Pulizia dei pannelli fotovoltaici: alcuni consigli da seguire

Ultimo aggiornamento: 23.04.21

 

Anche gli impianti solari fotovoltaici, come qualsiasi altro tipo di impianto, hanno bisogno di interventi di manutenzione periodica. Vediamo nello specifico quali.

 

Gli impianti solari fotovoltaici, alla stregua di altri impianti basati sulle fonti di energia rinnovabili, spesso sono erroneamente percepiti come una tecnologia all’avanguardia che non richiede interventi di manutenzione, soprattutto quando si tratta di piccoli impianti destinati a uso domestico. Nella realtà dei fatti, però, anche i pannelli fotovoltaici fai da te, che siano installati in casa o nei camper, richiedono dei controlli periodici e una regolare pulizia se si desidera che l’impianto mantenga una resa ottimale e duri a lungo.

Lo stesso discorso vale anche per i pannelli solari termici; anche se questi impianti sono destinati alla produzione di acqua calda sanitaria e non di elettricità, infatti, la loro resa tende a calare drasticamente se non sono sottoposti a manutenzione e regolare pulizia.

 

Quali sono gli interventi di manutenzione ordinaria

Per quanto riguarda nello specifico gli interventi di manutenzione ordinaria, negli impianti fotovoltaici questa non è obbligatoria ma è buona norma sottoporre a periodiche verifiche i diversi componenti; anche se i pannelli hanno una durata media di 20-25 anni, infatti, in un tale arco di tempo altri moduli dell’impianto, come gli inverter e le batterie, devono essere necessariamente sostituiti.

Almeno una volta l’anno è bene eseguire un controllo di tutte le componenti dell’impianto quindi, verificare il funzionamento del gruppo inverter e monitorare il voltaggio; inoltre è importante controllare l’integrità delle strutture di supporto, dei serraggi, delle condotte dei cavi, dei pozzetti, dei quadri e dei morsetti elettrici. Se sono presenti batterie di accumulo, come nel caso degli impianti stand-alone, bisogna controllare anche queste ultime.

 

Pulizia pannelli fotovoltaici

La pulizia del fotovoltaico è un altro intervento da non trascurare se si desidera mantenere la funzionalità dell’impianto; in particolar modo il lavaggio dei pannelli fotovoltaici. Col passare del tempo, infatti, sui pannelli si accumulano polvere, pollini, foglie o detriti di altro tipo. La pulizia non ha soltanto una finalità puramente estetica; secondo uno studio condotto dall’Università di Boston, infatti, un pannello sporco può ridurre la sua efficienza nella produzione di elettricità in una misura variabile dal 25% al 40% a seconda della quantità di polvere depositata.

Il lavaggio dei pannelli è l’unico intervento che potrebbe essere eseguito in modalità fai da te, ma il condizionale è d’obbligo comunque perché la pulizia potrebbe risultare più o meno complicata a seconda delle dimensioni dell’impianto e del posizionamento dei pannelli stessi.

Se questi ultimi sono installati sul tetto è preferibile incaricare una ditta specializzata infatti, invece di eseguire la pulizia di persona rischiando di cadere o danneggiare i pannelli. Il discorso cambia radicalmente, invece, se questi sono installati a terra o in una posizione accessibile senza rischi; in questo ci si può anche dotare di un buon kit pulizia pannelli fotovoltaici, in modo da provvedere personalmente alla loro cura.

Se le condizioni lo permettono, quindi, almeno una volta al mese è bene dare una buona ripulita alla superficie dei pannelli; diversamente è consigliabile far eseguire la pulizia almeno una volta l’anno, preferibilmente all’inizio della primavera e contestualmente alla verifica e al controllo dell’impianto da parte della ditta specializzata.

Adempimenti e costi della manutenzione

La manutenzione ordinaria degli impianti fotovoltaici non è esente da costi, ma questi possono variare a seconda della ditta incaricata, con prezzi che oscillano dai 50 ai 150 euro circa per ogni kW di potenza nominale dell’impianto.

Di solito, quando si installa un impianto solare fotovoltaico o termico, la ditta incaricata propone anche un contratto per la successiva manutenzione ordinaria; gli interventi sono programmati su base annua e prevedono sia la verifica e il controllo dei diversi moduli sia la pulizia dei pannelli, con l’opzione di aggiungere una pulizia extra se si verificano condizioni meteorologiche particolari. Il costo della pulizia, inoltre, è distinto da quello della manutenzione e viene quotato in base alle dimensioni dell’impianto, alla sua estensione e al grado di sporcizia da rimuovere.

La manutenzione ordinaria e la pulizia non richiedono particolari adempimenti dal punto di vista legale e burocratico, fanno eccezione soltanto gli interventi che apportano sostanziali modifiche o aggiornamenti all’impianto. La sostituzione di componenti elettrici minori, per esempio, può essere effettuata senza problemi; in caso di sostituzione di componenti come il gruppo inverter, le batterie di accumulo o altri moduli di primaria importanza, invece, il proprietario dell’impianto ha l’obbligo di comunicare al GSE gli interventi effettuati entro 60 giorni dal loro completamento.

 

Lavaggio impianto di riscaldamento fai da te

Se pulire i pannelli fotovoltaici è di estrema importanza per assicurare il mantenimento della loro efficienza nella produzione di elettricità, allo stesso modo la pulizia dei pannelli solari termici è fondamentale per garantire l’efficienza nella produzione di acqua calda sanitaria.

Come negli impianti fotovoltaici, anche negli impianti solari termici la manutenzione ordinaria è costituita dalla verifica strutturale e funzionale dei componenti; inoltre interventi semplici come il controllo dell’integrità del vetro di copertura dei pannelli e la loro pulizia, se questi sono situati in una posizione facilmente accessibile, possono essere eseguiti anche dal proprietario stesso dell’impianto.

Per le verifiche a carattere tecnico specifico invece, come quelle relative alle valvole di sicurezza, al vaso di espansione, al serbatoio, alle condutture e ai serraggi della struttura di supporto, nonché al fluido termovettore, è consigliabile incaricare un tecnico specializzato o la stessa ditta che ha provveduto all’installazione dell’impianto.

I costi della manutenzione ordinaria degli impianti solari termici sono proporzionati alla spesa sostenuta per l’acquisto e l’installazione degli stessi, e sono quantificabili nell’ordine dell’1-2% all’anno; tanto per fare un esempio pratico, quindi, la spesa per la manutenzione di un impianto solare termico a circolazione forzata per il fabbisogno di una famiglia di 4 persone, il cui costo si aggira sui 4.000 euro circa, può variare dai 40 agli 80 euro all’anno, mentre la pulizia si aggira sui 15 euro circa per ogni pannello solare termico.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments