Caldaia a pellet: perché comprarla

Ultimo aggiornamento: 24.06.19

 

C’è un’alternativa alla classica caldaia a gas ed è quella a pellet. Può essere una valida opzione, in più anche economica. Oltretutto, se non siete raggiunti dal gas metano, non volete fare l’allacciatura e legarvi contrattualmente a una società che vi eroga il servizio o utilizzare le bombole, la caldaia a pellet vi evita tutto questo.

 

Da cosa si ricava il pellet

Una caldaia del genere, come potete facilmente immaginare, usa come combustibile il pellet. Di cosa si tratta? È un biocombustibile ricavato dalla segatura ad alta resa. È interessante notare come la produzione del pellet non richieda l’abbattimento di alberi poiché possono essere prodotti da materiali di scarto. Il pellet si distingue per qualità; tra i fattori che la determinano ci sono il colore, che deve essere chiaro, l’assenza di residui chimici e un basso livello di umidità il quale dipende anche dal tipo di conservazione.

 

 

L’installazione della caldaia a pellet

Se avete già una caldaia a gas ma per vostre ragioni volete sostituirla con una a pellet sappiate che non dovrete modificare nulla del vostro impianto di riscaldamento. Chiaramente conviene sempre rivolgersi a un professionista. Ci teniamo a farvi presente che potete anche optare per una caldaia combinata, altrimenti detta bivalente. Cos’ha di speciale? È dotata di un bruciatore grazie al quale si può usare anche la legna come combustibile.

 

Quanto costa

I costi da sostenere per l’acquisto e l’installazione di una caldaia a pellet sono una questione tutt’altro che secondaria. Tra acquisto e installazione si può arrivare anche a 5.000 euro, poi è chiaro in gioco ci sono più fattori come il modello della caldaia e le sue caratteristiche. Bisogna poi tenere conto delle eventuali detrazioni fiscali che, attenzione, non sono una costante.

Dunque nel momento in cui si ragiona sull’eventualità di comprarne una, bisogna informarsi se sono in vigore le suddette detrazioni. È un investimento i cui benefici si vendono nel lungo periodo. Tenete comunque presente che, a differenza del gas, le pellet non sono soggette alle oscillazioni di prezzo e non risentono delle politiche messe in atto dai paesi produttori come capita, ad esempio, per il metano. Per quanto riguarda i consumi, una caldaia di ultima generazione brucia circa 0,25 Kg di pellet l’ora per KW di potenza. Dunque, se avete una caldaia da 20 KW questa consumerà 5 kg di pellet in un’ora.

 

 

Le caratteristiche di una buona caldaia

Prima  di acquistare una caldaia a pellet è bene verificare la presenza di alcune caratteristiche che secondo noi sono di fondamentale importanza. Tali caratteristiche riguardano soprattutto la pulizia. Una caldaia efficiente e funzionale deve avere il funzionamento automatico per il caricamento del biocombustibile, pulizia automatica delle superfici, un serbatoio da almeno 260 kg, produrre poca cenere (il cassetto non dovrebbe mai essere svuotato più di due volte l’anno), avere alti standard di sicurezza e poter essere gestita da remoto.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...