L’installazione dei termostati intelligenti

Ultimo aggiornamento: 01.06.20

 

Promettono di risparmiare fino al 30% dei consumi: loro sono i termostati di nuova generazione che sempre più trovano spazio nelle case degli europei e non solo.

 

Nel vasto panorama della smart home, i dispositivi che più di altri sembrano aver catturato l’attenzione del pubblico sono i termostati intelligenti, anzi, proprio questi hanno iniziato le persone al concetto di casa intelligente. Il perché di tale successo è da ricercarsi nel risparmio dei consumi promesso, stimato intorno al 30%, ma c’è anche si spinge fino a un ragguardevole 35%. I numeri sono certamente interessanti ma vanno presi con le dovute cautele.

Una cosa è certa, i termostati di ultima generazione permettono una migliore e più comoda gestione del riscaldamento. Ma nella diffusione dei termostati smart, probabilmente hanno giocato un ruolo importante anche gli assistenti virtuali, Google Assistant e Alexa su tutti, diventati in un certo senso di moda, senza dimenticare Siri. Le funzioni dei cronotermostati di differenti modelli grosso modo si somigliano per questo la vera battaglia dei produttori si è spostata sul design e sul prezzo.

 

Risparmio energetico: quanto sono affidabili le stime?

Lo abbiamo detto: la corsa ai termostati smart è mossa principalmente dal risparmio paventato e in particolare da quel numero: 30-35%. Ma quanto è attendibile questa stima?

A sentir parlare gli installatori professionisti, il numero è un po’ gonfiato e comunque non si può prendere come valore assoluto poiché ci sono troppe variabili in gioco. Ma di una cosa gli installatori sembrano essere certi: il risparmio c’è ma nella migliore delle ipotesi arriva al 25% e non senza l’ausilio delle testine elettroniche sulle termovalvole dei termosifoni. Ai fini del risparmio energetico, in ogni stanza, infatti, dovrebbe esserci un monitoraggio della temperatura.

 

 

Impianto autonomo o centralizzato: il termostato smart è utile a tutti

Pur ribadendo che fare discorsi generici non è possibile i benefici derivanti dall’uso di un termostato smart sono trasversali, dunque non solo per chi ha un impianto di riscaldamento autonomo ma anche per chi ce l’ha centralizzato come capita per i condomini poiché gestire da remoto la temperatura per alcune stanze escludendone magari altre si tramuta pur sempre in un risparmio energetico ma soprattutto in una comodità.

 

I costi dell’installazione

Se escludiamo termostati che promettono di installarsi praticamente da soli come quelli con supporto da tavolo, gli altri richiedono l’intervento di un tecnico specializzato a meno che non si sappia dove mettere le mani. Quanto costa rivolgersi a un professionista? In media servono tra i 70 e i 100 euro. Chiaramente a questa somma vanno aggiunti i soldi per comprare il cronotermostato.

La spesa d’installazione aumenta se si decide di installare le testine elettroniche che presuppongono avere già le termovalvole sui caloriferi. In questo caso si spendono sui 150 euro. Se le termovalvole mancano, bisogna rivolgersi a un idraulico che dovrà adattare l’impianto di riscaldamento. L’intervento di un idraulico fa chiaramente aumentare la spesa e potrebbero volerci non meno di 450 euro e un’intera giornata di lavoro.

 

Kit V3+

Vediamo quali dispositivi possono essere installati per gestire al meglio i consumi energetici; cominciamo dal Kit V3+. Questo kit rappresenta la versione più recente del sistema intelligente Tado. Le novità sono soprattutto a livello di software. Il sistema si occupa della gestione in autonomia della temperatura e dell’operatività della caldaia. Il termostato, inoltre, esegue delle valutazioni sullo stato della caldaia a scadenza regolare. In caso di malfunzionamento, il sistema consente di programmare l’assistenza annuale e richiedere un preventivo per la riparazione.

Nessuna novità per il design rispetto alla versione V3. Interessate la funzione di localizzazione: in pratica il sistema, attraverso la posizione dello smartphone è in grado di sapere se l’utente si sta avvicinando a casa e quindi accende il riscaldamento. Il costo del V3+ è di 129,99 euro, somma che permette di acquistare il solo termostato mentre se si vuole anche l’internet bridge, bisogna spendere 199,99 euro.

 

Nest Learning Thermostat

Nest, probabilmente, è il cronotermostato (ecco la lista dei migliori prodotti) più venduto. La società che lo produce è stata acquisita da Google che con questa mossa si è seduta al banchetto dei termostati intelligenti. La funzione principale del nuovo Nest è l’apprendimento automatico dalle abitudini degli inquilini. Se ad esempio tutte le mattine alle 7 siete soliti accendere il riscaldamento e impostarlo a 20°, Nest prenderà nota e, in automatico, per le 7 imposterà la temperatura. Ma Nest è in grado di fare molto altro; per esempio, sfruttando i sensori integrati allo smartphone sa se state uscendo di casa o rientrando così da accendere o spegnere il riscaldamento. Costo 249,99 euro.

 

Honeywell T6

Honeywell propone il termostato T6 in due versioni. La prima ha un costo di 199,00 euro e va collegata al ricevitore mediante cavo che a sua volta è collegato alla caldaia. Il T6R, invece, costa 249,00 euro ed è Wi-Fi. Entrambi i modelli hanno l’alimentazione cablata, di conseguenza il termostato deve trovarsi necessariamente vicino a una presa della corrente. Non manca l’app dedicata sia per Android sia per iOS. Il T6 e T6R sono compatibili con Siri, Alexa e Google Assistant.

 

Netatmo

Netatmo, che è tra i termostati meno costosi (179,00 euro), ha lo schermo a inchiostro elettronico e, sebbene costi meno della concorrenza, non è certo povero di funzioni. Con Adapt il termostato imposta la temperatura all’interno della casa tenendo conto di quella esterna.

Inoltre è compatibile con gli assistenti virtuali Siti e Google Assistant. Il sistema di riscaldamento è monitorato dalla funzione Auto-Care che avvisa in caso di problemi tecnici. Se sono montate le valvole termostatiche il termostato riconosce se ci sono finestre aperte e spegne il riscaldamento.

 

 

BeSmart

BeSmart è un termostato intelligente realizzato dall’azienda italiana Riello. Il costo del solo termostato è di 89,00, prezzo che sale a 189,00 se si aggiunge il Wi-Fi box elemento necessario se si vogliono sfruttare le potenzialità dell’applicazione. È un apparecchio che presenta più di un limite, come l’assenza di un monitoraggio periodico dei consumi.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments