Come effettuare una corretta pulizia dei filtri

Ultimo aggiornamento: 29.09.20

 

Spesso è difficile tenere a mente tutti gli interventi di manutenzione da eseguire dentro casa, sebbene alcuni di questi richiedano poco tempo. Quante volte vi siete messi in testa di sistemare quel difetto, dimenticandovene poco dopo? Oppure, quante volte vi siete prefissati di pulire i filtri dei climatizzatori e continuate a rimandare l’operazione?

Ecco, in questo articolo che abbiamo redatto per voi, vi parleremo proprio dell’importanza di assicurare la giusta igiene dei filtri nelle unità presenti nelle vostre case. Tali componenti passano inosservati e, talvolta, sembra davvero impossibile trovare un po’ di tempo libero da dedicargli.

 

Che cosa sono i filtri

Ogni buon climatizzatore dispone al suo interno di un doppio o triplo strato di filtri, i quali consentono di raccogliere e bloccare le impurità dell’aria che verrà poi diffusa dentro la stanza. Si tratta di una caratteristica che accomuna i climatizzatori destinati all’uso domestico e quelli progettati per ambienti più grandi, come ospedali, aeroporti e aziende.

I primi filtri (chiamati prefiltri) sono realizzati in plastica e possono essere lavati più frequentemente. Poi ci sono i filtri veri e propri, di qualità, e spesso non sono facilmente raggiungibili dagli utenti. La caratteristica fondamentale dei filtri è la loro composizione: la trama in plastica è molto fitta e rappresenta una vera e propria barriera che ostacola il passaggio di particelle diverse dall’aria. Il sistema di filtraggio impedisce alle impurità, ai microrganismi e ai cattivi odori di diffondersi all’interno dell’abitazione.

 

 

Germi e batteri non muoiono a causa della bassa temperatura ma vanno in una sorta di “letargo” per poi risvegliarsi quando l’apparecchio non è più in funzione. Ecco, quindi, che se non pulite i filtri, respirerete tutte queste impurità e tale scenario non è l’ideale in caso di persone molto vulnerabili, come bambini, anziani e soggetti allergici. Il polline è una delle sostanze più fastidiose, e talvolta pericolose, per chi affronta la primavera come un incubo e ritrovarsi la stanza piena di germi e batteri è davvero inopportuno.

 

Come pulire i filtri

Per prima cosa, vi suggeriamo di leggere sempre le istruzioni del vostro apparecchio: sebbene la struttura dei vari climatizzatori sia molto simile e approssimativamente sia facile individuare la posizione dei componenti, non sottovalutate la creatività degli ingegneri che si dilettano a creare dei design particolari.

Quindi, dopo aver consultato il manuale d’uso, scollegate l’apparecchio dall’alimentazione, al fine di evitare spiacevoli inconvenienti. Tale suggerimento vale non solo per i climatizzatori ma per qualunque altro strumento tecnologico che è collegato alla corrente.

Una volta messo in sicurezza l’ambiente in cui andrete a intervenire, potrete procedere alla pulizia, eseguendo nell’ordine le operazioni con estrema cautela.

A meno che non vogliate provvedere alla sostituzione di qualche pezzo, armatevi di pazienza e procedete con cura. Se necessario, trovate una base di appoggio, come una sedia o un tavolo resistente, e avvicinatevi al climatizzatore. Sollevate il pannello anteriore, rimuovendolo delicatamente. Individuate i filtri e sfilateli dal sistema ad incastro.

Quindi, se non sono presenti impurità incrostate, lavateli semplicemente sotto l’acqua corrente tiepida; altrimenti, rimuovete le macchie ostinate e lo sporco accumulato aggiungendo un po’ di detergente neutro o per i piatti alla formulazione e passandovi un panno morbido inumidito. Se le condizioni igieniche dei filtri sono preoccupanti e sulla superficie si è accumulata molta polvere, potete considerare di rendere le operazioni più rapide ricorrendo all’aspirapolvere: passate il beccuccio piccolo dell’apparecchio sui filtri, facendo attenzione a non danneggiare la trama.

Altrimenti, se non disponete di un aspirapolvere, potete immergerli in una bacinella con una soluzione a base di acqua e qualche goccia di detergente neutro per circa 20 minuti, a seconda della situazione iniziale dei filtri. Non utilizzate spugne abrasive o altri oggetti appuntiti perché potreste compromettere l’integrità del materiale. Risciacquate i filtri sotto l’acqua tiepida o fredda e lasciateli asciugare all’ombra, al riparo dalla luce diretta del sole, la quale potrebbe storcere la trama.

Nel frattempo, approfittatene per pulire le alette del climatizzatore con un deodorante igienizzante, facendo sempre attenzione ai movimenti e a non esercitare troppa pressione. Quando i filtri saranno asciutti, riposizionateli all’interno dell’unità, rispettando il verso e la forma degli stessi e richiudete il pannello anteriore.

Adesso sì che potrete godervi un’aria pulita dentro casa, senza temere l’invasione delle microimpurità. Se è necessario sostituire i filtri, ricordatevi che dovrete spendere qualcosa intorno agli 80 euro per recuperare le prestazioni iniziali dell’apparecchio.

 

 

Efficienza dei climatizzatori

Eseguire una manutenzione regolare e accurata dei climatizzatori non porta benefici solo all’aria che respirate, ma allunga la vita dell’apparecchio stesso. Infatti, il consumo di energia necessario per funzionare bene si riduce notevolmente se dentro l’unità non è presente della polvere o altri residui che vanno a ostruire le canalizzazioni interne o che si accumulano sulla trama dei filtri stessa.

Le operazioni non richiedono troppo tempo, ma solo un po’ di dedizione e impegno; la parte più difficile, forse, sta nel ricordarsi la necessità e l’importanza di eseguirle, più che farle realmente.

Se non avete il tempo di procedere alla manutenzione oppure non vi sentite in grado di maneggiare un apparecchio così delicato, allora perché non vi affidate a una ditta specializzata? Ciò che investirete nella loro paga, sarà più o meno quello che risparmierete dalla bolletta: per la manutenzione ordinaria, i prezzi si aggirano intorno ai 100 euro; per la manutenzione straordinaria, ci si assesta intorno ai 150 euro.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments