Le 8 Migliori Lampade a Sospensione del 2021

Ultimo aggiornamento: 25.09.21

 

Lampade a sospensione – Guida all’acquisto e Confronti

 

Scegliere la giusta illuminazione per ogni stanza della casa è un aspetto molto importante dell’interior design perché contribuisce a valorizzare l’arredamento, creando un’atmosfera rilassante e piacevole. La resa estetica delle luci riveste ovviamente un ruolo chiave nella progettazione degli interni, ma deve essere necessariamente valutata in parallelo al risultato funzionale. Per fare un esempio, la Flos IC S2 si pone come soluzione decisamente originale capace di adattarsi ai contesti d’arredo più ricercati, garantendo al contempo una luminosità adeguata senza creare fastidiose zone d’ombra. Giocando sempre su forme e profili evocativi, segnaliamo anche la Comely Vintage, che grazie a una diffusione più ampia e uniforme del fascio luminoso è in grado di vivacizzare gli ambienti dove dominano colori chiari e tenui, donando carattere a tutto l’arredamento.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori lampade a sospensione – Classifica 2021

 

La scelta della giusta illuminazione per ogni ambiente della casa è la chiave per renderlo accogliente e confortevole. Ecco perché è importante individuare la soluzione d’arredo adatta al contesto in cui si desidera posizionarla per accrescerne il valore e creare le condizioni di luce ideali nelle diverse situazioni. Per aiutarvi nell’impresa, abbiamo stilato una classifica di quelle che, secondo i pareri degli utenti, si sono rivelate le migliori lampade a sospensione del 2021, in modo che possiate scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze e possibilità di spesa.

 

 

Lampada a sospensione Flos

 

1. Flos Lampada a sospensione IC S2

 

Il prodotto che apre la nostra graduatoria è la lampada a sospensione Flos IC S2, che si pone come scelta d’elezione per quanti vogliono aggiungere una nota di classe allo stile del proprio arredamento.

Il suo look sobrio e lineare strizza l’occhio al design moderno donando un tocco davvero unico alle stanze della casa e valorizzando al meglio gli ambienti dove dominano i colori chiari e neutri. Emette un flusso luminoso di 2.000 lumen capace di illuminare in modo adeguato un’area particolarmente ampia, senza creare fastidiose zone d’ombra che potrebbero limitare la visibilità nei momenti della giornata in cui è richiesta una maggiore illuminazione.

Grazie alle sue dimensioni contenute e la particolare facilità di installazione si adatta a qualsiasi tipo di contesto, rendendone possibile il posizionamento in ogni punto della stanza in modo da sfruttarla come sorgente luminosa principale senza dover ricorrere ad altri elementi di accent light per rischiare gli angoli più bui e nascosti.

 

Pro

Scenografica: Il design sobrio e originale rende la Flos IC S2 una lampada dalla grande resa estetica che saprà valorizzare gli ambienti di impronta moderna o classica.

Luminosità: È in grado di proiettare una luce molto potente che permette di illuminare in modo adeguato anche aree di dimensioni importanti.

Solida: Oltre a risultare facilissima da installare, è costruita con materiali di elevata qualità per sopportare senza affanni le ingiurie del tempo.

 

Contro

Prezzo: Non abbiamo riscontrato difetti sostanziali nel modello, per cui l’unico punto debole rimane il costo proibitivo a cui viene proposto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lampada a sospensione vintage

 

2. Comely Lampada a Sospensione Vintage

 

Se siete alla ricerca di una lampada a sospensione vintage dal prezzo più economico vi suggeriamo di leggere la nostra recensione del modello proposto da Comely, interamente realizzato in ferro anticato per creare un impatto visivo davvero notevole. Il suo look industriale e austero saprà rendere originale e distintivo qualsiasi ambiente, risultando ideale, non solo nei contesti abitativi arredati in perfetto stile retrò, ma anche per spazi commerciali di design come ristoranti e bistrot.

Il cavo che sostiene il lampadario può essere regolato a piacimento per adattarlo all’altezza della stanza in cui si vuole posizionarlo, potendo contare anche su un sistema di montaggio molto semplice che guarda in direzione di una maggiore praticità di installazione.

Sebbene la luce emessa assicuri una buona illuminazione, gli anelli decorativi che caratterizzano la struttura lasciano delle zone in ombra, costringendo ad aggiungere altre sorgenti luminose per illuminare gli angoli più bui e nascosti della stanza.

 

Pro

Retrò: L’elemento che non lascia indifferente chi guarda la lampada a sospensione Comely è indubbiamente il raffinato design vintage capace di conferire grande personalità sia agli ambienti domestici sia ai locali commerciali.

Regolabile: Un’altra caratteristica che abbiamo particolarmente apprezzato del modello è la calata regolabile in altezza che permette un ampio margine di scelta sul punto in cui posizionarlo.

Ferro: La struttura, interamente realizzata in ferro anticato a basso contenuto di carbonio, ha dimostrato una buona resistenza sia alla ruggine sia alle sollecitazioni più intense.

 

Contro

Ombre: Se pensate di utilizzarla come fonte di illuminazione principale in un ambiente di grandi dimensioni vi suggeriamo di valutare altre proposte, poiché gli anelli del paralume tendono a proiettare fastidiose ombre sul soffitto e sulle pareti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lampada a sospensione moderna

 

3. Starryol Lampada a sospensione Modern Cone

 

Meritevole di attenzione è anche la lampada a sospensione moderna firmata Starryol, venduta a un prezzo abbordabile pur senza lesinare sulla qualità costruttiva e la resa estetica. Il design semplice e lineare si adatta a qualsiasi tipo di ambiente, moderno o classico che sia, comportando un ingombro minimo grazie alle linee affusolate e le dimensioni contenute.

Il paralume a forma di cono presenta un’elegante finitura lucida a specchio che viene ulteriormente esaltata da due fasce in acrilico trasparente, il cui scopo dovrebbe essere quello di garantire una buona diffusione della luce. Diciamo “dovrebbe” perché alla prova dei fatti la struttura a cono tende a proiettare un fascio luminoso orientato verso un punto preciso, creando di conseguenza una delimitazione visiva in ampiezza che va a oscurare troppo l’ambiente circostante.

Nel prezzo sono inclusi anche una lampadina a led da 6.000K e un manuale di istruzioni molto dettagliato che permette di portare a termine l’installazione senza incontrare la minima difficoltà anche se non si ha molta dimestichezza con il fai da te.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Ciò che colpisce della lampada Modern Cone di Starryol è l’elevata qualità dei materiali scelti per la sua costruzione che, tuttavia, non ha determinato un vertiginoso aumento della spesa necessaria per l’acquisto.

Moderna: Le finiture a specchio e i dettagli in acrilico trasparente ne valorizzano l’aspetto decorativo, rendendola una valida soluzione di design per abbellire il soggiorno o la cucina.

Altezza: Il cavo regolabile in lunghezza permette di adattare la calata alla grandezza dell’ambiente in cui si vuole posizionare il lampadario.

 

Contro

Luce: La struttura a cono non assicura un’illuminazione soddisfacente negli ambienti più ampi, rivelandosi quindi più indicata come sorgente luminosa secondaria per mettere in risalto un punto o un’area specifica della stanza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lampada a sospensione Ikea

 

4. Ikea Lampada a sospensione PS 2014

 

Dal momento che la multinazionale svedese Ikea è sempre stata un punto di riferimento per chi confronta i prezzi dei complementi d’arredo prima di acquistarli, abbiamo deciso di inserire tra i nostri consigli d’acquisto anche la sua lampada a sospensione PS 2014. Oltre che per il prezzo vantaggioso a cui viene proposta, si fa apprezzare per il design molto curato e stiloso che ne fa un gradevole oggetto di design da collocare in un ambiente arredato con una certa attenzione per i particolati.

Altro punto a favore della lampada a sospensione Ikea è la possibilità di poter regolare l’intensità della luce emessa utilizzando i due cordoncini posti alla base del paralume, mentre la classe di efficienza A++ garantisce consumi energetici ridotti.

Vista, però, l’assenza di un cavo regolabile in lunghezza, consigliamo di verificare l’altezza del soffitto prima di finalizzare l’acquisto, così da non incorrere in fastidiose modifiche che rischierebbero di compromettere la bellezza del complemento.

 

Pro

Linea: La forma sferica con zone aperte rende la lampada Ikea un oggetto di design che saprà valorizzare l’arredamento circostante, creando un’atmosfera rilassante e piacevole.

Colore: La palette cromatica, dai toni sobri e vibranti, veste il complemento con eleganza enfatizzandone al meglio il richiamo visivo.

Luce: Il modello emette una luce calda e potente la cui intensità può essere regolata a seconda delle esigenze, assicurando anche un notevole risparmio sui consumi grazie alla classe energetica A++.

 

Contro

Altezza: Dal momento che il cavo in dotazione non può essere regolato in altezza, qualora il soffitto risulti più basso della media bisognerà apportare qualche modifica alla struttura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lampada a sospensione industriale

 

5. Starryol Lampada a sospensione industriale in Corda di Canapa

 

Tra le migliori soluzioni d’arredo per gli ambienti che strizzano l’occhio al design contemporaneo segnaliamo la lampada a sospensione industriale in corda di canapa proposta da Starryol, corredata di due attacchi a vite E27 indipendenti che consentono di illuminare simultaneamente due zone distinte della stanza.

Le corde decorative che caratterizzano il complemento hanno una lunghezza di sessanta centimetri e presentano una struttura morbida e flessibile che permette di modellarle a piacimento per creare forme diverse in base ai gusti e allo stile dell’arredamento circostante.

Molto apprezzata anche la possibilità di scegliere tra più colori e dimensioni per poter adattare l’elemento alle cromie e alla grandezza della stanza in cui si andrà a posizionarlo, mentre a deludere le aspettative è stata la poca accuratezza delle rifiniture che, in alcuni casi, hanno compromesso il risultato estetico finale.

 

Pro

Corde: La struttura del lampadario si compone di due corde in canapa morbide e pieghevoli a cui dare la forma che si preferisce, mentre i due attacchi a vite E27 assicurano un’illuminazione diffusa senza creare fastidiose zone d’ombra.

Prezzo conveniente: Se siete alla ricerca di una lampada a sospensione in stile industriale che non vi costringa ad alleggerire troppo il portafogli, la proposta di Starryol potrebbe fare al vostro caso.

Possibilità di scelta: L’azienda mette a disposizione diversi colori e dimensioni tra cui scegliere in modo da individuare facilmente la versione adatta al proprio stile d’arredo.

 

Contro

Finiture: Il prezzo economico si riflette nelle finiture poco curate e di qualità al limite dell’accettabile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lampada a sospensione Artemide

 

6. Artemide Lampada a Sospensione Castore

 

Alla lampada a sospensione Artemide abbiamo riservato il sesto posto della nostra classifica per il design sobrio e lineare che ben si adatta a qualsiasi contesto abitativo, creando un ambiente rilassante e confortevole.

Pur non essendo proposta a un prezzo economico, rientra tra i modelli più venduti e apprezzati dagli utenti per la buona qualità costruttiva e la potenza di 60 Watt che la rende una valida soluzione per illuminare le stanze dove si è soliti trascorrere la maggior del tempo, come il soggiorno o la cucina.

Il design è abbastanza semplice ma d’effetto grazie all’accattivante finitura in vetro satinato che valorizza l’ampiezza delle superfici, illuminandole con una luce diffusa, morbida e accogliente. Qualora il diametro di quattordici centimetri della plafoniera non risultasse sufficiente per l’illuminazione di un ambiente dalle metrature importanti sarà possibile scegliere altre misure più grandi, disponibili tra l’altro sia con dettagli in argento sia nella variante total white.

 

Pro

Potente: La lampada Castore di Artemide è in grado di emettere una luce molto potente che permette di illuminare anche le zone più distanti dal punto in cui viene posizionata.

Solida: È sicuramente da apprezzare la qualità dei materiali scelti per la sua costruzione, che si sono dimostrati solidi e resistenti anche se sottoposti a intense sollecitazioni.

Dimensioni: Si può scegliere la misura più adatta alle proprie esigenze tra le quattro messe a disposizione dal produttore.

 

Contro

Prezzo alto: Al netto delle buone impressioni e della soddisfacente resa costruttiva, resta una lampada troppo costosa rispetto alla media di mercato.

Pulizia: La struttura in vetro richiede cure e accortezze specifiche per mantenerla pulita e brillante.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lampada a sospensione per cucina

 

7. Onli Lampada a Sospensione in Vetro Bianco Satinato

 

Quando si deve scegliere la giusta illuminazione per la propria casa, una sfida molto impegnativa è rappresentata dagli ambienti più piccoli destinati allo svolgimento di specifiche attività quotidiane, come la preparazione e la cottura degli alimenti. Per questo motivo abbiamo deciso di recensire anche una lampada a sospensione per cucina capace di calibrare la luce artificiale con quella naturale proveniente dall’esterno.

Non a caso, il modello di Onli si differenzia dagli altri prodotti perché dotato di un paralume a cupola piatta che diffondere la luce su tutta l’area di lavoro, illuminando la stanza nella sua totalità senza oscurare l’ambiente circostante.

Anche la facilità di installazione ha soddisfatto gli utenti, visto che l’operazione è supportata da un dettagliato manuale di istruzioni e non porta via più di una decina di minuti al massimo, mentre a disattendere le aspettative è stato lo spessore esiguo del vetro scelto per la plafoniera, talmente sottile e fragile che si rompe solo a guardarlo.

 

Pro

Prezzo: La lampada a sospensione Onli è perfetta per chi vuole completare l’arredamento della propria cucina senza spendere un occhio della testa.

Pratica: Il paralume a cupola permette di cambiare la lampadina all’occorrenza senza dover smontare alcuna copertura.

Luce: Nonostante le dimensioni abbastanza compatte si fa apprezzare per la buona luminosità prodotta, che supera brillantemente le aspettative.

 

Contro

Fragile: Non tutti gli acquirenti apprezzano il fatto che il paralume sia realizzato in vetro sottile, anche se questo particolare è ben comprensibile visto il costo economico dell’articolo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lampada a sospensione Kartell

 

8. Kartell Gè Lampada a Sospensione Trasparente

 

Concludiamo la nostra rassegna con la lampada a sospensione Kartell, pensata per chi vuole aggiungere un dettaglio di design in un ambiente che richiede soluzioni d’arredo di elevato contenuto funzionale ed estetico.

Disponibile in undici varianti di colore per adattarsi a ogni stile di arredamento, presenta una struttura costituita da un ampio paralume in metallo lavorato con effetto plissettato che ricorda gli antichi lampadari in vetro di Murano.

Le sue dimensioni compatte, sui 37 x 37 x 26 cm, la rendono poco ingombrante e quindi indicata per le stanze dalle metrature ridotte senza pericolo di rendere l’ambiente troppo angusto o opprimente, ma nonostante questo la luce prodotta si è rivelata abbastanza potente da illuminare anche i locali più grandi, fino a un massimo di venticinque metri quadrati.

 

Pro

Robusta: Non abbiate timore di allargare i cordoni della vostra borsa perché la lampada a sospensione Kartell manterrà intatte le sue caratteristiche estetiche e qualitative anche dopo diversi anni di utilizzo.

Stile: Il design è elegante e originale, fa una bellissima figura in ogni tipo di contesto e si presta a essere posizionata sia in casa sia in un locale à la page.

Versatile: Il cavo è regolabile in altezza da 45 a 230 cm, così da poterla posizionare in qualsiasi punto della stanza senza essere costretti ad apportare delle modifiche alla struttura.

 

Contro

Installazione: Nonostante la dotazione di un manuale di istruzioni in formato PDF, il montaggio si è rivelato abbastanza complesso anche per gli utenti più smaliziati.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una lampada a sospensione

 

Per chi desidera creare un’atmosfera calda e accogliente in una specifica stanza della casa, scegliere la migliore lampada a sospensione permette di creare le condizioni di luce ideali per svolgere agevolmente le proprie attività quotidiane, senza però trascurare l’aspetto estetico che un complemento del genere porta inevitabilmente con sé. Le offerte sul mercato sono davvero numerose, spaziando dai prodotti più economici a quelli della migliore marca, per soddisfare le esigenze di un’ampia fetta di utenti. In questa breve guida troverete consigli pratici, idee e soluzioni interessanti per illuminare gli ambienti domestici all’insegna dello stile e dell’efficienza.

Materiali duttili e performanti

Quando si tratta di capire come scegliere una buona lampada a sospensione, i materiali rivestono un ruolo chiave sia in termini di design sia sul fronte della funzionalità. Quelli attualmente impiegati per la realizzazione di questi complementi sono ormai i più svariati, a cominciare dagli elementi di produzione industriale come la plastica, l’alluminio e metalli vari, fino a composizioni più naturali in legno o canapa intrecciata per arredare casa in perfetto stile “green”.

A influenzare la scelta finale è anche il mood della stanza: se si vuole creare un’atmosfera romantica e soffusa una lampada in vetro trasparente o satinato sarà sicuramente la più indicata, mentre per chi ama il look vintage puntare su un modello in acciaio o ferro risolverà al tempo stesso la questione pratica ed estetica, aggiungendo carattere a una zona arredata in stile urban o industriale.

A proposito di praticità, chi non ha molto tempo da dedicare alla routine quotidiana della pulizia dovrebbe optare per un materiale facile da pulire e che assicuri una maggiore resistenza nel tempo. I lampadari in cristallo, per esempio, richiedono cure e accortezze specifiche per mantenerli puliti e brillanti, mentre quelli in metallo e acciaio, essendo già trattati, necessitano solo di una bella spolverata settimanale e di un lavaggio periodico con un panno imbevuto di acqua e alcol in parti uguali quando bisogna rimuovere lo sporco.

 

Occhio alle dimensioni

Il secondo aspetto di cui tenere conto per stabilire quale lampada a sospensione comprare è strettamente legato al design e ai gusti personali. Chi ama lo stile classico, tra i modelli venduti online, sicuramente troverà soluzioni d’arredo capaci di valorizzare in modo significativo l’impronta stilistica dell’ambiente, così come proposte ad alto impatto visivo che strizzano l’occhio a forme e profili più contemporanei.

Le dimensioni, però, sono un elemento che accomuna entrambi gli stili, visto che mantenere la giusta proporzione tra la grandezza del locale e quella della lampada evita il rischio di rendere la stanza visivamente più piccola e angusta di quanto non lo sia in realtà. Pertanto, le misure del complemento dovranno essere rapportate all’ampiezza dell’ambiente in cui verrà inserito: una stanza ampia, come il soggiorno o il living, necessita quindi di lampadario abbastanza grande per garantire un’illuminazione diffusa e valorizzare al meglio lo spazio disponibile.

Al contrario, negli ambienti dalle metrature ridotte (come la cucina, il bagno, il disimpegno o il corridoio) sarà sufficiente un elemento dalle dimensioni contenute, magari optando per una plafoniera o una lampada a soffitto dalle forme semplici e lineari per evitare che si crei una sgradevole sensazione di oppressione e disordine.

In linea di massima, possiamo affermare che per un ambiente di circa 30-40 metri quadrati sarebbe opportuno scegliere un lampadario con un diametro compreso tra 50 e 60 centimetri, mentre per una stanza di 15 mq si potrà optare per un modello più piccolo, meglio se provvisto di un cavo con lunghezza regolabile in modo da poterlo posizionare alla giusta altezza.

Installazione e montaggio

Sebbene in rete ci siano numerosi store online dove acquistare le soluzioni d’arredo più adatte alle proprie esigenze estetiche ed economiche, quando si tratta di apparecchi di illuminazione uno sguardo attento deve essere rivolto anche alle modalità di installazione, soprattutto se si vuole procedere al montaggio in autonomia.

Nel parco accessori in dotazione al modello, oltre a un manuale di istruzioni chiaro ed esaustivo, è bene che siano inclusi anche tasselli, viti e staffe per ancorare la base del lampadario al soffitto, altrimenti si dovrà fare un salto dal ferramenta per procurarsi tutto il necessario per la posa in opera.

 

 

 

Come utilizzare una lampada a sospensione

 

Dopo aver effettuato una comparazione tra le numerose possibilità offerte dal mercato, bisogna capire come e dove collocare la lampada scelta per ottenere un risultato all’altezza delle aspettative ed evitare, al contempo, inutili e costosi sprechi di energia. Se avete dubbi al riguardo, qui di seguito vi esponiamo alcune idee su come utilizzare al meglio questi complementi.

 

Dove posizionare la lampada

Prima di installare il vostro nuovo lampadario, occorre individuare il punto giusto dove posizionarlo. Per ottenere un’illuminazione omogenea e ben distribuita il posto più indicato è sicuramente al centro della stanza, magari affiancando la fonte luminosa principale ad altri punti luce (faretti, lampade da tavolo, piantane e applique) per valorizzare anche gli angoli più bui e focalizzare l’attenzione sui dettagli che si vogliono mettere in evidenza.

Per creare una delimitazione visiva in una specifica zona della casa qualora sia integrata in un ambiente multifunzionale (come una cucina a vista o un soggiorno inserito in un open space), si può collocare la lampada direttamente sul tavolo da pranzo oppure sull’isola della cucina, a meno che questi complementi non siano già posizionati al centro della stanza.

Su tavoli e banconi abbastanza lunghi si possono posizionare anche più punti luce sul soffitto per rendere l’ambiente più movimentato e meno piatto, prestando però attenzione a distanziarli tra loro di circa sessanta centimetri per evitare che il flusso luminoso prodotto infastidisca la vista. Tra le ultime tendenze dell’interior design c’è anche quella di installare le lampade a sospensione sui comodini della camera da letto come alternativa alle tradizionali abat jour e le classiche applique da parete.

Scegliere l’altezza giusta

Una volta scelta la posizione giusta, occorre stabilire a quale altezza appendere la lampada misurando la distanza tra il soffitto e la zona che si vuole illuminare. Partendo dal presupposto che questi complementi dovrebbero trovarsi a una distanza di almeno 200-210 centimetri dal pavimento, se il soffitto è alto più di tre metri il lampadario potrà scendere di circa ottanta centimetri, in caso contrario non dovrà risultare più lungo di cinquanta centimetri.

Tenete comunque presente che ogni modello dispone di una calata diversa, quindi alcuni sono progettati per essere installati a una specifica altezza mentre altri si possono regolare a piacimento. La cosa importante è che il fascio luminoso non colpisca direttamente gli occhi quando la lampada viene posizionata sul tavolo o in perpendicolare a un piano di lavoro.

 

Seguire le istruzioni di montaggio

Specie per le lampade a sospensione costituite da più elementi e accessori, è buona norma seguire alla lettera le istruzioni riportate sul manuale d’uso a corredo per assicurarsi una corretta installazione di luci, coperture e cablaggi.

Nella sistemazione dell’elemento sarebbe opportuno privilegiare una posizione che guardi prima di tutto alla sicurezza, evitando quelle zone in cui si sviluppa molto calore, vapore e umidità che potrebbero danneggiare cavi e circuiti elettrici.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come montare una lampada a sospensione?

Quando c’è da installare una lampada a sospensione la soluzione migliore è chiedere aiuto a un elettricista. Tuttavia, se siete appassionati di bricolage potreste anche decidere di procedere in autonomia senza dover commissionare il lavoro a un professionista, visto che si tratta di un’operazione che non richiede grandi competenze tecniche ma solo un po’ di esperienza, manualità e dimestichezza con questo genere di apparecchi.

Prima di mettere mano all’impianto elettrico staccate la corrente abbassando l’apposito interruttore per lavorare in sicurezza, dopodiché salite su una scala per osservare i colori dei tre fili che escono dal soffitto in modo da non confonderli durante il collegamento.

Fatto questo, con l’aiuto di un’apposita pinza da elettricista, spellate la guaina isolante che ricopre i conduttori elettrici – prestando attenzione a non tranciare anche i filamenti di rame – e unite per primo il cavo di messa a terra (in genere di colore verde-giallo) a quello della lampada inserendolo nel relativo morsetto dopo aver allentato con il cacciavite lo slot corrispondente. Quindi, ripetete l’operazione con gli altri due fili collegandoli a quelli dello stesso colore, appendete la lampada, riattaccate la corrente e… che luce sia!

Come appendere una lampada a sospensione?

In genere, questi complementi sono dotati di un apposito sistema di ancoraggio (staffe o viti) per fissare saldamente il dispositivo alla scatola elettrica o direttamente al soffitto, quindi prima di procedere date un’occhiata alle istruzioni del produttore per evitare di commettere errori.

A seconda del modello, bisognerà avvitare la base del lampadario alla staffa fissata sul soffitto oppure realizzare un foro con il trapano in cui inserire un apposito gancio. È molto importante assicurarsi che la zona in cui si vuole installare l’elemento sia solida dal punto di vista strutturale e che tutte le viti siano ben serrate, dopodiché non resta che apporre la coppetta della lampada sopra la scatola elettrica e fissarla alle relative staffe. Se il prodotto scelto è dotato di una modanatura o altri elementi decorativi, montateli prima di apportare le ultime modifiche all’altezza del lampadario.

 

Quale lampadina scegliere per una lampada a sospensione?

Il primo fattore da considerare nella scelta delle lampadine per una lampada a sospensione è la potenza, che dovrebbe essere tale da garantire un flusso luminoso di almeno 1.300-1.400 lumen, pari a circa 100 watt. Le migliori sia in termini qualitativi sia sul fronte della sicurezza sono sicuramente quelle a led, che rispetto ai vecchi sistemi di illuminazione si rivelano più efficienti dal punto di vista energetico, assicurando una maggiore durata nel tempo.

 

Quali aspetti bisogna valutare per scegliere una lampada a sospensione?

Quando si tratta di complementi d’arredo spesso si tende a privilegiare il design a discapito della funzionalità. La resa estetica dell’illuminazione è ovviamente uno degli aspetti principali da considerare al momento dell’acquisto, ma deve essere valutata parallelamente al risultato funzionale. Se, per esempio, si sceglie una lampada piccola per illuminare un ambiente molto ampio la luce prodotta potrebbe non essere sufficiente come unica fonte luminosa e quindi necessitare dell’aggiunta di un altro punto luce. Al contrario, un lampadario troppo grande per una camera di dimensioni ridotte provocherebbe un effetto estetico molto sgradevole.

 

Quanto costa una lampada a sospensione?

Ci sono diversi fattori che determinano il costo di una lampada a sospensione, come la qualità dei materiali, la marca, il design e le dimensioni. A ogni modo, sui siti di e-commerce si possono trovare numerosi modelli a prezzi bassi tra cui scegliere quello più adatto alle proprie esigenze e possibilità di spesa.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI