Gli 8 Migliori Portabiancheria del 2021

Ultimo aggiornamento: 18.06.21

 

Portabiancheria – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto 

 

Se avete bisogno di un cesto per raccogliere i panni sporchi ma non sapete come sceglierlo senza incappare in un acquisto deludente, permetteteci  di darvi qualche consiglio. I modelli presenti sul mercato sono davvero tanti ed è necessario valutare quanto spazio avete a disposizione, il tipo di materiali, lo stile e la capienza del contenitore, prima di comprarne uno. In cima alla nostra lista troviamo Stefanplast Elegance 30050, un cesto funzionale e resistente, venduto a un prezzo imbattibile. A seguire vi suggeriamo Ikea Asia Torkis Flexi, una vasca portabiancheria pratica e capiente, ideale per trasportare sia il bucato pulito e sia quello sporco.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 Migliori Portabiancheria del 2021 – Classifica 2021

 

Attraverso questa guida, scoprirete quelli che secondo il nostro parere sono i migliori portabiancheria del 2021 e dove acquistare i modelli più venduti in rete. Continuando a leggere potrete chiarirvi maggiormente le idee, in modo da scegliere il cesto più adatto a soddisfare le vostre necessità.

 

 

Cesto portabiancheria

 

1. Stefanplast Elegance Portabiancheria

 

Se siete alla ricerca di un cesto portabiancheria economico ma di buona manifattura, allora il modello Elegance 30050 proposto da Stefanplast potrebbe fare al caso vostro.

Facendo una comparazione tra i vari contenitori per la biancheria venduti a prezzi bassi, questa cesta si distingue certamente per il suo ottimo rapporto qualità/prezzo.

Si tratta di un prodotto realizzato in plastica di alta qualità, anche se non è consigliabile sedervi sopra, nonostante il coperchio sia solido.

Il design è molto semplice ed è caratterizzato da un intreccio che emula il rattan, al fine di dare un tocco di eleganza all’ambiente.

Lateralmente alla struttura, l’azienda ha pensato bene di applicare due fori che hanno un doppio utilizzo, ovvero fungono sia da maniglie per il trasporto e sia da finestrelle per agevolare il ricircolo interno d’aria. In tal modo, anche se i panni sono umidi, non si verranno a creare muffe e cattivi odori. 

Il portabiancheria ha una capacità di 50 l, occupa poco spazio e risulta particolarmente adatto per due persone.

 

Pro

Economico: Il portabiancheria si presenta sul mercato con un prezzo davvero basso e concorrenziale, accessibile a tutte le tasche.

Resistente: Il contenitore è realizzato con plastiche solide di alta qualità, è resistente all’umidità e pertanto può essere collocato anche vicino a docce o lavabi.

Colori: L’azienda mette a disposizione il prodotto in sei diverse tonalità di colore, così potrete scegliere quello più adatto al vostro arredamento.

 

Contro

Coperchio: Il coperchio del cesto è solido e resistente ma potrebbe non sopportare il  peso di una persona che ci si siede sopra, in quanto non è stato progettato per tale scopo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Portabiancheria Ikea

 

2. Ikea Asia Torkis Flexi Portabiancheria, Interno/Esterno

 

Se avete bisogno di un cesto comodo per trasportare sia i panni sporchi e sia quelli appena usciti dalla lavatrice, il modello Asia Torkis Flexi di Ikea potrebbe essere una valida soluzione.

Si tratta di un portabiancheria abbastanza capiente, capace di contenere fino a 15 kg di bucato. Ideale per trasportare i capi lavati in terrazza o sul balcone, in quanto è un contenitore dotato di due pratiche maniglie ergonomiche e antiscivolo.

L’intera cesta è realizzata in plastica morbida e flessibile, resistente all’umidità e pertanto adatta sia per uso interno e sia per uso esterno.

Il design del modello è semplice e lineare e richiama un po’ le vecchie tinozze che le lavandaie usavano una volta.

Se non sapete come scegliere un buon portabiancheria di qualità, nel quale riporre il vostro bucato, allora quest’articolo può fare al caso vostro. Il costo non è eccessivo, anche se non si tratta del prezzo più economico sul mercato per ciò che concerne gli articoli di questo tipo.

 

Pro

Capiente: Grazie ai due manici antiscivolo presenti ai lati del contenitore, il trasporto del bucato risulterà pratico e comodo da effettuare.

Materiali: Il portabiancheria è realizzato con plastica di alta qualità, flessibile e resistente all’umidità, ideale sia per uso interno e sia per uso esterno.

Design: Il design della cesta è semplice e un po’ retrò, in quanto ricorda molto le vecchie tinozze usate dalle lavandaie negli anni ‘50.

 

Contro

Prezzo: Pur trattandosi di una vasca portabiancheria di ottima qualità, il prezzo è un po’ più alto rispetto a quello di altre ceste dello stesso tipo presenti in commercio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mobile portabiancheria

 

3. SoBuy Cesto Portabiancheria FSS66-WN, Organizzazione Lavanderia

 

Tra le varie offerte di portabiancheria venduti online, SoBuy Cesto FSS66-WN ha attirato particolarmente la nostra attenzione. Si tratta di un vero e proprio mobile realizzato in bambù misto a MDF, un robusto materiale in fibra a media densità, derivato del legno.

Il modello è resistente all’umidità e agli sbalzi di temperatura ed è caratterizzato da una pratica apertura dall’alto che agevola l’inserimento e il prelievo della biancheria sporca.

La parte frontale del contenitore è dotata di fenditure che favoriscono il ricircolo d’aria interno, così da evitare il ristagno di cattivi odori.

Il design del cesto è elegante e ben rifinito e può essere adattato a ogni tipo di arredamento.

Il prodotto è facile da montare e le istruzioni sono chiare da seguire.

Alcuni utenti avrebbero preferito che vi fosse presente una sacca rimovibile per facilitare il trasporto degli indumenti. Il rapporto qualità/prezzo è buono e il costo del mobile non è eccessivo.

 

Pro

Design: Si tratta di un vero e proprio mobile portabiancheria, caratterizzato da un design elegante, che può essere abbinato a qualsiasi tipo di arredamento.

Apertura: Il modello è dotato di un pratico coperchio ubicato sulla parte alta. Questo a sua volta dispone di un braccino meccanico che può essere bloccato durante il prelievo del bucato.

Resistenza: Il prodotto è realizzato in bambù e MDF, che gli conferiscono robustezza e leggerezza allo stesso tempo. Inoltre la cesta è resistente all’umidità e agli sbalzi termici.

 

Contro

Vano interno: Manca una sacca rimovibile all’interno, che avrebbe consentito di trasportare più agevolmente la biancheria sporca alla lavatrice.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Portabiancheria di design

 

4. Guzzini Portabiancheria Ninfea Home

 

Se amate il design e siete alla ricerca del miglior portabiancheria per i vostro bagno, date un’occhiata al modello Ninfea Home firmato Guzzini.

Il cesto è caratterizzato da una linea elegante e armoniosa che lo rende simile a un’anfora. La struttura è realizzata in polipropilene, un polimero termoplastico solido e resistente agli sbalzi di temperatura.

Si tratta di un contenitore molto capiente che può essere collocato in ogni ambiente. Grazie alle fessure che percorrono i lati del vaso, non si formeranno cattivi odori all’interno di esso.

Se siete disposti a spendere qualcosa in più, questo portabiancheria è un buon compromesso tra funzionalità e design.

Il prodotto arriva a casa smontato, tuttavia l’assemblaggio risulta facile e veloce da effettuare. Purtroppo alcuni utenti hanno riscontrato qualche difficoltà nello spostare il cesto a pieno carico, in quanto potrebbe smontarsi qualche sezione a spicchio.

Il prezzo del prodotto è un po’ alto e potrebbe non essere accessibile a tutte le tasche.

 

Pro

Elegante: Si tratta di un vero e proprio oggetto di design, caratterizzato da un’armoniosa linea che lo rende simile a un vaso antico o a un’anfora.

Traspirante: Grazie alle fessure presenti ai lati del contenitore, il ricircolo d’aria interno è buono, pertanto non si creano cattivi odori nel portabiancheria.

Robusto: Il prodotto è realizzato in solido polipropilene, resistente agli sbalzi di temperatura e all’umidità. 

 

Contro

Prezzo: Il prezzo dell’articolo è abbastanza elevato, anche se si paga più il design che l’oggetto in sé. 

Trasporto: Durante lo spostamento del cesto a pieno carico potrebbe smontarsi qualche sezione a spicchio delle pareti.

Acquista su Amazon.it (€48.95)

 

 

 

Portabiancheria sporca salvaspazio

 

5. Wowlive Sottile Cesto della Biancheria con Ruote Pieghevole

 

Se il vostro bagno è piccolo e siete alla ricerca di un portabiancheria sporca salvaspazio, Wowlive Sottile Cesto potrebbe essere la soluzione migliore per risolvere il vostro problema.

Questo si adatta facilmente a tutti gli spazi ed è dotato di quattro piccole ruote che agevolano lo spostamento del contenitore da un ambiente all’altro.

Si tratta di un modello pieghevole, che può essere richiuso e conservato quando non serve.

Il tessuto che compone il sacco rigido è a doppia densità 600D Oxford, molto resistente e più durevole della comune tela. La struttura del portabiancheria è rinforzata con un telaio in ferro che lo rende più stabile.

Il tessuto inoltre è impermeabile e la retina con cinturino di chiusura posta sulla parte alta della cesta, impedisce al bucato di cadere durante i vari spostamenti. Purtroppo non è presente un vero e proprio coperchio che impedisca alla polvere di infiltrarsi all’interno del contenitore.

Il prodotto si presenta sul mercato con un prezzo davvero vantaggioso e competitivo.

 

Pro

Salvaspazio: Il portabiancheria può essere adattato a qualsiasi tipo di ambiente, grazie al suo formato slim. Inoltre la struttura è richiudibile, così può essere conservato quando non serve.

Tessuto: Il tessuto della sacca è a doppia densità 600D Oxford, resistente all’umidità e più durevole della tela comune.

Rapporto qualità/prezzo: Il prodotto è di ottima fattura e il prezzo risulta basso e competitivo. Un buon compromesso tra risparmio, funzionalità e qualità.

 

Contro

Copertura: Sulla parte superiore del contenitore è presente soltanto una retina come copertura e non un coperchio. Pertanto è molto facile che la polvere si depositi all’interno della cesta.

Acquista su Amazon.it (€19.99)

 

 

 

Portabiancheria in vimini

 

6. Giardicasa Cesta Ovalein Vimini Bianca Decore Cuore Portabiancheria

 

Se volete arredare il vostro bagno con gusto e se siete amanti dello stile shabby chic, la cesta ovale proposta dal marchio Giardicasa, non passerà di certo inosservata ai vostri occhi.

Si tratta di un vero e proprio complemento d’arredo, caratterizzato da uno stile un po’ retrò, che è in grado di dare un tocco di eleganza alla lavanderia o al bagno. A impreziosire il design, sono presenti delle decorazioni a forma di cuore sul bordo e sulla parte frontale del contenitore.

Il prodotto è realizzato completamente in vimini e risulta molto capiente, adatto anche a famiglie numerose.

La struttura è molto leggera e pertanto può essere spostata con facilità. Tuttavia, pur trattandosi di una cesta resistente ricavata dall’intreccio di rami, è necessario prestare la massima attenzione; magari evitate di sedervi sopra se non volete danneggiarla irrimediabilmente.

Il prezzo del portabiancheria non è né eccessivo e né economico, ma risulta un ottimo compromesso tra eleganza e funzionalità.

 

Pro

Stile retrò: La cesta è realizzata in vimini e lo stile richiama lo shabby chic, ideale da collocare sia in un ambiente moderno e sia in un ambiente classico.

Leggero: Trattandosi di vimini, il portabiancheria risulta molto leggero e pertanto è facile da spostare da un ambiente all’altro.

Capiente: Il contenitore è abbastanza capiente e può essere utilizzato anche da una famiglia composta da più di due componenti.

 

Contro

Delicato: Trattandosi di una struttura in vimini, bisogna prestare la massima attenzione a non sedersi sopra, onde evitare di schiacciare e di danneggiare il cesto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Portabiancheria moderno

 

7. Blomus Frisco Portabiancheria in Alluminio Satinato e Fibra Sintetica

 

Se non sapete ancora quale portabiancheria comprare e state cercando un contenitore che sia capiente e allo stesso tempo poco ingombrante, il nuovo modello Frisco 65386 di Blomus potrebbe fare al caso vostro.

Si tratta di un cesto innovativo, caratterizzato da un design funzionale e minimal, che vi consente di sfruttare una grande capacità contenitiva in poco spazio. Lo stile del cesto è abbastanza sobrio e si abbina bene a un tipo di arredamento moderno. Grazie alla forma sottile del contenitore, potrete collocarlo ovunque in casa, senza ingombrare troppo.

La struttura è realizzata in alluminio satinato combinato con delle fibre sintetiche, che conferiscono una buona resistenza all’intera struttura.

L’azienda mette a disposizione l’articolo in quattro colori: sabbia, antracite, moka e talpa, così potrete scegliere quello che meglio si abbina al bagno o alla lavanderia.

Purtroppo il prezzo del portabiancheria non è propriamente basso e ciò potrebbe far desistere diversi utenti dall’acquisto.

 

Pro

Poco ingombrante: Il portabiancheria si presenta con un design poco ingombrante, che vi permette di collocarlo ovunque in casa.

Design moderno: Il design del cesto è sobrio e minimale, adatto a un tipo di arredamento moderno. Inoltre la struttura è solida e robusta ed è dotata di un vano molto capiente.

Colori: Il produttore mette a disposizione il modello in quattro diverse colorazioni, così potete scegliere la tonalità più adatta all’ambiente.

 

Contro

Prezzo: Il prezzo del portabiancheria non è basso e potrebbe non essere accessibile a tutte le tasche.

Acquista su Amazon.it (€77.95)

 

 

 

Sacco portabiancheria

 

8. SweetNeedle Confezione da 2 Sacchetti di Lavanderia Extra Large

 

Se siete degli studenti universitari o se praticate camping estivi e avete bisogno di un sacco portabiancheria per raccogliere i vostri capi sporchi, date uno sguardo al kit di sacchetti proposto da SweetNeedle.

Si tratta di un pratico set composto da due borse di grandi dimensioni, utili per contenere molti indumenti da lavare accumulati durante la settimana.  

I sacchi sono realizzati con un tessuto molto resistente agli strappi e all’usura e possono essere lavati facilmente in lavatrice.

Questi dispongono di una pratica chiusura a coulisse, che facilità il trasporto della biancheria e non permette ai capi di scivolare fuori dall’apertura. Alcuni utenti avrebbero preferito che il cordone per la chiusura fosse un po’ più spesso.

Sebbene siano borse destinate ai panni sporchi, possono essere utilizzate anche come sacche per conservare coperte, cuscini, peluche e tanto altro. In definitiva si tratta di un prodotto molto versatile, venduto a un prezzo davvero conveniente.

 

Pro

Prezzo conveniente: Il kit include ben due sacchi portabiancheria, venduti a un prezzo molto basso e conveniente.

Tessuto: Il tessuto delle sacche è molto robusto e resistente all’usura e agli strappi. Inoltre queste possono essere lavate in lavatrice e riutilizzate.

Chiusura: La chiusura delle borse è a coulisse, onde evitare fuoriuscite di indumenti durante il trasporto della biancheria.

Versatile: Il contenitore è molto versatile e può essere utilizzato anche per conservare cuscini, coperte, lenzuola, ecc.

 

Contro

Cordone: Il cordone destinato alla chiusura del portabiancheria risulta un po’ troppo sottile rispetto alle grandi dimensioni del sacco.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un portabiancheria

 

Se volete organizzare al meglio la vostra zona lavanderia, è necessario disporre di un buon cesto per la raccolta dei capi sporchi. Grazie a questo oggetto avrete sempre un bagno ordinato ed eviterete di lasciare indumenti da lavare in giro per casa.

Chiaramente prima di acquistare un contenitore del genere, è fondamentale conoscere quali sono le vostre esigenze, sapere quanto spazio avete a disposizione, capire quale può essere il design che si abbina meglio al bagno o alla lavanderia e diverse altre caratteristiche.

Date uno sguardo a questa guida, che ha come scopo quello di aiutarvi a trovare il modello più adatto a soddisfare le vostre necessità al miglior prezzo.

Dimensioni

Il mercato offre una vasta gamma di ceste portabiancheria, di tutte le grandezze e per tutti i gusti. Tuttavia, così tanta scelta potrebbe confondere un po’ le idee ed essere controproducente.

Prima di comprare un contenitore per panni sporchi, è necessario capire quali sono le dimensioni di cui avete bisogno, affinché il prodotto soddisfi appieno le vostre esigenze. Questo dato è facilmente deducibile dal numero di componenti della famiglia, che vi farà individuare la capienza esatta che dovrà avere il cesto, per poter contenere senza problemi tutta la biancheria riposta durante la settimana.

Un altro fattore da valutare è l’area che il raccoglitore andrà a occupare; in questo modo non sarà difficile trovare un modello delle dimensioni adatte. Potrete addirittura decidere di acquistare più recipienti portabiancheria al fine di dividere i capi bianchi da quelli colorati.

Se invece la stanza è piccola, vi suggeriamo di optare per una cesta salvaspazio che si estende prevalentemente in altezza, in modo da non ingombrare troppo.

 

Materiali

Verificate sempre che i materiali che compongono il modello siano di buona qualità, al fine di garantire resistenza, durabilità e soprattutto igiene.

Solitamente i portabiancheria più diffusi sono quelli in plastica, che risulta robusta e facile da pulire. Esistono anche modelli realizzati in tela o in legno, ma nel secondo caso il prezzo aumenta di molto. Se invece siete amanti della modernità, potreste optare per un contenitore in acciaio inox, che sarà in grado di dare un tocco contemporaneo alla vostra lavanderia o al vostro bagno.

Altri cesti più pratici e funzionali sono quelli in vimini o in bambù, leggeri da spostare ma anche più fragili e meno resistenti. 

Generalmente, la maggior parte dei portabiancheria è munita di coperchio, che aiuta a isolare i cattivi odori causati dal deposito del bucato sporco all’interno del recipiente.

 

Design e accessori

Ci sono diverse caratteristiche che possono rendere un portabiancheria più pratico di un altro. A volte è sufficiente la presenza di alcuni piccoli accessori che riescono a migliorare la funzionalità di un semplice cesto per i panni sporchi.

Per esempio, alcuni modelli sono dotati di pratici manici, che risultano molto utili per spostare il contenitore verso la lavatrice senza fare troppa fatica. Altri cesti invece sono addirittura muniti di rotelle alla base, che li rendono ancora più trasportabili facendo un sforzo minimo.

Se siete metodici e volete separare i bianchi dai colorati, senza acquistare due contenitori differenti, potreste optare per un modello a scomparti separati.

Molto validi sono anche i portabiancheria salvaspazio richiudibili, che vi consentono di ridurre il volume del cesto un volta che questo non serve più.

Stile e rifiniture

Oltre alla funzionalità, è importante non trascurare neanche l’aspetto estetico di un portabiancheria, specialmente se il vostro bagno ha uno stile ben definito. Come si dice in questi casi “anche l’occhio vuole la sua parte”, pertanto è consigliabile optare per un modello dal design affine al tipo di arredamento della stanza.

Per esempio, se l’ambiente è shabby chic o retrò, un cesto in vimini decorato potrebbe essere la soluzione visiva più appropriata. Se invece si tratta di una camera moderna, optate per un contenitore dal design minimale, magari in acciaio.

Il mercato offre una vasta scelta di modelli, che possono soddisfare qualsiasi richiesta stilistica. Il fatto che si tratti di un cestino per la raccolta dei panni sporchi, non significa che l’oggetto in questione debba essere necessariamente brutto o privo di un lato estetico gradevole.

Ricordate che un portabiancheria dalle finiture curate e dal design armonioso potrà arricchire  il vostro bagno, dando un tocco d’eleganza all’ambiente come un vero e proprio complemento d’arredo.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come rivestire un cesto portabiancheria?

Se avete un cesto in vimini o in bambù e desiderate trasformarlo in un contenitore portabiancheria, vi basterà effettuare soltanto qualche piccola modifica per renderlo efficiente al 100%.

Innanzitutto vi suggeriamo di applicare un rivestimento interno, onde evitare che il bucato depositato si impigli ai rametti di vimini intrecciati o a eventuali sporgenze delle canne di bambù.

Scegliete il tessuto che più vi piace, preferibilmente in cotone cerato e create un vero e proprio sacco per rivestire l’interno del recipiente. Se volete rendere la cesta ancora più graziosa, potete decorare l’esterno del portabiancheria a vostro piacere, magari con delle toppe in stoffa di varie forme in stile shabby chic oppure patchwork.

 

Come creare un cesto portabiancheria?

In rete è possibile trovare diversi tutorial che vi possono aiutare a creare un cesto portabiancheria. Di seguito vi suggeriamo un metodo semplice e veloce per crearne uno con poca spesa di materiali.

Prendete un cestino in latta o in plastica (se ne avete già uno a casa sarete avvantaggiati) e scegliete con cura il tessuto per il rivestimento, magari con una tonalità che si abbina perfettamente al bagno o alla lavanderia. 

Acquisite le misure del vano interno e cucite un sacco con il tessuto fino a ottenere un rivestimento ad hoc. Se proprio volete essere precisi, applicate un cordino lungo tutto il bordo del sacco, al fine di farlo aderire bene alla cesta. Per maggiore praticità, optate per dei tessuti cerati, assorbono meno lo sporco e sono più pratici da lavare.

Per quanto riguarda il rivestimento e la decorazione esterna, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Se il bidoncino è in metallo, potreste divertirvi ad applicare un cordone con della colla a caldo fino a che non avrete coperto tutta la parte esterna. Diversamente potreste attaccare delle decorazioni a piacere ai lati del contenitore o sul coperchio.

Se il contenitore è bucherellato, avrete la possibilità di abbellirlo passando in maniera alternata delle fettucce di stoffa colorata tra un foro e l’altro, fino a ottenere un grazioso complemento d’arredo per il vostro bagno.

 

Come pulire un cesto portabiancheria?

Un portabiancheria deve essere pulito con frequenza, in quanto trattandosi di un contenitore per la raccolta dei panni sporchi, è inevitabile che germi e batteri si depositino al suo interno.

Prima di pulire il bidoncino, dovete capire di che materiale è fatto, così potrete igienizzarlo in maniera corretta e con i prodotti adatti, senza rovinarlo.

I modelli possono essere realizzati con diversi materiali quali: plastica, vimini, legno, metallo, tessuto, ecc.

Per quanto riguarda i sacchi in tela o in tessuto, basterà separarli dalle loro strutture rigide e riporli in lavatrice, utilizzando un ciclo rapido a 40°. Se il recipiente è in plastica, ricordate di lavarlo per bene e di igienizzarlo con prodotti antibatterici come per esempio l’amuchina.  

Se la cesta è in vimini, mettetela fuori all’aria aperta, in modo da eliminare tutta l‘umidità assorbita in casa. Successivamente preparate una miscela d’acqua con una goccia di candeggina. Prendete un panno, inumiditelo nella soluzione e passatelo accuratamente su tutte le parti del contenitore. Dopo qualche ora risciacquatelo per bene e mettetelo al sole ad asciugare.

Per un portabiancheria in metallo usate dei prodotti adatti, assicurandovi di asciugare perfettamente il bidoncino onde evitare di danneggiarlo.

 

 

 

Come utilizzare un cesto portabiancheria

 

Abbiamo visto diversi metodi che ci hanno illustrato come foderare un cesto portabiancheria o addirittura come crearne uno di sana pianta riutilizzando dei materiali di recupero.

Ma chi ha detto che un contenitore del genere può essere utilizzato soltanto per la raccolta dei panni sporchi? Vediamo insieme quali possono essere altri utilizzi alternativi di questo versatile recipiente.

 

 

Contenitore per i giocattoli

Se decidete di cambiare portabiancheria nel vostro bagno e non volete buttare via il vecchio modello, potreste decidere di riutilizzarlo in modo simpatico e alternativo (chiaramente pulito), destinandolo a uso contenitore per la raccolta dei giocattoli di vostro figlio. In questo modo eviterete di trovarvi macchinine e pupazzetti sempre tra i piedi, sparsi in giro per tutta la casa.

Questa potrebbe essere una valida soluzione che vi consentirà di rimettere velocemente in ordine la stanza dei bambini, senza perdere tempo a riporre i giochi nelle loro scatole o sugli scaffali.

Ovviamente, se optate per tale alternativa, non dimenticate che non si tratta più di un portabiancheria o rischierete di inserire per sbaglio degli indumenti sporchi nel cestino per poi ritrovarvi con un bel “potpourri” di giocattoli e di vestiti da lavare.

 

Portaoggetti

Un altro modo alternativo per riciclare un contenitore portabiancheria è quello di utilizzarlo come portaoggetti. Magari potreste riporvi dentro dei cuscini, delle copertine o delle lenzuola da tirare fuori nel momento del bisogno, come per esempio quando dovete allestire un letto d’emergenza per un ospite inatteso.

Il contenitore potrebbe tornarvi utile anche per conservare buste di plastica o sacchi da usare per la raccolta differenziata dei rifiuti.

Le possibilità di riutilizzo di un recipiente del genere sono davvero tante, basta avere un po’ di fantasia e di creatività, utili a ridare nuova vita a un oggetto che diversamente, finito il suo compito, potrebbe essere gettato nella spazzatura.

 

 

Il portabiancheria ideale

Tornando alla funzione principale del cesto portabiancheria, è importante che scegliate il modello più adatto a soddisfare le vostre esigenze, ponendo molta attenzione al design e alla funzionalità dell’oggetto che intendete acquistare.

Oltre che di buona manifattura, il contenitore deve essere dotato di prese d’aria, necessarie per non far stagnare i cattivi odori al suo interno. Se il recipiente è a tenuta stagna, col tempo potrebbe trasformarsi in un vero e proprio ricettacolo di batteri e germi, che risulterebbero pericolosi e nocivi per la salute.

Non sottovalutate mai il fattore sicurezza, specialmente se in casa sono presenti dei bambini che potrebbero entrare a contatto diretto con il cesto.

Infine soddisfate anche il vostro gusto estetico e optate per un modello che si abbini perfettamente al tipo di arredamento del vostro bagno.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI