Gli 8 Migliori Termosifoni Elettrici del 2020

Ultimo aggiornamento: 06.07.20

 

Termosifone Elettrico – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

Non bisogna farsi trovare impreparati al sopraggiungere all’inverno e disporre delle misure necessarie a contrastare il freddo, come per esempio i termosifoni elettrici. Qualcuno potrebbe dire che, avendo il riscaldamento, non ne ha bisogno. Ciò potrebbe anche essere vero così come è altrettanto vero che ci sono precise direttive sui periodi durante i quali è concesso accendere gli impianti di riscaldamento a gas. Come si fa se fuori il suddetto periodo capita una giornata molto fredda? Tale eventualità è tutt’altro che campata in aria visto che il clima pare proprio essere impazzito. Pertanto, che abbiate oppure no un impianto per il riscaldamento, vi invitiamo a leggere la nostra guida. Intanto vi anticipiamo due modelli e chissà che non catturino il vostro interesse. Il primo è il Radiatore elettrico norvegese NOBO 1500W, dal bel design e con la possibilità di installazione libera o fissa. L’altro termosifone è Heliom DIO080921 che riscalda bene gli ambienti medio piccoli.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 Migliori Termosifoni Elettrici – Classifica 2020

 

Dopo un’attenta comparazione tra i termosifoni venduti online abbiamo selezionato quelli che secondo noi sono più interessanti o che magari hanno qualcosa di nuovo da offrire rispetto a modelli più vecchi. Abbiamo, poi, ordinato gli articoli secondo una classifica e scritto una recensione allo scopo di mettere in luce pregi e difetti. Per individuare i punti di forza e quelli deboli abbiamo tenuto in considerazione i pareri dei consumatori. Se vi interessa sapere dove acquistare a prezzi bassi i termosifoni che abbiamo selezionato, abbiamo provveduto a fornirvi un link. Date un’occhiata e confrontate i prezzi.

 

 

Termosifone elettrico a parete

 

1. Radiatore Elettrico Norvegese NOBO 1500W

 

Cominciamo con un termosifone elettrico a parete, che è tra gli articoli più venduti. Alla base del suo successo avrà certamente avuto peso il suo design al quale non siamo rimasti indifferenti. Ma chiaramente un termosifone bello da vedere serve a poco se poi non riscalda. Tranquilli, non è questo il caso, anzi, gli utenti dicono che il calore si diffonde velocemente (va bene per ambienti di 20 mq massimo). 

L’installazione alla parete non è obbligatoria, chi lo desidera può montare delle apposite ruote da comprare a parte. Il termosifone ha il termostato digitale e programmabile NCU-2te che gestisce due temperature. volendo il termostato può essere sostituito con altri termostati NOBO più tecnologici. 

Da segnalare l’assenza di qualsiasi funzione smart, di conseguenza il termosifone non è compatibile neanche con gli assistenti virtuali. La qualità dei materiali è buona ma il costo è alto. Da rilevare, infine, l’assenza di istruzioni in italiano.

 

Pro

Veloce: Aspetto tutt’altro che di poco conto, il termosifone non solo riscalda bene ma lo fa anche velocemente.

Stile: Per quanto ci riguarda il design del termosifone è davvero bello, è di quelli che conquistano subito: linee pulite e molto sottile.

Fisso o mobile: Molto comoda la possibilità di scegliere se fissare il termosifone alla parete oppure lasciarlo sulle ruote così da trasportarlo dove pare.

 

Contro

Non è smart: Il termosifone non è “intelligente” e, vista la mania per gli assistenti virtuali, potrebbe rappresentare un limite.

Acquista su Amazon.it (€270)

 

 

 

Termosifone elettrico a basso consumo

 

2. Heliom DIO080921 Radiatore Elettrico a Fluido Termovettore Léa

 

Tra i termosifoni elettrici a basso consumo c’è lo Heliom. Il corpo è in alluminio, riscalda bene ma i tempi non sono celeri, bisogna avere un po’ di pazienza ma alla fine i risultati arrivano. La sua potenza è di 900 W ed è ideale per fornire calore ad ambienti medio piccoli. 

Esteticamente prende evidente ispirazione dai classici termosifoni. Dotato di termostato non è programmable salvo collegamento a un programmatore centralizzato. È un modello molto basico, bisogna dirlo ma d’altro canto è l’ideale per chi cerca qualcosa di semplice e di immediato utilizzo. 

Anche il montaggio non presenta particolari difficoltà se si sa eseguire qualche foro nella parete, oltretutto basta prendere i riferimenti dalla dima. La manopola dei comandi, riferiscono alcuni utenti, non offre una lettura agevole dei valori impostati. Manca un display.

 

Pro

Capacità riscaldante: Siamo soddisfatti della capacità di diffondere calore del termosifone. Messo in una stanza medio piccola o ancor meglio in bagno, fa il suo dovere.

Montaggio: Risulta semplice, se si ha un trapano e si sa come usarlo, non serve l’intervento di un tecnico.

 

Contro

Non programmabile: Il termosifone non può essere programmato, manca il timer. Questo è un limite non da poco considerato il costo dell’articolo.

Lento: Abbiamo detto di come il termosifone riscaldi bene l’ambiente, peccato che per farlo si prenda i suoi tempi, che non sono brevi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Termosifone elettrico a olio

 

3. Olimpia Splendid 99620 Caldorad 7 Radiatore ad Olio 1500 W

 

Il Caldorad è un termosifone elettrico a olio adatto per piccoli ambienti dove sicuramente dà il meglio di sé, mentre con quelli medio grandi la sua capacità riscaldante è meno efficace. È comunque un elettrodomestico che ha soddisfatto buona parte della clientela che lo ha impiegato anche come elemento riscaldante supplementare ad altri sistemi presenti in casa. 

Il termosifone ha una potenza di 1.500 W distribuita secondo tre livelli. Grazie alla modalità ECO si consuma meno energia elettrica. Non c’è il timer, qui vorremmo che i lettori prestassero la massima attenzione perché descrizioni poco chiare del prodotto potrebbero indurre in un acquisto sbagliato. 

Se vi interessa il timer, che oltretutto garantisce soltanto l’accensione fino a 24 ore, dovete prendere la version 9TT. È comodo da trasportare in quanto leggero ma soprattutto dotato di ruote. Diversi utenti si sono lamentati di un rumore che di tanto in tanto emette il termosifone; dura un istante ma pare sia fastidioso.

 

Pro

Riscalda bene: Il termosifone è efficace nel diffondere calore, sempre a patto che l’ambiente sia piccolo e al riparo da spifferi.

Funzione ECO: Tente i consumi sotto controllo grazie alla funzione ECO che automodula la potenza assorbita in base alla temperatura dell’ambiente.

 

Contro

Niente timer: Questa versione non è provvista di timer, si tratta di un’assenza che deve quantomeno far riflettere un attimo in più sulla possibilità di acquistare il termosifone.

Rumore fastidioso: È un problema che è stato messo in luce in più di una recensione, il termosifone, di tanto in tanto, emette un rumore “Tac” o se preferite “Tic”. Fatto sta che ad alcuni dà fastidio, soprattutto di notte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Termosifone elettrico De’Longhi

 

4. De’Longhi TRRS0715 Radiatore ad Olio Elettrico

 

Adatto per ambienti medio piccoli, il termosifone elettrico De’Longhi, diffonde bene il calore. La potenza massima è di 1.500 W distribuita su tre livelli. La superficie radiante è progettata in modo tale da ottimizzare lo scambio termico e dunque l’efficienza. Il termosifone è dotato di un termostato ambientale che può essere regolato al fine di impostare e mantenere la temperatura che si preferisce. 

Manca un timer. Il cavo è sufficientemente lungo e c’è un pratico avvolgicavo. Molti utenti hanno segnalato di aver avvertito un cattivo odore all’accensione. È una cosa normale per apparecchi del genere e l’odore va via. Il problema è che ci vuole un bel po’ di tempo, infatti se impostato al massimo, l’odore si avverte anche dopo un mese di utilizzo continuo del termosifone, come testimoniato da alcuni consumatori. 

Attenzione ai livelli di umidità perché il dispositivo tende a seccare troppo l’aria. Il trasporto è certamente facilitato dalle ruote alla base ma, nel caso ci sia l’esigenza di sollevare il termosifone, è scomodo per la maniglia e il peso.

 

Pro

Distribuzione del calore: Il De’Longhi ha il pregio di riscaldare bene gli ambienti piccoli distribuendo ottimamente il calore generato.

Termostato ambientale: Grazie a questo elemento l’utente può impostare la temperatura desiderata, che resterà costante nel tempo.

 

Contro

Cattivo odore: Che dispositivi del genere emettano all’inizio degli odori fastidiosi è nell’ordine delle cose. Il problema, in questo caso, è che l’olezzo persiste per troppo tempo prima di svanire del tutto.

Aria secca: È stato notato come l’uso prolungato del termosifone tenda a seccare eccessivamente l’aria all’interno dell’ambiente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Termosifone elettrico da bagno

 

5. Cortina Scaldasalviette Elettrico con Termostato 750W

 

Riteniamo necessario chiarire subito un punto che, come abbiamo verificato, ha causato dei malumori tra alcuni clienti. Cosa è successo? Non poche persone comprano questo o altri scaldasalviette per riscaldare il bagno. Se fosse questo il suo scopo, probabilmente avrebbe un nome diverso da scaldasalviette. Poi è chiaro, messo in un bagno molto piccolo e magari senza asciugamani sopra, riesce anche a generare un piacevole tepore ma non è questo lo scopo per cui andrebbe acquistato. 

Una volta impostata la temperatura, è raggiunta rapidamente così accappatoi e asciugamani sono sempre asciutti e caldi. La qualità dei materiali di questo termosifone elettrico da bagno è buona ma è nostra opinione che avrebbe potuto comunque costare qualcosa in meno. 

Il montaggio è semplice, anche se non è mancato chi si è lamentato di istruzioni striminzite e poco chiare. I tasselli in dotazione è meglio cambiarli perché della peggior qualità e qui torniamo sulla questione del prezzo: a certe cifre è lecito aspettarsi tasselli di ben altro livello che oltretutto non costano nulla.

 

Pro

Veloce: Una volta impostata la temperatura lo scaldasalviette ci mette davvero poco tempo a raggiungerla.

Montaggio: Nonostante le lamentele circa le istruzioni striminzite, l’assemblaggio si è rivelato un’operazione molto semplice.

 

Contro

Costo: Pur ammettendo che la qualità dei materiali è buona, a nostro avviso il prezzo è un po’ caro per il valore materiale dell’articolo.

Tasselli: La qualità di quelli in dotazione è pessima, molti utenti hanno deciso di sostituirli appena li hanno visti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Termosifone elettrico Aigostar

 

6. Aigostar Oil Monster 33JHH Radiatore Elettrico 13 Elementi

 

Il termosifone elettrico Aigostar vanta tredici elementi e una potenza massima di 2.500 W; si può scegliere tra tre livelli. Il dispositivo si riscalda velocemente. Le modalità di riscaldamento sono quattro, c’è la rapida con la quale la temperatura si imposta automaticamente a 35°, la modalità ECO comporta una temperatura massima di 22°, la modalità antigelo imposta la temperatura a 5°, infine, la modalità normale che dà all’utente la possibilità di selezionare la temperatura che preferisce. 

Non manca il timer con il quale impostare accensione e spegnimento, tuttavia non si può selezionare un programma vero e proprio secondo la routine quotidiana degli abitanti della casa. 

Tutte le funzioni fin qui descritte possono essere gestite con il telecomando. Lo schermo digitale è ben fatto, leggibile anche a distanza e con poca illuminazione. Per agevolare il trasporto ci sono le ruote e una maniglia.

 

Pro

Riscalda bene: Ci riteniamo soddisfatti per l’efficacia del termosifone nel riscaldare gli ambienti. La temperatura impostata è raggiunta velocemente.

Telecomando: Di grande comodità. Un elemento grazie al quale si possono gestire tutte le funzioni senza doversi alzare.

Estetica: Da un punto di vista estetico crediamo che questo termosifone sia molto bello, la scelta dei colori per il display, poi, dà il suo contributo in questo senso.

 

Contro

Non è programmabile: Non è possibile impostare una programmazione in base alla routine degli abitanti della casa, non è un dispositivo smart.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Termosifone elettrico Aeg

 

7. AEG RA 5521 Radiatore Olio 9 Elementi

 

Del termosifone elettrico Aeg vi proponiamo la versione a nove elementi ma volendo potete anche scegliere tra quella a sette oppure undici. I livelli di potenza selezionabili sono tre, ovvero, 800, 1.200 oppure 2.000 W. 

È un modello abbastanza spartano, anche nel design; non è digitale e non presenta funzioni particolari, tutte assenze che giustificano il prezzo abbordabile. La temperatura impostata è raggiunta velocemente. Il termosifone poggia su quattro ruote ma non presenta alcuna maniglia e questo complica il trasporto soprattutto se il dispositivo è ancora caldo. 

La parte esterna, infatti, tende a scaldarsi molto quindi è bene non toccarla. Non è molto robusto tanto è vero che più persone hanno riscontrato piccole ammaccature verificatesi, evidentemente, durante il trasporto o qualcosa del genere.

 

Pro

Prezzo: Il termosifone in oggetto non costa molto, il prezzo abbordabile può essere una condizione che ne favorisce l’acquisto.

Veloce: Non bisogna attendere troppo affinché il termosifone raggiunga la temperatura impostata e quindi godere del calore.

 

Contro

Materiali: Ci sembra un dispositivo realizzato in economia; i materiali del radiatore non ci hanno soddisfatto, secondo noi sono di bassa qualità.

Assenza: Non c’è una maniglia che possa favorire il trasporto da una stanza all’altra, la sua presenza sarebbe stata ancora più utile se si pensa che il radiatore si riscalda parecchio e ci si potrebbe scottare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Termosifone elettrico Pro Breeze

 

8. Pro Breeze Radiatore a Olio Digitale 2500W 10 Elementi

 

Il termosifone elettrico Pro Breeze riscalda velocemente la stanza ma è poco adatto ad ambienti grandi dove la sua efficacia viene meno.

Ha dieci elementi e una potenza massima di 2.500 W. Ha il design a camino, che comporta l’aspirazione dell’aria fredda che si trova in basso; questa è incanalata e portata al centro del radiatore che è la zona più calda del termosifone. Tale processo ottimizza la circolazione dell’aria calda nell’ambiente. 

Le impostazioni di calore sono quattro e, grazie al timer, si possono impostare accensione e spegnimento. Il tutto è gestibile con un telecomando semplice, essenziale ma comodo da usare. Il display è ben realizzato e pur essendo ben leggibile anche al buio, non emette una luce tale da creare disturbo. Manca la possibilità di controllare il dispositivo mediante uno smartphone.

 

Pro

Design a camino avanzata: Di particolare interesse il design a camino, in quanto accelera e potenzia la circolazione dell’aria calda.

Telecomando: Permette di gestire in assoluta comodità il termosifone e le sue funzioni, senza doversi alzare dal divano o dal letto.

Display: Uno dei dettagli che ci sono piaciuti è sicuramente il display che, sebbene discreto, è bello esteticamente e ben visibile anche al buio.

 

Contro

Solo per ambienti piccoli: Purtroppo il termosifone ha deluso alla prova degli ambienti grandi, perché non è in grado di riscaldarli a dovere.

Acquista su Amazon.it (€132,99)

 

 

 

Guida per comprare un termosifone elettrico

 

Una cosa è bene metterla in risalto, anche se probabilmente molti dei nostri lettori ne sono consapevoli: i consumi energetici sono un punto critico ecco perché nel decidere quale termosifone elettrico comprare bisogna chiedersi, tra le altre cose, quanto consuma. Purtroppo per molti un dispositivo del genere rappresenta l’unica soluzione possibile per non patire il freddo, almeno bisogna cercare di risparmiare sulla bolletta. 

Conviene, poi, tenere in conto anche possibili alternative magari meno dispendiose sotto il profilo dei consumi, pensiamo, per esempio a una stufa a gas. Poi è chiaro, se sapete già che farete un uso moderato e oculato del miglior termosifone elettrico, il problema è relativo.

Dimensioni e potenza

Sul mercato si possono trovare tantissime offerte, alcune anche molto interessanti che riguardano i termosifoni della migliore marca. Tuttavia, prima di concentrarsi su promozioni o se la marca X è migliore di quella Y, per capire come scegliere un buon termosifone elettrico dovete avere ben chiare le sue dimensioni e potenza. Questi due fattori devono essere adeguati a riscaldare l’ambiente dove è vostra intenzione installare il radiatore. 

Per conoscere la potenza necessaria potrebbe essere utile chiedere un sopralluogo a un tecnico il quale terrà conto anche di altri dettagli come l’isolamento delle pareti, la presenza o meno di doppi vetri, la posizione della casa.  

Poniamo, però, che casa vostra richieda una potenza di riscaldamento pari a 1.400 W, in questo caso basterebbe un termosifone con due radiatori rispettivamente da 800 e 400 W.

Portatile oppure a parete

Nel caso dei migliori termosifoni elettrici del 2020 la scelta può essere fatta tra quelli fissi a parete oppure portatili. In entrambe le scelte ci possono essere pro e contro, ragioniamo un attimo. Cominciamo con una ovvietà, ovvero, che un termosifone a parete non può essere spostato, di conseguenza se volete riscaldare tutta casa dovrete necessariamente installarne uno per ogni stanza con una spesa non indifferente. 

D’altro canto un termosifone del genere permette di fare anche una scelta di design, in commercio, infatti, se ne trovano di bellissimi, anche se un articolo di questo tipo non è il più economico. Un termosifone portatile, può essere messo di volta in volta dove se ne ha la necessità e ha anche un costo più contenuto.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanto consuma un termosifone elettrico?

I consumi del termosifone elettrico dipendono dalla potenza e dal tempo di utilizzo. Immaginiamo che il vostro termosifone abbia una potenza di 1.500 W e la sfruttate tutta perché avete bisogno di stare al caldo. Ora diciamo che lo lasciate acceso per 3 ore al giorno. Si fa un semplicissimo calcolo per determinare il consumo in KWh: 1.500 W infatti, corrispondono a 1,5 Kwh. Questa cifra va moltiplicata per il tempo di utilizzo che nel nostro esempio sono 3. Avete un consumo di 4,5 Kwh al giorno.

 

Quanto consuma un termosifone elettrico a olio?

Si può pensare che essendo presente dell’olio nel radiatore, questo comporti delle differenze nel calcolo dei consumi ma non è così. Tutto dipende sempre dalla potenza del termosifone e il tempo di impiego.

 

Come funziona un termosifone elettrico a olio? 

Il funzionamento di un termosifone a olio è molto semplice. Una volta collegato l’elettrodomestico alla presa della corrente attiva una resistenza e questa, riscaldandosi, trasferisce il calore a un particolare olio che è contenuto all’interno del radiatore. Ci sono poi delle alette che agiscono in modo tale da distribuire il calore.

 

Di quali dimensioni mi serve il termosifone elettrico?

Tanto la dimensione quanto la potenza del termosifone elettrico  necessari a riscaldare una stanza dipendono da alcuni fattori quali ma metratura dell’ambiente da riscaldare, se il soffitto è alto oppure basso, se le pareti sono ben isolate o meno, la presenza o assenza di doppi vetri e anche la posizione della casa. Per avere risposte certe sarebbe opportuno che un tecnico specializzato facesse un sopralluogo.

 

Cos’è la funzione antigelo?

Si tratta di una funzione che purtroppo non è presente in tutti i termosifoni elettrici, ma se vivete in posti particolarmente freddi, è sempre bene averla. Tale funzione, infatti, serve nel caso in cui la temperatura si trovi sotto lo zero, condizione che potrebbe provocare il congelamento del radiatore. Attivando la funzione antigelo, la temperatura del termosifone si imposterà a 5° e si eviterà il congelamento.

 

È più conveniente un termosifone elettrico oppure idraulico?

Se si vuole considerare la questione dal punto di vista dei costi energetici, allora non c’è dubbio che sia migliore il termosifone idraulico in quanto il gas ha un prezzo inferiore rispetto alla corrente.

 

Che cosa si intende per termosifone elettrico a installazione libera?

Si tratta di un termosifone che può essere sistemato in qualsiasi stanza e anche trasportato da un ambiente all’altro, tanto è vero che, a differenza di quelli a parete, hanno delle rotelle alla base e, nella maggior parte dei casi, una maniglia.

 

Voglio installare un termosifone elettrico a parete, devo chiamare un tecnico?

In linea di massima non è necessario l’intervento di un tecnico per installare un termosifone elettrico alla parete. Chiaramente bisogna essere in possesso di un trapano. Per il resto, nella confezione, trovate sempre una dima che vi aiuta a eseguire i fori con precisione.

 

 

 

Come utilizzare un termosifone elettrico

 

Bisogna ottenere il massimo dal termosifone elettrico appena acquistato e per farlo è importante sfruttarlo al meglio o, se preferite, al massimo delle sue potenzialità. Di seguito troverete alcuni consigli che vi consentiranno di restare al caldo e magari risparmiare anche sui consumi.

 

 

Impostate la temperatura

La prima operazione che richiede un termosifone subito dopo l’inserimento della spina nella presa della corrente elettrica è impostare la temperatura. Scegliere il livello massimo, per esempio, 35° non significa che sarà quella la temperatura dell’ambiente e di certo comporterà consumi alti. 

È preferibile impostare la funzione ECO, presente in quasi tutti i modelli di termosifone. Questa avrà un effetto riscaldante più lento ma, oltre a farvi risparmiare in bolletta, vi eviterà anche bruschi cambi di temperatura che potrebbero verificarsi non soltanto uscendo fuori ma anche passando da una camera all’altra.

 

Chiudete porte e finestre

I termosifoni elettrici hanno un raggio d’azione limitato. Per godere al massimo del calore generato è importante che la porta della stanza sia chiusa così come le finestre, non essendo alimentato a gas non c’è il rischio del monossido di carbonio. Capita che le finestre, poi, lascino passare degli spifferi; ponetevi rimedio con dei paraspifferi.

 

No alla biancheria

Non di rado c’è chi usa il termosifone elettrico come una sorta di asciugabiancheria. Non va bene. Se appoggiate gli indumenti sul termosifone, il calore non è distribuito nella stanza e anche così il bucato richiederà comunque molto tempo per asciugarsi, con conseguente spreco di corrente.

 

Trasformate il termosifone in smart

Se il vostro termosifone non è dotato delle più recenti tecnologie o per dirla in altro modo, non è smart, non disperate perchè qualcosina si può fare. In commercio ci sono le prese intelligenti Wi-Fi compatibili non soltanto con lo smartphone ma anche con i più noti assistenti virtuali. Uno dei vantaggi, ad esempio, è di far accendere il termosifone poco prima che state rientrando e trovare così la casa calda.

 

 

L’installazione a parete

Ci sono termosifoni elettrici che richiedono l’installazione a una parete. Il lavoro non è complicato. Viti e tasselli li trovate nella confezione ma è sempre preferibile sostituirli con altri di miglior qualità, salvo che quelli presenti non vi ispirino la massima fiducia. Avete bisogno di un trapano e di una presa elettrica nelle vicinanze per poter alimentare il termosifone. 

Nella confezione è presente una dima, questa vi aiuta a eseguire i fori con precisione. Attenzione, dovete essere certi che dove siete intenzionati a forare il muro non passino cavi o tubi. Nel posizionare la dima sulla parete, aiutatevi con una lima per essere certi di montare dritto il termosifone.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments