Cinque valide ragioni per comprare un termostato intelligente

Ultimo aggiornamento: 01.06.20

 

I motivi per installare un dispositivo di questo tipo sono diverse, noi ve ne elenchiamo almeno cinque per le quali vale la pena sostenere questa spesa.

 

Sono tanti i motivi per comprare un cronotermostato buono ed economico; noi vi diamo almeno cinque valide ragioni per installarne uno in casa vostra. Il mercato dei cronotermostati intelligenti è nel pieno del suo vigore; la concorrenza è abbastanza forte e di questo se ne avvantaggiano sicuramente i consumatori che hanno maggiore libertà di scelta.

Dobbiamo dire che dal punto di vista delle funzioni non ci sono, almeno per ora, differenze abissali tra un cronotermostato intelligente e un altro. Ecco perché i produttori puntano molto sul design che può fungere da catalizzatore delle attenzioni dei clienti. Insomma, a parità di funzioni (o quasi) è meglio avere in casa un oggetto bello piuttosto che uno brutto. Ma passiamo ai cinque motivi che convinceranno chi di voi è ancora scettico a comprare un cronotermostato smart.

 

1 – Gestione ottimale dei consumi

La prima ragione che convince in molti a installare un cronotermostato smart è la riduzione dei consumi energetici. Generalmente questa è una motivazione sufficiente a giustificare l’acquisto. Ma come avviene questa riduzione dei consumi. Attraverso una gestione ottimale dell’impianto di riscaldamento. Ci sono cronotermostati in grado di imparare dal comportamento delle persone e regolare l’accensione del riscaldamento alla temperatura ideale. Possono fornire report sui consumi e suggerire come fare per limitarli senza per questo patire il freddo.

 

 

2 – Automatico e compatibile con gli assistenti virtuali

Grazie alla geolocalizzazione sullo smartphone il cronotermostato sa quando state per arrivare a casa e dunque accende il riscaldamento in tempo utile per farvi trovare un ambiente riscaldato adeguatamente. E se vi allontanate da casa dimenticando di spegnere il riscaldamento? Sempre grazie alla geolocalizzazione dello smartphone, il dispositivo sa che siete lontano da casa e spegne il riscaldamento. È possibile impostare la programmazione su base settimanale e non doversi preoccupare più di nulla. Molti cronotermostati, poi, sono compatibili con assistenti virtuali come Siri, Alexa e Google Assistant.

 

3 – Gestibile anche a distanza di chilometri

Non importa dove vi troviate, avrete sempre modo di gestire il cronotermostato mediante una applicazione e grazie alla rete Wi-Fi. Tutte le funzioni sono attivabili dallo smartphone e in qualsiasi momento. Potete per esempio, accendere il riscaldamento oppure impostare la temperatura.

 

4 – Analisi dei consumi

La maggior parte dei cronotermostati (i migliori modelli) è in grado di mostrare tutti i dati inerenti ai consumi. In base a questi è possibile, per esempio, verificare i picchi di consumo, e capire dove e come avvengono gli sprechi conseguenza di un utilizzo sbagliato del riscaldamento. Il consiglio è di analizzare con attenzione i report forniti in modo tale da essere coscienti dei propri errori e porvi rimedio così da ottimizzare i consumi e cosa più importante, risparmiare sulla bolletta del gas.

 

5 – Estetica

In apertura abbiamo detto di come i produttori puntino molto sul design. I cronotermostati di recente produzione sono molto accattivanti esteticamente parlando, in alcuni casi sembrano dei veri e propri oggetti di design; non c’è bisogno di nasconderli, anzi, vanno messi in bella mostra.

Chiaramente poi, c’è chi preferisce che il termostato non si veda. Anche in questo caso il lavoro fatto dai designer può rispondere a tale esigenza perché non mancano modelli dal look minimal ed elegante che fanno della discrezione il loro punto di forza tanto è vero che possono passare del tutto inosservati.

 

 

Verificate la compatibilità

Soprattutto per una questione di scrupolo, prima dell’acquisto verificate sempre che ci sia compatibilità con la vostra caldaia. Non meno importante è la stabilità, il buon segnale della connessione Wi-Fi; se dovessero esserci dei problemi di copertura, dovrete porvi rimedio. Alcuni modelli si termostato intelligente non richiedono l’installazione altri invece sì. Se non siete pratici, rivolgetevi a un buon tecnico e magari, insieme a lui, valutate se è il caso di installare anche delle termovalvole sui termosifoni, utili nella riduzione degli sprechi energetici.

Precisiamo che l’uso di queste valvole è obbligatorio nei condomini con riscaldamento centralizzato ma anche per chi ha sfruttato l’Ecobonus. La mancata installazione delle valvole comporta una multa che va dai 500 ai 2.500 euro. Mediamente una valvola termostatica costa sui 100 euro anche se dipende dal modello. Per il loro acquisto, però, sono previste delle detrazioni fiscali del 65%. Non va dimenticato poi che le valvole comportano una riduzione dei consumi che va dal 10 al 30%.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments