Con il termostato intelligente si risparmia, ma quanto?

Ultimo aggiornamento: 29.05.20

 

Se è certo che un dispositivo di questo tipo aiuta a contenere i consumi, meno chiaro è capire effettivamente quanto si risparmi: facciamo chiarezza.

 

Ricevere la bolletta dei consumi energetici è qualcosa di paragonabile a un buon thriller: se la vedete nella buca delle lettere, si forma un nodo alla gola, le pulsazioni aumentano, sudate freddo, un po’ come se in una notte di tempesta ricevete una telefonata ma nessuno risponde dall’altro capo del telefono; poco prima avevate l’impressione di aver sentito dei rumori. Mettete giù la cornetta e un lampo illumina per un istante fuori.

Ci giurereste: avete visto qualcuno. Ecco: la bolletta è il killer silenzioso che entra in casa e voi siete la vittima predestinata. L’unica arma a vostra disposizione è un termostato intelligente.

 

Le stime

Avere numeri precisi in termini di risparmio derivante dall’utilizzo di un termostato smart non è semplice: ci sono troppe variabili in gioco. La cosa certa è che il risparmio c’è, come conferma la ricerca condotta dal Politecnico di Milano sulla Smart Home.

I ricercatori hanno preso in considerazione il caso dei singoli, coppie senza figli e coppie con figli a carico. La ricerca è stata condotta in Nord Italia ed è stato osservato un risparmio tra il 16% e il 28% a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare.

La ricerca, inoltre, ha dimostrato l’uso diffuso dei termostati intelligenti nella sola area di Milano avrebbe come conseguenza una riduzione di emissioni nocive pari a 54mila tonnellate di Co2 nell’arco di 12 mesi. Gli effetti benefici sull’ambiente sono facilmente immaginabili mentre su quelli del portafoglio la ricerca parla di un risparmio pari a 70 milioni o, ragionando per nucleo familiare, circa 100 euro a famiglia.

 

 

I motivi che spingono a comprare un termostato smart

I cittadini sono ben informati sull’esistenza dei termostati intelligenti e soprattutto dei vantaggi che l’uso di questi dispositivi comporta? Chi ha deciso di comprarne uno, pare avere le idee ben chiare e ha elencato le motivazioni principali che non si limitano alla diminuzione dei consumi.

La possibilità di impostare delle fasce orarie per l’accensione e lo spegnimento del riscaldamento, controllare il termostato a distanza attraverso lo smartphone e trovare la casa riscaldata al rientro sono ragioni ritenute più che sufficienti a giustificare l’acquisto di un termostato smart. Ma non è finita, nei consumatori suscitano molto interesse le funzioni di apprendimento che permettono al termostato di gestirsi al meglio.

Altro aspetto molto importante di un termostato del genere e che spinge le persone a installarlo in casa è la possibilità di tenere sotto controllo l’umidità. I termostati intelligenti, infatti, sono in grado di rilevare il tasso di umidità nell’aria e dunque consentire un intervento adeguato

 

I produttori hanno fiutato l’affare

Il Navigant Research ha pubblicato un rapporto nel quale sostiene che il giro d’affari legato ai termostati intelligenti cresce vertiginosamente. Entro il 2023 il fatturato dovrebbe raggiungere una cifra molto vicina ai 2,3 miliardi di dollari.

Nel rapporto, inoltre, si legge questa nuova tecnologia sia in grado di influenzare consumatori, società di servizi e aziende, di conseguenza le vendite aumentano sempre più.

 

 

Quanto costa installare un termostato intelligente?

Da un punto di vista tecnologico i produttori stanno facendo ogni sforzo possibile affinché chi compri un termostato smart non sia obbligato a richiedere l’intervento di un professionista. Dopotutto si è più invogliati a comprare qualcosa che non richieda ulteriori spese e un tecnico per casa. Ma se c’è bisogno di un tecnico, il suo lavoro andrà pagato. Vediamo quanto.

Per la semplice installazione di un termostato smart, il costo dell’intervento oscilla tra gli 8 e i 100 euro. Se volete installare anche le testine termoelettriche sui termosifoni la somma necessaria raddoppia. Ma le testine termoelettriche richiedono la presenza delle termovalvole. Se non ci sono, è necessario chiedere l’intervento di un idraulico che adatti l’impianto di riscaldamento. Interventi del genere fanno lievitare di molto i costi e la spesa potrebbe arrivare a circa 500 euro.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments