essere espanso a piacimento, aggiungendo anche telecamere IP compatibili o sensori per rilevare la presenza di acqua sul pavimento, migliorando così il controllo della casa quando siete a lavoro o in vacanza. 

Per poter gestire tutto da remoto bisogna scaricare l’applicazione per smartphone, tramite la quale potrete attivare a distanza i sensori. La compatibilità con sistemi di nuova generazione è però limitata, uno dei difetti riscontrati dai consumatori è infatti l’incompatibilità con i nuovi assistenti vocali come Alexa di Amazon e Google Home.

 

Pro

Sensori: Alla centralina potrete collegarne un totale di 32, che spaziano da quelli di movimento ai rilevatori di fumo passando per le telecamere e i sensori magnetici per porte e finestre.

Applicazione: Utilizzando quella scaricabile gratuitamente su smartphone avrete accesso alla capacità di armare il sistema anche da remoto, quando siete fuori casa e non potete quindi sfruttare il telecomando incluso nella confezione.

Installazione: Il procedimento è semplice e veloce e non richiede più di 30 minuti del vostro tempo. Bisogna solo ricordarsi di posizionare la centralina nei pressi di una presa di corrente.

 

Contro

Batteria: La centralina non ne ha una tampone e funziona solo fintanto che è collegata alla corrente elettrica, un limite che potrebbe far desistere alcuni consumatori.

Acquista su Amazon.it (€150)

 

 

 

6. Yale 60-3200-EU0I-SR Allarme per la casa 

 

La qualità dei dispositivi Yale è innegabile e, sebbene il costo del kit in questione sia il più elevato della nostra classifica, è comunque interessante da prendere in considerazione se volete un sistema efficiente e funzionale.

Nella confezione sono presenti: una centralina, da collegare alla rete casalinga; un tastierino numerico per inserire o disattivare l’allarme in caso di emergenza; un sensore di movimento; due sensori per porte e finestre e una telecamera. Ogni elemento è indipendente e può essere installato in qualsiasi punto della casa poiché non necessitano di cablaggi, inoltre sono già automaticamente collegati alla centralina, dovrete quindi semplicemente effettuare il montaggio e attivare il prodotto per iniziare a utilizzarlo.

Qualora abbiate bisogno di espandere il sistema di controllo, ogni accessorio può essere acquistato separatamente, collegandone fino a un massimo di 40 alla stessa centralina. Per scoprire dove acquistare il sistema di allarme di Yale non dovrete far altro che cliccare sul link sottostante, verrete così reindirizzati alla pagina del venditore dalla quale potrete effettuare la transazione in completa sicurezza.

 

Pro

Qualità: I prodotti Yale possono vantare una resistenza notevole grazie a materiali di costruzione scelti con la massima cura, elemento che si riflette poi anche nel costo superiore alla media.

Set: Nel kit qui preso in considerazione sono presenti tutti i dispositivi Yale, dalla telecamera ai sensori di movimento senza dimenticare quelli magnetici per porte e finestre.

Sirena: Molto rumorosa e in grado di spaventare un eventuale malintenzionato, un dettaglio che non è possibile dare sempre per scontato e che i consumatori hanno invece apprezzato.

 

Contro

Sirena esterna: Tra gli accessori acquistabili separatamente è uno dei meno efficaci, poiché emette un suono troppo fioco per rivelarsi utile.

Acquista su Amazon.it (€413.07)

 

 

 

7. iSmartAlarm ISA2G Sistema di sicurezza domestico wireless modulabile

 

Tra gli antifurti venduti online che abbiamo avuto modo di analizzare, quello di iSmartAlarm è fornito con telecamera, per ampliare le modalità di controllo dell’ambiente domestico. All’interno della confezione troviamo anche l’hub che funge da sirena, un sensore di movimento, un sensore per porte e finestre e un telecomando per armare tutto il sistema da remoto.

Il design è una delle caratteristiche che convince maggiormente grazie al look total white che ben si adatta a qualsiasi appartamento moderno, facilitando anche il posizionamento dei sensori che possono essere nascosti alla vista.

Grazie all’applicazione per smartphone Android e iOS, inoltre, potrete controllare da remoto cosa accade in casa e armare o disattivare a piacimento il sistema di allarme. Non mancano però note dolenti come per esempio l’assenza di una batteria tampone che riesca a mantenere il dispositivo in funzione anche in caso di black-out oppure la ricezione di notifiche push anche quando l’applicazione relativa non è aperta sullo smartphone.

 

Pro

Aspetto: Ogni componente è di piccole dimensioni, inoltre il colore bianco permette di nascondere i sensori in casa, evitando così di risultare troppo appariscenti.

Kit completo: Rispetto ad altre offerte sul mercato, il prodotto iSmartAlarm include anche una telecamera nella confezione, aggiunta che gli utenti hanno apprezzato a prescindere dalla qualità delle immagini restituite.

IFTTT: Il prodotto è compatibile con questo servizio, dando libertà di configurazione agli utenti che possono per esempio associare l’attivazione dell’allarme a una chiamata VOIP sul proprio telefono.

 

Contro

Autonomia: Manca una batteria tampone nella sirena hub, pertanto se dovesse presentarsi un black-out tutto il sistema andrebbe offline, una problematica da non sottovalutare.

Acquista su Amazon.it (€209.07)

 

 

 

8. Urmet Kit antifurto wireless centrale infrarossi per esercizi commerciali

 

Chiudiamo la nostra classifica con AGO, un prodotto Urmet che sebbene non abbia un aspetto che può essere definito nuovo, sembrando infatti provenire da un’epoca completamente diversa sia per colori sia per design, si presenta ancora come una valida opzione per chi possiede un esercizio commerciale, sia esso un bar o un negozio.

Nel kit troverete la centrale di gestione, un telecomando a cinque pulsanti, un rilevatore a infrarosso passivo e un contatto magnetico. La centralina è molto ingombrante poiché svolge anche il ruolo di citofono ma ha il vantaggio di essere compatibile con tutti i combinatori GSM e offre generalmente un’esperienza di installazione e di funzionamento migliore rispetto alla concorrenza grazie alla presenza di una batteria tampone a consumo ridotto.

L’installazione è un po’ più complessa di quanto ci si aspetterebbe e potrebbe quindi essere necessario rivolgersi a un esperto del settore per far sì che il prodotto sfrutti tutte le sue potenzialità.

 

Pro

Kit: Nel pacchetto sono presenti tutti gli elementi per cominciare a dotare di allarme la propria abitazione, tuttavia potrebbe essere necessario acquistare successivamente ulteriori sensori.

GSM: Compatibile con qualsiasi combinatore per far sì che in caso di intrusione vengano immediatamente allertati i numeri selezionati.

Autonomia: La durata della batteria tampone è notevole e non dovrete preoccuparvi di un improvviso arresto delle funzioni di controllo.

 

Contro

Design: L’aspetto non è dei più moderni e anche l’ingombro è notevole, un prodotto adatto solo a utenti che cercano delle specifiche funzionalità che non è possibile trovare su dispositivi dal costo inferiore.

Acquista su Amazon.it (€379.5)

 

 

 

Guida per comprare un antifurto per casa senza fili

 

I sistemi di videosorveglianza e controllo del proprio appartamento o esercizi commerciali sono divenuti negli ultimi tempi estremamente accessibili e alla portata di tutti. Non è più necessario spendere migliaia di euro per acquistare apparecchiature tecnologicamente avanzate e creare canaline nelle pareti per il cablaggio. 

Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla rete internet e ai moduli wireless, che consentono a qualsiasi utente di dotare la propria abitazione di sistemi di controllo senza modificare in modo considerevole l’appartamento, una soluzione perfetta per chi è in affitto.

Se anche voi siete interessati ad acquistare uno di questi kit ma non sapete come scegliere un buon antifurto per casa senza fili, continuate a leggere la nostra guida per avere tutte le risposte alle vostre domande e poter così effettuare un acquisto consapevole senza sperperare il vostro denaro.

Appartamento

Il primo fattore da prendere in considerazione è naturalmente la grandezza della propria abitazione. Ogni punto d’accesso alla casa deve essere annotato, così come i luoghi dove pensate sia necessario un sensore di movimento o una telecamera, valutando la possibilità di aggiungere anche delle sirene per spaventare i malcapitati.

Gli accessi possono essere controllati con dei nuovi sensori magnetici che si assicurano porte e finestre restino chiuse, nel momento in cui uno dei due elementi dovesse trovarsi fuori asse, il sistema antifurto farà scattare la sirena d’allarme, inviando anche delle notifiche allo smartphone del proprietario per avvisarlo di una possibile intrusione.

Un’abitazione molto grande necessiterà inoltre di qualche telecamera, soprattutto da esterno, per poter tenere sotto controllo il giardino, aiuola o comunque qualsiasi zona esterna di proprietà. Ancora meglio se l’apparecchio possiede dei sensori di movimento incorporati per far sì che al minimo segnale di intrusione riesca ad avvisare prima che i malintenzionati si introducano nell’appartamento.

Non tutti gli utenti possono però installare telecamere da esterno, soprattutto se vivete in edifici con spazi condivisi, le leggi sulla privacy parlano infatti chiaro e dovrete quindi ripiegare su telecamere da interno, che possano riprendere chi si è già intrufolato in casa vostra, magari facendo scattare immediatamente l’allarme.

 

Connessioni

Gli apparecchi meno costosi non permettono di usufruire dell’interazione con smartphone, si rivelano quindi dei semplici dissuasori. Quando si viola il perimetro, scatta la sirena, tuttavia se siete fuori casa dovrete sperare che funzioni come deterrente e costringa alla fuga il malcapitato poiché se vi trovate a lavoro, per esempio, non avrete modo di sapere che l’allarme è scattato a meno che un vicino o un familiare non vi avvisi telefonicamente. 

Si tratta di kit dal prezzo esiguo e riescono ad andare incontro alle esigenze di utenti che hanno una persona in casa durante la maggior parte della giornata, per tutelare la sua incolumità. 

Se invece vivete da soli oppure sia voi sia il vostro partner passate molte ore a lavoro, dovreste valutare l’acquisto di un kit un po’ più costoso ma che abbia una connettività maggiore, che possa essere agganciato quindi al modem/router per accedere a internet e dunque inviare segnalazioni su smartphone e tablet nel momento del bisogno.

 

Espansione

Quando scegliete un antifurto senza fili è necessario anche considerare la possibilità di espandere il sistema in futuro. Ogni centralina può solitamente essere associata a diversi sensori, da un minimo di dieci fino a oltre il centinaio, tutto dipende dal brand che avete deciso di acquistare. Non sottovalutate questa caratteristica poiché se in futuro cambierete casa potreste aver bisogno di ulteriori videocamere o sensori di movimento, per esempio, e un sistema espandibile sarebbe dunque preferibile per non dover acquistare un nuovo kit.

Batteria e autonomia

Poiché parliamo di apparecchi wireless, è lecito aspettarsi che ogni componente non necessiti di alcun tipo di cablaggio, in realtà però non è esattamente così. Se da un lato sensori e telecamere funzionano a batterie o tramite ricarica USB, spesso la centralina necessita di una connessione alla corrente elettrica e bisogna quindi posizionarla in un luogo dove vi sia una presa. 

Scegliere un prodotto totalmente wireless ha sicuramente dei pregi ma anche molti svantaggi poiché dovrete ricordare di sostituire sempre le batterie quando iniziano a scaricarsi, cosa non sempre possibile se si è per esempio in vacanza per lunghi periodi. D’altronde, i sistemi che funzionano solo con la corrente elettrica (poiché privi di una batteria tampone interna) sono inutili durante situazioni di black out, pertanto esistono pregi e difetti in entrambi i casi e la scelta dovrebbe essere presa sulla base delle esigenze individuali.

 

 

 

Come usare un antifurto per casa senza fili

 

Dopo aver acquistato il miglior antifurto per casa senza fili sul mercato è giunto il momento di eseguire l’installazione. Il processo è stato semplificato, soprattutto perché molti kit venduti online presentano sensori già associati a quella determinata centralina, pertanto tutto ciò che dovrete fare è assicurarvi che i singoli elementi siano carichi e, dove possibile, agganciare la centralina alla rete internet casalinga.

Installazione degli elementi

Per quanto concerne il posizionamento dei singoli elementi bisogna capirne le funzionalità. Innanzitutto la centralina: è importante installarla in un luogo accessibile, soprattutto se dotata di pulsantiera per inserire codici di blocco e sblocco. Il luogo più utilizzato è nei pressi della porta d’entrata e potrete fissarla sia con delle viti – soluzione che incoraggiamo a prendere – sia con del nastro biadesivo. 

Invece, per i sensori magnetici che controllano che porte e finestre non vengano aperte da terzi bisogna posizionare i due elementi, tramite viti o nastro biadesivo, sui due battenti della porta/finestra, avendo cura di avvicinarli quanto più possibile per evitare falsi allarmi. Le telecamere devono puntare verso gli ingressi, è consigliato installarne una che tenga d’occhio la porta d’entrata e un numero variabile che controlli finestre e balconi di facile accesso dall’esterno.

I sensori di movimento trovano posto sia all’interno sia all’esterno, nel primo caso potreste installarne uno nel corridoio principale, magari nei pressi della telecamera, mentre nel secondo una buona soluzione potrebbe essere il balcone. Dopo aver posizionato tutti i dispositivi, potrete accendere la centralina ed effettuare il collegamento a internet.

 

Collegamento

Il procedimento varia in base al produttore tuttavia per effettuare questa connessione avrete bisogno sempre della password della rete. Se non l’avete cambiata in fase di configurazione iniziale, potete trovarla sotto il modem/router, stampata sullo sticker apposito. Dopo aver effettuato questo collegamento potrete in alcuni casi anche scaricare un’applicazione per smartphone, Android o iOS, dalla quale controllare e armare il sistema di antifurto, accedere allo streaming delle telecamere e così via.

Autonomia

Bisogna ricordare che i sistemi completamente wireless necessitano di un cambio di batterie dopo circa un anno dall’installazione. Pertanto è buona norma segnare la data dell’installazione su un apposito calendario, per poter ricordare di effettuare la sostituzione quando necessario. Per quanto concerne la centralina, invece, potrebbe avere una connessione cablata alla rete elettrica, fattore che ne semplifica la gestione ma la rende vulnerabile in caso di black-out.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona l’antifurto per casa senza fili?

Gli antifurti per casa sono solitamente dei sistemi complessi che prevedono l’interconnessione di centraline di controllo, telecamere, sensori di movimento e altri apparecchi per il controllo capillare dell’appartamento. Generalmente per realizzare un impianto del genere è necessario intervenire con opere di ristrutturazione invasive, per permettere ai vari cavi di passare nascosti all’interno delle pareti. 

Dal momento che tale soluzione ha un costo notevole, chi ha il desiderio di avere sempre sotto controllo il proprio appartamento può finalmente optare per qualcosa di più economico: gli antifurti per casa senza fili.

Il loro funzionamento è molto semplice, la centralina principale viene collegata, fisicamente o tramite Wi-Fi, al router/modem di casa, in questo modo riesce a interagire con i vari sensori posizionati, naturalmente anch’essi wireless. Il vantaggio è dato, come è facile immaginare, da un’installazione molto più semplice, che può essere effettuata anche da neofiti del settore.

Gli impianti wireless generano falsi allarmi?

La questione è complessa e molto dipende dall’efficienza dei singoli prodotti. Generalmente gli impianti a basso costo tendono a generare falsi allarmi di tanto in tanto poiché non tarati in modo particolarmente preciso. Se da un lato quindi troviamo una maggiore accessibilità e facilità di installazione, dall’altro bisogna anche considerare questa eventualità.

 

Quanti sensori è possibile installare?

La risposta alla domanda varia in base al brand e al dispositivo scelto. In linea di massima si va da un minimo di circa dieci sensori a oltre cento, tutto dipende dalla tipologia di prodotto scelto. Se avete intenzione di dotare tutto l’appartamento di sistemi di controllo, consigliamo di optare per sistemi che consentano una notevole flessibilità in tal senso.

 

Cosa succede in caso di blackout?

I sistemi di antifurto wireless sono spesso dipendenti dalla corrente elettrica poiché permettono di inviare notifiche a smartphone e tablet grazie al modem/router. Nel momento in cui manca la connessione internet, il sistema stesso, pur funzionando, non riesce a contattare chi di dovere e ciò rappresenta naturalmente un limite. 

In alcuni casi anche la centralina stessa è soggetta alla presenza/assenza della rete elettrica, tuttavia per assicurarsi che il sistema funzioni sempre, si possono scegliere delle alternative valide come le centraline con scheda SIM, in grado di connettersi quindi alla rete GSM e inviare SMS o effettuare chiamate in caso di emergenza. Ricordate che può essere molto importante anche la presenza di una batteria tampone, che le permetta di funzionare senza la necessità di un collegamento costante alla corrente.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments