Gli 8 Migliori Condizionatori Portatili del 2019

Ultimo aggiornamento: 08.12.19

 

Condizionatore Portatile – Guida all’acquisto e Confronti 

 

Essere costretti a restare a casa durante le estati più torride, per questioni lavorative per esempio, è un’eventualità che tutti scongiurano ma che si dovrebbe prendere in considerazione. Come far fronte al caldo? Una delle soluzioni più interessanti, se non avete un appartamento predisposto all’installazione di un impianto di aria condizionata, potrebbe essere l’acquisto di un condizionatore portatile. Dando un’occhiata alla nostra tabella comparativa potrete farvi una rapida idea sui modelli presenti sul mercato tra cui spiccano Argoclima Bear Raffrescatore evaporativo, dal costo estremamente contenuto e che può essere installato facilmente, senza nemmeno aver bisogno di un accesso all’esterno, seguito da Electrolux ChillFlex Pro 14, ritenuto dai consumatori come uno dei più efficienti sul mercato e persino attento all’ambiente grazie all’uso del gas ecologico R290.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 Migliori Condizionatori Portatili – Classifica 2019

 

Siamo finalmente pronti per scoprire cosa c’è d’interessante sul mercato. Abbiamo selezionato una serie di condizionatori portatili e ordinati secondo una classifica. Tenendo conto anche dei pareri espressi in rete dagli utenti, per ogni articolo abbiamo scritto una recensione dettagliata. Leggete con attenzione e confrontate i prezzi facendo una comparazione tra i modelli venduti online.

 

 

Condizionatore portatile senza tubo

 

1. Argoclima Bear Raffrescatore Evaporativo, Pannello Comandi

 

Il primo prodotto della nostra lista non è propriamente un climatizzatore portatile quanto più un raffrescatore, un dispositivo quindi che ha un costo molto più contenuto e si rivela quindi la scelta ideale per chi ha un budget limitato. Il funzionamento, rispetto ai veri e propri climatizzatori è diverso, in questo caso infatti abbiamo un serbatoio principale che viene riempito d’acqua e questa, a contatto con il pannello evaporativo, si purifica e si raffresca. 

Il dispositivo aspira aria dall’esterno, presumibilmente calda, e la spedisce contro il pannello, facendo in modo che l’aria appena raffrescata fuoriesca dalla ventola frontale. In parole povere, è un ventilatore che emette una piacevole brezza dando sollievo durante le giornate più calde. 

Dall’esterno è possibile tenere sempre sotto controllo il livello dell’acqua presente grazie a un oblò, per capire immediatamente quando è arrivato il momento di aggiungerne. Potrete inoltre selezionare diverse opzioni per personalizzare la potenza di ventilazione: normal, natural, sleep.

 

Pro

Economico: Non essendo un climatizzatore portatile canonico, il prezzo è molto contenuto e potrebbe rappresentare la scelta migliore per chi ha un budget contenuto.

Comodo: Può essere spostato facilmente di stanza in stanza grazie alle pratiche maniglie laterali, inoltre potrete sempre controllare lo stato dell’acqua presente all’interno senza doverlo aprire di volta in volta.

Timer: Il dispositivo è persino programmabile, da mezz’ora a 7 ore, per gestire al meglio il raffrescamento magari nelle ore notturne, impostando il funzionamento su “sleep”.

 

Contro

Stanze grandi: In queste, il raffrescatore non riesce a dare il meglio di sé. Gli utenti affermano che la grandezza massima dell’ambiente dovrebbe essere di 20 o 25 metri quadri.

Acquista su Amazon.it (€104,32)

  

 

 

2. G3Ferrari G50023 Raffrescatore d’Aria, 65 W, Plastica

 

È un rinfrescatore d’aria a tre velocità con sistema di raffreddamento a modalità evaporativa, poco efficace quando fa caldo sul serio. Il condizionatore portatile silenzioso è dotato di una vaschetta da 2,5 litri per contenere acqua e ghiaccio o siberini che trovate compresi nella confezione nella quantità di due. Le feritoie oscillanti fanno sì che il fresco sia meglio distribuito. Questo condizionatore portatile senza tubo ha un filtro per purificare l’aria in quanto cattura la polvere ed evita che rientri in circolo.

Il flusso d’aria è molto potente: 630 metri cubi per ora e l’efficacia del ventilatore si fa sentire anche con la velocità minima. È leggero e semplice da trasportare. I materiali non danno piena fiducia e la plastica abbonda.  Il G3Ferrari è abbastanza semplice nel senso che a parte le funzioni descritte non presenta un timer oppure un telecomando. Quando è in funzione, fanno notare alcuni utenti, è rumoroso; di giorno si può anche lasciar correre ma di notte si è infastiditi.

 

Pro

Potente: Come rinfrescatore è parecchio potente, molti utenti traggono beneficio anche impostando la velocità minima; il flusso d’aria è di 639 metri cubi l’ora.

Purifica l’aria: Il G3Ferrari è dotato di un filtro che, trattenendo la polvere, ricicla ottimamente l’aria che si respira; questa caratteristica è stata apprezzata da tutti.

 

Contro

Rumoroso: Una delle lamentele maggiormente presenti nei commenti apparsi in rete riguarda il livello di rumorosità che soprattutto durante le ore notturne e fonte di disturbo.

Niente telecomando e timer: Purtroppo questo modello non solo è sprovvisto di telecomando ma non c’è neanche un timer la cui presenza torna sempre molto utile almeno per impostare lo spegnimento.

Acquista su Amazon.it (€115,45)

 

 

 

Condizionatore portatile silenzioso

 

3. Electrolux EXP34U338CW ChillFlex Pro 14 A Climatizzatore Portatile

 

Electrolux propone invece un climatizzatore portatile, il ChillFlex Pro 14, con una capacità di raffreddamento di circa 14.000 BTU/h, perfetto dunque per ambienti fino a 60 metri quadri, ovvero monolocali e in alcuni casi anche bilocali. Chi ha a cuore l’ambiente e non vorrebbe contribuire a peggiorare il già drammatico effetto serra, può contare sull’utilizzo del gas ecologico R290, nuovo standard che sta lentamente sostituendo il vecchio R410a, con un potenziale di riscaldamento globale inferiore del 99,8%.

La classe di efficienza energetica non è la più alta sul mercato, ma si attesta comunque su una più che dignitosa A, senza pesare dunque eccessivamente in bolletta se si programma l’uso in modo intelligente. 

Tra i pregi del dispositivo troviamo anche la sua capacità di autodiagnosi, che controlla sempre l’integrità del sistema e soprattutto la pulizia del filtro antibatterico, comunicandovi immediatamente tramite spie lampeggianti quando arriva il momento di sostituirlo. L’unica pecca di ChillFlex Pro 14 è riconducibile alla rumorosità, che si attesta su valori classici e che nemmeno la funzione silenziosa riesce ad attenuare in modo convincente.

 

Pro

Ecologico: L’utilizzo del gas R290 potrebbe sembrare ormai una scelta obbligata tuttavia molti climatizzatori non hanno ancora effettuato il passaggio. Con ChillFlex Pro 14, però, non avrete di questi problemi.

Autodiagnosi: Il prodotto effettua in modo automatico un controllo di tutto il sistema, per tenere sempre sotto controllo il funzionamento, avvisando anche quando arriva il momento di pulire o sostituire il filtro.

Classe: L’efficienza energetica si attesta sulla classe A, non la più alta ma comunque sufficientemente elevata per non vedere aumenti considerevoli in bolletta.

 

Contro

Rumoroso: Nemmeno la modalità silenziosa riesce ad abbassare i decibel emessi in modo soddisfacente. Un fattore di cui tener conto prima di procedere all’acquisto.

Acquista su Amazon.it (€484,25)

 

 

 

Mini condizionatore portatile

 

4. TTMOW Mini Raffreddatore d’Aria USB Condizionatori Portatili

 

Non tutti hanno spazio in casa per piazzare un climatizzatore portatile, ingombrante e spesso anche molto rumoroso. Per questi utenti esiste fortunatamente una soluzione economica e in grado di garantire un po’ di aria fresca mentre si è al computer, a letto o in una zona non eccessivamente grande, parliamo del mini raffreddatore d’aria di TTMOW, alimentato tramite cavo USB.

Sia ben chiaro, non parliamo di un prodotto in grado di raffreddare un’intera stanza ma riesce a garantire comunque un po’ di sollievo quando ci si trova in una posizione stabile, puntandolo magari direttamente contro di sé. 

Il funzionamento è quello tipico dei raffrescatori, ha quindi un piccolo serbatoio d’acqua, la quale evaporando viene poi spinta fuori. Le velocità selezionabili sono tre ed è inclusa anche una funzione luminosa che può rivelarsi utile magari durante le notti estive, se siete per esempio a letto intenti nella lettura di un buon libro.

 

Pro

Economico: Il prezzo contenuto del dispositivo permette di acquistarlo senza troppi problemi, rivelandosi un valido ausilio nelle notti più calde.

LED: Potrete attivare una luce gialla, soffusa, adatta per leggere un libro o creare un’illuminazione di servizio non eccessivamente fastidiosa.

Pulizia: Il piccolo raffrescatore può essere smontato facilmente per la pulizia del serbatoio d’acqua e del filtro, pratica da effettuare di tanto in tanto per mantenere l’efficienza.

 

Contro

Ventilatore: Si tratta di un piccolo ventilatore, efficace pertanto solo e unicamente nelle immediate vicinanze dell’utente. Non adatto per raffrescare intere stanze.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Condizionatore portatile Argo

 

5. Argo Relax Style Relax Style, Climatizzatore Portatile 10000 btu/h

 

Il condizionatore portatile Argo ha un design elegante e le dimensioni contenute, occupa poco spazio e questo è sempre un bene, soprattutto quando la casa piccola. Ed è proprio ad ambienti di piccole dimensioni che il condizionatore da 10.000 BTU si rivolge. Ha tre funzioni che sono climatizzatore, ventilazione e deumidificazione. Le alette motorizzate si muovono in modo tale da distribuire meglio l’aria fresca. Tutte le funzioni possono essere gestite sia dal pannello digitale con display a LED sia con il comodo telecomando in dotazione. Grazie al timer si può impostare lo spegnimento del condizionatore. 

La classe di efficienza energetica è A ma dobbiamo dire che più di una persona si è lamentata per i consumi ritenuti eccessivi. Ottimo il sistema di scarico della condensa, funzionale grazie all’apposito tubo.

Oltretutto Argo può vaporizzare la condensa con la funzione di climatizzazione oppure scaricarla di continuo con la modalità deumidificazione. Molti utenti giudicano il condizionatore troppo rumoroso.

È pesante ma trasportarlo da una stanza all’altra non è un problema grazie alle ottime rotelle, la questione si complica se per esempio bisogna caricarlo in macchina o portarlo giù per le scale, anche perché le maniglie non offrono una presa comoda. I materiali sono molto buoni. In ultimo il prezzo che a noi è sembrato conveniente.

 

Pro

Scarico: Ha un buon sistema per eliminare la condensa che può essere espulsa non solo con il pratico tubo ma anche impostando la modalità climatizzatore, che la vaporizza, oppure scegliendo la deumidificazione.

Telecomando: La gestione del climatizzatore può avvenire non solo mediante il pannello di controllo ma a che con il telecomando.

Timer: È stata ben accolta dagli utenti questa funzione grazie alla quale impostare lo spegnimento del condizionatore.

 

Contro

Rumoroso: A nostro avviso uno dei difetti principali del condizionatore è la sua rumorosità. Abbiamo registrato tanti commenti negativi in questo senso.

Rinfresca poco: Non tutti sono contenti della capacità di rinfrescare gli ambienti da parte del condizionatore. Anche in stanze piccole, la temperatura scende pochissimo.

Acquista su Amazon.it (€649)

 

 

 

Condizionatore portatile caldo freddo

 

6. Olimpia Splendid 01700 Dolceclima 10 HP Climatizzatore Portatile

 

È un condizionatore portatile caldo freddo da 10.000 BTU che, a differenza di molti altri prodotti simili, ha anche una pompa di calore. Ciò significa che potete utilizzarlo non soltanto d’estate per rinfrescarvi ma anche in inverno. Chiaramente tale funzione è veramente efficace solo se si pratica un foro nella finestra per far passare il tubo che, in questo caso, espelle l’aria fredda. Di contro, soluzioni come lasciare uno spiraglio tenendo aperta la finestra vanifica gran parte del calore generato dal condizionatore. Ciò detto, l’aria è erogata in modo omogeneo.

Ottimo il display touch con i comandi che rispondono immediatamente appena sfiorati. Sono presenti il telecomando e il timer. La consumi sono abbastanza contenuti, dopotutto parliamo di un condizionatore con classe energetica A++. 

Per quanto riguarda i punti meno convincenti, cominciamo dalla vaschetta per la raccolta della condensa che è ritenuta troppo piccola e in genere va svuotata ogni paio d’ore, cosa ritenuta molto scomoda dagli utenti. Altro problema è rappresentato dal livello di rumorosità che ha contrariato gran parte delle persone entrate in possesso del condizionatore.

 

Pro

Pompa di calore: Il condizionatore può essere sfruttato per gran parte dell’anno perché oltre all’aria fredda fa anche quella calda dunque torna utile d’inverno.

Consumi: Sono abbastanza ridotti. La classe energetica di Dolceclima, infatti, è A++ dunque si accende più a cuor leggero senza preoccuparsi della bolletta.

 

Contro

Vaschetta della condensa: Uno dei grossi limiti di questo condizionatore è la vaschetta che è troppo piccola e richiede di essere svuotata mediamente ogni paio d’ore.

Rumoroso: Un’altra lamentela piuttosto frequente tra i commenti pubblicati in rete riguarda il livello di rumorosità giudicato fastidioso.

Acquista su Amazon.it (€2000)  

 

 

 

Condizionatore portatile con unità esterna

 

7. Lamimox Mistralvan 2240 Climatizzatore per Camper

 

Questo condizionatore portatile con unità esterna è pensato per chi va in vacanza con la roulotte e vuole un luogo sempre fresco dove ripararsi dal caldo delle estati torride. Il Laminox ha l’unità esterna, ciò permette di non dover lasciare finestre o porte socchiuse per far passare il tubo dell’aria di conseguenza non ci sono dispersioni che complicano l’abbassamento della temperatura. Il fissaggio dell’unità esterna è molto pratica grazie al sistema di staffe; si impiega un attimo a completare l’operazione. 

I livelli di raffreddamento sono quattro e c’è anche un timer. Manca il telecomando dunque il tutto va gestito tramite il pannello con display LCD che in vero ha un aspetto poco convincente, certamente non consono al prezzo richiesto per l’acquisto del condizionatore che è alto. Il Laminox è compatto e questo è fondamentale in ambienti angusti come roulotte o camper. Infine, è un po’ rumoroso.

 

Pro

Unità esterna: non bisogna lasciare una porta o una finestra socchiusa per far passare il tubo dell’aria, di conseguenza non entra il caldo dall’esterno.

Rinfresca: Praticamente tutti sono rimasti soddisfatti per la capacità rinfrescante del condizionatore; c’è chi ha testimoniato di aver sostato con la roulotte in una zona priva di ombra e non aver patito il caldo, anzi.

 

Contro

Rumoroso: Secondo gli utenti il condizionatore è un po’ rumoroso, problema che riguarda l’unità esterna e questo potrebbe disturbare i vicini di piazzola.

Costo: È un condizionatore abbastanza costoso e a certe cifre ci saremmo aspettati una maggiore cura per i dettagli, come per esempio il display.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Condizionatore portatile Zephir

 

8. De’Longhi Pac CN94 Climatizzatore Portatile Pinguino

 

Il Pac CN94 di De’Longhi, anche comunemente conosciuto con il nome di “Pinguino”, è un modello con un potenza frigorifera di 10.500 BTU/h, pensato quindi per ambienti che non superano i 25/30 metri quadri. Rispetto ad altri climatizzatori è di concezione più arcaica poiché utilizza ancora il gas refrigerante R410a piuttosto che R290, un dettaglio che potrebbe far rizzare i capelli ai più attenti all’impatto ambientale.

Il condizionatore però ha anche numerosi pregi, come per esempio la possibilità di utilizzarlo in tre diverse modalità: condizionatore, deumidificatore o ventilazione, impostando tutti i valori attraverso il pannello elettronico o il telecomando in dotazione. 

La classe energetica è la A, quindi si attesta nella media dei prodotti simili. Non può essere usato in modo intensivo ma va gestito con parsimonia per non avere aumenti significativi nei consumi che si traducono poi in bollette colossali. Altro fattore da considerare, infine, è la rumorosità, che si attesta su 63 decibel alla potenza massima.

 

Pro

Prezzo: Non essendo un top di gamma, il costo del prodotto è contenuto rispetto alle altre offerte De’Longhi, rappresentando quindi una buona scelta per chi vuole spendere poco.

Modalità: Se non avete bisogno della climatizzazione potrete sempre utilizzarlo come ventilatore o deumidificatore, migliorando comunque la respirabilità dell’ambiente in cui vivete.

Consumi: La classe energetica è la A, non avrete dunque consumi eccessivi a patto che utilizziate il climatizzatore in modo intelligente, evitando che resti acceso per svariate ore consecutive.

 

Contro

Rumoroso: Anche in questo caso, il climatizzatore si rivela particolarmente rumoroso con un valore massimo di decibel emessi pari a 63. Sconsigliata dunque l’installazione in camera da letto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori 

 

Adattatore finestra condizionatore portatile

 

HOOMEE 300CM Guarnizione Universale per Finestre

 

Non tutti sono disponibili a praticare un foro nel vetro della finestra per applicare il tubo dell’aria calda del condizionatore.

Lasciare uno spiraglio aperto significa limitare l’efficacia del condizionatore. Una soluzione pratica è rappresentata da articoli come questo adattatore finestra condizionatore portatile, che permette di far uscire il tubo all’esterno ed evitare la dispersione del fresco.

In questo caso specifico dobbiamo segnalare che non tutti si sono ritenuti soddisfatti per la tenuta del velcro che dopo un po’ perde la sua efficacia.

Acquista su Amazon.it (€18,99)

 

 

 

Tubo per condizionatore portatile 

 

Daniplus Tubo di Scarico d’Aria

 

Questo tubo per espellere l’aria calda del condizionatore portatile è stato apprezzato per la sua flessibilità che consente di indirizzarlo ovunque e fare qualsiasi tipo di curva.

Alcuni ritengono il tubo per condizionatore portatile troppo sottile ma a conti fatti nessuno si è lamentato perché magari si è rotto.

Secondo noi è una valida soluzione nel caso in cui si presenti la necessità di sostituire il tubo già in dotazione con il condizionatore, pare che alcuni lo abbiano usato anche come prolunga per il suddetto tubo con risultati soddisfacenti.

Acquista su Amazon.it (€17,24)

 

 

 

Guida per comprare un buon condizionatore portatile

 

Come scegliere un buon condizionatore portatile

Purtroppo non è sempre possibile installare un climatizzatore a parete, soluzione comoda, pratica ma purtroppo capita di essere in affitto e dunque non si vuol forare una parete che un giorno, qualora si dovesse lasciare la casa, andrebbe sistemata o in alternativa lasciare il climatizzatore lì com’è. Questo non significa che bisogna rassegnarsi a patire il caldo.

La soluzione c’è ed è quella di comprare il miglior condizionatore portatile. Dobbiamo dire che generalmente un condizionatore da parete è più economico ma è altrettanto vero che nel caso di quello portatile vi risparmiate i costi d’installazione. Ma non disperate perché abbiamo scovato delle offerte interessanti e siamo in grado di suggerirvi dove acquistare a prezzi bassi i migliori condizionatori portatili del 2019. Ma prima preoccupiamoci di capire quali sono le caratteristiche da ricercare in un articolo del genere perché spendere poco va bene, spendere male no.

Vantaggi e svantaggi

Come prima cosa, in favore degli indecisi tra un condizionatore portatile o fisso, vogliamo elencare i vantaggi e gli svantaggi del modello portatile. Non è richiesta l’installazione questo significa che appena portate a casa il nuovo condizionatore è pronto all’uso: basta tirarlo fuori dall’imballaggio e attaccare la corrente. Con un solo condizionatore potete servire più ambienti domestici, è molto semplice da trasportare grazie alle rotelle: l’importante è avere accesso a una finestra che vi consenta di sistemare il tubo per l’espulsione dell’aria calda. 

Eccoci qui a uno dei primi svantaggi che vale la pena portare all’attenzione di quanti si stanno chiedendo quale condizionatore portatile comprare. Anche se scegliete il modello della migliore marca il problema resta: bisogna far uscire fuori l’aria calda. Il tubo ha un diametro abbastanza grosso che obbliga a lasciare la finestra aperta alcuni centimetri. 

Ma cosa accade con la finestra aperta? Da un lato entra il calore e dall’altro si disperde parte del fresco generato dal condizionatore. Cosa si può fare? Beh, si può praticare un foro nel vetro della finestra ma probabilmente se aveste avuto tale possibilità, avreste comprato un condizionatore fisso. Probabilmente la soluzione più pratica è di comprare delle apposite guarnizioni universali per finestre pensate proprio per chi ha il condizionatore portatile.

 

La potenza del condizionatore

Un condizionatore, portatile o meno, va scelto tenendo conto della sua potenza e questa deve essere adeguata alle dimensioni dell’ambiente da rinfrescare. Bisogna dunque prendere nota dei BTU del modello scelto ma per sapere se questi sono sufficienti, è necessario un piccolo calcolo. È stato determinato che per climatizzare 1 metro quadrato servono 340 BTU. Pertanto è stato determinato un coefficiente K che, appunto, è pari a 340. La formula è la seguente mq x K= BTU. 

Ma facciamo un esempio pratico. Supponiamo che la vostra esigenza è tenere al fresco un ambiente di 40 mq dovete calcolare 40 x 340 = che fa 13.600. Va detto che un calcolo del genere è abbastanza approssimativo e alla buona perché, per esempio, andrebbe tenuto conto anche dell’altezza dell’ambiente e altri fattori che incidono sulla temperatura. Più in generale possiamo dire che nel caso di una stanza da 40 mq, 11.000 BTU sono sufficienti allo scopo.

I consumi e rumorosità

Chiaramente il vostro nuovo condizionatore, essendo alimentato a corrente, incide sui consumi. Nulla vi vieta di lasciare il condizionatore acceso giorno e notte ma poi non lamentatevi per la bolletta che potrebbe arrivare a scottare più di una qualsiasi giornata di agosto. Il problema è che non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca ma non disperate perché qualcosa si può fare. 

Premesso che il condizionatore va usato con un po’ di coscienza, dovete prestare grande attenzione alla classe di efficienza energetica. Se volete ridurre al massimo i consumi, dovete orientarvi su un condizionatore di classe A+++. Questo sicuramente costerà di più rispetto ad altri modelli con classe energetica inferiore ma risparmierete in bolletta e secondo noi questo conviene nel medio/lungo periodo. 

L’altro aspetto da tenere in considerazione è il livello di rumorosità. Tenete presente che a differenza dei modelli a parete, il condizionatore portatile è un blocco unico dunque ha il motore incorporato. Soprattutto di notte un rumore eccessivo potrebbe essere fonte di disturbo dunque controllate bene nelle specifiche il dato inerente i decibel.

 

 

 

Domande frequenti 

 

Come funziona un condizionatore portatile?

Come prima cosa bisogna distinguere tra sistemi aria-aria e sistemi aria-acqua, di conseguenza nel primo caso l’aria è raffreddata da altra aria mentre nel secondo caso, dall’acqua. La condensa che si forma durante il ciclo di raffreddamento viene raccolta in una vaschetta mentre il calore generato dal motore viene espulso all’esterno mediante un tubo.

 

Come installare un condizionatore portatile?

In vero un condizionatore del genere non va installato. Bisogna solo preoccuparsi di praticare un foro nel vetro della finestra o eventualmente nel muro per il passaggio del tubo che espelle l’aria calda. L’esecuzione del foro è consigliata ma non strettamente necessaria in quanto l’importante è far giungere il tubo all’esterno.

 

Differenza tra condizionatore e rinfrescatore

Il condizionatore si serve di un gas refrigerante per rinfrescare l’aria mentre un compressore agisce per espellere l’aria calda mediante un tubo di scarico. Il rinfrescatore, invece, funziona per evaporazione. In pratica, aggiungendo acqua fredda, magari con ghiaccio, l’aria calda viene aspirata e reimmessa rinfrescata.

 

Quanto consuma un condizionatore portatile?

Per capire quanto consuma un condizionatore, bisogna verificare la potenza assorbita che nel caso di un modello di circa 9.000 BTU si aggira sui 900 Watt. Più in generale, bisogna tener conto della classe energetica che non è standard per tutti i modelli. È opportuno comprare un condizionatore almeno A++

 

Come ricaricare il condizionatore portatile?

Non si tratta di una operazione che può essere fatta in prima persona a meno che non si abbiano specifiche competenze. È necessario rivolgersi a un tecnico specializzato.

 

 

 

Come utilizzare il condizionatore portatile

 

Oggigiorno è diventato quasi impossibile non usare un condizionatore durante l’estate. Le temperature superano abbondantemente i 30° e non solo rare le volt in cui il termometro supera persino i 40°. L’unico modo contrastare il caldo è utilizzare al meglio il condizionatore portatile.

 

 

Fate un buco nella finestra

Per sfruttare al meglio la capacità refrigerante c’è un solo modo, ossia, eseguire un foro nel vetro della finestra per far passare il tubo che espelle l’aria calda. Lasciarla semplicemente aperta, anche solo lasciando lo spazio necessario al passaggio del tubo, limita incredibilmente gli effetti del climatizzatore.

 

Porte ben chiuse

Il climatizzatore portatile, generalmente, è sufficiente a far abbassare la temperatura in una sola stanza. Per rendere la sua azione più efficace è importante tenere ben chiusa la porta dell’ambiente dove ci si trova.

 

Pulite i filtri

Un condizionatore portatile, per funzionare bene, richiede che il filtro sia sempre pulito. Questo cattura la polvere presente nell’aria ma l’eccessivo accumulo compromette il corretto funzionamento, dunque pulite periodicamente il filtro.

 

 

Risparmiate con il timer

La funzione timer è utile soprattutto di notte. Impostate lo spegnimento all’ora che ritenete opportuna e addormentatevi. In questo modo eviterete di lasciare il condizionatore acceso fino al mattino e avrete un bel risparmio in bolletta.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Oneconcept Caribbean Blue 2019 Edition

 

Il Caribbean blue è un condizionatore portatile senza tubo. Questo significa che non dovrete lasciare aperta alcuna finestra. Ma non fatevi trarre in inganno perché tecnicamente stiamo parlando di un ventilatore seppur con delle caratteristiche interessanti. Il Caribbean svolge una triplice funzione, ossia, quella di climatizzatore, ventilatore e purificatore d’aria. I livelli di velocità selezionabili sono tre mentre le lamelle oscillanti fanno in modo da distribuire al meglio il fresco generato. Il tutto si gestisce attraverso un pannello di controllo posto frontalmente, sulla parte alta. Dobbiamo dire che i comandi sono abbastanza grossolani; non aspettatevi pulsanti touch. Il flusso d’aria è pari a 400 metri cubi per ora; a nostro avviso la potenza è buona. 

Chi lo desidera può aggiungere l’acqua con siberini (compresi nella confezione) nell’apposita vaschetta in questo modo si dovrebbe stare più freschi. A proposito, la capacità della suddetta vaschetta è di quattro litri, questo significa buona autonomia e dunque non dovreste stare a fare rifornimento di continuo. Tuttavia proprio questa funzione pare aver soddisfatto poco poiché, soprattutto durante il periodo più torrido, non se ne avverte l’efficacia e oltretutto si rende l’aria ancora più umida di quanto non lo sia e dunque bisogna valutare bene fino a che punto convenga sfruttare questa funzione. Il filtro trattiene polvere e polline migliorando in questo modo la qualità dell’aria che, di fatto, viene riciclata per la felicità soprattutto di chi ha problemi di allergie.

Il ventilatore in esame è adatto per ambienti di massimo 30 mq, è molto silenzioso oltre che ecologico e i consumi sono piuttosto bassi. Di dimensioni compatte, è semplice da trasportare grazie alle rotelle e alle due maniglie poste lateralmente. Non è dotato di telecomando o timer, di conseguenza per tutte le impostazioni è necessario alzarsi e recarsi fino al Caribbean.

Ma se sull’assenza del telecomando si potrebbe anche soprassedere, un timer da usare almeno per lo spegnimento avrebbe fatto parecchio comodo soprattutto a chi lo usa di notte ma non vuole lasciare il ventilatore acceso fino al mattino seguente. 

È un condizionatore portatile senza tubo ecologico poiché non rilascia gas o aria calda nell’aria e dunque non contribuisce all’aumento globale delle temperature e questa è una caratteristica da non sottovalutare per chi ha una coscienza ecologica.

 

Pro

Riciclo d’aria: La presenza del filtro consente di riciclare l’aria, visto che polvere e polline vengono trattenuti, cosa molto vantaggiosa soprattutto per chi ha problemi di allergie.

Silenzioso: Il livello di rumore prodotto è così basso da non essere percepito. Tale caratteristica rende il Caribbean Blue perfetto anche per essere usato di notte o comunque quando si vuole schiacciare un sonnellino.

Facile da trasportare: Le sue dimensioni molto compatte e le rotelline poste alla base fanno si che il trasporto da una stanza all’altra sia semplice e veloce.

 

Contro

Niente telecomando: Come vi renderete conto al momento di aprire la confezione, non c’è il telecomando pertanto per accendere, spegnere e gestire i livelli di velocità, dovrete alzarvi dal divano.

Timer: Il Caribbean non è dotato di timer e, di conseguenza, non c’è modo di attivare l’accensione o quantomeno impostare il tempo per lo spegnimento.

Acqua con ghiaccio: Secondo gli utenti aggiungere l’acqua con i siberini ghiacciati non comporta benefici evidenti, soprattutto durante i periodi di caldo torrido; oltretutto si aggiunge altra umidità all’aria.

 

 

De’Longhi Pac N87 Climatizzatore Portatile Pinguino, 940 W

 

Il pinguino De’Longhi è uno dei condizionatori portatili silenziosi più venduti. Ha una potenza refrigerante di 9800 BTU e classe di efficienza energetica A, dunque i suoi consumi pur non essendo il massimo dell’efficienza, sono comunque tollerabili. Ci è piaciuto parecchio l’ampio pannello dei comandi soft touch; oltretutto il Pinguino può essere gestito in comodità con il telecomando. Le funzioni selezionabili sono tre: ventilatore, deumidificatore e condizionamento. Non manca un pratico timer digitale grazie al quale impostare lo spegnimento. 

Il Pinguino ha un’anima ecologica, tanto è vero che utilizza un gas a basso impatto sull’ambiente. Il design è ben concepito. Tutto ciò è racchiuso in dimensioni compatte. Il condizionatore, poi, è semplicissimo da trasportare grazie alle rotelle che scorrono velocissime sul pavimento.

L’aspetto più negativo, probabilmente, è il sistema per disfarsi dell’acqua accumulata; non c’è un tubo di scarico della condensa e si deve svitare un tappo posto in basso che inevitabilmente comporta il pavimento allagato.

Quanto al livello di rumorosità, i pareri sono parecchio discordanti in merito. Infine i materiali sono giudicati più che positivamente.

 

Pro

Telecomando: La sua presenza è stata giudicata molto utile dagli utenti; oltretutto il controller funziona bene e dà accesso a tutte le funzioni.

Pannello: Altra nota di merito va al display LCD soft touch, comodo da gestire e chiaro con tutte le funzioni facilmente individuabili.

Buoni materiali: De’Longhi non smentisce la buona qualità costruttiva dei suoi prodotti: il Pinguino è costruito con buoni materiali che conferiscono la necessaria resistenza.

Timer: Utilissimo, visto che si può impostare lo spegnimento e addormentarsi senza preoccupazioni godendo del fresco generato dal Pinguino.

 

Contro

Scarico della condensa: Il sistema è alquanto scomodo perché prevede di dover svitare un tappo e, non essendoci neanche un tubo, l’acqua termina sul pavimento.

 

 

Uvistar Mini Raffreddatore D’aria 3IN1

 

Dotato di un serbatoio da 400 ml questo mini condizionatore portatile si prefigge lo scopo di rendere meno atroci le vostre giornate perché magari costretti stare davanti alla scrivania e disdetta, il climatizzatore dell’ufficio si è rotto. Più che un timer ha una funzione di temporizzazione con due blocchi di funzionamento: 2 o 4 ore. Peccato non sia possibile scegliere tempi intermedi. Le alette sono regolabili ma bisogna farlo manualmente. 

L’utente può scegliere tra tre livelli di velocità per il raffreddamento e con il pieno d’acqua si ha un’autonomia di 3/5 ore. Molto simpatica l’idea di inserire una luce colorata, utile di notte soprattutto per i bambini: le colorazioni disponibili sono sette.

Il problema principale di questo dispositivo è il suo raggio d’azione che è parecchio limitato. Diciamo che lo Uvistar è per un uso strettamente personale e per sentirne gli effetti bisogna tenerlo molto vicino. In compenso il prezzo non è eccessivo.

 

Pro

Luce: Oltre a rinfrescarvi, l’Uvistar è dotato di una simpatica luce che torna molto utile a quanti odiano dormire al buio; oltretutto l’effetto visivo è molto bello.

Autonomia: La durata per un oggetto così piccolo ci sembra essere molto buona; pensate, con 400 ml di acqua di può ottenere aria fresca dalle 3 alle 5 ore.

 

Contro

Raggio d’azione: Ci lascia un po’ perplessi il raggio d’azione di questo rinfrescatore, praticamente è per solo uso personale: non è adatto a tenere al fresco una stanza e bisogna restarci incollati.

Temporizzatore: Manca un vero e proprio timer; il temporizzatore permette di selezionare solo tra due intervalli di tempo: due oppure quattro ore.

 

 

Zephir ZPJ7000C Condizionatore Portatile

 

Il condizionatore portatile Zephir da 7.000 BTU è adatto più che altro a rinfrescare ambienti piccoli e medio piccoli. I consumi non sono eccessivi vista la classe energetica A. Compatto, ben si presta alle esigenze di chi ha poco spazio in casa. È dotato di telecomando, timer e di filtri antibatterici grazie ai quali l’aria viene riciclata e resa priva di polvere e allergeni. Poggia su quattro ruote che scorrono con agilità sul pavimento. 

Lateralmente ci sono due maniglie ma offrono una presa scarsa soprattutto se per qualsiasi ragione si dovesse avere la necessità di sollevare il condizionatore. Per quanto riguarda il livello di rumorosità, ci sono state delle lamentele in merito. La qualità dei materiali è buona, parliamo di un condizionatore robusto. Non male il prezzo.

 

Pro

Compatto: Le sue dimensioni fanno sì che questo condizionatore rappresenti una buona soluzione per quanti hanno problemi di spazio in casa.

Consumi: Gli utenti si sono detti abbastanza soddisfatti per i consumi che sono contenuti come del resto lascia presupporre la classe di efficienza energetica.

 

Contro

Rumoroso: Secondo diverse persone il livello di rumorosità generato dal condizionatore è tale da poter costituire fonte di disturbo durante la notte.

Maniglie: Quelle laterali non garantiscono una presa adeguata nel momento in cui ci dovesse essere l’esigenza di dover sollevare il condizionatore.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...