I 5 Migliori Ventilatori da Soffitto del 2019

Ultimo aggiornamento: 08.12.19

 

Ventilatore da Soffitto – Guida all’acquisto e Confronti 

 

State cercando un ventilatore da soffitto da installare in casa per affrontare la stagione estiva? Al primo posto tra i modelli che hanno riscosso il maggior gradimento da parte degli acquirenti troviamo il Faro 33370 – LANTAU, grazie al basso assorbimento di energia e alla presenza del telecomando, seguito subito dal Westinghouse 7222040 Bendan, un modello a cinque pale disponibile in diversi colori.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 5 Migliori Ventilatori da Soffitto – Classifica 2019

 

Con luce, con telecomando, con luce e telecomando, di design, con tre o cinque pale: chi non sa come scegliere un buon ventilatore da soffitto ha solo l’imbarazzo della scelta. Qui di seguito analizziamo brevemente le caratteristiche di cinque modelli: sono quelli più venduti e apprezzati online.

 

 

Ventilatore da soffitto silenzioso

 

1. Faro 33370 LANTAU Ventilatore da Soffitto Nichel Opaco

 

Il primo elemento che colpisce di questo ventilatore è la costruzione delle pale in legno naturale con rifiniture in noce che conferisce al modello una nota calda e accogliente. Il design è l’aspetto che è stato maggiormente gradito di questo modello.

È un ventilatore senza luce che può essere utilizzato in inverno perché permette di invertire il senso di rotazione delle pale. Include il telecomando, dal quale è possibile selezionare una delle tre velocità di rotazione.

La maggior parte degli utenti sottolinea con piacere la silenziosità e il buon bilanciamento del ventilatore. È il modello più costoso della nostra classifica. Il libretto di istruzioni non è di grandissimo aiuto.

Ecco un altro ventilatore Faro davvero molto apprezzato dagli utenti. Scopriamo perché.

 

Pro

Legno: Le tre pale sono in legno naturale, il che conferisce una nota calda e accogliente all’ambiente dove viene collocato.

Inverno: Tra le qualità offerte da questo modello c’è la possibilità di utilizzarlo in inverno e di controllarlo tramite telecomando incluso.

 

Contro

Senza luce: Questo è solo un ventilatore, non un lampadario.

Prezzo: Si tratta del modello decisamente più caro tra quelli presentati in questa classifica.

Acquista su Amazon.it (€230)

 

 

 

Ventilatore da soffitto con telecomando

 

2. Westinghouse 7222040 Ventilatore a Soffitto Bendan

 

Chi fosse interessato a questo ventilatore Westinghouse (tra i leader nel settore) ha la possibilità di scegliere diversi colori delle pale per abbinarlo al meglio al proprio appartamento: un vantaggio che non tutti gli altri modelli hanno. Cliccando sul link in basso si verrà rediretti alla pagina con le pale argento, ma sono disponibili anche quelle in legno, bianche e wengé.

Per quanto riguarda le caratteristiche, si tratta di un ventilatore a cinque pale da 132 cm che, come tutti i migliori modelli, sono reversibili per poterle usare anche in inverno. Poiché il calore tende a salire, è davvero incredibile quanto faccia caldo all’altezza del soffitto. Un ventilatore versatile come questo diffonde più uniformemente il calore nell’ambiente e fa risparmiare parecchio sui consumi.

Funge anche da lampadario che può essere acceso indipendentemente dalla ventilazione. Per quanto riguarda la rumorosità, siamo a 50 dB emessi (nella media, niente di eccezionale) e la classe energetica è C (anche in questo caso, c’è di meglio sul mercato).

Diamo un’occhiata alle caratteristiche di questo Westinghouse, tra i ventilatori a soffitto più venduti online e apprezzati dai consumatori. Scopriamo perché.

 

Pro

Diversi colori: A differenza di altri modelli, questo ventilatore in stile contemporaneo è disponibile in diversi colori in modo da abbinarlo al meglio al proprio appartamento.

Anche in inverno: È possibile invertire il senso di rotazione delle pale per spingere l’aria calda del soffitto in basso e stare più caldi in inverno spendendo meno in riscaldamenti.

Lampadario: Il ventilatore integra una lampada alogena (sostituibile con una a LED) per cui funge anche da lampadario che può essere attivato anche indipendentemente dalla ventilazione.

Telecomando: Naturalmente è incluso un telecomando per attivare queste funzioni standosene comodamente sul divano.

 

Contro

Classe energetica: Il ventilatore è in classe energetica C.

Acquista su Amazon.it (€165,52)

 

 

 

3. Faro 33415 EASY Ventilatore da Soffitto

 

Tra i migliori ventilatori da soffitto del 2019 inseriamo questo modello Faro perché ha ricevuto entusiastiche recensioni da parte degli utenti.

Si tratta di un modello compatto, a tre pale, adatto per ambienti piccoli fino a 13 m². Moderno, di colore bianco, è anche un lampadario con attacco a vite E27. Consente di applicare due lampadine.

Dal telecomando incluso è possibile controllare non solo la luce ma anche la velocità di rotazione delle pale (ce e sono tre diverse) e impostare il timer da una a nove ore. Questo modello prevede l’inversione del senso di rotazione che fa spingere il calore in basso in modo da usare il ventilatore anche in inverno.

Spicca la classe di efficienza energetica A+ di questo modello che assicura un significativo risparmio sui consumi in bolletta. Il motore è garantito 15 anni.

I pareri degli utenti sono stati ampiamente positivi nel commentare il nuovo ventilatore da soffitto Faro. Eccone un breve quadro riepilogativo.

 

Pro

Lampadario: Si tratta di un modello versatile che funge anche da lampadario con attacco E27 per due lampadine.

Inverno: La possibilità di invertire il senso di rotazione delle pale consente di utilizzare il ventilatore anche in inverno per diffondere meglio il calore nella stanza.

Classe A+: La classe di efficienza energetica A+ garantisce un significativo risparmio sui consumi.

Telecomando e timer: Il telecomando incluso permette di gestire tutte le funzioni, incluso il timer da una a nove ore.

 

Contro

Per ambienti fino a 13 m²: Questo è un ventilatore a tre pale che può rinfrescare solo piccoli ambienti fino a 13 m².

Acquista su Amazon.it (€125,7)

 

 

 

Ventilatore da soffitto Vortice

 

4. Vortice 61751 Ventilatore da Soffitto Reversibile Nordik Evolution

 

Vortice è un marchio molto noto in Italia e non poteva mancare nella nostra classifica pensata per chi non sa quale ventilatore da soffitto comprare.

Il primo elemento che vogliamo sottolineare è la possibilità di scegliere modelli con diametri diversi (122, 142 e 162 cm) e anche con quattro colori diversi: il vantaggio è che si potrà trovare il ventilatore più aderente alle proprie esigenze.

Realizzato con materiali di buona qualità, è reversibile e può quindi essere usato in inverno. È il più economico della nostra classifica, però bisogna considerare che, rispetto agli altri, questo modello non ha il telecomando e non funge da lampadario. Il kit per avere il telecomando è possibile acquistarlo a parte, così come quello per l’illuminazione.

Rivediamo brevemente quali sono le caratteristiche principali di questo ventilatore, tra i più apprezzati sul mercato online.

 

Pro

Ampia scelta: Chi vuole abbinare perfettamente il ventilatore al proprio arredamento può scegliere tra quattro colori diversi. Anche il diametro delle pale è disponibile in tre formati diversi.

Reversibile: Anche questo modello è reversibile, per cui può essere utilizzato anche in inverno per spingere verso il basso il calore.

Prezzi bassi: Questo ventilatore ha il prezzo attualmente più basso degli altri in classifica.

 

Contro

Senza luce e telecomando: In realtà il prezzo competitivo dipende dal fatto che questo modello non funge da lampadario e non include il telecomando. Sia il kit per la luce che quello per il telecomando possono comunque essere acquistati a parte.

Acquista su Amazon.it (€97)

 

 

 

Ventilatore da soffitto senso orario o antiorario

 

5. Westinghouse Ventilatore a Soffitto Jet Plus E14

 

Ecco un altro ventilatore Westinghouse con cui consigliamo di fare una comparazione; anche questo modello ha riscosso notevole successo perché si tratta di un prodotto con un ottimo rapporto qualità/prezzo e un’estetica davvero apprezzabile.

Le tre pale sono bicolori, per cui è possibile scegliere quelle che meglio si abbinano al proprio arredamento ed è anche possibile scegliere tra due diverse combinazioni di colori: bianco/legno chiaro o argento/wengé.

Il ventilatore include il telecomando dal quale è possibile impostare anche la rotazione in senso orario delle pale per spingere il calore verso il basso e usarlo anche in inverno.

Questo modello è anche un lampadario ma non ha la classica luce centrale, bensì tre faretti a cui applicare dei LED orientabili.

Sufficiente per ambienti fino a 20 m² (ma non tutti gli utenti concordano…), ha il motore garantito 10 anni. Tre invece sono le velocità di rotazione delle pale.

Di seguito un breve riepilogo dei principali vantaggi e svantaggi del ventilatore Westinghouse, col link dove acquistare il prodotto a un ottimo prezzo.

 

Pro

Pale bicolori: Le tre pale sono bicolori, quindi è possibile scegliere quelle che stanno meglio con l’arredamento o cambiarle quando si vuole. Sono disponibili due combinazione di colori: bianco/legno chiaro e argento/wengé.

Reversibili: È possibile invertire il senso di rotazione delle pale per poter usare il ventilatore anche in inverno.

Lampadario: Il ventilatore è anche un lampadario con tre faretti orientabili e controllabili tramite telecomando incluso, così come la velocità di rotazione delle pale.

 

Contro

20 m²: L’azienda sostiene che il ventilatore sia adatto ad ambienti fino a 20 m², ma non tutti gli utenti la pensano allo stesso modo…

Acquista su Amazon.it (€125)

 

 

 

Guida per comprare un ventilatore da soffitto

 

Vasta gamma di scelta

Il ventilatore da soffitto è ottimo per rinfrescare la casa d’estate con la minima spesa, sia per quanto riguarda l’acquisto del dispositivo stesso sia per il suo basso consumo di elettricità. Uno dei vantaggi principali di questo tipo di ventilatore, infatti, è dato proprio dal suo assorbimento di potenza, e infatti la maggior parte di questi apparecchi rientrano nelle classi di efficienza energetica che vanno da A ad A++.

Sul mercato però, sono disponibili numerosi modelli in tutte le fasce di prezzo, quindi adesso cercheremo di capire come scegliere un buon ventilatore da soffitto a seconda delle esigenze del caso. La spesa per l’apparecchio può variare da un minimo di circa 30-40 euro fino ai 300 euro e oltre, e sono numerosi i fattori che possono incidere su queste variazioni, i più importanti dei quali sono soprattutto riguardano le dimensioni, i materiali di fabbricazione e il design dell’apparecchio.

 

 

L’importanza delle dimensioni

Le dimensioni, ovvero il diametro massimo raggiunto dalle pale una volta montate, possono variare dai 30 centimetri dei piccoli modelli montati su braccio orientabile fino ai 140-150 centimetri degli esemplari più grandi.

Il diametro del ventilatore è importante per determinare il livello di prestazioni che lo stesso è in grado di offrire. I modelli che hanno un diametro ridotto, infatti, tendono a essere più simili ai ventilatori free standing, ovvero generano un cono d’aria ristretto e direzionato, paradossalmente inoltre, tendono a essere anche più rumorosi rispetto agli esemplari più grandi.

Questi ultimi, invece, hanno il vantaggio di coprire in maniera uniforme una superficie molto ampia, un ventilatore da 90 centimetri di diametro, per esempio, può rinfrescare una superficie di 25 metri quadrati senza alcuno sforzo. Pur non essendo un elettrodomestico silenziosissimo, inoltre, il ventilatore da soffitto ha la particolarità di essere comunque meno rumoroso. Il maggior diametro delle pale, infatti, gli permette di offrire lo stesso livello di efficienza di un modello free standing con una velocità di rotazione di gran lunga inferiore, e quindi con un minor attrito e un’emissione sonora contenuta.

 

Il senso di rotazione

Alcuni ventilatori da soffitto sono dotati di una funzione che permette loro di invertire il senso di rotazione delle pale, e quindi movimentare l’aria in due modi diversi.

Solitamente, infatti, il ventilatore spinge l’aria verso il basso, in modo da creare una leggera corrente discendente. I modelli dotati di reversibilità, quindi, sono capaci di movimentarla anche in senso inverso, risucchiandola dal basso e spingendola verso l’alto.

Questa funzionalità è molto utile come supporto agli impianti di climatizzazione e riscaldamento nelle stanze di grandi dimensioni. L’aria dei condizionatori, infatti, essendo fredda tende a stazionare nella parte bassa della stanza, mentre quella calda dei termosifoni tende a salire e concentrare nella metà superiore dell’ambiente domestico.

In questo caso, variando il senso di rotazione in base alla stagione, è possibile distribuire uniformemente l’aria nell’ambiente, ottimizzando la resa degli impianti e, di conseguenza, contribuendo a diminuire i consumi energetici.

 

Ulteriori caratteristiche

I materiali impiegati nella fabbricazione dei ventilatori da soffitto possono essere diversi e influire sul costo dell’apparecchio, come accennato in precedenza. Sul mercato ne potete trovare di tutti i tipi, in plastica e metallo, solo metallo, metallo e legno e via dicendo.

Alcuni modelli, inoltre, sono disegnati per fungere anche da lampadario, e sono dotati di portalampada con diversi attacchi a seconda delle esigenze, per lampadine normali oppure alogene.

I prodotti di fascia medio-alta possono offrire anche ulteriori dotazioni, come per esempio il telecomando. Questi ventilatori sono particolarmente adatti per il montaggio nelle camere da letto, per esempio, in modo da poterli accendere, spegnere o regolare la velocità senza essere costretti ad alzarsi.

 

 

I modelli di ultima generazione

L’ultima generazione di ventilatori da soffitto propone dei modelli estremamente interessanti, sia per quanto concerne il design sia per le caratteristiche possedute.

Alcuni, per esempio, sono dotati di pale retrattili che possono essere occultate alla vista quando non in uso, altri invece inglobano la ventola interamente al loro interno, in modo da nasconderla perpetuamente alla vista e risolvendo al tempo stesso anche il problema della loro pulizia.

Oltre al design, che può andare dallo stile vintage a quello più avveniristico, a seconda del modello scelto, questi ventilatori sono soliti offrire anche delle funzionalità che gli altri modelli non hanno, come luci LED multicolori controllabili dal telecomando, per esempio, o addirittura degli altoparlanti Bluetooth integrati, che possono collegarsi sia a lettori MP3 sia televisori Smart.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come montare un ventilatore da soffitto?

I collegamenti da effettuare, infatti, variano a seconda del modello e della possibilità o meno di funzionare anche da lampadario; in ogni caso è meglio affidare il montaggio di un ventilatore da soffitto a un tecnico specializzato.

 

Come collegare un ventilatore da soffitto?

Come accennato in precedenza dipende dal tipo di ventilatore, alcuni sono dotati anche di lampada quindi bisogna fare attenzione a collegare i cavi giusti. Un cercafase potrà esservi di aiuto per individuare i fili corretti.

 

Come bilanciare le pale di un ventilatore da soffitto?

Potrebbe capitare che, durante la rotazione, il ventilatore da soffitto inizi a oscillare più del dovuto a causa dello scorretto bilanciamento del peso. Per ovviare al problema basta aggiungere dei piccoli contrappesi di metallo all’estremità delle stesse.

 

Come montare un ventilatore da soffitto con luce?

Il ventilatore da soffitto con luce va montato in maniera analoga a quello senza la lampada, con la differenza che ci saranno dei cavi aggiuntivi da collegare per alimentare la luce. Anche in questo caso è bene testare i cavi con un cercafase o un multitester, in modo da non commettere errori.

 

Come installare un ventilatore da soffitto?

Se il ventilatore da soffitto deve essere installato esternamente, è bene accertarsi che si tratti di un modello a norma progettato per resistere all’elevata umidità che si forma nelle giornate piovose. Seguire sempre le raccomandazioni contenute nelle istruzioni del ventilatore, e per un’installazione corretta e sicura è sempre meglio rivolgersi a un elettricista.

 

Quanto consuma un ventilatore da soffitto?

Il vantaggio dei ventilatori da soffitto è dato soprattutto dal loro basso consumo energetico. La potenza assorbita, infatti, può variare dai 40 ai 100 Watt al massimo, a seconda del modello scelto, e nella maggior parte dei casi sono le lampadine a incidere maggiormente sul consumo.

 

Come deve girare il ventilatore da soffitto?

Se il ventilatore è dotato di reversibilità, può girare in senso orario e antiorario. La variazione della rotazione serve solo a determinare se l’aria sarà spinta verso il basso o aspirata verso l’alto.

 

Ventilatore da soffitto, come funziona?

Il ventilatore da soffitto funziona né più né meno come un normale ventilatore, con l’unica differenza che le pale, coprendo una superficie più ampia, girano a una velocità inferiore.

Una volta installato, quando viene azionato permette di creare una piacevole brezza che scende dall’alto e copre la maggior parte della stanza.

 

Ventilatore da soffitto, quale senso di rotazione?

La reversibilità del senso di rotazione delle pale è una funzione che non tutti i ventilatori da soffitto hanno, ma quando è presente offre un gran vantaggio. A seconda del senso di rotazione, infatti, l’aria può essere spinta verso il basso oppure risucchiata verso l’alto. Nel secondo caso si aiuta a distribuire meglio l’aria calda dei termosifoni durante l’inverno, o quella fredda del climatizzatore in estate.

 

Come bilanciare il ventilatore da soffitto?

Per bilanciare un ventilatore da soffitto basta fare ricorso a speciali clip o piccoli contrappesi adesivi il cui peso può variare dai 3 ai 5 grammi. Clip e contrappesi adesivi possono essere acquistati in ferramenta, oppure online, ma alcuni ventilatori da soffitto li includono nella dotazione di accessori.

 

 

 

Come usare un ventilatore da soffitto

 

Lo scopo principale del ventilatore da soffitto, ovviamente, è quello di movimentare l’aria della stanza e generare una brezza rinfrescante che possa alleviare la calura durante il periodo estivo. Il suo principio di funzionamento, quindi, non è per nulla dissimile da quello dei ventilatori a piantana, o da tavolo, con la differenza però che le pale, essendo più grandi, ruotano a una velocità minore e quindi risulta più silenzioso dei normali ventilatori free standing.

 

 

Per determinati versi è anche più efficiente nella resa, dal momento che un ventilatore a soffitto dal diametro di 90 centimetri è capace di generare una brezza percepibile su una superficie massima di 25 metri quadrati. L’ulteriore vantaggio offerto da questi apparecchi, inoltre, è dato dal fatto di poter essere tranquillamente usati anche in inverno, e proseguendo nella lettura scoprirete il perché.

Innanzitutto facciamo un passo indietro e iniziamo dal montaggio a soffitto del dispositivo. I ventilatori da soffitto sono solitamente venduti sotto forma di kit di montaggio, bisogna quindi assemblarli in toto e poi montarli secondo le istruzioni specifiche per ogni tipo di modello. E per questa fase, se non siete pratici, è meglio rivolgersi a un elettricista.

A seconda del modello scelto, infatti, potrebbe essere necessario collegare non soltanto i fili del motore elettrico del ventilatore ma anche quelli dell’eventuale lampada, visto che alcuni ventilatori possiedono anche questa opzione; altri ancora, invece, potrebbero richiedere il collegamento a una scatola di derivazione.

Bisogna fare particolare attenzione all’ancoraggio, inoltre, dal momento che il movimento rotatorio delle pale genera una oscillazione del ventilatore che può essere più o meno accentuata a seconda del peso dello stesso e del suo corretto bilanciamento. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, è bene controllare con attenzione le pale del ventilatore prima di montarle, e verificare che non siano distorte per un difetto di fabbrica o altro.

Una ulteriore causa di sbilanciamento è tipica dei ventilatori a soffitto con pale di legno le quali, col passare degli anni e a causa delle variazioni climatiche, potrebbero lentamente deformarsi.

Se le pale sono ben fatte ed esenti da difetti ma lo sbilanciamento si presenta lo stesso, allora si può tranquillamente risolvere utilizzando delle clip speciali, oppure dei contrappesi adesivi, da collocare in punti specifici delle pale.

 

 

Alcuni ventilatori da soffitto offrono anche la funzione di reversibilità, sono cioè in grado di cambiare il senso di rotazione delle pale da orario a antiorario. Questo permette di movimentare l’aria in due diversi modi: spingendola verso la parte inferiore della stanza, oppure verso quella superiore.

Questa modalità è utile soprattutto come supporto per il climatizzatore, in estate, e per l’impianto di riscaldamento in inverno, perché aiuta a distribuire in maniera uniforme l’aria nella stanza, ottimizzando la resa degli impianti e anche i consumi.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...